6 December, 2022
HomePosts Tagged "Claudio Quarta"

[bing_translator]

Questa mattina, nella Caserma “Trieste” sede della Scuola allievi carabinieri di Iglesias, alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei carabinieri, Gen. C.A. Giovanni Nistri si è svolto il giuramento solenne e conferimento degli alamari all’ultima aliquota di allievi carabinieri del 139° Corso formativo per carabinieri effettivi, intitolato, quest’anno, alla medaglia d’oro al Valor militare carabiniere Fulvio Sbarretti.
Nel pieno rispetto delle norme sanitarie che impongono, in questo periodo, stringenti misure anti-Covid, la cerimonia si è svolta rispettando i necessari distanziamenti ed assolutamente in forma statica con la formale apposizione degli alamari sul solo carabiniere classificatosi primo del corso. Non potendo far presenziare alcun familiare alla solenne cerimonia è stata garantita la diretta live streaming in tempo reale di tutte le varie fasi della cerimonia attraverso una piattaforma dedicata, messa a disposizione dal Comando Generale dell’Arma dei carabinieri.
Alla cerimonia sono intervenuti, il Comandante Generale dell’Arma dei carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri, il Generale di Divisione Claudio Quarta, Comandante delle Scuole dell’Arma, al Comandante della Scuola allievi di Iglesias, colonnello Andrea Desideri.
Particolarmente significativa è stata la presenza del Comandante Generale dell’Arma che ha voluto testimoniare, nonostante le difficoltà derivanti dalla pandemia, la sua vicinanza agli allievi in questo particolare momento, nonché, augurare loro un buon inizio di servizio che, a breve, allorquando saranno destinati presso le Stazioni dei carabinieri, unitamente ai loro colleghi già impiegati sul territorio, risulterà ancor più indispensabile e delicato per le comunità italiane presso le quali saranno impiegati. In questo particolare momento, infatti, è ancora più pressante l’esigenza di poter rispondere con capacità ed equilibrio alle esigenze e ai bisogni della collettività che da sempre considera l’Arma un baluardo e un punto di riferimento assolutamente insostituibile.