30 January, 2023
HomePosts Tagged "Gualtiero Sigismondi"

[bing_translator]

gruppo convegno sacerdoti 2016 relazione sigismondi

Il profilo del “prete normale” e le regole di vita per rimanere tale sono stati delineati oggi, durante la seconda giornata del Convegno regionale dei sacerdoti, in corso di svolgimento a Orosei. Non martiri ma “servi premurosi”, che si lasceranno guidare dalla vita semplice, umile e libera. «Uno solo deve essere l’obiettivo sacerdotale – secondo il vescovo di Foligno Gualtiero Sigismondi, primo relatore dei lavori – la salvezza delle anime a lui affidate, e in quest’opera mettere tutta la sua santità». Il “primatista” dell’attenzione al prossimo è il prete che «ha il coraggio di discutere con Dio e di intercedere per la salvezza del suo popolo ha aggiunto monsignor Sigismondi di fronte a una platea di oltre 200 sacerdoti e “teologi” del seminario regionale sardo.

Anche i preti, come tutti, hanno bisogno di una regola per rimanere nel “seminato pastorale” e per fare della comunione con Dio l’essenza del ministero sacerdotale.

Sono sette i punti programmatici e gli impegni quotidiani del “buon prete” indicati da monsignor Mauro Morfino ai sacerdoti sardi. Al primo posto l’eucaristia, fonte e culmine della vita del sacerdote. A seguire il ministero della parola, del perdono nel sacramento della penitenza, la preghiera liturgica e personale, il celibato, l’organizzazione del tempo e l’uso dei beni secondo le esigenze della povertà evangelica.

[bing_translator]

Arrigo Miglio 1 copiaconvegno regionale presbiterale web

Saranno gli stati generali del clero sardo. Dal 12 al 14 ottobre, a distanza di 22 anni dall’ultimo appuntamento, delegazioni di preti di tutte le 10 diocesi sarde si incontreranno a  Orosei in una tre giorni di riflessione e di confronto sul tema «La formazione permanente dei sacerdoti». Un degli obiettivi dell’incontro – come si legge nell’invito  spedito agli oltre 800 preti presenti nell’isola – «è rinverdire il tessuto di relazioni tra le Chiese. La nostra gente sta conoscendo un notevole cambiamento nei suoi orientamenti culturali e spirituali, nella sua condizione socio-economica, nelle sue strutture ecclesiali». Dentro questi processi ci sono i preti: in numero ridotto, rispetto a qualche decennio addietro, con un’età media piuttosto avanzata, con poche  nuove vocazioni al sacerdozio. Sono attesi almeno 200 tra parroci e vice e circa 50 alunni del seminario regionale maggiore.

Tra i relatori del convegno, al quale parteciperanno tutti i vescovi sardi, sarà anche il vescovo Gualtiero Sigismondi, presidente della commissione CEI per il Clero e la vita consacrata, delegato per i Seminari d’Italia, che parlerà di «Formazione permanente del presbitero: aspetti teologici, spirituali ed esistenziali». Monsignor Mauro Maria Morfino terrà la relazione «Per una regola di vita del presbitero». Infine, l’intervento di don Mario Simula verterà sul tema «La vita del presbitero, tra missione pastorale e incombenze amministrative». A ogni relazione seguiranno momenti di confronto e di dibattito in aula.

I lavori, la cui sede sarà l’hotel Marina Beach, inizieranno mercoledì 12 ottobre, alle ore 18.00,, con il saluto di monsignor Arrigo Miglio, Presidente della Conferenza Episcopale Sarda, e di monsignor Mauro Maria Morfino, vescovo di Alghero-Bosa, Presidente della Commissione presbiterale regionale.