29 September, 2022
HomePosts Tagged "Antonio Spera"

[bing_translator]

«Si è svolto oggi, in video conferenza, l’incontro organizzato presso il ministero dello Sviluppo economico, tra la direzione aziendale di Sider Alloys e le organizzazioni sindacali nazionali e locali. L’amministratore delegato, coadiuvato dalla dirigenza aziendale, ha presentato il nuovo piano industriale dando piena disponibilità a fornire notizie, sia sugli aspetti economici che logistici, per il rilancio del sito siderurgico Sardo.»
Lo hanno dichiarato a margine dell’incontro il segretario nazionale UGL Metalmeccanici, Antonio Spera e Daniele Francescangeli, vice segretario nazionale con delega alla siderurgia.
«I punti espressi nella presentazione, vanno nella giusta direzione. Occorre ora consolidarli mediante la fiducia reciproca nell’applicazione dei vari step della messa in opera dei vecchi e nuovi impianti produttivi. Per quanto riguarda la realizzazione delle produzioni, durante l’incontro, la proprietà ha ribadito che si tratta di un progetto al passo con le nuove tecnologie industriali, incentrate sulla sicurezza e sul rispetto dell’ambiente. Nel corso della presentazione del Piano, inoltre, la dirigenza ha annunciato che nei prossimi giorni si terranno nuovi ed ulteriori incontri con i sindacati, per aprire un confronto sui punti che compongono il Piano stesso. L’UGL concludono Antonio Spera e Daniele Francescangeliplaude a tale iniziativa, riscontrando un atteggiamento corretto nei confronti di tutti i lavoratori, diretti e indiretti: si è sulla buona strada”.

[bing_translator]

Quante persone affette da disabilità non riescono a partecipare ad eventi di spettacolo e di cultura perché non hanno nessuno che le accompagni? Quante hanno paura di disturbare i loro cari già tanto disponibili per visite mediche e altre questioni burocratiche? E quante rinunciano a partecipare perché impossibilitate a raggiungere teatri e sale conferenze in autonomia? Parte dalla Sardegna e coinvolge anche la Puglia un progetto di inclusione sociale e volontariato che punta a far assistere e partecipare agli eventi culturali e di spettacolo anche le persone che, a causa della loro disabilità, ne sono generalmente escluse.

Il progetto si chiama “Vengo anch’io” ed ha come capofila l’associazione cagliaritana Prohairesis. Finanziato dalla Fondazione con il Sud, ha incontrato da subito la sensibilità di Confcooperative Sardegna, della fondazione culturale Responsabilità Etica (legata a Banca Etica), e ha trovato sponda in Puglia grazie all’associazione Diotimart e a Confcooperative Puglia. Grazie ad una app e un sito web, “Vengo anch’io” si propone, dunque, di promuovere il volontariato sui territori di Puglia e Sardegna e migliorare l’accessibilità degli eventi culturali sul territorio.

Il progetto è stato presentato a Cagliari, nella sede della Fondazione di Sardegna, nel corso di un incontro a cui hanno reso parte il presidente dell’associazione Prohairesis Saverio Gaeta, le responsabili del progetto Alessandra Pinna e Daniela Poddesu, il responsabile di Confcooperative Sardegna Tiziana Arceri, il responsabile del progetto per Confcooperative Puglia Antonio Spera, e Antonio Santoro della associazione Diotimart. Nel corso dell’incontro, è stato lanciato un appello ai singoli, alle associazioni e alle imprese perché, grazie al progetto “Vengo anch’io”, partecipino da protagonisti a questo progetto che vuole garantire una migliore integrazione delle persone con disabilità. Le candidature si raccolgono sul sito www.vengoanchio.eu, sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/progettovengoanchio/ o attraverso la mail info@vengoanchio.eu

[bing_translator]

Parte dalla Sardegna e coinvolge anche la Puglia un progetto di inclusione sociale e volontariato che punta a far assistere e partecipare agli eventi culturali e di spettacolo anche le persone che, a causa della loro disabilità, ne sono generalmente escluse.

Promosso dall’associazione cagliaritana Prohairesis e finanziato dalla Fondazione con il Sud, il progetto “Vengo anch’io” ha incontrato da subito la sensibilità di Confcooperative Sardegna, della fondazione culturale Responsabilità Etica (legata a Banca Etica), e ha trovato sponda in Puglia grazie all’associazione Diotimart e a Confcooperative Puglia.

Il progetto “Vengo anch’io” verrà presentato giovedì 30 novembre a Cagliari nel corso di una conferenza stampa che si terrà a partire dalle ore 11.00 presso la sede della Fondazione di Sardegna (primo piano) in via San Salvatore da Horta 2, e a cui parteciperanno il presidente dell’associazione Prohairesis Saverio Gaeta, le responsabili del progetto Alessandra Pinna e Daniela Poddesu, il responsabile di Confcooperative Sardegna Gilberto Marras, il responsabile del progetto per Confcooperative Puglia Antonio Spera, e Antonio Santoro della associazione Diotimart.