9 December, 2021
HomePosts Tagged "Carlo Carzan"

[bing_translator]

Promozione della lettura, incontri con autori prestigiosi, mostre, laboratori, performance di artisti circensi, animazione e tanto divertimento. Sono state queste le principali cifre caratteristiche del Festival di Letteratura per ragazzi “Tuttestorie”, intitolato “TERRATERRA. Racconti, visioni e libri di sopra e di sotto” e giunto alla sua 14ª edizione. L’evento, curato dallo SBIS (Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis) e sostenuto economicamente dal comune di Carbonia, è stato un successo con la presenza e partecipazione, nella Biblioteca comunale di viale Arsia, di circa 120 classi, per un totale di 2.000 alunni – accompagnati dai rispettivi docenti – provenienti da istituti di vario ordine e grado di Carbonia, Cortoghiana, Is Gannaus, Is Meis, Serbariu, Carloforte, Giba, Masainas, Nuxis, Paringianu, Perdaxius, Portoscuso, San Giovanni Suergiu, Santadi, Sant’Anna Arresi, Sant’Antioco, Teulada, Terresoli, Tratalias, Villamassargia e Villaperuccio.

Alla giornata di chiusura i ragazzi sono stati salutati dal sindaco Paola Massidda, che «ha ringraziato il personale dello SBIS per l’ottimo lavoro effettuato e ha espresso la sua soddisfazione nel vedere presenti in Biblioteca centinaia di giovani studenti festanti, attratti dalla possibilità di incontrare scrittori che rappresentano dei punti di riferimento nella letteratura per ragazzi come Isabella Labate e Paolo Cesari, Marino Neri, Carlo Carzan, Federico Appel, Francesco Carofiglio, Nicola Cinquetti, Beniamino Sidoti e Davide Morosinotto».

«Il successo della manifestazione è il risultato della proficua collaborazione tra scuole e biblioteche del territorio e della sinergia tra istituzioni, Servizi bibliotecari, audiovisivi, documentari e museali, Centro Servizi Culturali della Società Umanitaria, scuole, librerie e altri partner territoriali», ha aggiunto l’assessore della Cultura, Sabrina Sabiu.

 

[bing_translator]

E’ stata inaugurata oggi a Sa Manifattura “Ri-Creazione, una mostra sulle storie dentro e dietro i giochi” firmata dalla designer Compasso D’oro Annalisa Cocco.

Una mostra per raccontare l’universo dei giochi da un punto di vista speciale: quello della loro creazione, del loro pensiero inventivo. Un percorso fantastico, allestito all’interno delle storiche Officine di Sa Manifattura, nel cuore di Cagliari, e ideato dallo Sportello Proprietà Intellettuale di Sardegna Ricerche che, quest’anno, festeggia i suoi primi dieci anni di apertura al pubblico dei servizi web mettendo in scena Ri-Creazione, un appuntamento ironico, divertente, intelligente, dedicato a grandi e piccini.

Un viaggio delle meraviglie da godere da soli o in compagnia, diviso in due sezioni: una parte antologica che racconta le storie sorprendenti di alcuni giochi iconici, i misteri del mondo virtuale, le contaminazioni tra analogico e digitale; e una seconda parte, una sorta di spazio immersivo in cui i visitatori sono invitati ad entrare fisicamente in scena, protagonisti a loro volta di un gioco che attraverso il linguaggio informatico del “coding” stimola il pensiero laterale e la capacità di “problem solving”.

L’universo dei giochi e giocattoli che ci circondano è stato scelto come chiave privilegiata per porre l’attenzione sul valore delle cosiddette “creazioni della mente” in campo scientifico, tecnologico, artistico, letterario, proponendone al visitatore un itinerario articolato che si divide in:

  • Giochi senza tempo: le storie poco note di alcuni dei più famosi giochi iconici tra cui Barbie, Cubo di Rubik, Meccano, LEGO, Frisbee, Monopoly, Autopista, Chiodini Quercetti, Play-Doh, Yo-Yo, Geomag, Robot meccanici
  • Videogiochi ai raggi X: il mondo dei videogiochi smontato nei suoi componenti hardware/software, dove il videogioco in sé è presentato come un’opera complessa che racchiude molteplici componenti tecnologiche e apporti intellettuali
  • Contaminazioni: uno stimolo alla riflessione sulla contaminazione tra analogico e digitale, tra scienza, tecnologia e arte, come tendenza che caratterizza molti prodotti di nuova generazione. Una sezione in cui trovano spazio oggetti e progetti in cui la dimensione concettuale prevale su quella fisica
  • Giochi da leggere: una selezione di libri, autori e realizzazioni cartotecniche particolarmente rilevanti sul piano dell’innovazione. Tra gli autori emerge potentissimo l’approfondimento su Bruno Munari e su colui che oggi è considerato il suo erede: Katsumi Komagata.

La storia che accompagna la nascita di tanti oggetti ludici è davvero sorprendente e spesso poco nota, talvolta così ricca di senso da far dimenticare che si parla proprio di quel giocattolo visto e utilizzato infinite volte, magari comprato o regalato, forse mai osservato con la giusta attenzione. I giochi e i giocattoli sono un incredibile ponte che unisce le generazioni e proietta adulti, ragazzi e bambini in una benefica ed appagante dimensione fantastico-creativa.

Oltre a suscitare emozioni e stimolare riflessioni, Ri-Creazione vuole contribuire a far guardare gli oggetti con occhi nuovi e provare a ragionare in modo non convenzionale attraverso un allestimento firmato dalla designer Annalisa Cocco, vincitrice nel 2011 del prestigioso Compasso D’Oro. Un itinerario fantastico pensato affinché i bambini e i ragazzi non si sentano semplici proprietari di giocattoli o utilizzatori di giochi, ma piuttosto creatori di mondi pronti a liberare nuovi flussi di creatività.

Per fare questo, lo Sportello Proprietà Intellettuale di Sardegna Ricerche è andato alla ricerca dei tanti inventori in giro per il mondo e dei loro brevetti, fonte conoscitiva imprescindibile per comprendere “come nascono le cose che divertono” e per mettere a fuoco la loro dimensione intangibile. Durante i due mesi della mostra, alcuni degli inventori e ludomastri più famosi incontreranno il pubblico per partecipare a una serie di laboratori, permettendo a tutti di conoscere il sapere che i giochi incorporano e la logica progettuale che li sostanzia.

Per le scuole, la visita di Ri-Creazione sarà arricchita da percorsi didattici ideati dallo scrittore e ludomastro Carlo Carzan, da anni impegnato nella formazione per docenti e operatori ludici di laboratori coi bambini. I giochi ed i giocattoli sono infatti un mezzo efficace e senza eguali per poter parlare di concetti molto astratti e raffinati. La mostra offrirà ai bambini delle ultime due classi della scuola primaria, ai ragazzi della scuola secondaria (medie e superiori), ai loro accompagnatori (docenti, genitori, amici) un’esperienza insolita in cui:

–  Capire cos’è la proprietà intellettuale

–  Nutrire la propria creatività e liberare il pensiero laterale

–  Sperimentare operativamente il metodo progettuale

–  Percepire il valore dell’innovazione nello sviluppo della società

–  Familiarizzare con l’approccio inventivo basato sulla metodologia del problem solving

APERTURA AL PUBBLICO

10/11/12 ottobre: dalle 16.00 alle 19.30

domenica 13 ottobre: dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.30

fino al 15 dicembre: dal venerdì al sabato, dalle 16.00 alle 19.30

APERTURA PER LE SCUOLE SECONDARIA I E II GRADO

Dal 10 ottobre al 15 dicembre 2019

Dal 10 al 12 ottobre: ore 9.00/10.00/11.00/12.00/15.00 (durata 45’)

Prenotazioni per i giorni del festival: scuolefestivaltuttestorie@gmail.com

Prenotazioni fuori festival: ipdesk@sardegnaricerche.it

[bing_translator]

A Carbonia si rinnova anche nel 2019 l’appuntamento con il Festival di Letteratura per ragazzi “Tuttestorie”, intitolato “TERRATERRA. Racconti, visioni e libri di sopra e di sotto” e giunto alla sua 14ª edizione.

La tappa cittadina del Festival, curata dallo SBIS (Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis), in collaborazione con il comune di Carbonia, comincerà nella giornata di domani, giovedì 10 ottobre, e si svolgerà fino a lunedì 14 ottobre nella Biblioteca comunale di viale Arsia.

«Siamo onorati di poter organizzare il Festival Tuttestorie, un’iniziativa di promozione della lettura che da diversi anni sta registrando una crescita della domanda da parte delle scuole. Il Comune di Carbonia aderisce e sostiene questa manifestazione per la valenza culturale e la ricaduta positiva che essa ha sul territorio. Gli alunni partecipano con grande entusiasmo, incentivati dalla possibilità di incontrare e conoscere alcuni tra gli autori più prestigiosi nel panorama della Letteratura per ragazzi», ha detto il sindaco Paola Massidda.

Presso la Biblioteca di Carbonia, polo di riferimento per tutto il bacino SBIS e oltre, si alterneranno circa 120 classi, per un totale di 2.000 alunni – accompagnati dai rispettivi docenti – provenienti da istituti di vario ordine e grado (dalla Scuola dell’Infanzia sino alle Superiori) di Carbonia, Cortoghiana, Is Gannaus, Is Meis, Serbariu, Carloforte, Giba, Masainas, Nuxis, Paringianu, Perdaxius, Portoscuso, San Giovanni Suergiu, Santadi, Sant’Anna Arresi, Sant’Antioco, Teulada, Terresoli, Tratalias, Villamassargia e Villaperuccio.

«Sarà per tutti i partecipanti una bellissima festa della lettura, che darà agli studenti l’opportunità di incontrare prestigiosi autori della letteratura per ragazzi. Queste giornate rappresentano l’epilogo di una lunga serie di contatti avviati con le scuole nel mese di maggio, periodo in cui si sono registrate le iscrizioni agli incontri e durante il quale i docenti hanno potuto assegnare agli alunni le proposte di lettura per le vacanze estive, incentrate sugli autori che saranno protagonisti del Festival», ha spiegato l’assessore della Cultura Sabrina Sabiu.

Nelle giornate dedicate alla manifestazione, negli spazi interni alla Biblioteca si svolgeranno 17 incontri con gli autori presenti in questa edizione: Isabella Labate e Paolo Cesari, Marino Neri, Carlo Carzan, Federico Appel, Francesco Carofiglio, Nicola Cinquetti, Beniamino Sidoti e Davide Morosinotto. Oltre agli incontri con gli autori sono previste mostre di illustrazione, laboratori e performance di artisti circensi.

La collaborazione tra scuole e biblioteche del territorio è di fondamentale importanza per la buona riuscita di questo importante appuntamento di promozione della lettura, così come risulta importante la sinergia e l’integrazione tra istituzioni, Servizi bibliotecari, audiovisivi, documentari e museali, Centro Servizi Culturali della Società Umanitaria, scuole, librerie e altri partner territoriali.

[bing_translator]

Il Piccolo Re - copertina Più veloce del ventoGarrincha

Tappa all’interno di Tuttestorie per Nues: il festival dei fumetti e dei cartoni del Mediterraneo prosegue a Cagliari con tre appuntamenti ospitati dall’undicesimo festival di letteratura per ragazzi, che quest’anno si presenta sotto il titolo Con che coraggio“.

Il primo, giovedì (13 ottobre) alle 18 nella Torretta Tam Tam dell’ExMa’ (in via San Lucifero 71), è un incontro intitolato “Giocarsi la vita. Storie di sport e coraggio segreto”, tre storie di sport e ribellione su altrettanti atleti che con passione hanno inseguito un destino diverso da quello che la vita sembrava aver deciso per loro: Alfonsina Strada, prima donna a correre il Giro d’Italia nel 1924; Garrincha, poliomelite e gambe storte, che diventerà uno dei più grandi dribblatori della storia del calcio; e Nikolai Trusevyc, portiere della Dynamo Kiev, che giocò nel 1942 la “partita della morte” tra ufficiali tedeschi e giocatori ucraini. Intervengono, moderati da Carlo Carzan e Bepi Vigna, l’autrice del libro “In piedi nella neve” (Einaudi ragazzi, 2015) Nicoletta Bortolotti, Antonio Ferrara, autore della graphic novel “Garrincha, l’angelo dalle gambe storte” (Uovonero Edizioni – 2016), e Tommaso Percivale, autore di “Più veloce del vento” (Einaudi Ragazzi, 2016), sulla ciclista Alfonsina Strada.

Sabato (15 ottobre) spazio alla disegnatrice e illustratrice Sonia Aloi in due diversi momenti: il primo, riservato alle scuole, è per la mattina, alle 10.30 a Casa Felice (in via Sonnino), dove presenta il suo fumetto “Il piccolo re”, una storia italiana di ostinazione e passione, riscatto e gloria, lotta contro le difficoltà e i pregiudizi e realizzazione dei propri sogni; protagonista il piccolo Giuseppe Bignoli, detto Giusipin, nano dalla statura bloccata a 75 centimetri. Nel pomeriggio, alle 17.30, l’appuntamento è invece all’ExMa’ (in via San Lucifero, 71), nella Tenda Blablà, per il laboratorio di illustrazione e fumetti Disegnare il coraggio, basato sul fumetto “Il piccolo re”. Le iscrizioni possono essere effettuate all’ExMa’ da giovedì (13 ottobre) dalle 9.00 alle 20.00.

Chiusa la parentesi al festival Tuttestorie, Nues riprende domenica mattina (16 ottobre) il suo cammino ideale “Sulle ali dell’immaginario”, il filo rosso che contraddistingue l’edizione di quest’anno. In programma una nuova iniziativa inserita nella sezione tematica “Il cielo sopra Cagliari”, dedicata all’immaginario angelico nel capoluogo sardo. Si tratta di Angeli a Bonaria, una visita guidata al Cimitero Monumentale di Bonaria a cura di Nicola Castangia, realizzata in collaborazione con la cooperativa Voleare. L’appuntamento è alle 10.30, per percorrere un itinerario attraverso cui scoprire le numerose raffigurazioni angeliche custodite all’interno del camposanto cagliaritano: dall’Angelo più antico, datato 1869, a quello, più recente, del 1954.

 

[bing_translator]

Prosegue a Cagliari Nues, il festival dei fumetti e dei cartoni del Mediterraneo, quest’anno alla sua settima edizione, intitolata “Sulle ali dell’immaginario”. Domenica (9 ottobre), secondo appuntamento con “Il cielo sopra Cagliari”, la sezione tematica del festival dedicata all’immaginario angelico nel capoluogo sardo: una giornata di eventi in concomitanza con la manifestazione Domeniche di Carta – Archivi e Biblioteche, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in collaborazione con la Biblioteca Universitaria e il Rettorato dell’Università di Cagliari.

In programma visite guidate alla prestigiosa Collezione Piloni, in via Università 32, alle 11,00 alle 16.30 e alle 17.30, condotte da Alessandra Pasolini, docente di Storia dell’Arte Moderna dell’Università di Cagliari, con il coordinamento di Rita Pamela Ladogana, docente di Storia dell’Arte Contemporanea, e con la partecipazione di Elisabetta Mucelli, Michela Buttu e Federica Usai. L’iniziativa è proposta in collaborazione con il Rettorato dell’Università di Cagliari.

Alla Cappella Tridentina si potrà invece visitare Angeli di carta“, un’esposizione di volumi di pregio a tema angelico della Biblioteca Universitaria a cura di Rossana Corti, che propone percorsi attraverso libri antichi, tra cui rari e preziosi Incunaboli e Cinquecentine. Le opere scelte partono dal 1475 fino a raggiungere il 1870. “Angeli di carta” si avvale della collaborazione della Biblioteca Universitaria.

La giornata si chiude, alle 18.30, nella Sala Settecentesca con “Contrappunti angelici”, un recital poetico e musicale proposto in collaborazione con l’agenzia musicale Claire de lune. In scena l’attrice Clara Murtas nell’interpretazione di alcuni brani tratti da opere letterarie ispirate alla figura dell’angelo (Paradiso perduto di John Milton, le raccolte di poesie di Rainer Maria Rilke Engellieder – Canti di Angeli e Elegie duinesi, la Divina Commedia di Dante Alighieri e l’Apocalisse di Giovanni), con l’accompagnamento musicale dell’arpista Chiara Vittone, in un repertorio che comprende brani della tradizione irlandese, inglese, argentina e paraguaiana, e pezzi dei compositori Nicolas-Charles Bochsa, Mikhail Glinka, Johann Pachelbel, Georg Friedrich Haendel, Nino Rota e Alphonse Hasselmans.

Dopo l’immersione dentro l’immaginario angelico, il capitolo successivo del festival organizzato dal Centro Internazionale di Cagliari è all’interno del festival di letteratura per ragazzi Tuttestorie con tre appuntamenti. Il primo, giovedì 13 ottobre, all’Exmà (in via San Lucifero 71), è “Giocarsi la vita. Storie di sport e coraggio segreto, un incontro, moderato da Carlo Carzan e Bepi Vigna, con Antonio Ferrara, Nicoletta Bortolotti e Tommaso Percivale, autori di tre storie di sport e ribellione: rispettivamente della graphic novel “Garrincha, l’angelo dalle gambe storte” (Uovonero Edizioni, 2016), “In piedi nella neve” (Einaudi ragazzi, 2015) e “Più veloce del vento” (Einaudi Ragazzi, 2016).

Sabato 15 ottobre spazio alla disegnatrice e illustratrice Sonia Aloi in due momenti: alle 10.30, a Casa Felice, in via Sonnino, per la presentazione del suo fumetto Il piccolo re e, alle 17.30, nella Tenda Blablà, in via San Lucifero 71, per il laboratorio di illustrazione e fumetti Disegnare il coraggio.

Clara Murtas (foto Marco Angius) (2)

Ha preso il via ieri e proseguirà sino a martedì 7 ottobre, presso la Biblioteca – Centro Sistema SBIS di Carbonia – in viale Arsia (Parco Villa Sulcis), la nona edizione del Festival di letteratura per ragazzi “Tuttestorie”, dal titolo: “SORPRESA! Racconti, visioni e libri da restare a bocca aperta”. 

L’evento è patrocinato dal comune di Carbonia, in collaborazione con la #Società Cooperativa Progetto S.C.I.L.A, con il Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis (SBIS), la Cooperativa Lilith, la Società Cooperativa Mediterranea.

La Biblioteca di Carbonia accoglie oltre 1.200 alunni provenienti dalle scuole cittadine, dalle frazioni e da vari Comuni che fanno parte del Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis, confermando un’importante collaborazione che si rinnova e cresce negli anni, raggiungendo un numero sempre maggiore di adesioni.

Il #Parco di Villa Sulcis ospita non soltanto incontri con gli autori, ma anche fantastici laboratori (alcuni dei quali all’interno del museo Villa Sulcis) e un sorprendente personaggio che saprà stupire grandi e piccini.

Partecipano al Festival, alternandosi nelle diverse giornate, prestigiosi nomi della letteratura per ragazzi come Bernard Friot, Carlo Carzan, Chiara Carminati, Giovanna Pezzetta, Elena Kedros, Francesco D’Adamo, Gek Tessaro, Giorgio Scaramuzzino, Silvia Vecchini e Antonio Vincenti (Sualzo).

locandina Festival 2014 (1)_Pagina_1

Da giovedì 2 ottobre a martedì 7 ottobre, presso la Biblioteca – Centro Sistema SBIS di Carbonia – in viale Arsia (Parco Villa Sulcis), si svolgerà la nona edizione del Festival di letteratura per ragazzi “#Tuttestorie” che quest’anno sarà intitolato: “SORPRESA! Racconti, visioni e libri da restare a bocca aperta”.

L’evento è patrocinato dal comune di Carbonia, in collaborazione con la Società Cooperativa Progetto S.C.I.L.A, con il Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis (SBIS), la Cooperativa Lilith, la Società Cooperativa Mediterranea.

La biblioteca di Carbonia accoglierà oltre 1.200 alunni provenienti dalle scuole della città, dalle frazioni e da vari Comuni che fanno parte del Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis, confermando un’importante collaborazione che si rinnova e cresce negli anni, raggiungendo un numero sempre maggiore di adesioni.

La splendida cornice del Parco di Villa Sulcis ospiterà non soltanto incontri con gli autori, ma anche fantastici laboratori (alcuni dei quali all’interno del museo Villa Sulcis) e un sorprendente personaggio che saprà stupire grandi e piccini.

Parteciperanno al Festival, alternandosi nelle diverse giornate, prestigiosi nomi della letteratura per ragazzi come Bernard Friot, Carlo Carzan, Chiara Carminati, Giovanna Pezzetta, Elena Kedros, Francesco D’Adamo, Gek Tessaro, Giorgio Scaramuzzino, Silvia Vecchini e Antonio Vincenti (Sualzo).