29 February, 2024
HomePosts Tagged "Dionigi Panedda"

[bing_translator]

A ciascuno di noi è capitato di incappare, se non nella spiacevole condizione di subire lo shock di un incidente stradale importante, di rimanere disorientati sul da farsi in caso di un tamponamento o comunque di un incidente di lieve entità. Come affrontare queste situazioni concretamente? Cosa fare in caso di incidente e come gestire il complesso iter burocratico, avendo la certezza di non essere usati o addirittura truffati? Allo scopo di fornire ai giornalisti gli strumenti per informare correttamente lettori, telespettatori e radioascoltatori, l’Ordine dei giornalisti della Sardegna, in collaborazione con “Federcarrozzieri”, la Federazione italiana carrozzieri indipendenti, organizza due corsi di formazione professionale dal titolo “Viaggio sicuro. Viaggio informato” che si terranno lunedì prossimo 3 giugno a Cagliari e martedì 4 giugno ad Olbia.
A Cagliari, l’appuntamento è dalle 14.00 alle 17.00 presso la Sala conferenze EXMA, Via San Lucifero, 71. Ad Olbia presso la Biblioteca civica Simpliciana, Piazzetta Dionigi Panedda 3, sempre dalle 14.00 alle 17.00. Ai giornalisti partecipanti saranno assegnati tre crediti formativi. In particolare gli esperti forniranno gli strumenti per individuare clausole vessatorie e iter riparativi talvolta remunerati secondo tabelle imposte dalle assicurazioni senza tener conto dei necessari accertamenti di sicurezza. Approfondiranno inoltre i temi dell’oggettività delle perizie e del riconoscimento danni equo e rispettoso della sicurezza dell’auto da ripararsi, riparazioni strutturali ed estetiche, preventivi e fatture trasparenti, riparazioni a regola d’arte.
Si parlerà, infine, di strade sicure, della gestione delle manutenzioni e dei sistemi di protezione e salvaguardia.
A Cagliari, lunedì 3 giugno, nella Sala conferenze EXMA, Via San Lucifero, 71, i relatori saranno: Mariarosa Loddo (ingegnere responsabile del servizio mobilità della Città metropolitana di Cagliari), Sara Perathoner (maestra artigiana carrozzeria), Stefano Mannaccio (responsabile nazionale settore assicurativo Assoutenti), Riccardo Melis (coordinatore nazionale “Mio carrozziere”).
A Olbia, martedì, 4 giugno, presso la Biblioteca civica Simpliciana, Piazzetta Dionigi Panedda 3 i relatori saranno Mariarosa Loddo (ingegnere responsabile del servizio mobilità della Città metropolitana di Cagliari), Sara Perathoner (maestra artigiana carrozzeria), Riccardo Melis (coordinatore nazionale “Mio carrozziere”), Sonia Monteleone (avvocato responsabile nazionale settore assicurativo Movimento Consumatori).

[bing_translator]

L’art. 27 della Costituzione italiana afferma che la responsabilità penale è personale; l’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva; le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato. Su questi principi si fondano le norme che regolano l’esecuzione della pena detentiva, il mondo carcerario e le misure alternative alla detenzione.
All’approfondimento di questi temi è dedicato l’evento formativo dell’ordine dei giornalisti della Sardegna dal titolo “Carcerazione e misure alternative: cronaca e deontologia”, che si svolgerà a Olbia, venerdì 3 maggio, dalle 14.30 alle 17.30, nella sala della Biblioteca Civica Simpliciana, in piazzetta Dionigi Panedda, 3.
Dopo l’introduzione del presidente dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna, Francesco Birocchi, interverrà: l’avv. Edvige Baldino, garante dei diritti dei detenuti e delle persone private della libertà personale presso il comune di Tempio, parlerà della realtà carceraria nella Casa di Reclusione di Nuchis Paolo Pittalis. L’avv. Domenico Putzolu del Foro di Tempio e componente della Giunta Nazionale dell’Unione delle Camere Penali d’Italia, interverrà sul tema: “Le misure alternative alla detenzione e il ritorno a propulsioni meramente punitive e retributive della pena”. Infine, il dott. Riccardo De Vito, magistrato di Sorveglianza Tribunale di Sassari e presidente nazionale di Magistratura Democratica si occuperà di “Differenti modelli penitenziari e discrezionalità della magistratura di sorveglianza”.
Ai giornalisti partecipanti verranno assegnati 5 crediti formativi.