23 May, 2024
HomePosts Tagged "Angela Cotza"

[bing_translator]

Autunno ricco di iniziative al Centro internazionale del Fumetto di Cagliari. La storica realtà culturale dedicata alla formazione e alla promozione dei comics, la prima nata in Sardegna nel 1993 da un’idea dello sceneggiatore e regista Bepi Vigna, propone in ottobre un’ampia e diversificata offerta didattica  per tutte le età. Venerdì 27 settembre, nella nuova sede in via Falzarego 35, è in programma un open day per la presentazione dei corsi da parte dei docenti.

La giornata informativa, con l’apertura al pubblico del centro dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00, è impreziosita dalla presentazione nel capoluogo sardo di un evento espositivo reduce dalla Settantaseiesima Mostra internazionale di arte cinematografica di Venezia, a corollario del Green Drop Award 2019: «I capolavori del cinema rovinati dal cambiamento climatico», ovvero alcuni fra i più popolari film della storia del cinema, reinterpretati sotto gli effetti del “climate change” da una carrellata di noti autori del fumetto. In mostra una collezione di tavole originali curata dal Centro Internazionale del Fumetto, in collaborazione con la Sardegna Film Commission e il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna.

Con la riedizione dei corsi, il Centro Internazionale del Fumetto si concentra nei prossimi mesi sulla sua originaria vocazione all’insegnamento del linguaggio delle “nuvole parlanti”, mentre l’appuntamento con il Festival Nues, Fumetti e Cartoni nel Mediterraneo, diventa biennale: la prossima edizione, la decima, è in programma nell’autunno del 2020.

Sono tre i percorsi didattici proposti: per i più piccoli, dagli 8 ai 13 anni, dal 16 ottobre un laboratorio di lettura, scrittura e fumetto ispirato al romanzo “Coraline” di Neil Gaiman, a cura dell’illustratrice e fumettista freelance Stefania Costa, dell’esperta scrittura creativa e responsabile ideazione laboratori ragazzi Lorella Costa e della disegnatrice e colorista Laura Congiu (60 ore 30 incontri di 2 ore ciascuno, una volta alla settimana); stesse docenti, insieme all’esperto di inchiostrazione Mario Atzori, per il corso base di fumetto per ragazzi dai 14 ai 17 anni, un percorso didattico di 60 ore – dal 15 ottobre fino a giugno del prossimo anno – per fornire le prime basi professionali sul linguaggio del fumetto e realizzare così una storia completamente sceneggiata e disegnata dai corsisti; per gli aspiranti autori di fumetto a partire dai 18 anni, dal 17 ottobre, un corso di 120 ore (con esame e mostra finale) di teoria e pratica su disegno e sceneggiatura, più una serie di incontri e masterclass di approfondimento sul linguaggio del racconto per immagini.

Gli insegnanti sono professionisti che lavorano da anni in campo nazionale e internazionale: Bepi Vigna direttore del Centro, autore-sceneggiatore di Nathan Never, della Sergio Bonelli Editore; Mario Atzori, disegnatore di Nathan Never e Tex e copertinista di Legs Weaver per la Sergio Bonelli Editore; Laura Congiu, disegnatrice e colorista, con collaborazioni per editori nazionali ed europei; Stefania Costa, illustratrice e fumettista freelance; Angela Cotza, graphic designer, esperta in grafica multimediale e comunicazione visiva; Gildo Atzori: artista visivo e disegnatore di fumetti, fra cui “Dimonios – La leggenda della Brigata Sassari”.

Saranno anche avviati i laboratori sulla narrazione transmediale (letteratura, cinema, teatro, games).

Nel corso dell’Open Day, alle 11.30 e alle 18.30, è prevista una presentazione generale dei corsi alla presenza dell’intero corpo insegnanti. Per i dettagli sull’articolazione dei corsi e sui costi di partecipazione visitare il sito del Centro Intermodale del Fumetto di Cagliari.

La giornata informativa è l’occasione per visitare la sede del centro culturale, dove stanno prendendo forma l’AMI – Archivio Multimediale dell’Immaginario e la Biblioteca del Fumetto, i cui testi, ancora in fase di catalogazione, saranno comunque a disposizione degli iscritti per lettura e consultazione. Nei locali di via Falzarego 35, inoltre, è ancora allestita la mostra con i lavori degli allievi dell’anno 2018/2019.

«I capolavori del cinema rovinati dai cambiamenti climatici» presenta una serie di tavole originali firmate da dodici autori di comics. “Morte a Venezia” è reinterpretato da Laura Scarpa, “Psyco” da Romeo Toffanetti, “Il Monello” da Paco Desiato, Vacanze romane da Stefano Casini e da Antonella Vicari, “King Kong” da Gabriele Salimbeni, “Lawrence d’Arabia” da Max Bertolini, “Frankenstein” da Fabio Celoni, “La notte dei morti viventi” da Marcello Toninelli, Ritorno al futuro da Maurizio Gradin, “Karate Kid” da Roberto Baldazzini, “Intrigo Internazionale“da Gildo Atzori.

«Cinema e fumetto sono territori contigui: chi ama il fumetto è spesso anche un grande appassionato di cinema e l’immaginario legato ai due mezzi espressivi si nutre delle stesse suggestioni – spiega Bepi Vigna -. Con questa mostra, alcuni artisti hanno provato a immaginare come sarebbero stati i film a noi più cari se si fossero già realizzate le drammatiche previsioni riguardo al riscaldamento globale. L’ironia delle tavole non impedisce che da ciascuna di esse trapeli un significato molto serio, che richiama i problemi che derivano dai mutamenti climatici.  Il mondo che dobbiamo salvaguardare è anche quello che i film e i fumetti hanno spesso rappresentato con grande forza poetica e a cui si legano i nostri ricordi e le nostre emozioni.»

[bing_translator]

Ritorna l’appuntamento a Villa Satta con l’Open Day di IED Cagliari, giovedì 12 luglio. La splendida sede in stile liberty dell’Istituto Europeo di Design con il suo magnifico parco, si apre alla città e, soprattutto, ai futuri creativi, alle ore 16.00, per scoprire tutte le proposte formative, pensate per dare la possibilità a chi voglia intraprendere la strada del design di scegliere un percorso di studi più adatto alle proprie inclinazioni e aspirazioni personali.

Una serata dedicata all’orientamento e all’informazione che coinvolge, oltre la sede di Cagliari, anche tutte le sedi IED Italia di Milano, Roma, Torino, Venezia, Firenze e Como, e importante occasione di confronto diretto con i docenti, i coordinatori del corso, il team degli Advisor, lo staff, gli studenti e gli alumni IED, oggi professionisti nei vari settori, per conoscere e condividere con loro le opportunità professionali legate ai corsi triennali di Moda, Design e Arti Visive e i percorsi di specializzazione.

Tra le iniziative in programma, la presentazione dell’offerta formativa dei corsi triennali 2018-19 di Media Design (a cura di Angela Cotza); Product Design (a cura di Annalisa Cocco); Interior Design (a cura di Giuseppe Vallifuoco) e Fashion Design (a cura di Massimo Noli e Nicola Frau), durante la quale verranno illustrati dagli studenti i progetti realizzati nel corso di questo anno accademico. Le presentazioni verranno fatte tramite un tour in aule diverse della scuola per consentire a tutti gli interessati di conoscere i corsi triennali.

Tante ancora le novità anche per i corsi di specializzazione, percorsi altamente specializzati rivolti a diplomati e professionisti che vogliano approfondire aspetti specifici del loro settore e per rimanere aggiornati sugli strumenti e gli scenari più richiesti nel mercato del lavoro: tra queste, Disegno a mano libera per la moda, Fotografia, Bikini Fashion Project. In particolare ci sarà un focus sui primi corsi in partenza a novembre: Visual Merchandising (Andrea Bettinzoli), Advanced Interior Design (Francesca Picciau) e Disegno a mano libera per la moda (Cristiana Arangino). Inoltre si potrà visitare la scuola e l’esposizione dei progetti realizzati dagli studenti dei corsi triennali.

[bing_translator]

IED Cagliari e Museo MAN inaugurano stasera, 5 luglio 2018, “List”, un progetto di mappatura digitale che verrà proiettato sulla facciata di una delle sedi del MAN, l’ex Casa Deriu in Piazza Sebastiano Satta, nel cuore della città di Nuoro. LIST è un lavoro analitico su alcune opere di Henri De Toulouse – Lautrec che fanno parte della attuale mostra del MAN “La Bohéme”, collezione litografica dell’artista francese e dei suoi predecessori e contemporanei, visitabile da giugno a ottobre.

“List” è una opera ispirata a Davide Boriani, artista e fondatore dei movimenti di arte cinetica degli anni ’60 e in particolare al suo lavoro “Grafiche Programmate”. Ideata e realizzata da Luca Scarlatta, videoartista e docente IED e da Marco Santaniello, studente IED del Corso di Media Design, con la collaborazione di Alessio Trudu, Raffaello Mossa e Fabrizio Torchia, neodiplomati IED Cagliari, è stata curata per la parte artistica dalla storica dell’arte del MAN, Emanuela Manca. Un progetto site specific realizzato a partire da una minuziosa mappatura della facciata in cui viene visualizzato il sistema di dati inerenti le caratteristiche cromatiche di cinque opere di Toulouse – Lautrec: “Jane Avril – 1899”; “Jardin de Paris – Jane Avril”; “Alcazar Lyrique – Aristide Bruant”; “Divan Japonais”; “Tournée du Chat noir”.

Arte, architettura e coding si fondono per segnare lo spazio fisico della facciata del Museo MAN. «Si tratta di un lavoro di mapping condiviso con il MAN che mi auguro possa essere l’inizio di una fertile collaborazione fra l’Istituto Europeo di Cagliari e il museo nuorese, fra i più importanti nell’isola», commenta Monica Scanu, la Direttrice di IED.

“List” nasce da una sperimentazione didattica effettuata durante lo sviluppo della tesi di Diploma in Media Design di Alessio Trudu, Raffaello Mossa, Fabrizio Torchia e Marco Santaniello, successivamente sviluppata da quest’ultimo e da Luca Scarlatta, docente dello IED. Sarà Luca Scarlatta con la coordinatrice del Corso di Media Design Angela Cotza ad intervenire durante il prossimo IED Open Day – previsto per il pomeriggio del 12 luglio 2018 a Cagliari – per raccontare queste competenze vicine all’arte contemporanea e tutte le altre che vanno a comporre la figura del media designer, così come viene formato allo IED di Cagliari. 

“List” sarà visibile dal 5 al 15 luglio al museo MAN (ex Casa Deriu) in piazza Sebastiano Satta, dalle 21.30 – 00.30. La proiezione di stasera avrà un sottofondo musicale.

[bing_translator]

Porte aperte allo IED Cagliari il 17 marzo, in occasione dell’Open Day che vedrà coinvolte anche tutte le altre sedi IED Italia di Milano, Roma, Torino, Venezia, Firenze e Como. Dalle 10.00 alle 13.30, a Villa Satta, saranno protagonisti i giovani, i creativi, i designer di oggi e di domani che desiderano scoprire la realtà dell’Istituto Europeo di Design e la sua offerta formativa declinata nei suoi Corsi Triennali nelle aree di Design, Moda e Arti Visive.

Diverse le iniziative in programma nella suggestiva sede cagliaritana, che vedrà anche la partecipazione di alcune scuole della Sardegna: incontri con ospiti prestigiosi, presentazione dei corsi triennali di Media Design (coordinatrice Angela Cotza), Product Design (coordinatrice Annalisa Cocco), Interior Design (coordinatore Giuseppe Vallifuoco), Fashion Design (coordinatori Massimo Noli e Nicola Frau) e visita del Laboratorio di Modellistica (a cura dei docenti IED Andrea Forges Davanzati e Stefano Carta Vasconcellos), esposizioni dei progetti realizzati dagli studenti, installazioni, info point e advisor a disposizione sull’offerta formativa, le strutture e sui servizi proposti, presentazione del bando per le borse di studio e delle agevolazioni sulle iscrizioni, e in chiusura buffet in giardino.

Per questa occasione sabato mattina, subito dopo il benvenuto e la presentazione della giornata a cura della direttrice IED Cagliari Monica Scanu, arriverà una protagonista del mondo del graphic design: Carolina Melis, designer, illustratrice e artista multimediale i cui lavori sono esposti in contesti prestigiosi e internazionali, molto corteggiata dalle firme più importanti del mondo di moda e pubblicità. Intervistata dalla designer Annalisa Cocco (coordinatrice del corso di Product Design), racconterà la sua carriera professionale, la sua esperienza londinese, e come per un designer oggi, grazie al web e ai diversi canali di comunicazione, sia più facile lavorare in qualunque parte del mondo.

Subito dopo verrà presentato il progetto di guerrilla art “Vota per me” di Gianluca Vassallo, artista e fotografo campano, ma sardo di adozione. Un progetto tra arte e fotografia che vede come protagonisti i volti e le storie di dieci migranti nella serie di manifesti affissi – abusivamente – negli spazi dedicati ai candidati politici, durante l’ultima campagna elettorale. Sarà Rossano Mameli, collaboratore di Vassallo, a raccontare questo progetto, attraverso alcuni video che si potranno vedere in loop tutta la mattina in uno spazio dedicato e attraverso i manifesti del progetto esposti in giardino.

Ma i veri attori di questa giornata saranno proprio gli studenti IED che supporteranno i coordinatori nell’organizzazione e nella presentazione dei corsi, faranno da guida ai visitatori negli spazi dedicati alle esposizioni e soprattutto porteranno la loro personale esperienza e testimonianza sul mondo “made in IED”. 

Tutto il giorno sarà inoltre possibile visitare le esposizioni dei progetti realizzati dagli studenti di Media, Product e Interior Design (Laboratorio di Modellistica), dei prodotti di Fashion Design (Aula Torino), l’installazione video “Vota per me” di Gianluca Vassallo (Aula Milano) e i manifesti della mostra esposti in giardino a Villa Satta.

Durante la mattina verranno fornite tutte le informazioni sul concorso borse di studio, che partirà il 15 marzo e durerà sino al 3 maggio e sullo sconto del 15% sulla retta di frequenza per chi si iscriverà entro il 19 aprile.

Il team degli Advisor sarà a disposizione nel corso dell’Open Day per dare informazioni sull’offerta formativa, le strutture e i servizi offerti da IED Cagliari. 

[bing_translator]

Ritorna l’Open Day più grande e creativo che si svolgerà contemporeanemente nelle sette sedi IED d’Italia, e naturalmente a Cagliari. Sabato 18 marzo 2017 l’Istituto Europeo di Design organizza a Villa Satta una intera mattinata di orientamento dedicata all’informazione sui diversi indirizzi di studio nelle aree del design, della moda, nelle arti visive e della comunicazione. Un’occasione per guardare il mondo e se stessi in maniera differente, per scoprire il proprio talento e per fare dell’originalità la propria professione. Dalle ore 09.30 alle 14.00 nella sede di viale Trento n. 39 sarà possibile informarsi sulle tipologie di corsi offerte dall’Istituto quali i corsi Triennali, Master, corsi di Specializzazione, corsi di Formazione Avanzata, sui servizi riservati agli studenti e partecipare alle lectures a cura  di due grandi professioniste del mondo del design: Ginette Caron, graphic designer tra le più apprezzate eletta nel 2011 membro della Royal Canadian Academy of Arts, e Francesca Appiani, Direttrice del Museo Alessi. Lo staff della scuola di alta formazione sarà a disposizione per consigliare la scelta del corso che più si adatta alle attitudini, agli interessi e alle passioni di ciascuno, e per fornire tutte le informazioni sui percorsi didattici. Sarà anche l’occasione per sperimentare la metodologia IED basata sulla progettazione e sull’approccio didattico learning by doing (apprendimento non solo teorico ma anche attraverso l’esperienza e la pratica) che verrà illustrata dai docenti attraverso attività che coinvolgeranno direttamente i partecipanti. Una bella opportunità per incontrare i professionisti-docenti, ricevere informazioni su procedure di ammissione e costi dall’Advisor e confrontarsi con gli studenti in corso e con ex studenti già inseriti nel mondo del lavoro. Sarà possibile inoltre visitare le aule, gli spazi e i laboratori della sede IED cagliaritana nella suggestiva cornice di Villa Satta, in viale Trento n. 39, residenza della scuola dal 1984.

La giornata, aperta a tutti gli interessati, ha inizio in Aula Magna alle ore 9.30 con la registrazione dei partecipanti, segue quindi alle 10.00 l’avvio ufficiale dei lavori con i saluti di benvenuto della Direttrice IED Cagliari Monica Scanu che presenterà l’offerta formativa a partire dall’anno 2017-18, costituita dai corsi di specializzazione di Visual Merchandising, Wedding Planner, Food Experience; dai corsi di formazione avanzata Advanced Interior Design e Comunicazione e dal Master in Design dei Servizi Turistici Sostenibili.

Alle 10.15 l’incontro tra i più attesi con la celebre Ginette Caron, graphic designer canadese (Montréal) tra le più stimate nel mondo del Design che porterà la sua esperienza professionale nell’intervento dal titolo “Form Comes From Wonder. I graphic designers e le aziende: le patatine San Carlo”. Una conferenza molto interessante sul packaging e sull’immagine di un prodotto, e su come dare nuova vita (rivoluzionandolo con successo) a uno storico pack che dal 1936 accompagna pranzi, cene, merende e spuntini di intere generazioni.

Nel corso della sua carriera la Caron ha ricoperto numerosi incarichi molto prestigiosi, tra questi quello di design director di Prada e Benetton Groups. Il suo portfolio include clienti quali Barilla, Bulgari, Fedrigoni, Ferragamo, Grand Théâtre de Provence, Knoll, Moleskine, Swatch e TV5 e tante altre aziende. In più di trent’anni di attività, ha sviluppato un proprio approccio strategico multidisciplinare elaborando sistemi di identità e progetti legati al branding, packaging, editoria, exhibit design e grafica per l’architettura. Oggi gestisce il proprio studio “Ginette Caron communication design” a Milano.

Subito dopo, alle 10.45, l’incontro – sempre in Aula Magna – dal titolo “La pratica dell’IN-possibile: il caso Alessi”, a cura di Francesca Appiani, direttrice del Museo Alessi di Milano allestito all’interno della omonima e illustre Fabbrica del Design italiano (fondata da Giovanni Alessi nel 1921). Un imperdibile intervento che offre uno spaccato inedito e affascinante sulla collezione di progetti della Fabbrica mai entrati in produzione, per scoprire la parte meno conosciuta della esposizione milanese tra le più prestigiose del design italiano. Con i suoi 23.000 oggetti, schizzi, render e prototipi di oggetti mai realizzati, prime versioni, disegni, stampi, semilavorati, fotografie, rassegne stampa, pubblicazioni monografiche, periodiche e cataloghi dell’Alessi e di altre aziende che documentano la storia del casalingo e del Design italiano, costituisce infatti la memoria straordinaria della Fabbrica e custodisce una collezione specializzata di arte applicata e del design contemporaneo e industriale.

Alle 11.30 Coffee Break e alle 11.45 la presentazione dei corsi Triennali 2017-2018: Arti Visive e Multimedia, a cura di Angela Cotza; Product Design, a cura di Annalisa Cocco;  Interior Design, a cura di Giuseppe Vallifuoco; Fashion Design, a cura di Massimo Noli e Nicola Frau. A seguire la  presentazione dei lavori realizzati dagli studenti dei corsi triennali e la visita alle esposizioni nelle Aule Barcellona, Madrid, Milano e Cagliari. Lo staff sarà a disposizione per incontri individuali durante tutta la mattina di placement e comunicazione.

Per partecipare all’Open Day è necessaria la prenotazione tramite il form che si può trovare nella pagina dedicata all’evento della sede cagliaritana nel sito ufficiale IED, all’indirizzo web: http://www.ied.it .