9 August, 2022
HomePosts Tagged "Florian Salette"

[bing_translator]

raceday_2-2race2d-3 race2e-16 race2e-18 raceday_1-06

Una giornata di attesa per disputare alla fine una prova striminzita, con una brezza leggerissima e incostante e due sole flotte in mare. Il Mondiale Techno 293 a Cagliari inciampa in una delle rare giornate in cui anche al Poetto bisogna rassegnarsi, perché il vento proprio non ne vuole sapere. Alla fine, tra condizioni adatte solo ai pesi piuma e un po’ di deconcentrazione, diversi atleti di vertice hanno sbagliato la prova e qualcuno ha dovuto giocarsi subito lo scarto.

Dopo una mattinata grigia passata a terra, sono state accolte come una liberazione la tromba e le bandiere che poco dopo le 14 hanno chiamato in mare i concorrenti dell’Under 17 e dell’Under 15 maschili. Il campi di regata erano stati allestiti un po’ più lontano da terra, per cercare il vento, ed arrivarci non è stato facile. Per primi sono partiti gli Under 15, con 4-6 nodi e una direzione che oscillava fra i 130 e i 160 gradi. La flotta non era arrivata neanche alla prima boa di bolina quando un salto di vento ha costretto il Comitato di regata a fermare tutto.

Più regolare il vento per la seconda partenza e alla fine si è riusciti a portare tutti al traguardo. Fra gli Under 15, i vincitori di gironata sono stati l’italiano Edoardo Tanas (Fraglia Vela Malcesine) nel gruppo giallo e il polacco Jakub Sykula in quello blu. L’israeliano Bar Navri, solo 23°, resta al comando della classifica grazie allo scarto e non cerca scuse: «Non è stata una buona giornata, ho sbagliato la strategia. Come tanti altri pensavo ormai che non ci avrebbero fatto gareggiare. Spero che nei prossimi giorni il vento mi permetta di dare il meglio contro tanti avversari temibili».

Nell’Under 17 vincono due israeliani, Yoav Cohen e Gad Matosevich, ma in testa alla classifica si rafforza un quartetto tutto francese guidato da Mateo Dussarps, che stacca di tre punti Florian Salette  e Tom Arnoux. Non bene Daniele Gallo, che scarta un 28° posto e perde qualche posizione.

Domani si riparte alle 10,30. Alle 9,15 cerimonia di consegna delle lycra colorate che identificano i primi tre di ogni flotta.

[bing_translator]

Pronostico rispettato: Francia, Italia e Israele vanno subito all’attacco nella prima giornata del Mondiale Techno 293 a Cagliari. Tre belle prove disputate per ogni flotta in meno di quattro ore, grazie ad un vento da sud-est tra i 10 e i 13 nodi. Complessivamente regate molto interessanti, su un campo della lunghezza giusta, e con un livello tecnico decisamente alto.

Due francesi e un italiano sono in testa alla classifica nell’Under 17 maschile: Mateo Dussarps (2-1-1) precede il connazionale Florian Salette (1-3-3) e Daniele Gallo (Nauticlub Castelfusano), che è partito forte (1-2) grazie anche a una buona lettura delle consizioni meteo. Il secondo degli italiani è Federico Ferracane della Canottieri Marsala, 15°.

Nell’Under 17 femminile, l’israeliana Katy Spychakov e le azzurre Giorgia Speciale (Stamura Ancona) ed Enrica Schirru (Windsurfing Club Cagliari) disputano una regata a parte: tre prove in fotocopia sempre nello stesso ordine, 1-2-3, con partenze decise, una migliore accelerazione e un passo diverso dal resto della flotta, impegnata per conquistare le posizioni di rincalzo con distacchi netti. Rispetto alle rivali, Spychakov ha dato l’impressione di camminare di più di bolina, con questi venti. Fra le migliori c’è anche Rosanna Stancampiano (Canottieri di Lauria Palermo), sesta.

Molto bene l’Italia anche nell’Under 15 maschile. Alle spalle dell’israeliano Bar Navri ci sono Simone Montanucci (LNI Civitavecchia) e Giorgio Stancampiano (Canottieri di Lauria Palermo), tutti e due molto sicuri, con partenze decise e idee chiare sulla rotta migliore. Ottima partenza anche per Edoardo Tanas (Fraglia Vela Malcesine), al quinto posto, e Alessandro-Jose Tomasi (LNI Riva del Garda), ottavo.

Due francesi nettamente in testa alla classifica anche nell’Under 15 femminile: Heloise Macquaert (1-1-1) ed Enora Tanne (3-2-2) hanno staccato la russa Dana Bekmuratova, ma devono temere soprattutto la compagna di squadra Capucine Marsaudon, scivolata indietro (per ora) a causa di una partenza anticipata nella seconda prova.

Nel Techno Plus maschile domina con tre primi posti Michele Cittadini (Windsurfing Club Cagliari, due volte bronzo mondiale: nel 2010 a Martigues e nel 2012 a Medemblik). Dietro di lui quattro atleti giapponesi, con Yuta Mori secondo in tutte le prove. Fra le ragazze del Plus invece la cagliaritana Elena Vacca (3-3-3) è seconda dietro alla francese Jeanne Penfornis, ma la favorita – la campionessa Under 17 del 2014, Lucie Pianazza – si porta dietro per ora la penalità per non aver disputato la prima prova. Nonostante il numero degli iscritti sia inferiore, la regata dei Plus è molto interessante: con questa attrezzatura si disputeranno le Olimpiadi giovanili nel 2018, in Argentina, sia atleti che tecnici sono decisi a conoscerla meglio.

Le previsioni per martedì annunciano venti più leggeri e probabilmente sarà difficile disputare più di due prove per ogni flotta. La prima partenza è fissata per le 10.00, ma la giornata degli atleti incomincerà alle 8,45 con la consegna delle maglie di leader della classifica ai migliori tre di ogni flotta.

raceday_1-06 raceday_1-29 racedays_1b-103