29 January, 2023
HomePosts Tagged "Antonio Canales"

[bing_translator]

Giovedì 16, venerdì 17 e sabato 18 novembre, alle 21.00, al Teatro delle Saline – piazzetta Billy Sechi n. 3/4, a Cagliari, va in scena “Hispanica”. Lo spettacolo, in cartellone per la “Stagione del teatro contemporaneo”, è diretto da Marina Claudio.

Regia, direzione artistica e baile di “Hispanica” sono di Marina Claudio. Coreografia e baile: Rodrigo Alonso e Luis Ortega. Direzione musicale e chitarra: David Duran. Cante: Caridad Vega. Violino: Rossella Rox Camellini. Assistente produzione: Antonella Carboni.

Hispanica” è flamenco. Ovvero, tormento, lamento, gioia, l’espressione dei sentimenti, la passione oltre la ragione. «Ma anche – spiega Marina Claudio – il canto, il baile, il toque, che si connettono con le radici e le origini…il sentire profondo di un popolo!». Il programma dello spettacolo prevede i percorsi Vidalita, Tangos, Cantiñas, Fandangos de Grana, assolo chitarra, Farruca, Martinete, assolo violino, Soleá por Bulería, trio musicale e finale Bulería.

Ballerina di danza classica, classico español e flamenco, Marina Claudio si forma nella scuola delle Sorelle Bernal a Valladolid. Diplomata in Danza Española al  Real Conservatorio Profesional de Mariemma di Madrid nella Specialità di coreografia e tecniche di interpretazione della danza. Debutta come professionista a 16 anni a Madrid. Nel 1994 viene scelta per interpretare “Laurencia”, parte principale e protagonista dell’ultima opera del maestro Antonio Gades ed inizia un tour mondiale triennale come partner artistico di ballo del maestro. Ha poi lavorato con i grandi della danza, nel cinema, nella televisione e nel teatro. Da oltre trent’anni calca i palcoscenici internazionali, maestra di flamenco e classico-español.

Caridad Vega è un’eccezionale artista di origini spagnole appartenente ad una famiglia che annovera tra i suoi componenti la cantatora Encarnacion Marina Sallago e il grandissimo chitarrista Manolo Sanlucar. Ha studiato e collabora con Cantatores della statura di Paco Taranto, Jose el de la Tomas, Esperanza Fernandez, Montse Cortes, Vincent Amigo, Luis Ortega Antonio Canales e tanti altri.

Rodrigo Alonso ha al suo attivo una lunga carriera come ballerino professionista in prestigiose compagnie di danza come Ballet Andaluz, Ballet di Antonio Gades, Ballet Español de Antonio Màrquez e tante altre con le quali ha realizzato tournee mondiali come solista. Luis Ortega, primo ballerino delle principali compagnie di danza (As petit ballet  nacional de España), è direttore artistico e coreografo della Compagnia Luis Ortega. Ha condiviso il palcoscenico con altri ballerini di fama internazionale come Marche Esmeralda, Sara Baras, Lola Greco, Antonio Canales, Tony Fabre…

Cagliaritana, Rox” Rossella Camellini inizia a 11 anni lo studio del violino. Si diploma al Conservatorio Pierluigi da Palestrina e ha esperienze con l’Orchestra del Conservatorio. Da qui, progetti musicali e partecipazioni (“Effetto REV” e “Carovana Folk”). Dal 2013 fa parte del gruppo sardo “Tamurita” e partecipa a video, composizioni, brani e un’intensa attività live. Ha lavorato con artisti quali SKA-P, Pino Scotto, Beppe Dettori, Tony Esposito, Francesco Moneti, Marina Claudio, Rezophonic. Ha acquisito una notevole esperienza musicale e la capacità di suonare più generi, lavora sulla composizione.

David Durán Gil, spagnolo, diploma in Storia e Scienze della Musica (Università di Madrid), ha avuto per maestro di chitarra flamenca José Jiménez ‘‘El Viejín” e Rafael Riqueni. Compositore per vari compagnie di danza – in tournee con Antonio Márquez in Francia, Svizzera, Germania, Ungheria, Israele, Algeria, Giappone, Brasile, Italia), suona a Madrid, collabora con la Fondazione ”Casa Patas’‘, la Compagnia di Luis Ortega, lavora per opere teatrali e, da chitarrista solista, per varie orchestre sinfoniche (Orchestra dell’Opera Giuseppe Verdi, Trieste, Metropolitana di Madrid).

[bing_translator]

Dopo l’apprezzato spettacolo di ieri sera, sul palco di piazza De Gasperi, a Sant’Antioco, la ballerina spagnola Yolanda Osuna, accompagnata dal cantante Bernardo Miranda e da Rafael Montilla alla chitarra concederà il bis questa sera al Lazzaretto di Cagliari, al centro culturale in via dei Navigatori, a Sant’Elia. Le due serate di musica e ballo del flamenco sono state organizzate dalla cooperativa Forma e Poesia nel Jazz.

La tappa nel capoluogo fa parte di Encuentros, gli appuntamenti tra Sardegna e Spagna proposti da Forma e Poesia nel Jazz e vedrà la partecipazione straordinaria, in alcuni brani, del suonatore di launeddas Nicola Agus.

Classe 1981, Yolanda Osuna ha avuto maestri del calibro di Javier Latorre, Matilde Coral, Milagros Mengíbar, El Mimbre, Blanca del Rey, Rocío Molina, Pastora Galván, Manuela Carrasco, Antonio Canales, La Farruca, Faraona, La Lupi. Nel suo curriculum tante collaborazioni ed esibizioni con artisti come Miguel Poveda, Mayte Martín, Arcángel, Esperanza Fernández, Mariana Cornejo, Terremoto de Jerez, Miguel Ángel Cortés, El Pele, Manuel Silveria, Antonio Reyes, El Cabrero, Juan Villar, Juana la del Revuelo, Curro Malena, Chaquetón, Chocolate e con le compagnie di Inmaculada Aguilar, Javier Latorre, Paco Peña, la Compañía Flamenca de Córdoba, oltre che spettacoli propri.

La bacheca della bailoara di Cordoba, che ha calcato i palchi di teatri prestigiosi come il Teatro Real di Madrid, la Catedrale del Cante a La Union, il Teatro Lope de Vega di Siviglia, conta diversi riconoscimenti e allori come il primo premio “Antonio Hidalgo” al Concurso Nacional de Fandangos di Lucena (nel 2000), al “Jóvenes Flamencos” organizzato dalla Diputación Provincial di Cordoba (nel 2001) e alla Perla de Cádiz, e due secondi premi (nel 2007 e nel 2014) al Festival Internacional del Cante de las Minas di La Unión.

IMG_8654

    IMG_8641IMG_8614 IMG_8598 IMG_8617  IMG_8620 IMG_8621 IMG_8626 IMG_8627 IMG_8628 IMG_8629 IMG_8630 IMG_8631 IMG_8632 IMG_8633 IMG_8634 IMG_8635 IMG_8636 IMG_8637 IMG_8638 IMG_8639 IMG_8640 IMG_8642 IMG_8643 IMG_8644 IMG_8645 IMG_8646 IMG_8647 IMG_8648 IMG_8649 IMG_8650 IMG_8651 IMG_8652 IMG_8653  IMG_8655 IMG_8656 IMG_8658 IMG_8659 IMG_8660 IMG_8662 IMG_8663 IMG_8664 IMG_8665 IMG_8674 IMG_8675 IMG_8676 IMG_8677 IMG_8678 IMG_8679 IMG_8680 IMG_8681 IMG_8690IMG_8661IMG_8657

[bing_translator]

Fine settimana nel segno del flamenco di Yolanda Osuna in due serate proposte dalla cooperativa Forma e Poesia nel Jazz la bailaora spagnola, accompagnata dal cantante Bernardo Miranda e da Rafael Montilla alla chitarra, è di scena domani (sabato 24 settembre) a Sant’Antioco – alle 21.00 in piazza De Gasperi con ingresso gratuito – e domenica (stessa ora) a Cagliari, al Lazzaretto, il centro culturale in via dei Navigatori, a Sant’Elia.

La tappa nel capoluogo fa parte di Encuentros, gli appuntamenti tra Sardegna e Spagna proposti da Forma e Poesia nel Jazz e vedrà la partecipazione straordinaria, in alcuni brani, del suonatore di launeddas Nicola Agus.

Un altro impegno attende a Cagliari Yolanda Osuna, che domattina (sabato 24 settembre), alle 11.00, terrà un incontro con il pubblico alla MEM (la Mediateca del Mediterraneo in via Mameli) per parlare della sua esperienza del flamenco oggi, dell’eredità lasciata dai grandi nomi e delle prospettive per i giovani.

Classe 1981, Yolanda Osuna ha avuto maestri del calibro di Javier Latorre, Matilde Coral, Milagros Mengíbar, El Mimbre, Blanca del Rey, Rocío Molina, Pastora Galván, Manuela Carrasco, Antonio Canales, La Farruca, Faraona, La Lupi. Nel suo curriculum tante collaborazioni ed esibizioni con artisti come Miguel Poveda, Mayte Martín, Arcángel, Esperanza Fernández, Mariana Cornejo, Terremoto de Jerez, Miguel Ángel Cortés, El Pele, Manuel Silveria, Antonio Reyes, El Cabrero, Juan Villar, Juana la del Revuelo, Curro Malena, Chaquetón, Chocolate e con le compagnie di Inmaculada Aguilar, Javier Latorre, Paco Peña, la Compañía Flamenca de Córdoba, oltre che spettacoli propri.

La bacheca della bailoara di Cordoba, che ha calcato i palchi di teatri prestigiosi come il Teatro Real di Madrid, la Catedrale del Cante a La Union, il Teatro Lope de Vega di Siviglia, conta diversi riconoscimenti e allori come il primo premio “Antonio Hidalgo” al Concurso Nacional de Fandangos di Lucena (nel 2000), al “Jóvenes Flamencos” organizzato dalla Diputación Provincial di Cordoba (nel 2001) e alla Perla de Cádiz, e due secondi premi (nel 2007 e nel 2014) al Festival Internacional del Cante de las Minas di La Unión.

Yolanda Osuna Yolanda Osuna_03 (m)_© Pako ManzanoYolanda Osuna_08_-Pako-Manzano

 [bing_translator]

 Irene La SentioIrene La Sentio (2)

Sipario sulla programmazione estiva della cooperativa Forma e Poesia nel Jazz con due serate all’insegna della danza e della musica simbolo dell’Andalusia, il flamenco. Protagonista la bailaora Irene La Sentío, di scena questo sabato (19 settembre) a Sant’Antioco, in piazza De Gasperi alle 21,30 (ingresso gratuito), e l’indomani (domenica 20) a Cagliari, al Lazzaretto (il centro culturale in via dei Navigatori, nel quartiere Sant’Elia), con inizio alle 21.00 e biglietto a 10 euro.

Italiana, Irene La Sentío si è avvicinata da giovanissima al flamenco prima di trasferirsi a Siviglia, dieci anni Fa, per immergersi nella cultura del posto e perfezionarsi (con Juan de los Reyes, Juana Amaya, Antonio Canales e soprattutto la famiglia Farruco) nell’arte di cui è divenuta un’apprezzata interprete: lo testimonia un curriculum in cui spiccano impegni prestigiosi, come quelli con la compagnia di Farruquito (con gli spettacoli “Sonerías” e “Baile Flamenco”), Farruco (“Flamenconcierto”), Oscar de los Reyes (“De Sevilla al aire”), El Mistela (“Bailando la vida”), Jairo Barrull (“El llanto se mueve”), Sergio Aranda (“Enjundia Flamenca”), e collaborazioni con vari artisti come Aurora Losada, Tito Losada, l’orchestra Chekara di Tetuàn, la pianista Miriam Méndez e il gruppo del chitarrista Jaco Abel.

Terzo premio al Concurso Nacional de Arte Flamenco Ciudad de Ubrique nel 2012, conta partecipazioni ai più importanti festival internazionali di flamenco, come la Bienal de Sevilla, il Festival de Mont de Marsan, la Suma Flamenca di Madrid, la Bienal de Málaga, il Festival Flamenco di Calgary (Canada), il Festival Flamenco di Ibiza, oltre a lavorare abitualmente nei più prestigiosi Tablaos di Siviglia, Barcellona e Madrid.

Irene La Sentío, che in Sardegna ha presentato tre anni fa il primo spettacolo a suo nome, “De mi faldiquera”, è accompagnata in questa nuova, doppia tappa nell’isola dalla voce della cantaora Eva La Lebri e dalla chitarra dell’olandese (ma anche lui di casa a Siviglia) Tino Van der Sman.

A Cagliari, come annunciato, lo spettacolo inizia alle 21.00 ma già dalle 20.00 si può gustare una tapa di tortilla, un aperitivo accompagnato dai vini della cantina Le Colline del Vento di Villasimius e delle fattorie Orro di Tramatza. I biglietti si possono acquistare al Box Office di viale Regina Margherita (tel. 070 657428) e al Lazzaretto (aperto solo mattina e la sera dello spettacolo; tel. 0703838085).