1 February, 2023
HomePosts Tagged "Antonella Secchi"

[bing_translator]

Gabriella Murgia è il nuovo presidente della commissione regionale per la realizzazione della parità tra uomini e donne. Dipendente pubblico, abilitata all’esercizio della professione di consulente del lavoro, dirigente sindacale FEDRO e socia FIDAPA, Gabriella Murgia attualmente è impegnata nella Commissione per l’equità e le pari opportunità del comune di Oristano.
Barbara Congiu, avvocato, e Antonella Secchi, imprenditrice, sono le nuove vicepresidenti.
Nel corso della riunione di ieri è stato votato all’unanimità l’ordine del giorno della prossima seduta, che si terrà il prossimo 27 febbraio, incentrato sulla necessità di riportare all’attenzione dell’opinione pubblica e della politica il tema della rappresentanza di genere e finalizzato a sostenere l’inserimento della doppia preferenza di genere nella legge elettorale.

[bing_translator]

Si è insediata questa mattina a Villa Devoto, ala presenza del Capo di Gabinetto del presidente Filippo Spanu, la nuova Commissione regionale per la realizzazione della parità tra uomini e donne.
La Commissione, le cui componenti sono state nominate il 28 ottobre scorso dalla Presidenza del Consiglio regionale, resterà in carica per i prossimi tre anni svolgendo un ruolo divulgativo sulle questioni di genere e avrà una funzione di supporto e di consulenza nei confronti dell’azione politica della Giunta per garantire la parità di genere.
Fra i suoi compiti rientrano l’attività di studio sulle politiche di genere, l’elaborazione di proposte e la formulazione di pareri su iniziative legislative e amministrative, la valutazione in merito all’applicazione, nella Regione Sardegna, delle norme nazionali e regionali inerenti la condizione femminile, la promozione dell’accesso delle donne al lavoro.
Le nuove commissarie, che provengono da tutta la Sardegna e portano con sé una grande ricchezza di esperienze in vari campi legati al sociale e alle pari opportunità, sono Silvia Acunzo, Sabrina Carella, Irene Casalloni, Paola Casula, Barbara Congiu, Rosalba Crillissi, Silvia Fancello, Chiara Furlanetto, Alessandra Idili, Ombretta Ladu, Annalisa Lai, Rosa Maria Millelire, Gabriella Murgia, Enrica Olla, Pietrina Pileri, Loredana Sanna, Antonella Secchi, Elena Secci, Simona Spada, Alessandra Idili.
Nelle prossime settimane, la Commissione si riunirà per l’elezione della presidente e delle due vicepresidenti.

[bing_translator]

Grande festa anche questo pomeriggio per tanti bambini che, accompagnati dai loro genitori, complessivamente oltre 500 persone, non hanno voluto mancare all’appuntamento con la Befana nella lampisteria della Grande Miniera di Serbariu, ormai una tradizione la città di Carbonia. A partire dalle 15.00 i bambini hanno realizzato pinguini, Re Magi e befanine nei laboratori creativi e si sono divertiti con i truccabimbi e le sculture di palloncini, fino al tanto atteso arrivo della Befana: quest’anno è arrivata in moto, accompagnata da un gruppo di centauri, portando con sé un grande sacco pieno di dolci per i bimbi.
L’evento è stato organizzato dal Museo del Carbone con la collaborazione dell’Associazione Group Vanguard Carbonia e dell’Associazione Pro Loco di Carbonia, con il patrocinio del Comune di Carbonia e del Parco Geominerario, Storico e Ambientale della Sardegna.

Dopo la distribuzione delle caramelle a tutti i bambini, la serata è andata avanti con la premiazione dei presepi partecipanti alla VI edizione della mostra “In miniera tra i presepi”. Lo spoglio dei voti, che si è svolto ieri sera alla presenza dei partecipanti, ha confermato il successo della mostra: quasi 1700 voti, considerando che molti visitatori della mostra scelgono di non votare perché – dicono – «sono tutti belli». Il primo premio con il trofeo Crabò è andato al presepe n° 23 realizzato dalle classi 2ª A e 2ª B della scuola media dell’Istituto Taddeo Cossu di Teulada (con un tema attuale, la violenza sui bambini: uno scorcio di città con scene di bambini in guerra o in situazioni di disagio, in cui il presepe diventa portavoce della pace nel mondo e i colori diventano l’elemento dominante di tutta la composizione. Materiali utilizzati: elementi naturali e di riciclo, struttura di legno integrata da legnetti, cortecce e cartapesta). Al secondo posto il presepe n° 5 realizzato dalla scuola dell’infanzia di Cortoghiana, sezioni C, D, E, dell’Istituto Comprensivo Deledda-Pascoli di Carbonia (realizzato interamente con posate di plastica e di legno, polistirolo, pitture acriliche). Al terzo posto il presepe n° 33 di Rosaria Brancati di Carbonia, realizzato esclusivamente con vari formati di pasta alimentare.

Ecco l’elenco dei primi 10 classificati tra i 33 presepi in concorso:

1° classificato presepe n° 23 – Istituto Comprensivo Taddeo Cossu Teulada classi 2ª A e 2ª B – 157 voti

2° classificato presepe n° 5 – Scuola dell’Infanzia Cortoghiana sezioni C, D, E – Istituto Comprensivo Deledda – Pascoli Carbonia – 145 voti

3° classificato presepe n° 33 – Rosaria Brancati – 142 voti

4° classificato presepe n° 31 – Scuola in ospedale Brotzu Cagliari – Istituto Comprensivo Mulinu Becciu Mameli Ciusa – 132 voti

5° classificato presepe n° 15 – Pinuccia Portas – 108 voti

6° classificato presepe n° 6 – Scuola dell’Infanzia Via Roma sezioni A,B  Istituto Comprensivo Deledda – Pascoli Carbonia – 92 voti

7° classificato presepe n° 24 – Scuola dell’Infanzia Francesco Ciusa sezione 2M Istituto Comprensivo Don Milani Carbonia – 81 voti

8° classificato presepe n° 12 – Scuola dell’Infanzia San Giovanni Suergiu sezione D Istituto Comprensivo Guglielmo Marconi – 63 voti

9° classificato presepe n° 18 – Maurizio P. – 61 voti

10° classificato presepe n° 34 – Antonella Secchi – 56 voti.

I 33 presepi erano provenienti dal Sulcis Iglesiente: Carbonia, San Giovanni Suergiu, Portoscuso, Sant’Antioco; ma non solo, anche da Teulada, Cagliari, Villacidro ed Oristano, tutti traboccanti di creatività.

Grandi, piccoli, colorati, in valigia, dentro una radio… tutti portatori di storie, realizzati secondo svariate tecniche e per la maggior parte con materiale da riciclo… tappi di sughero, scatolette, pannolini, pasta, pane, cartone, lana, conchiglie, pietre, pagliuzze, das, pasta di zucchero, capsule di caffè, posate e mestoli di legno, polistirolo, resine cristalli Swaroski… tutti dettati dal cuore e portatori di un messaggio di pace.

Il servizio fotografico allegato è stato realizzato da Andrea Rombi.

Presepe 1° classificato.

Presepe 1° classificato.

Presepe 2° classificato.

Presepe 2° classificato.

Presepe 3° classificato.

Presepe 3° classificato.

Le fotografie di tutti i presepi, comprese le opere fuori concorso degli artigiani, saranno pubblicate a breve sulla pagina Facebook e sul sito web del Museo del Carbone.