22 May, 2024
HomePosts Tagged "Gaya Zirizzotti"

[bing_translator]

Nel corso della cerimonia dell’intitolazione della sala “ M.O.V.M Generale Enrico Barisone”, effettuata presso la sede del Comando Legione Carabinieri Sardegna, il generale Paolo Nardone, attuale comandante dei carabinieri in Sardegna, ha assegnato per attività di servizio particolarmente significative delle note di elogio premiali (encomi):

• Magg. Giuseppe Licari – Cap. Massimo Fornasier – Mar. Ca. Stefano Melis – Mar. Ord. Benedetta Berti – Mar. Antonio Catagnoti – Brig. Ca. Robertino Medda – Brig. Giuseppe Cingolani – App. Sc. Swippy Saba (del Comando Compagnia di Carbonia),

per l’operazione denominata Calesse sviluppata tra la Sardegna e l’Olanda che ha consentito la disarticolazione di diverse organizzazioni criminali dedite al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’attività investigativa si è conclusa nella mattina del 17 maggio 2016 con l’arresto complessivo di 26 persone, tra le quali due pregiudicati sardi residenti in Olanda, e  la denuncia in stato di libertà di altre 22 persone, il sequestro di stupefacenti ed il completo smantellamento dei sodalizi.

• Mar. Ord. Benedetta Berti (Comandante della stazione di Tratalias) – V. Brig. Marco Porricino (della Stazione di Sant’Antioco),

in quanto nel giugno del 2016, a Calasetta, soccorrevano tempestivamente un giovane, già cianotico per gravi difficoltà respiratorie, praticandogli manovra di primo soccorso per liberarlo da un tappo di plastica che gli ostruiva le vie aeree e rischiava di soffocarlo, scongiurando così nefaste conseguenze.

• Mar. Ord. Gaya Zirizzotti – Brig. Luca Mariani (della Stazione di San Giovanni Suergiu),

per aver effettuato, nella sera del 6 luglio 2015, il primo intervento partecipato, congiuntamente ai militari del Comando provinciale di Cagliari, a tutte le attività nei confronti di un soggetto che, colto da crisi depressiva, si era barricato armato all’interno della propria abitazione, attività che si è conclusa con la resa e l’arresto del malcapitato ed il sequestro di cinque pistole detenute illegalmente.

Da segnalare come due marescialle della Compagnia siano state premiate e che una di esse, il maresciallo Benedetta Berti, Comandante della stazione di Tratalias, è stata encomiata due volte.

 

IMG_8868IMG_9042IMG_8884

Festa grande questa sera a Santadi per la celebrazione del 45° Matrimonio Mauritano, organizzata dalla Pro Loco di Santadi con il concorso del Comune di Santadi, della Regione Sardegna, della Provincia di Carbonia Iglesias, dell’STL Sulcis Iglesiente, del Gal Sulcis, di Laore. La tradizionale celebrazione de sa coia maurreddina di Santadi quest’anno, per la prima volta, è stata celebrata nel tardo pomeriggio, con inizio alle 19.30, al termine della sfilata di una trentina di gruppi folcloristici provenienti da tutta la Sardegna, suonatori di launeddas, traccas e cavalieri in costume.

Il cappellano militare della caserma allievi carabinieri Trieste di Iglesias, Giancarlo Caria, e il parroco della chiesa di San Nicolò di Santadi, Giampiero Marongiu, hanno unito in matrimonio secondo l’antico rito, due giovani carabinieri: Nicola Cosa, 29 anni, di Santadi, in servizio in Piemonte; Gaia Zirizzotti, 28 anni, originaria di Frosinone, maresciallo presso la scuola allievi carabinieri di Iglesias. Presenti, tra gli altri, i sindaci di Santadi, Cristiano Erriu, e di Iglesias, Emilio Gariazzo; il sottosegretario della Sanità del Governo Letta, Paolo Fadda; il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Davide Angrisani; il capitano della Compagnia dei carabinieri di Carbonia, Pino Licari,

Al termine della liturgia i genitori degli sposi hanno praticato l’antico rito propiziatorio di “Sa Gratzia” .

IMG_8868 IMG_8884 IMG_9042

Festa grande questa sera a Santadi per la celebrazione del 45° Matrimonio Mauritano, organizzato dalla Pro Loco di Santadi con il concorso del Comune di Santadi, della Regione Sardegna, della Provincia di Carbonia Iglesias, dell’STL Sulcis Iglesiente, del Gal Sulcis, di Laore. La tradizionale celebrazione de sa coia maurreddina di Santadi quest’anno, per la prima volta, è stata celebrata nel tardo pomeriggio, con inizio alle 19.30, al termine della sfilata di una trentina di gruppi folcloristici provenienti da tutta la Sardegna, suonatori di launeddas, traccas e cavalieri in costume.

Il cappellano militare della caserma allievi carabinieri Trieste di Iglesias, Giancarlo Caria, e il parroco della chiesa di San Nicolò di Santadi, Giampiero Marongiu, hanno unito in matrimonio secondo l’antico rito, due giovani carabinieri: Nicola Cosa, 29 anni, di Santadi, in servizio in Piemonte; Gaya Zirizzotti, 28 anni, originaria di Frosinone, maresciallo presso la scuola allievi carabinieri di Iglesias. Presenti, tra gli altri, i sindaci di Santadi, Cristiano Erriu, e di Iglesias, Emilio Gariazzo; il sottosegretario della Sanità, Paolo Fadda; il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Davide Angrisani; il capitano della Compagnia dei carabinieri di Carbonia, Pino Licari,

Al termine della liturgia i genitori degli sposi hanno praticato l’antico rito propiziatorio di “Sa Gratzia” .