9 August, 2022
HomePosts Tagged "Donatella Manca"

[bing_translator]

Nell’ambito delle Giornate Europee del patrimonio 2018, dedicate al tema: “L’Arte di condividere”il comune di Iglesias con il suo Archivio Storico Comunale, presenta il convegno “Donazione Manca: un esempio del condividere. Il cinema Olimpia di Iglesias”.

Sabato 22 settembre 2018, alle ore 18,00, nella Sala Conferenze dell’archivio storico Comunale di Iglesias, verrà presentato il materiale documentario dell’archivio famigliare Manca, donato all’Archivio comunale qualche mese fa. 

Sebbene il materiale non fosse molto voluminoso, dopo un’attenta analisi, si è subito rivelato interessante dal punto di vista storico-culturale poiché riguarda un secolo della storia iglesiente; infatti parte di tale incartamento concerne lo storico Cinema cittadino denominato dapprima “Eden” e poi “Olympia”, sito in Piazza Oberdan. 

Chiuso ormai da decenni, esso non solo ha rappresentato, per anni, lo svago ed il divertimento di alcune generazioni iglesienti, ma ne ha segnato anche la cultura. 

Tra ricordi famigliari, racconti di piccole storie, analisi di alcuni documenti, ci sarà modo, per chi lo vorrà, di condividere qualche aneddoto su questa piccola grande realtà della Iglesias del secolo scorso.

Interverrà la donatrice dei documenti, Donatella Manca.

Ingresso libero. 

[bing_translator]

Piacevole serata in compagnia dell’assessore alla cultura del comune di Carbonia Loriana Pitzalis, del presidente della Pro Loco Paola Ledda e dei funzionari del comune che, in compagnia di docenti dei tre ordini di scuola,  presidenti di associazioni, la responsabile della Sezione di Storia locale Donatella Manca e Paolo Serra, direttore del Centro Servizi Culturali della Società Umanitaria, hanno dato il via ai lavori per monumenti aperti 2016. Grande partecipazione ed entusiasmo hanno caratterizzato la riunione che ha iniziato a delineare il percorso di quella che sarà la 13ª edizione dell’evento vetrina dei siti della città e delle sue frazioni.

Nel weekend del 7 e 8 maggio sarà possibile passeggiare per la città conoscendone la storia attraverso piccoli e grandi ciceroni che, con l’apporto ed il sostegno dei loro insegnanti, faranno fare un salto nel passato, andando indietro di ben 77 anni.

Tutti mobilitati quindi per far vivere la città, famosa come la più importante città di fondazione italiana, voluta dal regime fascista attraverso la storia, una storia che racconta storie di donne e uomini arrivati da tutta Italia per lavorare in miniera… nella Grande Miniera di Serbariu.

Un museo a cielo aperto dove niente nell’architettura è lasciato al caso, ma al contrario studiato nei minimi dettagli…

Carbonia… una company town pianificata su uno schema urbanistico preordinato in funzione del rapporto di interdipendenza tra impianti produttivi, residenza ed infrastrutture.

La riunione si scioglie dopo due ore, con la grande soddisfazione, da parte di tutti partecipanti, che, ancora una volta si cimenteranno nella realizzazione di un nuovo vestito per la città, a patto che il sottoabito non venga trascurato ma, al contrario possa sostenere le nuove vesti.

Nadia Pische

Monumenti aperti 2014