17 April, 2021
HomePosts Tagged "Bruno Perra"

[bing_translator]

Bruno Perra è stato rieletto all’unanimità presidente del Comitato regionale della Federbasket. Le elezioni per il rinnovo della carica di presidente, del Consiglio Direttivo regionale e dei delegati all’assemblea generale ordinaria per l’elezione del Presidente federale, si sono svolte questo pomeriggio al THotel di Cagliari. Bruno Perra, candidato unico e presidente uscente, è stato eletto con 69 voti su 69 aventi diritto, e ha visto così rinnovato per altri quattro anni il suo mandato.

Nella serata sono stati eletti anche i consiglieri e i delegati all’Assemblea generale ordinaria. Sono stati nominati consiglieri: Alessandro Muscas, Salvatore Serra, Giampiero Sechi e Luca Pala. Il delegato all’assemblea generale ordinaria è Massimiliano del Rio, presidente del CMB Porto Torres eletto con 50 voti su 50.

[bing_translator]

Verranno consegnati questa sera, a Sassari (inizio alle 21.00), all’interno del teatro comunale, nel corso dello spettacolo “Insieme con le note del cuore. Musica e solidarietà in ricordo di Matteo”, i prestigiosi “Mediterraneo Fair Play Awards”, il premio, voluto dal Comitato nazionale italiano Fair Play, è destinato a quelle persone che si sono distinte in diversi settori per il loro contributo ai valori del Fair Play. La serata sarà condotta da Sergio Masia e Cinzia Careddu.

Tra i premiati anche il presidente del Comitato regionale della Fip Sardegna Bruno Perra a cui andrà  il “Premio Giovanni Cherchi” – destinato a un dirigente sportivo distintosi particolarmente per il fair play e dedicato al dirigente della Dinamo Banco di Sardegna prematuramente scomparso. Un riconoscimento, cita la motivazione del premio,  per il grande lavoro svolto in questi anni come presidente della Federbasket regionale per lo sviluppo della pallacanestro in Sardegna.

Durante la serata verrà assegnato il  “premio Mauro Piredda”,  ad un giornalista che si è contraddistinto nella sua carriera per correttezza e lealtà. Quest’anno il riconoscimento andrà a Gianni Garrucciu, volto e voce della Rai per tanti anni.

Il “premio Comitato nazionale Fair Play” andrà ad Alessia Orro, la giovanissima campionessa di volley originaria di Narbolia, palleggiatrice della nazionale e vittima di stalking, «per la sua forza e il suo coraggio, per il messaggio positivo che ha trasmesso alle sue coetanee e a tutte le donne».

Infine, il “Premio La Nuova Sardegna” il cui vincitore viene scelto dai lettori attraverso un sondaggio via web  sul sito internet del giornale, dove sono state selezionate dieci storie di fair play che spiegano  bene la filosofia dell’iniziativa. I lettori della Nuova hanno scelto di premiare cinque ragazze sarde – tre di Ozieri, una di Nule e una di Tonara – impegnate in uno stage formativo di volontariato in Tanzania.

La manifestazione, lo scorso anno, ha riscosso un notevole successo, grazie alla partecipazione di numerosi gruppi ben noti nel panorama musicale italiano, e anche grazie allo scopo nobile che l’organizzazione si è prefissata: l’intero incasso è stato devoluto in beneficenza alla Onlus Amici di Gianni Brundu per il loro progetto di cure palliative domiciliari per i malati oncologici.

Quest’anno, in occasione della seconda edizione, l’obbiettivo degli organizzatori sarà quello di raccogliere fondi per finanziare un progetto ideato dalla stessa associazione dal titolo “Volære. In mongolfiera con la bussola”. Il progetto Volære si pone alle porte delle cure palliative e si propone l’accoglienza di tutte quelle persone che ricevono una diagnosi di malattia oncologica.

L’ingresso allo spettacolo di sabato è a offerta, per i biglietti bisogna rivolgersi alla sede dell’Associazione “Insieme con le Note nel Cuore” in viale Porto Torres, 27 a Sassari oppure chiamare il numero 392 5826123.

Bruno Perra.

[bing_translator]

Nel corso del Consiglio Federale odierno, che si è tenuto presso la sala Giunta Coni a Roma, il presidente Fip Giovanni Petrucci ha consegnato la Stella di Bronzo Coni a Bruno Perra, presidente del Comitato regionale Sardegna della Fip e a Massimo Protani Presidente della Legabasket Femminile.

[bing_translator]

La Sala Anfiteatro dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Sardegna ha ospitato oggi la conferenza stampa di presentazione della partita Italia-Repubblica Ceca che giovedì sera si giocherà a Cagliari (ore 20.30, diretta Sky Sport HD). I biglietti per assistere alla partita sono disponibili su www.boxofficesardegna.it.

Il primo a prendere la parola è stato Bruno Perra, Presidente del Comitato Regionale Sardegna. «Ringrazio tutte le istituzioni che ci hanno permesso di ospitare una partita così importante e ringrazio il presidente Petrucci per aver scelto Cagliari ancora una volta. Abbiamo organizzato una serie di eventi collaterali a margine della partita. Giovedì al PalaPirastu sarà inaugurato il nuovo tabellone elettronico, lunedì sera abbiamo organizzato un Clinic tenuto da Andrea Capobianco e Matteo Panichi, alla presenza di 200 tra allenatori e tecnici. Per noi questi giorni rappresentano un momento importante di confronto con l’Italia e con l’Europa».

A fare gli onori di casa è stato l’assessore dello Sport della Regione Sardegna Andrea Biancareddu. «Ho un passato da giocatore di Prima Categoria a Tempio Pausania, con la mia squadra non vincevo quasi mai ma ho imparato tantissime cose. Il basket, come ogni altro sport, rappresenta un momento di inclusione straordinario. La presenza della Nazionale Femminile in Sardegna mi rende felice, sono in carica da soli sei mesi e ho già ottenuto un regalo fantastico. Per questo ringrazio tutti: CONI, FederBasket e Comitato Regionale.»

Il presidente del Consiglio comunale del cmune di Cagliari Edoardo Tocco si è rivolto alle Azzurre, presenti in blocco alla conferenza stampa. «So che vi attende un compito difficile ma noi vi sosterremo. Per tanti anni sono stato un dirigente del Cus Cagliari, la pallacanestro è uno sport che conosco e amo. Speriamo che questa sia l’occasione per far partire il progetto legato al nuovo palasport da costruire nella nostra città».

E’ stata poi la volta del presidente CONI Regionale Sardegna Gianfranco Fara. «Seguo le Azzurre regolarmente in televisione, è un piacere e un onore ospitarle a Cagliari e mi auguro che presto si possa tornare ai fasti della squadra di Mabel Bocchi.»

Coach Andrea Capobianco ha voluto sottolineare l’attaccamento alla Maglia Azzurra delle sue giocatrici. «Le ho allenate, le ho viste in televisione e le ho ritrovate come le ricordavo. Un gruppo che ha tanta voglia di vincere con la Nazionale. I giorni per preparare la partita sono pochissimi, la Repubblica Ceca è un avversario ostico ma vi posso fare una promessa. Queste ragazze daranno tutto in campo, giocheranno con la testa e col cuore e sapranno coinvolgere il pubblico di Cagliari, da cui ci aspettiamo un grande sostegno.»

Nel corso della conferenza stampa è stato presentato “Insegnare la Pallacanestro a Scuola”, il manuale EasyBasket per la Primaria di primo e secondo grado firmato dallo Staff Tecnico Minibasket FIP e in particolare da Maurizio Cremonini. «Se dovessi iniziare con i ringraziamenti non finirei mai, perché il MiniBasket ha bisogno di attenzioni e di occasioni come questa. Quando sfoglierete il libro vi chiedo di guardare gli occhi felici dei bambini. Non li conoscevamo, non avevano mai giocato a basket e questa per noi è stata una gioia doppia. La scuola media e secondaria può essere un bacino straordinario per noi, ci sono tantissime ragazze che arrivate alla scuola secondaria smettono di fare qualsiasi tipo di attività fisica. Noi siamo partiti dal gioco, convinti che l’approccio ludico fosse quello vincente. Speriamo di portare qualche altro bambino e qualche altra bambina al nostro sport, quest’anno abbiamo lanciato l’hashtag #minibasketforlife perché vorremmo che si iniziasse a giocare a pallacanestro da bambini e poi non si smettesse più.»

Ha chiuso la conferenza stampa il presidente FIP Giovanni Petrucci. «Siamo grati al presidente Perra per la sua ospitalità, recentemente siamo venuti a Cagliari anche con la Nazionale Maschile. Giovedì ci attende una partita difficile ma io sono fiducioso sulle qualità di questa squadra che negli ultimi sei anni è arrivata sempre a un passo da raggiungere l’obiettivo. Sono convinto che a breve faremo anche quel passo, nello staff abbiamo inserito Raffaella Masciadri nel ruolo di Team Director e Kathrin Ress come assistente allenatore. Addizioni importanti, giocatrici che alla causa Azzurra hanno dato tantissimo. In panchina è tornato Andrea Capobianco, grande allenatore e grandissimo uomo. A chi mi dice che fa troppe cose rispondo che se sei bravo puoi fare tutto.»

Le Azzurre

Olbis Andrè Futo (’98, 1.86, Centro, Famila Schio)

Martina Bestagno (’90, 1.89, Centro, Umana Reyer Venezia)

Debora Carangelo (’92, 1.69, Playmaker, Umana Reyer Venezia)

Sabrina Cinili (’89, 1.91, Ala, Famila Schio)

Martina Crippa (’89, 1.78, Guardia, Famila Schio)

Valeria De Pretto (’91, 1.85, Ala, Umana Reyer Venezia)

Francesca Dotto (’93, 1.70, Playmaker, Famila Schio)

Elisa Ercoli (’95, 1.90, Centro, Geas Sesto San Giovanni)

Gaia Gorini (’92, 1.81, Playmaker, Umana Reyer Venezia)

Jasmine Keys (’97, 1.90, Ala, Famila Schio)

Sara Madera (’00’, 1.86, Ala/Centro, Le Mura Lucca)

Samantha Marie Ostarello (’91, 1.88, Ala, San Martino di Lupari)

Elisa Penna (’95, 1.91, Ala, Umana Reyer Venezia)

Nicole Romeo (’89, 1.66, Playmaker, Virtus Eirene Ragusa)

Giorgia Sottana (’88, 1.75, Guardia, Flammes Carolo Basket, Francia)

Cecilia Zandalasini (’96, 1.85, Ala, Fenerbahce, Turchia)

Lo staff

Presidente federale: Giovanni Petrucci

Segretario generale: Maurizio Bertea

Capo delegazione: Gaetano Laguardia

Allenatore: Andrea Capobianco

Assistenti allenatori: Massimo Romano, Kathrin Ress

Preparatore Fisico: Matteo Panichi

Medico: Piergiuseppe Tettamanti

Fisioterapista: Davide Pacor

Osteopata: Giampaolo Cau

Team Director: Raffaella Masciadri

Addetto Stampa: Giancarlo Migliola

Addetto ai Materiali: Francesco Forestan

Team Manager: Marco Gatta

Videomaker: Marco Cremonini

Il Programma

10 novembre

Ore 23.00 inizio raduno presso T-Hotel (Via dei Giudicati 66, Cagliari)

11 novembre

Ore 9.30-11.00 allenamento

Ore 20.00-22.30 allenamento

12 novembre

Ore 9.00-11.00 allenamento

Ore 18.00-20.30 allenamento

13 novembre

Ore 9.30-12.30 allenamento

14 novembre

Ore 11.00-12.30 allenamento

Ore 20.30 Italia-Repubblica Ceca

15 novembre

Ore 10.05 trasferimento a Roma c/o Hotel Regent (Via Filippo Civinini 46)

Ore 18.00-20.30 allenamento c/o CPO Acqua Acetosa

16 novembre

Ore 8.45 trasferimento in Aeroporto e volo per Copenaghen

Ore 17.30-19.30 allenamento c/o Gentofte Sportspark (Gentofte)

17 novembre

Ore 10.00-11.00 allenamento

Ore 15.30 Danimarca-Italia

18 novembre

Ore 10.00 Volo Copenaghen-Roma

Ore 12.30 fine raduno

EuroBasket Women 2019 Qualifiers, la formula

Le 33 squadre sono state divise in 9 gironi, sei da quattro squadre e tre da tre. Accedono all’Europeo 14 Nazionali: le prime di ogni gruppo e le cinque migliori seconde. Per il calcolo delle migliori seconde verranno esclusi i risultati ottenuti nel girone contro le squadre quarte classificate.

Il calendario

14 novembre 2019

Italia-Repubblica Ceca; Romania-Danimarca

17 novembre 2019

Danimarca-Italia; Repubblica Ceca-Romania

12 novembre 2020

Romania-Italia; Repubblica Ceca-Danimarca

15 novembre 2020

Repubblica Ceca-Italia; Danimarca-Romania

4 febbraio 2021

Italia-Danimarca; Romania-Repubblica Ceca

7 febbraio 2021

Italia-Romania; Danimarca-Repubblica Ceca

Tutti i Gironi

Girone A: Islanda, Slovenia, Grecia, Bulgaria

Girone B: Israele, Svezia, Montenegro

Girone C: Russia, Svizzera, Bosnia Erzegovina, Estonia

Girone D: ITALIA, Romania, Repubblica Ceca, Danimarca

Girone E: Serbia, Lituania, Turchia, Albania

Girone F: Polonia, Gran Bretagna, Bielorussia

Girone G: Belgio, Portogallo, Ucraina, Finlandia

Girone H: Paesi Bassi, Ungheria, Slovacchia

Girone I: Germania, Lettonia, Croazia, Macedonia del Nord.

[bing_translator]

Il  Comitato regionale della Fip Sardegna e la Pallacanestro Alghero 1986, organizzano ad Alghero, dal 28 al 29 settembre (PalaManchia – via M. Manca) il “Clinic Integrato Internazionale – Ciutat de l’Alguer” dedicato al Settore Giovanile Femminile, dal titolo: “La donna, lo sport, la pallacanestro per giocare e crescere”, manifestazione inserita nell’ambito degli eventi che si terranno, nella cittadina catalana, in occasione della festa del patrono di Alghero San Michele.

Il Clinic Integrato Internazionale “Ciutat de l’Alguer” è patrocinato dalla Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, dal Comune di Alghero, dalla FIP e dalla Generalitat de Catalunya-Esportcate della Generalitat de Catalunya Delegazione Italiana – Ufficio di Alghero.

La manifestazione verrà presentata giovedì pomeriggio (26 settembre 2019, ore 17.00) all’interno degli uffici comunali di Porta Terra ad Alghero, nel corso di una conferenza stampa alla presenza del sindaco della città catalana Mario Conoci, dell’Assessore allo sport del comune di Alghero, Maria Grazia Salaris, del responsabile del settore minibasket della Pallacanestro Alghero Antonello Muroni, del rappresentante della Generalitat de Catalunya ad Alghero Gustav Navarro del presidente del Comitato regionale della Fip Sardegna Bruno Perra e del Responsabile Settore Minibasket del Comitato regionale della Fip Sardegna Salvatore Serra.

Relatori del Clinic Integrato Internazionale – Ciutat de l’Alguer sono:

  • Andrea Capobianco: Capo allenatore della Nazionale Femminile Senior

e  Responsabile Settore Squadre Giovanili Nazionali

  • Roberto Riccardi: Capo allenatore Nazionale Under 18 Femminile.
  • Maurizio Cremonini: Responsabile Tecnico Minibasket Nazionale della FIP.
  • Roberta Regis: Componente Staff Tecnico Minibasket Nazionale della FIP.
  • Xavier Rodríguez: Director Tècnic de l’Federacio Catalana Basqueball.

Il Programma

Sabato 28 settembre mattina

9.30 Apertura Clinic.

9.45 Maurizio Cremonini/Roberta Regis – Minibasket: il ruolo delle funzioni cognitive per la crescita di un giocatore intelligente.

10.45 Roberto Riccardi – Come costruire una difesa individuale responsabilizzando l’atleta: esercizi, idee, collaborazioni e soprattutto condivisione e comunicazione.

12.30 Fine attività.

Sabato 28 settembre pomeriggio

15.30 Xavier Rodriguez – Metodologia di allenamento categorie U13/U14 delle selezioni Catalane

(1ª parte).

16.30 Maurizio Cremonini/Roberta Regis – Minibasket: l’importanza delle funzioni esecutive per lo sviluppo di un giocatore autonomo e responsabile.

17.30 Pausa.

17.45 Xavier Rodriguez – Metodologia di allenamento categorie U13/U14 delle selezioni Catalane

(2ª parte).

19.00 Fine attività.

Domenica 29 settembre mattina

9.30 Maurizio Cremonini/Roberta Regis

Minibasket: dalle situazioni di gioco per riconoscere le competenze.

10.00 Andrea Capobianco – Programmazione nel Settore Giovanile.

12.30 Chiusura clinic.

[bing_translator]

Dopo l’edizione del 2014 vinta al PalaSerradimigni, la Dinamo Banco di Sardegna, battendo in finale e dopo un tempo supplementare, la Reyer Venezia per 83-80, si è aggiudicata la Zurich Connect Supercoppa 2019, la seconda della storia, dopo quella vinta nel 2014 a Sassari. Tra i tanti i complimenti, la Dinamo ha ricevuto quelli del presidente del Comitato regionale Fip, Bruno Perra.

«La Dinamo Banco di Sardegna è diventata sempre più l’immagine della Sardegna nel mondo. Quella vinta contro la Reyer Venezia, dopo un tempo supplementare, è stata davvero una partita emozionante. In campo si è visto un gruppo che non ha mai mollato e che, nelle fasi decisive della sfida, ha messo in campo tutto, soprattutto il cuore. A nome mio, dei consiglieri, dei collaboratori del Comitato e di tutto il movimento cestistico isolano, faccio i complimenti al presidente Stefano Sardara, alla società, al coach Gianmarco Pozzecco, al suo staff, alla squadra e a tutti i collaboratori, per aver regalato alla Sardegna sportiva, a distanza di pochi mesi dal successo nella FIBA Europe Cup, nuove emozioni e aver firmato una meravigliosa impresa.»

 

[bing_translator]

L’Olimpia Milano conquista per la prima volta il City of Cagliari, e lo fa battendo, in una finale combattuta e incerta fino in fondo, il Khimki Mosca per 79-78. Il terzo posto è andato all’Hapoel Gerusalemme che, nella gara di apertura della seconda giornata della manifestazione organizzata per il nono anno di fila dal Comitato regionale della Fip, ha superato il Banco di Sardegna Sassari (aveva vinto le ultime due edizioni) per 87-77. Una due giorni di grande basket ma anche di tanto pubblico che ha seguite le gare con tanto interesse e partecipazione. Nella finale Milano è stata brava a recuperare lo svantaggio iniziale (grazie ad un parziale di 20-7 piazzato nella seconda frazione di gioco) e nei quarti successivi giocare a viso aperto contro una squadra che non ha mai mollato e “rischiato” di vincere il torneo. Decisivi, nei momenti finali della sfida i punti realizzati da Sergio Rodriguez (MVP della manifestazione). Suo il canestro che, a 13 secondi dalla fine, chiuso il match.

Buono l’avvio della squadra russa che si porta subito in avanti riuscendo a trovare con facilità la via del canestro (29-17 al 10’). Coach Messina  mette ordine nel quintetto e nella seconda frazione di gioco la squadra gioca con più impegno e soprattutto lotta con grande determinazione sotto le plance nonostante la differenza in centimetri. Pian pianino il distacco tra le due squadre diminuisce e qualche secondo prima dell’intervallo ci pensa sempre lui: Sergio Rodriguez e piazzare la tripla del sorpasso, tra l’ovazione generale (37-36 al 20’).

Si riparte dopo la sosta con le due squadre che fanno a gara nel portarsi in vantaggio. Tira bene Mosca, ma le replica di Milano non è da meno. La squadra di Ettore Messina stringe i denti e riesce ad andare alla terza sirena ancora in vantaggio sul 60-58. Nell’ultimo quarti arrivano le grandi emozioni. Al 32’ Alexey Shved metto la firma sul +6 per il Khimki, dall’altra parte sempre lui: Sergio Rodriguez piazza 5 punti di fila (67-65 per Mosca al 35’), prima della tripla di Micov che riporta Milano a -1 (69-68 a 6’25 dal termine). Il pareggio arriva a 3’31 dalla sirena (Sergio Rodriguez), a questo punti si va avanti punto a punto con lo stesso fuoriclasse di Milano che a 13 secondi dal termine trova il canestro del nuovo vantaggio per Milano (79-78). Gli avversari hanno tutto il tempo per organizzare un’azione in attacco, ma Milano concede pochi spazi per il tiro e chiude con le braccia al cielo.

Al termine del match arrivano le premiazioni da parte del presidente del Comitato regionale della Fip Bruno Perra e del sindaco di Cagliari Paolo Truzzo. MVP del torneo Sergio Rodriguez.

Finale IX City of Cagliari 2019

Olimpia Milano-Khimki Mosca 79-78

Olimpia Milano: Mack 9, Micov 12, White 2, Tarczewki 8, Cinciarini 3, Gravaghi, Moraschini 14, Rodriguez 25, Shashkov, Rey 4, Burns 2. Allenatore: Messina. Assistenti: Bialaszewski e Fioretti.

Khimki Mosca: Shved 14, Booker 8, Timma 23, Gill 3, Bertans 6, Monia 6, Yakushin, Evans 6, Volkhin 10, Barashkov 2. Allenatore: R. Kurtinaitis. Assistenti: Kuncaitis e Jasilionis.

Arbitri: Grigioni, Bongiorni e Marcolini.

Parziali: 17-29; 20-7; 23-22; 19-20.

Tiri liberi: Olimpia 26 su 34; Khimki 13 su 18.

Tiri da due: Olimpia 10 su 30; Khimki 13 su 25

Tiri da tre: Olimpia 11 su 32; Khimki 13 su 34.

°°°°°°°°°

Una finale per il “bronzo”, quella che si è disputata al Pala Pirastu nella giornata conclusiva del “City of Cagliari”, che ha visto la vittoria dell’Hapoel Gerusalemme nei confronti dei sassaresi della Dinamo Banco di Sardegna (87-77 il finale). E’ stata la classica sfida incerta fino in fondo con la compagine israeliana che, solo nel finale di match è riuscita a piazzare il break vincente. L’Hapoel inizia con il piede giusto trovando la via del canestro e sfruttando al meglio i centimetri sotto le plance. Alla prima sirena sono 4 i punti che dividono la Dinamo dagli avversari (27-23). Al rientro in campo coach Gianmarco Pozzecco chiede più cattiveria al gruppo e, soprattutto, maggior concentrazione. La gara si scalda, come il gran pubblico presente sugli spalti dell’impianto cagliaritano e la Dinamo pian pianino con Pierre e Evans riesce a ridurre le distanze e impattare a 1’13 dalla sirena del riposo (39-39). Il time out prontamente richiesto da coach Kattash è provvidenziale e consente al gruppo israeliano di rientrare in campo con le idee più chiare. Il break di 6-1 consente all’Hapoel di staccarsi nuovamente e andare negli spogliatoi sul 45-40.

Al rientro la Dinamo con Mclean e Michele Vitali cerca di rimanere in contatto con gli avversari, ma la precisione al tiro non premia il gruppo di Pozzecco. L’Hapoel invece non sbaglia e in pochi minuti riesce ad allungare e andare sul 60-49. Vantaggio che viene incrementato in chiusura di quarto (68-54 al 30’). La gara sembra chiusa, ma Sassari non molla e si affida al duo Evans-Mclean per riaprire la sfida (76-73 al 35’). Negli ultimi 5’ l’Hapole si chiude in difesa e concede davvero poco alla Dinamo costretta alla resa.

Al termine la premiazione delle due squadre. La coppa per la quarta classificata al City of Cagliari 2019 è stata consegnata al capitano della Dinamo Banco di Sardegna Jack Devecchi dal vice presidente della Fip Sardegna Salvatore Serra, mentre il presidente del CNA Sardegna Alessandro Muscas ha consegnato all’Hapoel Gerusalemme nella persona del capitano Bar Timor la coppa per la terza squadra classificata.

Al termine anche un pensiero da parte della Dinamo Sassari con il presidente del sodalizio sassarese che ha consegnato al presidente del comitato regionale Bruno Perra la maglia numero 1 della Dinamo.

Dinamo Banco di Sardegna – Hapoel Gerusalemme 77-87

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 8, Bilan 4, Evans 12, Pierre 6, Vitali 15, Mclean 15, Buccarelli, Devecchi, Sorokas 5, Chessa, Gentile 5, Maganza, Jerrels 7, Magro. Allenatore: Pozzecco. Assistenti: Casalone e Gerosa.

Hapoel Gerusalemme: Feldeine 5, Braimoh 15, Zalmanson 6, Lockett 10, Brown 15, Cousins 4, Rosenbaum, Blatt 13, Levi 9, Ringvald, Kupsas 10, Timor. Allenatore: Kattash. Assistenti: Alon e Flynn.

Arbitri: Lo Guzzo, Filippini e Begnis.

Parziali: 23-27; 1718; 14-23; 23-19

Tiri liberi: Dinamo 20 su 29; Hapoel 17 su 23

Tiri da due: Dinamo 18 su 32; Hapoel 23 su 42

Tiri da tre: Dinamo 7 su 24; Hapoel 8 su 22.

ALBO D’ORO “CITY OF CAGLIARI”

Prima edizione – Montepaschi Siena

Seconda edizione – Olympiacos Pireo

Terza edizione – Montepaschi Siena

Quarta edizione – Orlandina Capo d’Orlando

Quinta edizione – Olympiacos Pireo

Sesta edizione – Galatasaray Istanbul

Settima edizione – Dinamo Banco di Sardegna Sassari

Ottava edizione – Dinamo Banco di Sardegna Sassari

Nona edizione – Olimpia Milano

[bing_translator]

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10217536439510786/?needsRefresh=true

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10217540266846467/

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10217541265631436/

La Dinamo Banco di Sardegna s’è aggiudicata il 2° Trofeo “Città di Carbonia” superando il Fenerbahce per 95 a 86 (primo tempo 52 a 45). E’ stata una grande festa per il pubblico sulcitano che ha affollato le tribune del Palazzetto dello Sport di via delle Cernitrici, ma è stata soprattutto una partita molto combattuta tra la squadra di Vincenzo Esposito, reduce dal successo nell’8° “International Tournament City of Cagliari”, e i vicecampioni d’Europa guidati dal plurititolato coach Željko Obradović.

I biancoblu hanno iniziato alla grande, disputando un primo quarto praticamente perfetto, senza non sbagliare neanche una conclusione (14 su 14) e chiudendo avanti di 8 lunghezze: 32 a 24. In evidenza Scott Bamforth, Jack Ryan Cooley e Terran Petteway, ma non sono stati da meno Marco Spissu, Achille Polonara e Stefano Gentile.

Nel secondo quarto la Dinamo ha saputo tenere testa alla reazione turca, andando al riposo dell’intervallo lungo sul 52 a 45.

In avvio del terzo quarto, il Fenerbahce ha piazzato un parziale di 8 a 0, firmando il sorpasso per un punto, 53 a 52, ma la reazione biancoblu è stata immediata, con una tripla di Marco Spissu e un canestro di Terran Petteway. In questa fase ha fatto la differenza un ottimo Jack Ryan Cooley che ha portato la Dinamo nuovamente a + 10, poi 73 a 67 al 30′.

Nell’ultimo quarto non sono mancate le emozioni. Il Fenerbahce è cresciuto ed ha riagganciato la Dinamo a metà quarto, sull’80 pari, a 5’30’’ dalla fine. Ma la Dinamo di Vincenzo Esposito ha confermato il grande carattere mostrato al torneo di Cagliari, tornando subito avanti di 4 punti con Rashawn Thomas e Scott Bamforth, con quest’ultimo che con due triple ha ampliato il vantaggio, rendendolo praticamente incolmabile. Terran Petteway ha realizzato il canestro del +11 a 90’’ dalla fine ed il Fenerbahce s’è arreso sul 95 a 86.

La Dinamo ha chiuso con tre uomini in doppia cifra: Scott Bamfort (22), Jack Ryan Cooley (20) e Terran Petteway (17); il Fenerbahce ha avuto quattro uomini in doppia cifra: Ennis (13), Biberovis (10), Muhammed (21) e Lauvergne (19).

Al termine, Bruno Perra, presidente della Fip Sardegna, ha omaggiato Maurizio Gherardini, general manager del Fenerbahce e Stefano Sardara, presidente della Dinamo. Il vice sindaco di Carbonia Gian Luca Lai ha consegnato il premio del secondo classificato al capitano del Fenerbahce Sinan Guler. La Dinamo ha ricevuto il premio per la vittoria nel Trofeo Città di Carbonia dall’assessore comunale dello sport del comune di Carbonia, Valerio Piria, che ha premiato anche il coach della Dinamo, Vincenzo Esposito ed il coach del Fenerbahce Željko Obradović. Anna Cani, titolare dell’Universal Design, responsabile della campagna pubblicitaria dell’evento, ed il vicesindaco di Carbonia Gian Luca Lai, hanno premiato Bruno Perra, presidente della Fip Sardegna; Anna Cani ha premiato Mauro Barlini, impegnato nell’organizzazione dell’evento, alla quale ha concorso anche il gruppo sportivo Carbonia Calcio a 5.

I premi, ceramiche raffiguranti la torre della miniera di Serbariu, un canestro e due giocatori di basket, sono stati realizzati dall’artista Gianni Pulli.

Jack Ryan Cooley è stato premiato come Mvp della sfida dall’assessore dello Sprt del comune di Carbonia, Valerio Piria.

Dinamo Banco di Sardegna 95 – Fenerbahce Erkek 86

Parziali: 32-24; 20-21; 21-22; 22-19.

Progressivi: 32-24; 52-45; 73-67; 95-86.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Spissu 7, Marzaioli, Bamforth 22, Petteway 17, Devecchi, Magro 4, Gentile 9, Thomas 9, Polonara 5, Diop 2, Cooley 20. All. Vincenzo Esposito.

Fenerbahce Erkek: Tirpaci, Hersek 2, Sankali, Ennis 13, Biberovic 10, Arna 5, Minchev, Guduric 7, Guler 6, Muhammed 21, Lauvergne 19, Omic 3. All. Željko Obradović.

Alleghiamo un primo album fotografico dell’evento con un filmato del finale di gara. Domani pubblicheremo un album di fotografie completo e le interviste all’artista Gianni Pulli e all’assessore dello Sprt del comune di Carbonia, Valerio Piria.

                                    

[bing_translator]

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10217524221005331/

E’ stata presentata questa mattina, nella sala riunioni della Torre Civica, in piazza Roma, a Carbonia, la partita di basket tra la Dinamo Banco di Sardegna ed il Fenerbahce, in programma martedì sera, alle 20.30, al Palazzetto dello Sport di via delle Cernitrici, a Carbonia, valida per il 2° Trofeo “Città di Carbonia”.

Alla presentazione erano presenti l’assessore dello Sport del comune di Carbonia, Valerio Piria; il presidente della FIP Sardegna, Bruno Perra; il capitano della Dinamo Banco di Sardegna, Jack Devecchi, Anna Cani, organizzatrice della campagna pubblicitaria per la promozione dell’evento, e Luciano Zara, del gruppo sportivo Carbonia Calcio a 5, che ha collaborato all’organizzazione.

Le due squadre arrivano dall’8° Trofeo “Città di Cagliari”, vinto dalla Dinamo in finale sul Limoges, mentre il Fenerbahce nella finale per il 3° e 4° posto è stata superata dall’Olimpia Milano.

Sono stati presentati anche i premi destinati alle due squadre, ceramiche realizzate dall’artista Gianni Pulli, raffiguranti la torre della miniera di Serbariu, simbolo della città, un canestro e due giocatori.

I biglietti sono acquistabili, in prevendita, presso i botteghini del palazzetto oggi, dalle ore 16.00 alle ore 20.00.

Il prezzo del ticket è di 12 euro + 2 euro di prevendita.

L’accesso è gratuito per le persone disabili.

                               

[bing_translator]

Domani mattina, nella sala riunioni della Torre Civica, verrà presentato il 2° trofeo “Città di Carbonia” di basket. Saranno presenti il sindaco di Carbonia Paola Massidda, dell’assessore allo Sport Valerio Piria, del presidente del Comitato Regionale Federazione Italiana Pallacanestro Bruno Perra, i rappresentanti della Pro Loco di Carbonia e della Universal Design, partner pubblicitario dell’evento. L’evento è organizzato dal Comitato Regionale Federazione Italiana Pallacanestro con il patrocinio ed il contributo economico del comune di Carbonia e in collaborazione con la Pro Loco e con l’ASD Carbonia Calcio a 5.
Il costo del biglietto è di 12 euro + 2 euro per i diritti di prevendita. È previsto l’accesso gratuito per le persone disabili.
I ticket domani sono acquistabili presso il botteghino del palazzetto dello Sport di via delle Cernitrici, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.