28 January, 2023
HomePosts Tagged "Angelo Cucca"

[bing_translator]

Martedì 16 aprile è stata inaugurata nel Palazzo Municipale la mostra fotografica “I riti della Settimana Santa di Iglesias”, un reportage per immagini realizzato dal fotografo e giornalista Angelo Cucca ed organizzato su iniziativa della Presidenza del Consiglio Comunale di Iglesias e dell’assessorato della Cultura.

Un viaggio per immagini, catturate dall’obiettivo dell’autore tra la fine degli anni 80 e gli anni 90, che utilizza la magia della fotografia in bianco e nero per accompagnare i visitatori in tradizioni antichissime, che vivono ancora oggi grazie alla devozione ed alla conservazione della memoria.

«La scelta del bianco e nero vuole concentrare l’attenzione su tradizioni che scorrono immutate da centinaia d’anni, in un’atmosfera fuori dal tempo», ha spiegato l’autore Angelo Cucca.

«E’ un piacere rendere omaggio all’Arciconfraternita e alle nostre processioni della Settimana Santa – ha messo in evidenza l’assessore della Cultura Claudia Sanna – con un materiale fotografico di grande valore e bellezza.»

All’interno del percorso della mostra, visitabile fino a martedì 23 aprile ed aperta tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 20.00, i visitatori potranno consultare un volume fotografico realizzato dall’autore quasi vent’anni fa, che raccoglie le immagini e le accompagna con didascalie scritte in 4 lingue.

«E’ una grande soddisfazione avvicinarci alla Settimana Santa e presentare una mostra fortemente rappresentativa come quella di Angelo Cucca, che ringrazio per la disponibilità mostrata – ha sottolineato il presidente del Consiglio Daniele Reginali -. E’ un’importante occasione per far rivivere ai cittadini la nostra storia, e ci permette di far scoprire ai turisti le nostre tradizioni e la passione con la quale viviamo questo evento religioso.»

[bing_translator]

L’alcool e nello specifico la birra è visto in molti eventi sportivi come “norma sociale” e in sport come il rugby, il calcio, il calcio gaelico, il cricket, è molto diffuso anche tra gli atleti nel post partita. Senza negare gli evidenti danni che apporta un consumo smoderato e continuo di alcool, soprattutto negli atleti, ma approfondendo gli studi che legavano questa bevanda all’assunzione nel post esercizio, un giovane di Carbonia, Filippo Mattu, specialista dell’esercizio fisico e dell’alimentazione sportiva, ha pensato di sfatare il tabù che lo sportivo non potesse assumere alcool. In questa impresa è stato assistito da Franco Pittau, originario di Portoscuso ma trapiantato a Milano, dietista ed esperto di fitness. I due giovani, uniti da sempre dalla passione per lo sport e l’alimentazione, hanno studiato e prodotto una birra adatta ad integrare zuccheri e minerali, dopo un intenso allenamento.

Com’è nata la KORNER BEER? «L’idea è nata per caso, durante un convegno a Coverciano dove, il medico nutrizionista della Nazionale di Calcio, Luca Gatteschi, fece una relazione sull’utilizzo della birra nello sport – spiega Filippo Mattu -. Considerando che nella nostra regione la birra è particolarmente apprezzata ma, essendo alcolica, è sempre stata ritenuta non idonea per gli sportivi e i cultori della forma fisica, ho iniziato a raccogliere tutto il materiale sull’argomento, per iniziare a lavorare a un progetto: realizzare una birra con tutte le caratteristiche per essere assunta come integratore post esercizio per gli sportivi».

Un anno di ricerche, sperimentazioni, analisi e test, compiuti da un laboratorio di Bologna accreditato dal ministero della Salute, come afferma Filippo Mattu, hanno finalmente portato al risultato sperato. «Una birra viva, non denaturata, a bassa gradazione alcolica, un ottimo bilanciamento dei nutrienti, sali minerali, e sostanze vitaminiche e ad azione antiossidante, che le conferiscono proprietà  rimineralizzanti  e protettive. In realtà non ci siamo inventati niente di nuovo, alcune qualità integrative di questa bevanda erano già note, sopratutto tra i maratoneti, ma noi, con le nostre ricerche, abbiamo messo a punto un prodotto nutriente, ricco di minerali, aminoacidi essenziali e vitamine, che possa essere bevuto consapevolmente, senza sensi di colpa, dopo un intenso allenamento sportivo, unendo le qualità organolettiche necessarie al recupero, alla convivialità».

Questa birra, prodotta in un laboratorio artigianale sulcitano, sarà presentata, il 7 e 8 agosto, in occasione della manifestazione Beer & Sport Expo 2018, che si terrà nei locali dell’Antica Tonnara Su Pranu, a Portoscuso. La birra, vera protagonista dell’evento, verrà spiegata da medici e nutrizionisti di fama internazionale, tra i quali anche Luca Gatteschi, nel convegno che si terrà nella sala Alcoa della Biblioteca comunale, in via Fermi. Filippo Mattu conclude affermando: «Questo convegno è un’occasione per far passare un giusto messaggio di educazione alimentare, ma ricordiamo sempre di bere con moderazione e che se poco fa bene, molto fa male!!!».

Angelo Cucca

L’evento è stato presentato ieri sera, nella sala riunioni della Tonnara Su Pranu, da Filippo Mattu e Franco Pittau, presenti Checco Fele e Giorgio Melis che saranno i moderatori del convegno internazionale che si svolgerà nella Sala Alcoa della biblioteca comunale, il sindaco di Portoscuso Giorgio Alimonda e gli assessori della Cultura e Beni Culturali, Turismo e Spettacolo Sara Marrocu e dei Lavori pubblici, Patrimonio e Politiche della casa Attilio Sanna.

Al termine della conferenza stampa, abbiamo intervistato Franco Pittau e Filippo Mattu.

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10217168481512066/

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10217168521713071/

 

 

 

banner manta 6

Simone Franceschi copia

Si svolgerà dal 21 al 29 giugno la seconda edizione del #Festival della fotografia “GIRALAFOTO” organizzato dall’Associazione #IglesiasWiva in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Iglesias. L’inaugurazione è prevista per sabato 21 giugno alle ore 19.00 nel Centro culturale di Via Cattaneo, restituito alla città dopo i recenti lavori di riqualificazione. La conclusione è prevista domenica 29 giugno alle ore 10.00 al teatro Electra. Saranno otto giorni di conferenze, esposizioni, workshop e editoria… fotografia a 360°.

L’evento si articolerà nell’arco di un’intera settimana, dove grandi professionisti del mondo della fotografia saranno a disposizione della città di Iglesias per spiegare, condividere e insegnare le tecniche di ogni aspetto del loro lavoro.

La manifestazione vedrà la presenza di ospiti di eccezione tra cui:

Dario Coletti: fotografo documentarista e vicedirettore dell’#Istituto superiore di fotografia di Roma dove coordina il master annuale di fotogiornalismo. Nel 2011 ha pubblicato con Postcart “Okeanos e Hades”, un lavoro di ricerca sul  Sulcis Iglesiente.

Giacomo Por: si esprime essenzialmente nella #FineArt Photography con uno speciale interesse per  il ritratto e la continua ricerca nella sperimentazione. Ha suscitato l’interesse di critici e collezionisti, presentando il suo lavoro in molteplici mostre e incontri in giro per il mondo. Getty Images lo ha di recente insignito del premio come miglior fotografo italiano per il 2013.

Salvatore Ligios: i suoi scatti immortalano, certificano, in un certo senso autorizzano, l’Italia dal  volto nuovo: una nazione che ha visto partire molti figli, altri ne ha visto arrivare, e con questo  moto ondeggiante tenta ora di confrontarsi. L’identikit risultante è cromaticamente eterogeneo, culturalmente multiforme, quotidianamente sotto i nostri occhi. Ad oggi docente universitario  dell’#Accademia delle Belle Arti di Sassari.

Angelo Cucca: foto reporter per le più importanti testate regionali, appassionato di reportage, gira  il mondo raccontandolo attraverso i suoi scatti.

Sandro Iovine: giornalista, critico e curatore, studia Scienze Politiche e Lingua e Cultura giapponese presso l’IsMEO. Nel 1988 è redattore nelle riviste per la rivista di fotografia Reflex e Foto Pro. Nel 1992 crea e dirige a Roma il Centro fotogiornalismo, organizzando mostre in Italia e in Giappone. Collabora con il Mifav dell’Università di Tor Vergata per la realizzazione di corsi e master di cui è anche docente e condirige la testata F&D. Nel 1999 assume la direzione del mensile “Il fotografo” che termina dopo 15 anni nel maggio di quest’anno.

Antonio Manta: fotografo professionista, è co-titolare della “Alternative Graphics” e docente di fotografia presso l’Università degli Studi ISIA di  Urbino. Tra le diverse attività svolte nel campo professionale, ha tenuto corsi e workshop  sull’uso della post produzione digitale e la stampa Fine art. Dal 2008 collabora con Canson, di cui è  testimonial. Nel 2010 inizia la collaborazione con Epson come stampatore che garantisce la  certificazione Digigrapie. È stampatore ufficiale del Lucca Digital Photo Festival e di Seravezza Fotografia. Nel marzo 2010 è stato l’organizzatore e il curatore della prima edizione del “Fabriano Photo Festival”. Di particolare  importanza è la collaborazione con il mastro cartaio Sandro Tiberi per lo sviluppo di una carta fatta a mano per la stampa Fine Art. Come fotoreporter ha lavorato in Marocco, Tunisia, Togo, Uganda, Laos, Israele, Cambogia, Vietnam e Armenia.

Milos Kalvin: editore del primo progetto editoriale, a diffusione internazionale, della fotografia  mobile. Come può concretizzarsi un’idea, trasformare ciò che viene chiamata “fotografia mobile”  in una rivista cartacea. Nell’ultimo numero di “Shooter” sono state dedicate due pagine al Festival Giralafoto,  inserendo immagini dell’edizione passata.

Forti del successo della scorsa edizione l’iniziativa vede il supporto di marchi leader nel settore  quali: Nikon, Leica, Lumix, Panoasonic, Metz, Samyang, Zeiss, Kodak, Pentax, Canson, Digi Graphie, Epson, Profoto, Eizo, X-Rite.

L’intera manifestazione è patrocinata dal Parco Geominerario, ente che promuove attività ispirate dai valori e dagli obiettivi fissati nella Carta di Cagliari al fine di promuovere attività indirizzate al recupero, la salvaguardia e la valorizzazione dei  siti e dei territori rientranti all’interno dei confini del Parco.

«Un grazie sentito – commenta l’assessore alla Cultura, Simone Franceschi – all’associazione IglesiasWiva, e alla sua presidente Silvia Serra, per il grande impegno ed entusiasmo nell’organizzare un evento di grande valenza artistica, capace di promuovere turisticamente la città e il territorio grazie alla fotografia e all’uso innovativo delle reti sociali.»

L’iniziativa vede il coinvolgimento di imprenditori e commercianti che con il loro aiuto e disponibilità hanno permesso la realizzazione del progetto. Programma completo su: http://www.iglesiaswiva.com

Programma:

Sabato 21 giugno 2014

h. 19.00 Centro Culturale – Inaugurazione con la presenza dei rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e degli Enti che sostengono l’iniziativa.

Domenica 22 giugno 2014

h. 10.00 Centro culturale. Workshop: “Professionisti per un giorno”. Max 30 allievi ( per iscrizioni contattaci con email: iglesiaswiva@tiscali.it). A cura di Marco Sodini e dell’Ambassador Pentax Fabrizio Taberlet.

Per gli iscritti sarà possibile sperimentare le proprie capacità fotografiche. Un vasto campionario di fotocamere con tutta la gamma di ottiche sarà a disposizione per l’intera giornata.

h. 13.30 Pausa pranzo

h. 15.00 Centro culturale – Ripresa lavori workshop

Lunedì 23 giugno 2014

h. 19:00 Centro culturale – Conferenza: Che cosa è la fotografia. Approccio creativo al progetto fotografico.

A cura di Dario Coletti. Presentazione del suo ultimo libro: “Il fotografo e lo sciamano. Dialoghi da un metro all’infinito”.”

Martedì 24 giugno 2014

h. 19.00 Centro culturale – Conferenza: Reportage e fotogiornalismo. A cura di Angelo Cucca.

Mercoledì 25 giugno 2014

h. 9.30 Iglesias città. Workshop “Reportage e fotogiornalismo”. Max 10 allievi (per iscrizioni contattaci con email). Fare reportage, raccontare una storia con le immagini, imparerete da un fotoreporter professionista come si fa ad entrare nella scena ed interagire con i protagonisti dei vostri scatti. In giro per il territorio a caccia di storie da raccontare. A cura di Angelo Cucca.

h. 19.00 Centro culturale. Conferenza: “Le mucche di maggio”. Inseguendo la fotografia: dalla pellicola al cellulare. A cura di: Salvatore Ligios. Seguirà la proiezione del lavoro “Tracce di identità” un’opera di Salvatore e Vincenzo Ligios.

Giovedì 26 giugno 2014

h. 9.00 Centro culturale. Workshop: Linguaggio e lettura delle immagini. Max 20 allievi (per iscrizioni contattaci con email). La fotografia come tutte le forme di espressione possiede un proprio linguaggio che richiede studio e approfondimento per poter essere dominato a pieno. Questo workshop è dedicato al recupero della capacità di guardare e analizzare un’immagine come un vero proprio testo da mettere in relazione con il contesto nel quale ha origine e viene fruita. A cura di Sandro Iovine.

h. 19.00 Centro culturale. Conferenza: Il fantasma di una metafora. A cura di Giacomo Por. Seguirà la presentazione del progetto editoriale “Shooter”. A cura di Giacomo Por e dell’editore Milos Kalvin.

Venerdì 27 giugno 2014

h. 9.30 Cattedrale Santa Chiara e Chiesa di San Francesco. Workshop “La memoria delle ombre”. Imparerete ad usare sapientemente la luce in due set fotografici d’eccezione: la Cattedrale di Santa Chiara e la Chiesa di San Francesco. A cura di Giacomo Por.  Max 10 allievi (per iscrizioni contattaci con email).

h. 19.00 Centro culturale. Conferenza: Linguaggio e lettura delle immagini. A cura di Sandro Iovine.

Sabato 28 giugno 2014

h. 9.00 Centro Culturale. Workshop: Dallo scatto alla stampa. Max 30 allievi (per iscrizioni contattaci con email). L’arte della fotografia è un processo a ciclo completo, dalla ripresa alla stampa passando per la post-produzione. Per un risultato ottimale e professionale, un fotografo dovrebbe conoscere e seguire personalmente tutti questi aspetti. A cura di Antonio Manta.

h. 13.00 Pausa pranzo

h. 14.00 Ripresa lavori.

Domenica 29 giugno 2014

h. 10.00 Teatro Electra. Chiusura e ringraziamenti.

banner manta 6

L’associazione culturale #IglesiasWiva organizza dal 21 al 29 giugno la seconda edizione del Festival “GIRALAFOTO”.

Forti del successo della scorsa edizione lavoreremo con il supporto di marchi leader nel settore quali: Nikon, Leica, Lumix, Panoasonic,Metz, Samyang, Zeiss, Kodak, Pentax, Canson, Digi Graphie, Epson, Profoto, Eizo, X-Rite 

Saranno otto giorni di conferenze, esposizioni, workshop e editoria… fotografia a 360°.

L’evento si articolerà nell’arco di un’intera settimana, dove grandi professionisti del mondo della fotografia saranno a disposizione della città di Iglesias per spiegare, condividere e insegnare le tecniche di ogni aspetto del loro lavoro.

Il festival abbraccerà ogni ambito di ciò che rappresenta la fotografia con i seguenti ospiti:

Dario Coletti: fotografo documentarista e vicedirettore dell’Istituto Superiore di Fotografia di Roma dove coordina il master annuale di fotogiornalismo. Le sue fotografie sono state esposte presso gallerie e musei nazionali e internazionali.

Il suo lavoro è stato pubblicato in diversi libri su temi antropologici e sociali. In seguito a diverse pubblicazioni, nel 2011 ha pubblicato con Postcart “Okeanos e Hades”, un lavoro di ricerca sul Sulcis Iglesiente.

Giacomo Por: si esprime essenzialmente nella FineArt Photography con uno speciale interesse per il ritratto e la continua ricerca nella sperimentazione. Ha suscitato l’interesse di critici e collezionisti, presentando il suo lavoro in molteplici mostre e incontri in giro per il mondo. Getty Images lo ha di recente insignito del premio come miglior fotografo italiano per il 2013. Egli guarda il paesaggio con la testa all’indietro. Vede gli occhi delle ombre capovolte. Non ortodosso, non ortogonale. Di corsa, ma non di fretta. Sospetta, inoltre, che giocare con la seta e la polvere renda eterni. Risiede abitualmente su una nuvola d’oro, tra le ore invisibili e gli occhi delle bambole che strappa alla terra. A memoria, dimentica d’essere polvere in silenzio.

Salvatore Ligios: i suoi scatti immortalano, certificano, in un certo senso autorizzano, l’Italia dal volto nuovo: una nazione che ha visto partire molti figli, altri ne ha visto arrivare, e con questo moto ondeggiante tenta ora di confrontarsi. L’identikit risultante è cromaticamente eterogeneo, culturalmente multiforme, quotidianamente sotto i nostri occhi. Ad oggi docente universitario dell’Accademia delle Belle Arti di Sassari.

Angelo Cucca: foto reporter per le più importanti testate regionali, appassionato di reportage, gira il mondo raccontandolo attraverso i suoi scatti.

Sandro Iovine: giornalista, critico e curatore, studia Scienze politiche e Lingua e Cultura giapponese presso l’IsMEO. Nel 1988 è redattore nelle riviste per la rivista di fotografia Reflex e Foto Pro. Nel 1992 crea e dirige a Roma il Centro fotogiornalismo, organizzando mostre in Italia e in Giappone con Francesco Zizola, Riccardo Venturi, Angelo Raffaele Turetta, Paolo Pellegrin, Dario Coletti. Tra il 1998 e il 2001 cura e coordina la mostra 25 anni all’infermo: la storia dei Medici Senza Frontiere. Collabora con il Mifav dell’Università di tor Vergata per la realizzazione di corsi e master di cui è anche docente e condirige la testata F&D. Nel 1999 assume la direzione del mensile Il fotografo che termina dopo 15 anni nel maggio di quest’anno.

Antonio Manta: Antonio Manta nasce ad Empoli nel 1966. Vive e lavora a Pian di Scò, in provincia di Arezzo. Fotografo professionista, è co-titolare della “Alternative Graphics” e docente di fotografia presso l’Università degli Studi ISIA (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche) di Urbino. Tra le diverse attività svolte nel campo professionale, oltre alla collaborazione con importanti fotografi – Nino Migliori, Fulvio Roiter, Giovanni Marozzini, Tim A. Hetherington, Nancy Fina, Anke Merzbach – per i quali cura la stampa di mostre personali, ha tenuto corsi e workshop sull’uso della post produzione digitale e la stampa Fine art. Dal 2008 collabora con Canson, di cui è testimonial. Nel 2010 inizia la collaborazione con Epson come stampatore che garantisce la certificazione Digigrapie. È stampatore ufficiale del Lucca Digital Photo Festival e di Seravezza fotografia. Nel marzo 2010 è stato l’organizzatore e il curatore della prima edizione del “Fabriano Photo Festival” che ha ospitato mostre anche di giovani artisti e letture portfolio. Di particolare importanza è la collaborazione con il mastro cartaio Sandro Tiberi per lo sviluppo di una carta fatta a mano per la stampa Fine Art, nata proprio a Fabriano. Pubblica sue immagini su riviste del settore come Gente di Fotografia e Foto It. Come fotoreporter ha lavorato in Marocco, Tunisia, Togo, Uganda, Laos, Israele, Cambogia, Vietnam e Armenia. I suoi lavori sono conservati presso Len-Levine di New York e in collezioni private di Lione e Parigi.

Milos Kalvin: Editore del primo progetto editoriale, a diffusione internazionale, della fotografia mobile. Come può concretizzarsi un’idea, trasformare ciò che viene chiamata “fotografia mobile” in una rivista cartacea. Nell’ultimo numero sono state dedicate due pagine al Festival Giralafoto, inserendo immagini dell’edizione passata.

Saranno a disposizione degli iscritti alcuni Workshop, dove sarà possibile approfondire gli argomenti trattati nelle conferenze, con un rapporto allievo-insegnante più stretto.

L’intera manifestazione verrà patrocinata dal comune di Iglesias e dal Parco Geo Minerario, ente che promuove attività ispirate dai valori e dagli obiettivi fissati nella Carta di Cagliari, al fine di promuovere attività indirizzate al recupero, la salvaguardia e la valorizzazione dei siti e dei territori rientranti all’interno dei confini del Parco.