31 January, 2023
HomePosts Tagged "Emanuele Aronne"

[bing_translator]

PalaSerradimigni di Sassari tutto esaurito questa sera (inizio ore 20.30, dirigono Carmelo Paternicò, Emanuele Aronne e Beniamino Manuel Attard), per la sfida tra la Dinamo Banco di Sardegna e la capolista EA7 Emporio Armani Milano, rivale ormai storica della squadra isolana e grande favorita per la conquista dello Scudetto 2015/2016.

«Quella con Milano non è una partita normale» ha detto il coach biancoblu Federico Pasquini che ieri, in conferenza stampa, ha parlato della sfida dell’ultima giornata di campionato contro le scarpette rosse. All’andata la Dinamo venne travolta al Forum dall’EA7 e quella sconfitta brucia ancora tanto a Logan e compagni che vogliono riscattarla per chiudere al meglio la regular season ed evitare di incontrare proprio Milano nel primo turno dei play off scudetto che scatteranno sabato sera.

Le due squadre che questa sera si incontreranno in campo sono diverse da quelle viste al Forum all’inizio dell’anno: tante partenze e qualche arrivo hanno cambiato gli attori in campo. Questa sera Rakim Sanders, Mvp della finale scudetto che ha incoronato il Banco campione d’Italia, si presenta per la prima volta da avversario: tra gli ex di giornata anche Rok Stipcevic, all’Olimpia nella stagione 2012-2013.

Federico Pasquini 1 copia

[bing_translator]

Marquez Haynes 1-2

Dopo la bella prova fornita in Eurolega a Mosca, che l’ha vista sfiorare l’impresa contro il grande Cska, la Dinamo Banco di Sardegna di coach Marco Calvani si rituffa in campionato, questa sera, nel posticipo della nona giornata della regular season, a Capo D’Orlando, contro l’Orlandina. Squadra al gran completo, con il recupero di Joe Alexander, tenuto precauzionalmente a riposo a Mosca.

Arbitreranno l’incontro i signori Manuel Mazzoni, Emanuele Aronne e Fabrizio Paglialunga.

«Ripartiamo dalla partita di Mosca – ha detto alla vigilia Marco Calvani -: avevo chiesto alla squadra di tenere una alta soglia di attenzione e di mettere in campo grande energia. Francamente la risposta c’è stata, ora possiamo concentrarci per migliorare e sistemare quelle cose che non vanno. La partita di Mosca ci ha dato alcuni segnali importanti, da un lato maggiore consapevolezza nei nostri mezzi, capendo che possiamo essere competitivi ad alti livelli, dall’altra l’umiltà di capire che ci sono delle cose da mettere a posto. Ovviamente in questa settimana la squadra ha inserito dei concetti nuovi, con il cambio in panchina, e il gruppo li sta metabolizzando. Sono molto fiducioso perché, avendo giocatori maturi e di esperienza, possiamo accorciare i tempi. Usiamo le partite per migliorarci, consapevoli che dobbiamo essere concreti e concentrati. Sicuramente la sfida di Mosca costituisce per noi un ottimo punto di partenza.»

«Capo D’Orlando è una squadra solida, ottimamente allenata da Giulio Griccioli e dal suo staff, che ha dimostrato di poter e voler fare bene battendo una realtà consolidata come Reggio Emilia e mettendo a segno due importanti blitz fuori casa – ha detto Calvani parlando dell’avversario odierno -. Recuperano Ilievski dopo lo stop e hanno inserito un giocatore pericoloso come Stojanovic, allungando ulteriormente il roster. È una squadra competitiva che tratteremo con rispetto seppur con la consapevolezza nei nostri mezzi e la volontà di vincere.»