1 April, 2023
HomePosts Tagged "Freddie Mercury"

[bing_translator]

Domenica 1° dicembre alle 17,30 il Cineteatro comunale di via Cagliari, a Sardara, ospiterà l’evento di presentazione di “Sono luce”, libro scritto da Andrea Caddeo che esce in questi giorni per la casa editrice Palabanda.

Il lavoro è un racconto in prima persona in cui l’autore dà voce al fratellino Matteo, malato di talassemia e morto nel 1992 a 14 anni. Pagina dopo pagina, il lettore si incontra con la vita e le emozioni di Matteo, riscoprendo un ragazzino che, nonostante la sofferenza causata dalla malattia, apprezza l’esistenza facendo tesoro di tutto: dagli affetti familiari alla natura, sino alle avventure con gli amici.

Ciò che fa parte della vita di un giovane della sua età si muove nel percorso di Matteo: le esibizioni di ballo, i sogni delle partite di calcio, la passione per Freddie Mercury e i Queen, ma anche lo scontro con un sistema sanitario a volte ingiusto con i più deboli e spesso dominato da corruzione e sete di potere. Elementi, questi ultimi, che sfoceranno in scandali come quello di Tangentopoli o del “sangue infetto”, generando un’eco anche nella vita del piccolo protagonista.

Scrive Rossana Copez, curatrice editoriale di Palabanda, nella postfazione al libro: «Era una personcina speciale, Matteo, e aveva espresso il desiderio che la sua esperienza potesse servire anche agli altri. Per invitare alla riflessione e alla presa di coscienza delle ingiustizie sociali, della sete di potere e ricchezza dei potenti e di come le loro scelte possono avere conseguenze disastrose per la società e per gli esseri umani più fragili.»

Dopo i saluti del sindaco e del consigliere delegato alla Cultura del Comune di Sardara, Roberto Montisci e Nicola Casti, domenica l’incontro, coordinato da Rossana Copez, proporrà interventi dello stesso Andrea Caddeo, del sacerdote Luca Carrogu, del presidente dell’Avis Sardegna, Antonello Carta, della rappresentante di “Thalassa azione Onlus”, Eloisa Abis, della consigliera regionale, Laura Caddeo.

Durante la serata saranno proposte letture tratte dal libro con la voce recitante di Betti Pau, accompagnata dalle musiche di Daniele Porta, e canzoni care a Matteo, interpretate da Antonella Scintu.

Interverranno all’incontro anche gli artisti Giorgio Casu, Sergio Putzu e Flavia Orrù, autori di alcune opere ispirate alla vicenda narrata nel libro.

“Di certo non ho alcuna aspirazione di vivere fino a 70 anni, sarebbe così noioso”, disse quasi profeticamente il frontman dei Queen, Freddie Mercury, che infatti morì a soli 45 anni, rimanendo comunque immortale e leggendario come sua band. Sabato 21 settembre alle ore 21.30, a Sarroch a Villa Siotto, la cover band – i Queen in Rock – si esibirà per rendere omaggio ai mitici inglesi rimasti nel cuore di tanti fans in ogni parte del mondo. La cover band nasce in Sardegna nei primi mesi del 2012 da quattro musicisti, provenienti da diverse esperienze musicali, ma accomunati dalla passione per la leggendaria Band inglese. Performance musicale che ripropone lo spettacolo dei Queen con fedeltà quasi maniacale, vengono eseguite le hit più gettonate che vanno dalla prima epoca alle più famose esibizione al Wembley Stadium di Londra e Nèpstadion di Budapest del 1986. Non possono mancare ovviamente i caratteristici costumi di scena di Freddie Mercury & Co. e la mitica Red Special di Brian May, che per l’occasione è stata costruita artigianalmente da un maestro liutaio seguendo i progetti originali. In poco più di un anno lo spettacolo offerto dai “Queen In Rock” si è affermato positivamente nel panorama musicale sardo con numerose performance live che hanno animato le serate di piazze e locali, esibizioni accomunate da successo di pubblico e critica. Dal 2014 i “Queen in Rock” sono ufficialmente presenti tra le Tribute Band riconosciute da Brian May sull’omonimo sito web brianmay.com” e dall’ “Official International Queen Fan Club”.

[bing_translator]

Con un concerto che vuole omaggiare il grande compositore Gioacchino Rossini nel 150° anniversario della morte giovedì 5 aprile, alle 18.00, nell’Auditorium del Conservatorio di Cagliari prende il via Fiati, il respiro della musica, rassegna concertistica curata dal Dipartimento Fiati dell’istituzione musicale cagliaritana.

Per cinque giovedì (sino al 10 maggio) l’appuntamento sarà con una manifestazione che punta a rianimare il settore degli strumenti a fiato ripescando a piene mani da un repertorio che abbraccia tutta la storia della musica, dal barocco all’ottetto a fiato di Stravinsky.

Protagonisti del ciclo di concerti saranno soprattutto i migliori studenti del dipartimento che, affiancati dai loro insegnanti, in un’ideale spirito di condivisione, avranno la possibilità di vivere un’esperienza professionalizzante e di esprimersi nei più rappresentativi organici di strumenti a fiato.  

Giovedì si parte con “Omaggio a Rossini – Doppio quintetto a fiato con contrabbasso”, una serata in cui saranno proposte alcune delle pagine più famose del grande compositore pesarese (1792-1868) che con la sua fresca e divertente musica ha valorizzato e impreziosito la personalità degli strumenti a fiato.

I brani in programma consistono in trascrizioni di famosi lavori orchestrali di Rossini a opera del compositore contemporaneo Michele Mangani: dal melodramma giocoso “La Cenerentola” a “L’italiana in Algeri” sino al “Barbiere di Siviglia”.

Sul palco ci saranno Sara Ligas, Marina Onidi (flauti), Mauro Frezzato, Laura Piras (Oboi), Egidio Fabi, Fabrizio Fadda (clarinetti) Alessandro Mura, Sonia Vargiu (fagotti), Efisio Lilliu, Miriam Picciau (corni) e Rinaldo Asuni (contrabbasso).

Il secondo appuntamento della rassegna è giovedì 12 aprile con “Due Quintetti- Quintetto a fiato”, serata costruita sulle note di Claude Debussy, Giuseppe Cambini, Darius Milhaud, e realizzata grazie al prezioso contributo di Giampaolo Pretto che di recente proprio nel Conservatorio cagliaritano ha tenuto una masterclass.

Giovedì 26 aprile si prosegue con “Colonne d’Harmonie- Ottetto e Nonetto di fiati”: musiche di Charles Gounod, Igor Stravinsky, Wolfang Amadeus Mozart.

Il 3 maggio arriva “Ottoni dal quintetto all’ensemble”, una serata che spazierà da Renato Soglia a Leonard Bernstein, da Duke Ellington a George Gershwin, sino ad Astor Piazzolla e Freddie Mercury.

L’ultimo appuntamento è per il 10 maggio, quando l’Orchestra di fiati del Conservatorio proporrà un programma che dalle trascrizioni operistiche dell’Ottocento italiano e francese porterà alla tradizione popolare sarda e ancora alla moderna orchestrazione per fiati. 

[bing_translator]
Il carnevale si avvia a concludersi e il Miramare Gastro & Music Pub di Alghero continua con gli eventi di musica dal vivo. Il tributo ai “Queen” e “Sheila e suoi schiavi” saranno i protagonisti dei prossimi concerti. Mentre la scorsa settimana sul palco del pub affacciato sulla passeggiata degli algheresi si sono esibiti ben tre diversi progetti musicali, l’8 febbraio per giovedì grasso i “Santa Fè” e la loro world music dedicata in particolare alle sonorità centroamericane, gitane, rumba e gipsy style. Il giorno successivo venerdì 9 per la rassegna Friday Tribute Night è stato un grande ritorno con il tributo a Luciano Ligabue di “Quelli del Bar Mario” perfettamente interpretato dal Liga sardo, Maurizio Gelsomino. Infine, sabato 10 la tradizionale festa in maschera in cui hanno fatto da padroni di casa il concerto de “La Pillola” e le selezioni di dj Benny.
Gli eventi dopo il carnevale si aprono venerdì 16 con Friday Tribute Night, la rassegna che porta ad Alghero i concerti delle migliori tribute band presenti sul territorio sardo giunge all’undicesimo appuntamento consecutivo ospitando i “Queen in rock – a magic tribute”.