31 January, 2023
HomePosts Tagged "Enrica Spada"

[bing_translator]

Domenica 13 maggio, a partire dalle ore 17.00, in Piazza Pichi, a Iglesias, l’associazione Casa Emmaus Impresa Sociale festeggia i suoi primi 30 anni di attività. Lo fa con la collaborazione di due associazioni del territorio: Cherimus e Associazione Elda Mazzocchi Scarzella che, a partire dalle ore 17.00, organizzano in Piazza Pichi due laboratori per bambini e giovani sui temi dell’integrazione e della prevenzione delle dipendenze. Si prosegue alle 19.00, al Teatro Electra, con lo spettacolo teatrale “storie in semicerchio”. I racconti che gli utenti e gli ospiti portano in scena sono frutto del lavoro di ciascun partecipante al laboratorio condotto da Enrica Spada (coreografa e danzatrice), Adrian Fernandez (musicista) ed Elio Turno Arthemalle (attore). L’esito è frutto quindi di un lavoro collettivo in cui musica, danza e parola costruiscono un’armonia entro cui le storie possano prender corpo e trovare un tempo d’ascolto. La parte serale della giornata, a partire dalle ore 21.30, è a cura dei musicisti Adry Fernandez e M’Jali Suso.

             

[bing_translator]

Si terrà martedì 25 aprile 2017, a partire dalle ore 10.00, presso l’Oratorio Santa Barbara, in via Piave 15, a Iglesias la festa per il 29° anniversario dell’Associazione Casa Emmaus. A differenza degli altri anni l’evento si svolgerà presso il Centro Giovanile dell’Oratorio Santa Barbara. Le ragioni di questo spostamento sono legate alla crescita di Casa Emmaus.

Casa Emmaus è partita con la struttura maschile di recupero per tossicodipendenti e ora, senza trascurare le origini, continua di anno in anno a cercare di dare adeguate risposte a quanto la complessa realtà odierna ci propone.

I festeggiamenti inizieranno con lo spettacolo teatrale “Cantico di Natale”, portato in scena dai nostri ospiti e diretto dal regista Elio Turno Arthemalle, con il supporto della coreografa Enrica Spada e del musicista Adry Fernandez, a seguire la Santa Messa. Concluderà la mattinata un buffet offerto dall’Associazione e il tradizionale taglio della torta.

Casa Emmaus è un’Associazione di Volontariato Impresa Sociale, che in 29 anni di attività ha accolto circa 3.500 persone. Coerente con la sua mission, che consiste nel prendersi cura delle persone che si trovano in situazione di grave marginalità sociale, Casa Emmaus dal 2011 ha accettato inoltre la sfida dell’accoglienza ai migranti. La sua filosofia mira alla presa in carico globale degli ospiti e alla formulazione per ciascuno di un progetto di accoglienza, con l’obiettivo di valorizzare le abilità e le competenze, prevenire l’insorgere di fenomeni di esclusione e valorizzare il dialogo interculturale.

Ad oggi sono presenti a Casa Emmaus più di 100 persone suddivise tra i diversi servizi:

1. comunità terapeutica per donne e uomini con problemi di dipendenza

2. gruppi di convivenza per persone con problemi psichiatrici

3. struttura per adolescenti e giovani con patologie psichiatriche e/o sottoposti a misure alternative

4. centro di ascolto al disagio cittadino

5. servizio di accoglienza in favore di cittadini stranieri momentaneamente presenti nel territorio nazionale

6. servizio di accoglienza straordinaria in favore di minori stranieri non accompagnati

7. SPRAR, centro di seconda accoglienza destinato ai richiedenti e titolare di protezione internazionale.

[bing_translator]

Venerdì 6 gennaio, alle ore 18.00, al Teatro Centrale Actores Alidos di Quartu Sant’Elena, verrò messo in scena “NATA DALLA LUNA” di e con Virginia Viviano, musical di Teatro Circo tratto da“Le cosmicomiche” di Italo Calvino. Musiche di Rossella Faa, coreografie di Enrica Spada.

Ricominciare a volare dopo e oltre le fiamme… è un’esperienza unica che riesce a darmi il senso magico del mio lavoro in grado di andare oltre le contingenze. L’incendio del mio Camper e del materiale di 16 anni di lavoro è stato un sacrificio necessario. “Sacrificare” ovvero rendere sacro con la consapevolezza che oltre la materia esiste qualcosa che mai potrà essere perduto. La solidarietà della gente, l’abbraccio del pubblico che mi segue con amore per l’arte di cui mi faccio mezzo, il sostegno dei miei cari hanno fatto si che tutto il fuoco scaturito dall’incendio venisse incanalato nella mia anima portandomi a vedere tutta la bellezza del mondo con le sue contraddizioni. Sono pronta a tornare in scena per tutti coloro che vorranno continuare a farsi trasportare con piccole barchette di legno proprio sotto la Luna e a provare a salirci sopra per guardare il mondo a testa in giù.

Adri e Antonio

Domenica 16 novembre 2014, alle ore 19.00, all’Arco Studio di via Portoscalas 17, Cagliari, per la stagione di Musica da camera de Il Crogiuolo, si terrà il concerto Experiment 2, con Adriano Orrù al contrabbasso e Antonio Pinna alle percussioni.

Adriano Orrù e Antonio Pinna collaborano dal 2011 quando insieme a Mario Faticoni e Clara Murtas diedero vita a “Isola di Pietra” sonorizzando le poesie di alcuni dei più significativi poeti sardi. In seguito hanno collaborato al progetto “Geometrie Variabili” insieme a Silvia Corda ed Elia Casu. Questo quartetto ha prodotto nel 2013 il CD “The Breath”. Experiment 2, che viene presentato per la prima volta all’Arco Studio, è un duo atipico (contrabbasso e percussioni) in cui l’essenza del progetto è il dialogo tra due strumenti emancipati finalmente dal ruolo subalterno di “accompagnatori” per assumere, a turno o insieme, quello di solisti.

Adriano Orrù è un contrabbassista che si occupa di jazz, di improvvisazione radicale, di musica da camera e progetti multimediali. Ha collaborato in varie formazioni con Giancarlo Schiaffini, Paolo Fresu, Tony Oxley, Lenka Zupkova, AN MOKU, Ettore Fioravanti, Roberto Cipelli, Marco Tamburini, Tino Tracanna, Andy Gravish, Tim Hodkinson, Paulo Chagas, Joao Pedro Viegas, Mauro Sambo, Marcello Magliocchi, Victor Nubla, White Noise Generator, Moex, Simon Balestrazzi, Silvia Corda, Takatsuna Mukai, Henning Frimann, Renato Ciunfrini, Guro Skumsnes Moe, Håvard Skaset, Angelo Contini, G.P. Campus, Corrado Altieri, Monica Serra, Mauro Cossu, Clara Murtas, Stella Veloce, Sebastiano Meloni, Alessandro Garau, Alessandro Olla, Paolo Angeli, Manuel Attanasio, Elia Casu, Mauro Usai, Paolo Sanna, Roberto Pellegrini, Carla Onni, Giacomo Calabrese, Enrica Spada, Sara Marasso, Mario Faticoni, Rita Atzeri.

Antonio Pinna dal 2002 inizia ad avvicinarsi al mondo del Teatro collaborando come percussionista a diversi reading musicali e spettacoli teatrali. Nel 2006 frequenta i seminari estivi di Nuoro jazz con Ettore Fioravanti, e nel 2007 frequenta i seminari di Sant’Anna Arresi con Roberto Dani, Butch Morris, Umberto Petrin. Partecipa ai seminari di canto difonico dei maestro vietnamita Tran Quang Hai, e alle masterclass di tecnica per Zarb di Francois Bedel e Mohsen Kasirossafar. Attualmente prosegue il lavoro di ricerca del suono, sonorizzazione di reading e di improvvisazione radicale.