20 January, 2022
HomePosts Tagged "Enrico Bottone"

E-Distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, ha realizzato una visita d’istruzione a distanza con gli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore Tecnico Commerciale e Industriale Primo Levi di Quartu Sant’Elena, di concerto con il dirigente scolastico prof. Massimo Siddi.

L’attività formativa ha coinvolto tre Terze e una Quarta superiore per un totale di 70 ragazzi e, visto il periodo particolare di emergenza sanitaria, la visita si è svolta completamente da remoto con studenti, docenti e personale Enel collegati in videoconferenza.

Gli studenti sono stati introdotti al mondo dell’energia elettrica da esperti di E-Distribuzione attraverso una panoramica sugli impianti di distribuzione dal punto di vista tecnico, di gestione del rischio elettrico e di tutela dell’ambiente. Sempre in videoconferenza i ragazzi hanno poi potuto apprezzare la presentazione dell’innovativo Centro di Addestramento Operativo (CAO) di Cagliari di E-Distribuzione, realizzata tramite un drone che ha trasmesso le immagini.

Il seminario formativo, si inserisce tra le iniziative di sostenibilità di E-Distribuzione a favore delle Comunità, con lo scopo di coinvolgere in iniziative di sensibilizzazione e informazione di partner esterni come scuole, università, associazioni, nonché di tutti gli enti – come Protezione civile e vigili del fuoco – che svolgono un ruolo sociale nella gestione delle situazioni di emergenza dovute ad eventi atmosferici o altre casistiche.

Il Centro di Addestramento Operativo con cui ci si è collegati, è una struttura che è stata realizzata per promuovere la formazione teorica e soprattutto pratica del personale operativo di E-Distribuzione, ma anche per ospitare eventi di “safety coaching” rivolti al personale delle imprese appaltatrici, seminari con associazioni finalizzati alla prevenzione del rischio elettrico, e incontri con le scuole sui temi dell’energia. In Italia E-Distribuzione ha realizzato 12 Centri di Addestramento Operativo, in modo da offrire i medesimi servizi a tutti i colleghi e partner esterni dislocati sul territorio; il Centro di Cagliari è costituito da 2 Aule didattiche, un Laboratorio attrezzato ed un Campo Scuola corredato di impianti dimostrativi.

«Siamo soddisfatti per l’attenzione e l’interesse che hanno manifestato i ragazzi, siamo un’azienda che si mette continuamente a servizio delle comunità in cui opera, in un’ottica di sostenibilità ed attenzione al territorio e al futuro dei nostri giovani – ha detto Enrico Bottone, responsabile Area Nord-Ovest di E-Distribuzione -. Conoscenza del sistema elettrico, mondo scuola-lavoro, operare in sicurezza, tutela dell’ambiente e innovazione tecnologica sono le direttrici di questi incontri.»

 

[bing_translator]

L’artista sardo Giorgio Casu (Jorge) ha realizzato un’originalissima opera di street art sulla cabina elettrica in via Belvedere messa a disposizione da E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione.

La realizzazione dell’opera nasce dall’incontro di due progetti diversi ma con finalità simili, da una parte E-Distribuzione con il suo progetto Street Artche sta portando avanti sull’intero territorio nazionale per valorizzare la bellezza e gli artisti locali, in un’ottica di sostenibilità ambientale, dall’altra il comune di Sant’Antioco con il suo progetto di Museo Diffuso, per dare una nuova immagine ad angoli del centro del Sulcis Iglesiente migliorando il paesaggio ed il decoro urbano grazie all’espressione artistico-creativa di artisti professionisti o emergenti, nonché scuole ed associazioni.

Giorgio Casu è un artista affermato di caratura internazionale, che vive tra New York, Messico e la Sardegna, le sue opere sono esposte in numerose parti del mondo e tra queste è molto nota l’immagine pop del volto di Obama. Si distingue oltre che per la produzione di grandi opere murarie, i suoi dipinti e le stampe d’arte, anche per disegnare gioielli d’argento, ceramiche, sciarpe in seta e finanche kimono e chitarre elettriche. È il direttore artistico della linea Street Art all’interno della più ampia cornice del progetto “Museo Diffuso” del comune di Sant’Antioco.

L’opera realizzata sulla cabina di E-Distribuzione, “Is Nuus Nous” (I Nodi Nuovi), si integra coi colori e col panorama del centro storico e simbolizza l’incontro e la fusione della storia e della tradizione artigianale e tessile dell’isola con la modernità.

«Sant’Antioco si colora grazie all’arte di Giorgio Casucommenta il sindaco di Sant’Antioco Ignazio Locciautore di un’opera che richiama l’artigianato e le arti tessili locali, strizzando l’occhio al retaggio punico presente sull’isola. Con questo murales diamo avvio al progetto “Street Art” (di cui Giorgio Casu è direttore artistico), che, grazie all’estro di artisti e associazioni, abbellirà numerosi scorci cittadini attraverso un ampio lavoro di riqualificazione. Tengo a ringraziare Giorgio Casu per avere accettato la nostra proposta ed E-Distribuzione per aver consentito la fattibilità di questa prima, grande opera, raro esempio di arte urbana.»

«Questa iniziativa valorizza ulteriormente e in modo innovativo la presenza di E-Distribuzione sul territoriodichiara Enrico Bottone, responsabile Area Nord Ovest di E-Distribuzione -. Le cabine elettriche, importanti infrastrutture per fornire un servizio sempre più efficiente nella distribuzione di energia elettrica, diventano anche spazi artistici, coniugando i valori di sostenibilità, innovazione e rispetto per l’ambiente che caratterizzano il nostro impegno.»

 

 

[bing_translator]

E-Distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce la rete elettrica a media e bassa tensione, ha realizzato degli incontri formativi rivolti agli alunni delle Scuole Secondarie di primo e secondo grado presso l’innovativo Centro di Addestramento Operativo (CAO) di Cagliari. Si tratta di una delle tante iniziative di sostenibilità di E-Distribuzione a favore del territorio, con lo scopo di coinvolgere in attività di formazione, informazione ed addestramento partner esterni come scuole, università, associazioni, nonché tutti gli enti che svolgono un ruolo sociale nella gestione delle situazioni di emergenza come Protezione Civile, Vigili del Fuoco e Corpo Forestale e Vigilanza Ambientale.

Grazie alla collaborazione con la dirigente scolastica, dott.ssa Adriana Mura e le docenti di Scienze e Tecnologia, le classi terze della Scuola Secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “Grazia Deledda” di San Sperate, hanno aderito all’iniziativa di E-Distribuzione.

Tramite una metodologia didattica interattiva sono stati illustrati ai ragazzi i temi del ciclo di generazione, distribuzione e misura dell’energia elettrica e, nell’ottica della vicinanza al territorio, sono stati sviluppati i temi della sostenibilità e della mission di E-Distribuzione con particolare attenzione anche ai temi della sicurezza quale fattore di prevenzione e protezione.

I ragazzi hanno effettuato inoltre una visita al campo prove del Centro di Addestramento Operativo, struttura che è stata realizzata per promuovere la formazione teorica e soprattutto pratica del personale operativo di E-Distribuzione, ma anche per ospitare eventi di “safety coaching” rivolti al personale delle imprese appaltatrici. Il Centro di Cagliari è costituito da 2 aule didattiche, un Laboratorio attrezzato ed un Campo Scuola corredato di impianti dimostrativi.

Infine, gli studenti hanno potuto immergersi nel mondo tridimensionale della Realtà Virtuale, metodo formativo innovativo ed emotivamente impattante per via della tipologia degli scenari proposti e dello svolgimento virtuale di attività quali l’installazione di un contatore dell’energia, elettronico, e delle manovre sugli apparati in una cabina secondaria. A fine giornata sono stati anche accennati i meccanismi di immissione e di carriera in E-Distribuzione.

Enrico Bottone, Responsabile Area Nord- Ovest di E-Distribuzione ha dichiarato: «Abbiamo riscontrato grande attenzione e interesse verso l’iniziativa; siamo un’azienda che si mette a servizio delle comunità in cui opera in un’ottica di sostenibilità ed attenzione verso il territorio con uno sguardo al futuro dei nostri giovani. Conoscenza del sistema elettrico, mondo scuola-lavoro, operare in sicurezza e innovazione tecnologica sono le direttrici di questi seminari».

 

[bing_translator]

Ha suscitato grande interesse il vernissage di presentazione dell’opera dell’artista decimese Davide Falchi, nell’ambito del Progetto “Decimo Street Art” che il comune di Decimomannu sta promuovendo attraverso un “Programma di inclusione sociale” con l’assessorato dei Servizi sociali.

La cabina elettrica di E-Distribuzione di via San Sperate è stata infatti trasformata in una originale opera d’arte che ha riscosso ampio consenso tra i numerosi visitatori, riqualificando inoltre l’ingresso principale di Decimomannu.

E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di media e bassa tensione, nell’ambito delle iniziative di sostenibilità ambientale e coesione con il territorio in cui opera, ha infatti messo a disposizione la propria cabina secondaria dopo averla rinnovata e permesso all’artista di lavorare in sicurezza.

Collaborazione e piena sintonia, pertanto, tra l’Amministrazione comunale e E-Distribuzione nel promuovere il progetto di street art, con questi interventi infatti si unisce tecnologia ed arte e le cabine diventano non solo snodi elettrici importanti per un servizio elettrico efficiente ma anche elemento di attrazione dal punto di vista estetico ed artistico, con benefici per la sostenibilità ambientale, il decoro urbano e la diffusione della cultura.

Il tema dell’opera di Davide Falchi è “L’albero della vita” simbolo ancestrale che racchiude in sé più significati legati alla nascita, alla rigenerazione, all’energia vitale. L’albero principale, sul prospetto sud rivolto verso il paese, è stato realizzato con un mosaico ceramico utilizzando principalmente mattonelle di recupero donate da oltre 150 decimesi, alcune con decine di anni a significare proprio la rigenerazione e come la materia possa trovare nuova vita. Gli altri prospetti est e ovest rappresentano degli altri alberi della vita che nascono dal principale creando un avvolgimento arboreo che si conclude nel prospetto nord dove viene pittoricamente raffigurato lo stemma di Decimonannu, ben visibile dalla statale 130.

Commenta Anna Paola Marongiu, sindaco di Decimomannu: «Grande emozione e intensa partecipazione all’inaugurazione de “L’albero della vita di Decimomannu” la prima meravigliosa opera realizzata nell’ambito del progetto Decimo Street Art che nasce da un’idea di bellezza, di decoro del nostro paese, di riqualificazione e valorizzazione culturale di strutture costruite per offrire servizi per la collettività. Strutture che, grazie alla opera di grandi artisti, come Davide Falchi, nostro concittadino, assumono la connotazione di una importante opera d’arte che rappresenta la storia ed il vissuto di tutta la comunità decimese in un messaggio identitario e di etica ecosostenibile. Anche a nome dell’Amministrazione Comunale, ringrazio E- Distribuzione per la piena condivisione del progetto, ringrazio l’associazione Un raggio di sole con un sorriso per il supporto dato e ringrazio tutti i cittadini che hanno collaborato alla realizzazione dell’opera».

Enrico Bottone, Responsabile Area Nord-Ovest di E-Distribuzione ha dichiarato: «Siamo orgogliosi di contribuire a questo importante progetto, confermando la nostra volontà di essere vicini al territorio della Sardegna non solo offrendo un servizio elettrico sempre più efficiente, ma anche favorendo iniziative che promuovano l’arte e la cultura attraverso l’utilizzo dei nostri impianti, che si caratterizzano sempre di più non solo per l’innovazione tecnologica ma anche per l’attenzione all’inserimento paesaggistico e ambientale».

[bing_translator]

Al via la campagna di controllo e monitoraggio in volo delle linee aeree a Media Tensione di E-Distribuzione, che interesserà nelle prossime settimane tutti i 377 comuni della Sardegna per un totale di 5.700 km di impianti, di cui 3.400 nella Zona Sardegna Sud e 2.300 nella Zona Sardegna Nord.

Le ispezioni eliportate, per circa 1.300 ore di volo, effettuate con tecnologie di ultima generazione, consistono nell’ispezione delle linee aeree, difficilmente controllabili da terra, e rientrano nell’ambito delle attività di prevenzione e manutenzione delle linee elettriche.

I voli a bassa quota delle linee consentono infatti la rilevazione visiva, ad elevata risoluzione, di eventuali anomalie e la ripresa video della situazione degli impianti, con particolare attenzione alla presenza di piante nelle immediate vicinanze dei conduttori, la verifica dello stato dei sostegni, delle mensole, degli isolatori e dei trasformatori posizionati su palo.

L’obiettivo è quello di ridurre il numero di interruzioni di corrente apportando un notevole miglioramento nella qualità del servizio elettrico offerto alla clientela: grazie ai riscontri delle operazioni di sorvolo, incrociati con l’analisi evoluta della rete e la sua manutenzione predittiva, E-Distribuzione punta infatti a verificare “lo stato di salute” delle proprie linee elettriche e, dove necessario, predisporre piani di intervento in grado di prevenire molte cause di potenziali disservizi.

«Il controllo aereo ed il monitoraggio della rete elettrica – rileva Enrico Bottone, responsabile Area Nord Ovest di E-Distribuzione – rappresentano un’attività fondamentale per garantire un servizio elettrico continuativo e volto all’eccellenza. Si tratta di una tipologia di intervento che presenta molti vantaggi e che, nel corso degli anni, ci ha permesso di ridurre in modo significativo i tempi necessari per i controlli, aumentandone l’accuratezza, evitando la necessità di interruzioni programmate, garantendo quindi a cittadini e imprese del territorio una rete elettrica affidabile e resiliente.»

Al controllo elettronico aereo, infatti, farà seguito l’analisi di dettaglio dei dati registrati e le eventuali ispezioni mirate dei tecnici Enel che definiranno il piano operativo di interventi sul campo.

[bing_translator]

«La Regione attribuisce importanza strategica e primaria alla prevenzione degli incendi, che ogni anno causano ingenti danni al patrimonio ambientale sardo, mettendo in pericolo uomini e beni, perciò coinvolgere nel sistema antincendi regionale altre organizzazioni proprietarie di infrastrutture tecnologiche dislocate nell’agro può aumentare i livelli di sicurezza.»

Lo ha detto l’assessore regionale della Difesa dell’Ambiente, Gianni Lampis, in riferimento alla firma del protocollo di collaborazione tra l’Assessorato, il Corpo forestale e la società ”E-distribuzione” (area territoriale nord ovest) del Gruppo Enel, che gestisce la rete di media e bassa tensione, in materia di antincendio boschivo e rurale, impatto ambientale e miglioramento della qualità del servizio elettrico.

Considerato che sia il Corpo forestale che E-Distribuzione hanno presidi nell’intero territorio regionale, che il personale forestale può trovarsi ad operare in prossimità di impianti elettrici in tensione durante le attività di spegnimento degli incendi e che la società del Gruppo Enel ha il compito di garantire la continuità del servizio elettrico e di migliorarne la qualità, il Protocollo, che durerà due anni, prevede l’ottimizzazione dei flussi informativi tra le parti, al fine di conseguire efficienza ed efficacia operativa in caso di emergenza nonché nell’attività di prevenzione degli incendi. Sono previsti, inoltre, moduli di formazione congiunta e saranno sviluppate attività di consulenza reciproca, anche in materia di ‘prescrizioni regionali antincendio’ e di attività di taglio piante, indispensabili per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti di E-Distribuzione. 

«Siamo molto soddisfatti – ha commentato il responsabile Area nord ovest di E-Distribuzione, Enrico Bottone -. Il Protocollo segna un momento importante in uno spirito di rinnovata collaborazione che siamo certi darà un notevole contributo nella lotta agli incendi.»