17 May, 2021
HomePosts Tagged "Claudia Musio"

[bing_translator]

Le studentesse e gli studenti del Liceo Motzo non hanno dubbi: Malala, Grazia Deledda, Simone de Beauvoir, Catherine Johnson e Mary Quant sono tra le donne più influenti di sempre che hanno contribuito all’emancipazione femminile. Per questo venerdì mattina, dalle ore 10.30 alle ore 12.30, presenteranno nell’aula consiliare del comune di Quartu Sant’Elena i loro migliori prodotti multimediali sul tema “Festa della donna 2019. Storie di riscatto al femminile” che chiude il progetto scolastico, patrocinato dall’amministrazione cittadina, “Educazione al rispetto e alle differenze di genere”.

A dialogare con le ragazze e i ragazzi su discriminazioni di genere, femminicidio e il significato della Giornata Internazionale delle donne, l’autrice del romanzo “Il profumo della mimosa” Claudia Musio, l’On. Andrea Frailis e la coordinatrice di Giulia Giornaliste Susi Ronchi.

I lavori saranno aperti dal professor Sergio Puddu, dirigente scolastico del Liceo Classico, Linguistico e delle Scienze Umane B.R. Motzo di Quartu Sant’Elena e saranno presenti per i saluti istituzionali, il Sindaco Stefano Delunas, gli assessori della Pubblica istruzione, Politiche giovanili e della Cultura Elisabetta Cossu e Maria Lucia Baire, e la commissione comunale sulle pari opportunità.

L’evento organizzato dal Liceo Motzo rientra nel “Piano Nazionale Educare al Rispetto”, varato nell’ottobre 2017 dall’allora ministra Valeria Fedeli con l’intento di educare le nuove generazioni alla lotta contro ogni forma di violenza e di discriminazione.

Il progetto PTOF, attuato in orario curricolare, ha coinvolto sette classi del triennio delle Scienze umane sia dell’indirizzo tradizionale sia dell’opzione economico sociale ed ha visto l’impiego dell’innovativa metodologia didattica “Bring your own device” (BYOD). Infatti, tutti i lavori di gruppo che saranno presentati all’iniziativa dell’8 marzo non sono stati realizzati all’interno di un laboratorio scolastico attrezzato di PC, ma in classe, usando i dispositivi delle alunne e degli alunni stessi, quali iphone, ipad, smartphone, laptop e tablet. In questo modo si è ottenuto il doppio obiettivo, auspicato dalle linee guida del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), di educare i giovani all’uso corretto e consapevole della rete, guidati sapientemente dai docenti di area umanistica come Scienze Umane, Filosofia, Italiano e Storia.

[bing_translator]

Ieri è entrata nel vivo, a Macomer, la 17ª edizione della Mostra regionale del libro in Sardegna, promossa e organizzata dall’assessorato regionale della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e dal comune di Macomer d’intesa e con la collaborazione progettuale dell’AES (Associazione Editori Sardi), insieme al Centro Unla e a Verbavoglio Libreria Emmepì.

La manifestazione si è aperta con la sesta edizione del Premio internazionale intitolato al grande illustratore nativo di Macomer Ennio Zedda, nella consapevolezza che una parte importante della cultura sarda passa attraverso la grafica applicata. A ricevere l’importante riconoscimento, promosso dal Centro Internazionale del Fumetto di Cagliari e che rientra tra le iniziative AES della Mostra, sono stati due nomi emergenti capaci di far valere il proprio talento oltre i confini dell’isola: Francesco Liori di Cagliari per la sezione illustrazione, e Sandru Dessì di Armungia per quella dedicata al fumetto.

Subito dopo, lo sceneggiatore Bepi Vigna ha presentato il suo corto d’animazione “Nausicaa. L’altra Odissea”, un’opera realizzata insieme al talentuoso disegnatore Andrea Serio tra fumetto d’autore e montaggio cinematografico. Il cortometraggio è stato proiettato di fronte a un folto pubblico di giovani e studenti, affascinati dalla rilettura di uno dei più celebri racconti della storia attraverso lo sguardo di una protagonista femminile.

“S’òmine chi prantaiat arbures”, che è la traduzione in sardo di uno dei più celebri libri dello scrittore francese Jean Giono, è stata invece la prima presentazione della serata al Padiglione Filigosa, per gli incontri con gli autori della sezione “Tra Isola e mondo”. L’agile volume edito da Papiros è stato illustrato da Diego Corraine, accompagnato dal giornalista Salvatore Taras, che ha moderato i successivi appuntamenti della serata.

Molto seguita è stata la presentazione di “Mariano IV d’Arborea. La guerra nel Medio Evo in Sardegna”, Condaghes Edizioni. La personalità di Mariano, padre di Eleonora d’Arborea, figura spesso poco conosciuta ma importantissima per il medioevo sardo, è stata esposta magistralmente dall’autore Andrea Garau, che ne ha inquadrato il periodo storico, i collegamenti con le altre corti del Mediterraneo e d’Europa, e le vicende che portarono allo scontro con la corona catalano-aragonese.

Narrativa e saggio storico hanno quindi lasciato spazio al romanzo. Claudia Musio, ingegnere elettrico e programmatrice informatica, nonché scrittrice atipica, come lei stessa ama definirsi, ha presentato la sua terza pubblicazione “Il profumo della mimosa”, un racconto di libertà e autodeterminazione. Protagonista è la giovane Elisa, un personaggio ispirato a una figura conosciuta, la nonna materna della scrittrice. Il filo conduttore dell’opera è un messaggio di speranza per il riscatto sociale e per la condizione femminile, in un contesto ambientato in una Cagliari d’antan a cavallo tra gli anni Quaranta e Cinquanta.

Si è parlato invece di politica con Marco Ligas, autore del volume edito dalla Cuec “Una storia. La Sardegna e il mondo negli scritti del Manifesto sardo”. Partendo dall’esperienza nel gruppo politico fondato da Luigi Pintor, Ligas è stato promotore della versione on line della testata che si richiama a quella esperienza. Intervistato a Vito Biolchini e affiancato dal direttore del manifestosardo.org Roberto Loddo, Ligas ha così ripercorso le travagliate vicende della sinistra sarda degli ultimi decenni, non rinunciando a gettare uno sguardo sul futuro.

Contemporaneamente al Padiglione Tamuli, intervistato da Giovanni Dessole, Sasha Naspini ha presentato davanti ad un pubblico numeroso e attento il suo romanzo “Le Case del malcontento”, edito da e/o. In una Maremma popolata da una miriade di personaggi, Naspini ha ambientato il suo racconto corale, capace di catturare i lettori con un linguaggio originale e il suo ritmo vivace. La lettura di brani del libro ha arricchito la serata, durante la quale Naspini ha anche raccontato il suo mondo letterario.

 

 

[bing_translator]

E’ in programma dal 23 al 27 agosto 2016, in varie località della Sardegna meridionale, “Poesia da BiciNuragica”, evento di presentazione-reading del libro di poesia “Di Allegorico Miele” – Rapsodie Sarde, di Ugo Magnanti, prefazione di Leonardo Omar Onida, con un saggio di Efisio Cadoni, e 16 tavole di Stefania Sergi, FusibiliaLibri, 2016.

Il volume, nato col ‘pre-testo’ di migliaia di chilometri percorsi in bicicletta sulle strade dell’Isola, durante il festival itinerante ciclopoetico “BiciNuragica Poesia: Sardegna come viaggio lento, scrittura, voce, musica, arte, cultura, territorio, tradizioni e oltre…”, svoltosi dal 2012 al 2015, rappresenta il ‘resoconto’ poetico conclusivo dell’evento.

Agli incontri parteciperanno diversi poeti e scrittori sardi con contributi originali sul tema della Sardegna. Presente Dona Amati per la Edizioni FusibiliaLibri.

L’evento è a cura di Fusibilia Associazione Culturale e dell’associazione HyperionArt di Cagliari.

Il programma. 

Martedì 23 agosto, alle ore 18.30, presso il Museo del grano di Ortacesus (Cagliari).

L’incontro è organizzato dall’Amministrazione comunale di Ortacesus. Intervengono, insieme all’autore: Dante Erriu, Teresina Secci, Cristiano Dotto. Coordina: Dona Amati.

Mercoledì 24 agosto, alle ore 21.00, presso il Parco comunale S’olivariu di Gonnesa (Carbonia-Iglesias).

L’incontro è organizzato dall’Amministrazione comunale di Gonnesa e dall’associazione culturale “Radici e Ali”. Intervengono, insieme all’autore: Ennio Meloni, Giusy Fogu, Maurizio Iodice. Coordina: Dona Amati.

Giovedì 25 agosto, alle ore 20.30, presso il cortile della Casa comunale di Elmas (Cagliari).

L’incontro è organizzato dall’Amministrazione comunale di Elmas. Interviene, insieme all’autore, la redazione della rivista di cultura poetica “Coloris de Limbas”, diretta da Gianni Mascia e Alessandro Macis, con la partecipazione dei poeti Gavino Angius, Alberto Lecca, Luciano Marongiu, Angelica Piras, Carmen Salis, Enrica Meloni, Maurizio Iodice, Fabrizio Raccis. Coordina: Dona Amati.

Venerdì 26 agosto, alle ore 18.00, presso la Miniera Serbariu – Museo del carbone, Sala argani, di Carbonia.

L’incontro è organizzato dal Museo del carbone di Carbonia e dall’associazione DreamBOOKSardegna. Intervengono, insieme all’autore: Loriana Pitzalis, Barbara Cappella, Francesca Cherchi, Ennio Meloni, Laura Ficco. Coordina: Dona Amati.

Sabato 27 agosto, alle ore 16.30, presso il Mulino Cadoni a Villacidro (Villacidro-Sanluri).

L’incontro è organizzato con il sostegno e il patrocinio dell’Amministrazione del comune di Villacidro, nell’ambito del programma culturale dell’O.D.A., Organizzazione per la divulgazione dell’arte. Intervengono, insieme all’autore: la síndaca Marta Cabriolu, con apertura augurale, l’assessore della Cultura Giovanni Spano, come coordinatore, i relatori Efisio Cadoni e Giannina Orrú; contributi di Claudia Musio, Dona Amati, Giuseppe Boy.