10 December, 2022
HomePosts Tagged "Giorgio Santoru"

[bing_translator]

La quiete in seno al gruppo di maggioranza del Movimento 5 Stelle che guida dal 19 giugno 2016 il comune di Carbonia, è durata 216 giorni. Il 29 ottobre 2019 si dimise Eleonora Cera, eletta il 5 giugno 2016 con 240 preferenze, passata all’opposizione. Questa mattina ha rassegnato le dimissioni dal Consiglio comunale, Elio Loi, eletto quattro anni fa con 84 preferenze. Al suo posto entrerà in Consiglio comunale Carla Cannas, 20ª nella lista del M5S il 5 giugno 2016, con 60 preferenze. Elio Loi è il quarto consigliere eletto nel 2016 che abbandona il gruppo che vinse le elezioni, il secondo che lo fa lasciando anche il Consiglio comunale. La prima a lasciare il gruppo ed il Consiglio fu Sabrina Soru (eletta con 75 preferenze), il 13 giugno 2017, sostituita da Marco Craig (68 preferenze); il secondo Maurizio Soddu (eletto con 134 preferenze), dimessosi dal gruppo il 5 gennaio 2019 e passato all’opposizione.

Tra consiglieri eletti in prima battuta, 15, subentrati agli eletti entrati nella prima Giunta (il Testo unico degli Enti locali prevede l’incompatibilità tra i due incarichi), 3 (Adolfo Lebiu, 77 preferenze, per Carla Mario, 359 preferenze; Sabrina Soru, 75 preferenze, per Gian Luca Lai, 217 preferenze; Mauro Careddu, 69 preferenze, per Paola Argiolas, 185 preferenze), e subentrati ai dimissionari dal Consiglio, 2 (Marco Craig per Sabrina Soru e Carla Cannas per Elio Loi), sono rimasti solo 4 i candidati nella lista del M5S a non essere ancora entrati in Consiglio comunale: Luciano Deias, 57 preferenze; Guendalina Fronteddu,  55 preferenze; Giuliana Pisu, 34 preferenze; Patrizia Mascia, 22 preferenze).

Le dimissioni di Elio Loi che verrà sostituito da Carla Cannas, non modificano gli equilibri tra maggioranza e minoranza: 13 a 11.

Le quattro defezioni fin qui maturate in seno al gruppo consiliare, “impallidiscono” al cospetto della quasi completa “rivoluzione” maturata in seno alla prima Giunta presentata dal sindaco eletto Paola Massidda, il 5 luglio 2016, in occasione della riunione di insediamento del Consiglio comunale.

Ben 6 assessori su 7 hanno lasciato i rispettivi incarichi per dimissioni volontarie.

La “fuga” dalla prima Giunta del Movimento 5 Stelle ebbe inizio il 9 settembre 2016, 66 giorni dopo l’insediamento della Giunta, con l’assessore dei Servizi sociali Arianna Vinci, sostituita da Loredana La Barbera; proseguì con le dimissioni dell’assessore dei Lavori pubblici, Urbanistica, Rapporti con Area, Trasporti e Viabilità, Polizia locale e Arredo urbano Riccardo Cireddu, ufficializzate mercoledì 1 febbraio 2017 ed inizialmente non sostituito (con redistribuzione delle deleghe tra il vicesindaco Gian Luca Lai ed il sindaco Paola Massidda), poi sostituito da Luca Caschili; il 30 marzo 2017 è stata la volta dell’assessore della Cultura, Spettacolo e Turismo Emanuela Rubiu, le cui dimissioni in un primo momento rientrarono ma poi vennero ripresentate, questa volta in maniera irrevocabile, e venne sostituita da Sabrina Sabiu. Il 10 maggio 2017 sono arrivate le dimissioni di Carla Mario, la più votata il 5 giugno 2016 nella lista del M5S, alla prima esperienza in politica come tutti gli altri componenti della Giunta Massidda ed i 15 consiglieri comunali del gruppo di maggioranza, sostituita da Valerio Piria.

Il 20 giugno 2017, Massimiliano Zonza (82 preferenze) s’è dimesso dalla carica di presidente del Consiglio comunale, dopo le polemiche seguite alla pubblicazione sulla pagina facebook dell’associazione 5 Stelle Carbonia, di un post sessista che in tanti pensarono fosse indirizzato all’ex assessore della Cultura Emanuela Rubiu (ipotesi poi smentita), dopo le sue dimissioni dall’incarico, post poi rimosso. Al suo posto è stata eletta Daniela Marras (168 preferenze).

Il 23 marzo 2018 s’è dimessa l’assessore degli Affari Generali e del Personale Paola Argiolas, non sostituita (la Giunta è rimasta con 6 assessori).

Il 20 giugno 2019 la seduta del Consiglio comunale è stata interrotta per la mancanza del numero legale, per l’assenza di tre consiglieri di maggioranza al momento della votazione del sesto ed ultimo punto dell’ordine del giorno, la proposta di adesione all’Associazione Live@t Carbonia, e l’assessore del Bilancio e delle Attività produttive Mauro Manca, promotore della stessa, poche ore dopo, ha preso atto della situazione ed ha rassegnato le sue irrevocabili dimissioni. Il  7 luglio 2019 Paola Massidda ha affidato la delega vacante al tenente colonnello della Guardia di Finanza Antonio Guerrieri.

I movimenti interni…al Movimento, sono proseguiti, con l’avvicendamento alla presidenza del gruppo consiliare, il 29 luglio 2019, tra Manolo Cossu (352 preferenze) e Giorgio Santoru (94 preferenze).

Che l’esperienza amministrativa del Movimento 5 Stelle sarebbe stata complicata, vista la totale inesperienza di sindaco, assessori e consiglieri, era prevedibile ma certamente pochi avrebbero potuto prevedere…tanti cambiamenti in corsa. Quando ormai manca poco meno di un anno alla conclusione della consiliatura, i fermenti sono in crescita esponenziale e non sono da escludere altre novità nei prossimi mesi. Il panorama politico è in evoluzione, forze politiche, movimenti e gruppi vari sono attivi già da diversi mesi e sembrano essere saltati molti dei vecchi schemi dei vari schieramenti, altri appaiono destinati a saltare…

Giampaolo Cirronis

[bing_translator]

Ieri mattina, nel piazzale antistante l’ex tribunale di Carbonia, si è tenuta l’inaugurazione del manifesto ceramico dedicato ai vent’anni di attività di SardegnaSolidale. Realizzato dall’illustratrice e fumettista, Stefania Costa, docente della scuola di fumetto di Bepi Vigna a Cagliari, racchiude una frase che in sintesi vuole lanciare un messaggio forte e “urgente”“Non è più tempo di navigatori solitari”, uno slogan del grande Don Luigi Ciotti, fondatore di tante associazioni di volontariato e di Libera, un’associazione contro le mafie, di cui fanno parte circa trecento gruppi ed associazioni e di cui don Ciotti è presidente nazionale. Luigi Ciotti è anche un giornalista che collabora a diverse testate tra cui La Stampa, L’Avvenire, Il Manifesto, Il Sole 24 Ore e Famiglia Cristiana e a lui si devono numerosi articoli su temi sociali, mafia e corruzione di cui la politica italiana, secondo il suo parere, dovrebbe occuparsi come problemi prioritari.

L’evento, organizzato dall’Auser di Carbonia, nella persona di Andrea Piras, referente di Sa.Sol.Point n°9, ha visto la partecipazione della sindaca Paola Massidda, del vicesindaco Gian Luca Lai, della presidente del consiglio comunale Daniela Marras, del consigliere e capogruppo di maggioranza Giorgio Santoru, del presidente di Sardegna Solidale Giampiero Farru, della comandante della compagnia dei Carabinieri Carbonia, capitano Lucia Dilio, del parroco don Andrea Zucca, di numerose associazioni di volontariato della città, di una classe dell’Istituto Cesare Beccaria, di una classe dell’Ipia, alcuni volontari dell’Auser di Carbonia e liberi cittadini.

Dopo gli interventi dei vari rappresentanti e l’inaugurazione del manifesto da parte del parroco, la mattinata si è conclusa con grande soddisfazione degli organizzatori e di tutti i partecipanti.

Nadia Pische

 

                                

[bing_translator]

40 giorni fa, il 21 giugno 2019, le dimissioni dell’assessore del Bilancio Mauro Manca, sostituito da Antonio Guerrieri; 2 giorni fa, il 29 luglio 2019, l’avvicendamento alla presidenza del gruppo del Movimento 5 Stelle, tra Manolo Cossu e Giorgio Santoru. L’evoluzione del Movimento 5 Stelle, a poco più di tre anni dall’inizio della storica consiliatura che l’ha portato alla guida del comune di Carbonia, continua.

Il cambio alla guida del gruppo di maggioranza è stato annunciato dalla presidente del Consiglio comunale, Daniela Marras, in apertura di seduta, lunedì sera, con la lettura di uno scarno comunicato. Nessun riferimento, alle motivazioni che hanno portato a questa scelta, come se si trattasse di un normale avvicendamento, poco oltre metà consiliatura.

Che non si tratti di un semplice avvicendamento appare evidente, perché nel corso della consiliatura, nel Movimento 5 Stelle, nessuno ha mai parlato di staffette in corso d’opera, come accade in molti Comuni, per soddisfare le legittime ambizioni di tutti (o quasi) i componenti dei gruppi consiliari di maggioranza) le staffette vengono sempre annunciate in avvio di consiliatura).

Ma che non si tratti di un semplice avvicendamento, appare ancora più evidente, se si ricostruiscono le ultime “tormentate” fasi del percorso politico-amministrativo del Movimento 5 Stelle al comune di Carbonia.

Lo scorso 21 giugno, la seduta del Consiglio comunale è stata interrotta per la mancanza del numero legale, per l’assenza di quattro consiglieri di maggioranza, tra i quali il capogruppo Manolo Cossu, al momento della votazione del sesto ed ultimo punto dell’ordine del giorno, la proposta di adesione all’Associazione Live@t Carbonia. L’assessore del Bilancio e delle Attività produttive Mauro Manca, promotore della stessa, prese atto della situazione, considerando quella votazione un vero e proprio atto di sfiducia, promosso in particolare dal capogruppo Manolo Cossu, e rassegnò le sue irrevocabili dimissioni.

Dopo le dimissioni di Mauro Manca, Paola Massidda ha ammesso l’esistenza di problemi interni al gruppo, problemi che evidentemente non sono stati ancora superati, se a distanza di 38 giorni si è arrivati all’avvicendamento alla guida del gruppo consiliare, tra Manolo Cossu, il secondo consigliere più votato con 352 preferenze il 5 giugno 2016 (la più votata, Carla Mario, con 359 preferenze, lasciò subito il Consiglio per occupare l’incarico di assessore della Pubblica istruzione, e successivamente, il 10 giugno 2017, meno di un anno dopo l’inizio della consiliatura, rassegnò le dimissioni anche da assessore), e Giorgio Santoru, il 13° consigliere più votato, con 94 preferenze. Manolo Cossu ha annunciato la conferma del proprio impegno all’interno del gruppo consiliare, così come fece Massimiliano Zonza, quando venne sostituito alla presidenza del Consiglio da Daniela Marras (nel corso della consiliatura, viceversa, Sabrina Soru si è dimessa dal Consiglio comunale e Maurizio Soddu ha abbandonato il gruppo, passando sui banchi dell’opposizione).

Dopo tutto ciò che è accaduto in questi primi tre anni di consiliatura, il sindaco Paola Massidda auspica di riuscire a trovare finalmente, un po’ di serenità negli ultimi 22 mesi del mandato e di poter preparare al meglio l’appuntamento elettorale della primavera 2021, ma non appare azzardato prevedere che l’evoluzione del Movimento 5 Stelle alla guida del comune di Carbonia, possa riservare ulteriori colpi di scena.

Giampaolo Cirronis

[bing_translator]

Il pluricampione italiano, europeo e mondiale Gianluca Formicone, 47 anni, portacolori dell’MP Filtri Caccialanza di Milano, ha vinto domenica sera a Carbonia, il 2° Memorial Tullio Saiu, gara di bocce nazionale Elite specialità individuale, organizzata dalla famiglia Saiu, in collaborazione con l’ASD Circolo Bocciofilo Comunale Carbonia. In finale ha superato Roberto Moi, portacolori della società Edera Bambina di Trapani, protagonista di un grande torneo e di una finale giocata a lungo alla pari con il campionissimo Fornicone, costretto a recuperare uno svantaggio di 4 punti sul 3 a 7. Al terzo posto si è classificato Emanuele Porcu, altro giocatore sardo che difende i colori dell’Edera Bambina di Trapani (superato in semifinale da Gianluca Formicone), al quarto Giuseppe Mereu, del Circolo Bocciofilo Comunale Carbonia (protagonista della semifinale con Roberto Moi), al quinto Riccardo Schirru del Circolo Cagliari.

Al sesto posto, bella sorpresa, Sandro Deias, già campione italiano nei primi anni ’80, tornato alle gare da pochi mesi dopo una lunga inattività, protagonista di un ottimo torneo. Alle sue spalle, nell’ordine: Nicola Mereu, del Circolo Cagliari; Stefano Frongia, del Circolo Cagliari; Walter Boniello del Circolo SOMS di Oristano; Ugo Uscidda del Circolo di Aglientu; Alessio Frongia, del Circolo Cagliari.

Il torneo è stato diretto da  Roberto Mereu, arbitro nazionale AIAB di Cagliari.

Al termine, si sono svolte le premiazioni nell’attigua sala polifunzionale, presenti la presidente del Consiglio comunale Daniela Marras, il consigliere comunale Giorgio Santoru e l’assessore dello Sport Valerio Piria.

Alleghiamo un ricco album fotografico delle finali e delle premiazioni. A breve anche un filmato della cerimonia di premiazione, con l’intervento del presidente del Circolo Bocciofilo Comunale Carbonia Luca Saiu.

                                         

[bing_translator]

Dopo gli spettacolari incontri svoltisi ieri pomeriggio, continua oggi, nella location del Palazzetto dello Sport di via delle Cernitrici, il 1° Trofeo Shardana Ju Jitsu, organizzato dall’’ASD Shardana Ju Jitsu con il patrocinio ed il contributo economico del comune di Carbonia. Un evento accreditato dal Centro Sportivo Educativo Nazionale (CSEN) Ju Jitsu. Nella giornata inaugurale, a fare gli onori di casa sono stati l’’assessore allo Sport Valerio Piria, il presidente del Consiglio comunale Daniela Marras, i consiglieri Giorgio Santoru e Maurizio Soddu. “La manifestazione ha portato a Carbonia centinaia di atleti, alcuni dei quali di giovanissima età, provenienti anche da altre località dell’’isola: Iglesias, Villaperuccio, Ploaghe, Olbia e Nuoro.

«Con il 1° Trofeo Shardana Ju Jitsu dà lustro a Carbonia, che diventa così il principale polo delle arti marziali a livello regionale. Ciò trova conferma nella lunga serie di eventi inerenti queste discipline (Kung Fu, Ju Jitsu e Taekwondo), svoltisi a partire dal maggio scorso nel nostro Palazzetto dello Sport”», ha commentato l’’assessore Valerio Piria.

Nella giornata odierna, sono previste numerose gare dalle ore 9.30 alle ore 20.00. Successivamente, spazio alle premiazioni.

 

 

[bing_translator]

E’ stata presentata ed esposta per la prima volta questa mattina, nella sala polifunzionale del comune di Carbonia, una copia unica della Carta costituzionale stampata in Braille per ipovedenti e non vedenti. A Carbonia, dunque, la giornata della Festa della Repubblica è stata festeggiata in un modo del tutto inedito, grazie all’iniziativa promossa dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche (OPI) di Carbonia Iglesias,in collaborazione con il comune di Carbonia. La pubblicazione della Carta costituzionale in Braille è stata curata dall’OPI, in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi della sezione di Sassari.

Il Braille è un sistema di scrittura e lettura a rilievo, messo a punto dal francese Louis Braille nella prima metà del XIX secolo, a favore dei non vedenti ed ipovedenti.

Alle celebrazioni erano presenti il sindaco di Carbonia Paola Massidda, il presidente dell’OPI di Carbonia Iglesias, Graziano Lebiu, l’assessore dei Servizi sociali Loredana La Barbera, l’assessore della Cultura Sabrina Sabiu, il presidente del Consiglio comunale Daniela Marras, i consiglieri Adolfo Lebiu e Giorgio Santoru. Fondamentale anche la partecipazione dei membri di alcune associazioni sociali del territorio e dei referenti della Consulta handicap del comune di Carbonia.

La Carta costituzionale in Braille verrà esposta in sala polifunzionale anche in occasione della prossima seduta del Consiglio comunale di Carbonia, prevista per venerdì 8 giugno, alle ore 19.00.

[bing_translator]

Sabato Carbonia ha ospitato la Terza edizione della Maratona di Spinning ed il 2° Memorial Renzo Senni. Alle premiazioni della gara ciclistica erano presenti, in rappresentanza dell’’Amministrazione comunale, il vicesindaco Gian Luca Lai, il presidente del Consiglio comunale Daniela Marras, i consiglieri Maurizio Soddu, Giorgio Santoru, Adolfo Lebiu e Marco Craig.

[bing_translator]

Ieri pomeriggio, in via Roma, si è svolto il “1° Trofeo LG Crea-Coppa Città di Carbonia”, una manifestazione ciclistica riservata alla categoria Giovanissimi, composta da atleti dai 6 ai 12 anni. L’’evento è stato organizzato dalla Scuola di Ciclismo Giovanile VDS Monteponi con il patrocinio del comune di Carbonia. In rappresentanza dell’’Amministrazione comunale erano presenti il presidente del Consiglio comunale Daniela Marras ed i consiglieri Maurizio Soddu e Giorgio Santoru.

Alla manifestazione hanno partecipato un centinaio di ciclisti appartenenti alle migliori società sportive della provincia del Sud Sardegna. Una bellissima iniziativa che ha rinsaldato il connubio tra giovani e sport.

Grande emozione sul viso dei protagonisti e dei loro genitori al momento delle premiazioni.

[bing_translator]

“Un incontro proficuo e cordiale nel quale sono state condivise reciproche esperienze che possono fare da volano per il rilancio della cooperazione sociale tra due realtà – Sardegna e Tunisia – diverse ma profondamente simili soprattutto nei settori dell’’agroalimentare e del turismo. Siamo convinti che la contaminazione di saperi, culture ed esperienze tra i due Paesi, unitamente allo studio dei casi di eccellenza, possa contribuire alla reciproca valorizzazione di innovative forme di crescita economica”.

Con queste parole il sindaco di Carbonia Paola Massidda ha sintetizzato i contenuti dell’’incontro svoltosi ieri pomeriggio nella sala polifunzionale di piazza Roma, dove l’’Amministrazione comunale ha ricevuto i delegati del Governatorato di Jendouba, uno dei 24 governatorati della Tunisia, istituito nel 1956 e situato nella parte nord occidentale del Paese, al confine con l’’Algeria. Oltre al primo cittadino di Carbonia Paola Massidda e al sindaco di Iglesias Emilio Gariazzo, erano presenti il vicesindaco Gian Luca Lai, l’’assessore al Turismo Sabrina Sabiu, l’’assessore alle Politiche del lavoro Loredana La Barbera, il presidente del Consiglio comunale Daniela Marras ed i consiglieri comunali Giorgio Santoru, Maurizio Soddu ed Elio Loi.

L’’incontro di ieri si inserisce nell’’ambito del Progetto internazionale di sviluppo locale innovativo ed economia sociale e solidale, i cui partner sono la Regione Sardegna, il Governatorato di Jendouba e il consorzio AUSI (Promozione Attività Universitarie Sulcis-Iglesiente). Un consorzio al quale aderiscono il comune di Carbonia, il comune di Iglesias e il Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna.

La città di Carbonia è stata soltanto l’ultima tappa di un fitto scambio di visite intessuto tra Sardegna e Tunisia nell’’ultimo periodo: già nel luglio dello scorso anno, infatti, la delegazione tunisina si era recata nel Sulcis per osservare le realtà produttive agroalimentari del posto, mentre nel mese di novembre 2017 una delegazione sarda aveva visitato il sistema socio-economico del nord-ovest della Tunisia.

Un reciproco arricchimento, una condivisione di conoscenze, esperienze e buone pratiche che, nell’’appuntamento svoltosi a Carbonia, si è incentrato, soprattutto, sul settore turistico. Settore in cui spicca l’esempio della bellissima città tunisina di Tabarka, dotata di una baia e di un piccolo porto che si affaccia sul Mediterraneo. Una località che nel corso degli anni ha fatto registrare un consistente aumento dei flussi turistici, favorito anche dalla presenza di un aeroporto internazionale e di diverse catene alberghiere.

E proprio nella giornata di ieri i delegati del Governatorato di Jendouba hanno fatto visita a Carloforte per conoscere la nostra comunità tabarchina. Gli abitanti di Carloforte, infatti, sono discendenti di coloni liguri che nel XVIII secolo si trasferirono nel Sulcis Iglesiente, provenienti proprio dall’’isola tunisina di Tabarka.

[bing_translator]

Ieri sera, nella sala polifunzionale di piazza Roma, l’Amministrazione Comunale, rappresentata per l’occasione dall’assessore dello Sport Valerio Piria, dall’assessore alla Cultura Sabrina Sabiu e dai consiglieri comunali Manolo Cossu, Maurizio Soddu, Silvia Pinna, Adolfo Lebiu, Giorgio Santoru e Marco Serafini, ha incontrato alcune associazioni sportive per raccogliere proposte, suggerimenti e consigli in vista dell’ottantesimo compleanno della città, le cui celebrazioni avranno inizio già in occasione della “Festa del Patrimonio” in programma il 19 e il 20 maggio in piazza Roma, per poi avere il proprio culmine in data martedì 18 dicembre 2018.
«È stato un incontro positivo in cui abbiamo illustrato ai presenti in cosa consisterà la “Festa del Patrimonio”, che farà da preludio al compleanno di Carbonia: un evento di vasta portata in cui ci avvarremo del contributo e della collaborazione delle associazioni sportive cittadine. Sono tante le proposte pervenute dal mondo dello sport locale, che ringraziamo per l’adesione all’iniziativa. Carbonia vanta un ricco patrimonio associazionistico che l’Amministrazione Comunale intende tutelare e valorizzare, anche attraverso il coinvolgimento fattivo in manifestazioni rilevanti per l’intera collettività», ha affermato l’assessore allo Sport Valerio Piria.
Si comincia quindi il 19 maggio con una serie di iniziative sportive che coinvolgeranno varie discipline: dalla ginnastica artistica al ju jitsu, dal kung fu alla mountain bike e alle moto.
Dopo i festeggiamenti del 19 e 20 maggio sono previste – cadenzate nel corso dell’intero anno – numerose attività culturali, artistiche, sportive, ludiche e teatrali, organizzate d’intesa con associazioni, gruppi e scuole.