2 December, 2022
HomePosts Tagged "Christian Casula"

[bing_translator]

Questa mattina, a partire dalle ore 6.00, a Sant’Antioco e Calasetta, i militari della stazione di Sant’Antioco, coadiuvati da 28 militari della Compagnia dei carabinieri di Carbonia, una squadra con unità cinofila dello Squadrone Eliportato Cacciatori Sardegna di Abbasanta e un’Unità cinofila del Nucleo di Cagliari, hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare emesse lo scorso 3 febbraio dal GIP del Tribunale di Cagliari, nei confronti di quattro soggetti ritenuti a vario titolo responsabili di condotte illecite connesse alla consumazione di incendi boschivi, tentativi di incendio mediante la fabbricazione e l’utilizzo di armi da guerra, detenzione, porto e cessione di armi comuni da sparo clandestine e modificate, ricettazione di armi.

Si tratta di Christian Casula, pastore di 29 anni, residente a Calasetta, in località Cussorgia; Giovanni Pau, pescatore di 51 anni, ivi residente, coniugato; Vittorio Pau, pastore di 60 anni, celibe; Luigi Antioco Balia, 21 anni, di Sant’Antioco, celibe.

Christian Casula, Giovanni Pau e Vittorio Pau sono stati raggiunti da una misura di custodia cautelare in carcere, Luigi Antioco Balia è agli arresti domiciliari.

Il provvedimento recepisce le articolare risultanze investigative acquisite dai militari della stazione di Sant’Antioco nell’ambito dell’indagine “Fire Off” che ha consentito di individuare due distinti gruppi criminali che, agendo mediante azioni violente e minacciose, per futili motivi, effettuavano atti intimidatori per il raggiungimento delle proprie finalità, causando anche due distinti incendi boschivi.

Stamane a Giovanni Pau è stata sequestrata una carabina ad aria compressa, regolarmente detenuta, sulla quale verranno eseguiti, come disposto dall’Autorità giudiziaria, gli accertamenti tecnici volti ad individuare eventuali modifiche effettuate.

Altri due indagati, C.F. 25enne di Calasetta e P.B. 52enne coniugato, pastore, pregiudicato, sono stati sottoposti anch’essi a perquisizione domiciliare ed è stata loro notificata l’informazione di garanzia e sui diritti di difesa.