17 May, 2022
HomePosts Tagged "Loredana La Barbera" (Page 3)

[bing_translator]

Sono aperte le iscrizioni al progetto di dialogo strutturato WAKE UP (LO)CALL, che offre la possibilità ai ragazzi tra i 17 e i 30 anni residenti nei comuni di Carbonia, Masainas e San Giovanni Suergiu di partecipare alla vita pubblica attraverso la condivisione di necessità, istanze e idee in tutti gli ambiti di loro interesse.

Per partecipare al progetto verrà selezionato un gruppo di ragazzi per “mappare” i servizi attualmente offerti ai giovani dai tre comuni del Sulcis, elaborando nel contempo proposte per le politiche giovanili da discutere e condividere con gli amministratori locali.

«La nuova frontiera del dialogo strutturato ci consentirà di conoscere da vicino le esigenze dei ragazzi, raccogliendo le loro richieste, le loro idee e i loro progetti per la città, al fine di costruire sempre più delle comunità a misura dei nostri giovani, i veri pilastri del futuro delle collettività in cui viviamo», ha spiegato l’assessore delle Politiche giovanili Loredana La Barbera.

Il risultato del lavoro darà vita a un documento intitolato “Futuro Prossimo – Giovani”. L’iscrizione al progetto WAKE UP (LO)CALL non richiede particolari titoli di studio ed esperienze professionali specifiche, ma solo un interesse dei candidati verso le politiche giovanili del proprio territorio.

Per maggiori informazioni è possibile consultare lo sportello Eurodesk del comune di Carbonia, sito in via XVIII dicembre, presso i locali dell’ex-Pretura, nei giorni di ricevimento (martedì dalle 16.00 alle 17.30; mercoledì dalle 10.00 alle 12.00; giovedì dalle 10.00 alle 12.00), oppure scrivere un’email a centroeurodesk@comune.carbonia.ci.it o telefonare al numero 0781 694446.

Le iscrizioni possono essere inoltrate anche attraverso il seguente link: https://forms.gle/JEG6EwUN9i4Brxyc6

[bing_translator]

E’ stata presentata ieri mattina, a Carbonia, la stagione di prosa, musica e danza che si terrà al Teatro Centrale dal 18 gennaio al 4 aprile 2020. 9 appuntamenti organizzati dal CEDAC (Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo della Sardegna) con il patrocinio e il contributo economico del comune di Carbonia.

Il programma completo è stato presentato ieri mattina, nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sala riunioni della Torre Civica, alla presenza degli assessori comunali Sabrina Sabiu, Gian Luca Lai e Loredana La Barbera, e di Valeria Ciabattoni, in rappresentanza del Cedac.

Il primo evento in cartellone è previsto per il 18 gennaio, con la performance musicale “Il Lago dei Cigni” sotto il segno di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Si replica il 23 gennaio con “La Cena delle Belve” ed il 1° febbraio con “Quartet”.

L’8 febbraio sarà la volta della storia ispirata dal famoso romanzo di Cesare Pavese, “La luna e i falò”, mentre il 15 febbraio andrà in scena “Riccardo 3”, il dramma di William Shakespeare. Il 14 Marzo spazio a una “Serata romantica” a cura della Compagnia Balletto del Sud, mentre il 19 marzo ad occupare la scena saranno i protagonisti di “Un Tram che si chiama desiderio” di Tennessee Williams.
Di rilievo anche la pièce “Frammenti di tempo” in programma il 4 aprile, un omaggio a Giulio Angioni e Primo Levi, regia di Monica Porcedda.
Il gran finale della rassegna teatrale targata CEDAC sarà il 24 aprile 2020 con “Le Bugie hanno le gambe corte“, regia di Anna Pina Buttiglieri.

La campagna abbonamenti si svolgerà a partire da martedì 7 gennaio, al Teatro Centrale di Carbonia (I biglietti per il “Lago dei cigni” saranno in vendita da mercoledì 15 gennaio).

[bing_translator]

Il progetto di dialogo strutturato WAKE UP (LO)CALL è ai nastri di partenza ed offre la possibilità ai ragazzi tra i 17 e i 30 anni residenti nei comuni di Carbonia, Masainas e San Giovanni Suergiu di partecipare alla vita pubblica attraverso la condivisione di necessità, istanze e idee in tutti gli ambiti di loro interesse. Per partecipare al progetto verrà selezionato un gruppo di ragazzi per “mappare” i servizi attualmente offerti ai giovani dai tre comuni del Sulcis Iglesiente, elaborando nel contempo proposte per le politiche giovanili da discutere e condividere con gli amministratori locali.

«La nuova frontiera del dialogo strutturato ci consentirà di conoscere da vicino le esigenze dei ragazzi, raccogliendo le loro richieste, le loro idee e i loro progetti per la città, al fine di costruire sempre più delle comunità a misura dei nostri giovani, i veri pilastri del futuro delle collettività in cui viviamo», ha spiegato l’assessore delle Politiche giovanili Loredana La Barbera.

Il risultato del lavoro darà vita a un documento intitolato “Futuro Prossimo – Giovani”.

Sono aperte le iscrizioni al progetto WAKE UP (LO)CALL, che non richiede particolari titoli di studio ed esperienze professionali specifiche, ma solo un interesse dei candidati verso le politiche giovanili del proprio territorio.

Per maggiori informazioni è possibile consultare lo sportello Eurodesk del comune di Carbonia, sito in via XVIII dicembre, presso i locali dell’ex-Pretura, nei giorni di ricevimento (martedì dalle 16.00 alle 17.30; mercoledì dalle 10.00 alle 12.00; giovedì dalle 10.00 alle 12.00), oppure scrivere un’email a centroeurodesk@comune.carbonia.ci.it o telefonare al numero 0781.694446.

[bing_translator]

Anche quest’anno, l’associazione SPAKKARUOTE ha raccolto fondi da destinare in beneficenza as associazioni della città di Carbonia e del territorio che operano nel campo del volontariato e del sociale. I soci di SPAKKARUOTE hanno deciso di destinare quanto raccolto nell’ottava edizione dell’iniziativa, alla Consulta Handicap di Carbonia, rappresentata dal presidente Fabrizio Cucchiara, per la realizzazione del Parco Giochi Inclusivo, nell’ambito del progetto “Ajò a giogai“. Alla consegna dell’assegno, erano presenti il sindaco Paola Massidda, l’assessore dei Servizi sociali Loredana La Barbera, la presidente del Consiglio comunale Daniela Marras, il consigliere comunale Adolfo Lebiu.

Vediamo ora l’intervista realizzata con Renato Zaccarelli, presidente dell’associazione SPAKKARUOTE.

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10221217084444609/

[bing_translator]

Dopo l’iniziativa tenutasi lo scorso 4 dicembre, mercoledì 11 dicembre, dalle ore 9.45 alle ore 13.00, la sede comunale di via XVIII Dicembre del Centro Eurodesk ospiterà “YouthLab Carbonia”, un laboratorio sui progetti del Corpo Europeo di Solidarietà.
«La finalità è accrescere le possibilità di partecipazione delle nuove generazioni alle opportunità offerte dall’Unione Europea, consentendo ai ragazzi di Carbonia di abbattere le distanze culturali, promuovendo così la manifestazione dei diritti di cittadinanza dei giovani in Europa», ha commentato l’assessore delle Politiche giovanili Loredana La Barbera.

Per maggiori dettagli e informazioni è possibile consultare il Centro Eurodesk del comune di Carbonia, aperto al pubblico nei seguenti giorni e orari:
• Martedì dalle 16.00 alle 17.30;
• Mercoledì e giovedì dalle 10.00 alle 12.00.

Le iscrizioni potranno essere inoltrate attraverso il seguente link:

https://www.eurodesk.it/2019/carbonia-youthlab

[bing_translator]

Si conclude domani, giovedì 5 dicembre, a Carbonia, la tappa del 2° evento itinerante SAVE (Sostenibilità, Azione, Viaggio, Esperienza) TOUR 2019-2020.

«Si tratta di un’iniziativa che mira a sensibilizzare gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado e l’intera cittadinanza su temi quali la sostenibilità ambientale e l’educazione finanziaria», ha affermato il Sindaco Paola Massidda.

L’evento, organizzato dalla società Modo Promotion Srl con il patrocinio del Comune di Carbonia, è stato oggetto di un protocollo d’intesa siglato con il ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR).

In via Manno, sarà presente un tir Discovery Truck, dotato di un rimorchio speciale sul quale sarà fissata una tensostruttura che, in una porzione della piazza Roma, ospiterà l’iniziativa.

«I ragazzi potranno apprendere in modo ludico tematiche come l’educazione finanziaria, la sostenibilità ambientale e l’economia circolare, fruendo di contenuti multimediali e di laboratori didattici elaborati dal Museo del Risparmio, un progetto di edutainment pensato per diffondere l’alfabetizzazione finanziaria con contenuti audiovisivi e interattivi», ha aggiunto l’assessore della pubblica Istruzione Valerio Piria.

«Un’ottima occasione per educare gli studenti, e non solo, verso un nuovo modello economico, di tipo circolare, in cui le giovani generazioni abbiano accesso alle conoscenze essenziali per favorire una gestione corretta e consapevole delle sempre più limitate risorse monetarie e ambientali», ha concluso l’assessore delle Politiche giovanili, Loredana La Barbera.

La 2ª edizione del SAVE TOUR farà tappa in 21 città di 6 Regioni italiane (Sardegna, Piemonte, Liguria, Sicilia, Calabria e Campania) per un totale di quasi 2000 km di viaggio.

[bing_translator]

E’ stato inaugurato questo pomeriggio, a Carbonia, il primo centro di domotica della Sardegna, “Domo Noa”. Al taglio del nastro, effettuato dal sindaco Paola Massidda e dalla presidente dell’associazione di volontariato Le Rondini che gestirà la struttura, Franca Boi, erano presenti il direttore scientifico dell’associazione Leonardo Tola e numerosi sindaci ed amministratori del Comuni del Sulcis Iglesiente.

Con l’inaugurazione del Centro che, lo ricordiamo, venne inaugurato una prima volta nel 2010 ma non è stato finora utilizzato per i fini proposti, la città di Carbonia compie un passo avanti importante nel campo dell’inclusione sociale dei disabili. “Domo Noa” è uno spazio appositamente strutturato e idoneo a favorire il processo di crescita e di integrazione sociale di persone disabili con forti bisogni di accompagnamento, al recupero di una relazione sociale e di autonomie personali per la propria cura e gestione quotidiana. I principali fruitori saranno disabili fisici e motori; disabili intellettivi e relazionali; soggetti con disabilità sensoriali e disabili gravissimi tracheotomizzati. “Domo Noa” sarà anche un centro ricreativo sociale, punto di riferimento per l’integrazione e l’aggregazione dei ragazzi.

Allegati gli interventi del sindaco Paola Massidda, dell’assessore dei Servizi sociali Loredana La Barbera e della presidente dell’associazione “Le Rondini”, Franca Boi.

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10221075814312944/

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10221075838233542/

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10221075865154215/UzpfSTk0OTU2ODE2NTA3Nzk0MjoyODI2Mzg5OTUwNzI5MDc4/

[bing_translator]

Il comune di Carbonia è in prima linea nella lotta contro la violenza sulle donne con l’imminente attivazione delle procedure di affidamento della gestione di un Centro Antiviolenza, ubicato nell’immobile dell’ex Scuola Materna di vico Filzi, al fine di garantire protezione, sostegno psico-sociale, ascolto e consulenza alle donne vittime di stalking e violenza. A ciò si aggiunge la lunga serie di incontri pubblici promossi in questi ultimi anni dall’Amministrazione comunale per sensibilizzare e informare la cittadinanza sul tema, tra cui si segnala, in particolare, nella giornata di domani, venerdì 29 novembre, alle ore 16.00, nella sala consiliare di piazza Roma, il convegno intitolato “Contro la violenza sulle donne. Codice Rosso e Revenge Porn”, che vedrà la presenza dell’on. Elvira Lucia Evangelista, senatrice della commissione Giustizia e relatrice del disegno di legge sul “Codice Rosso”.

Al convegno parteciperanno il sindaco Paola Massidda, l’assessore alle Politiche sociali Loredana La Barbera, la psicoterapeuta Angela Quaquero, il referente dell’Osservatorio Cybercrime Antonello Marotto, la consigliera regionale Carla Cuccu, la consigliera comunale Daniela Garau, la presidentessa dell’associazione “Donne al Traguardo” Silvana Migoni e la referente territoriale Maria Mameli, il comandante della Compagnia dei carabinieri di Carbonia Lucia Dilio, il commissario di Polizia di Carbonia Gabriella Chiara Comi. Il dibattito sarà moderato dalla giornalista Stefania Piredda, caporedattrice del Sulcis Iglesiente per il quotidiano “L’Unione Sarda”.

«L’obiettivo dell’incontro è mantenere alta l’attenzione su un tema prioritario per la nostra società e per le istituzioni ponendo in essere azioni in grado di garantire un impegno concreto alle donne in difficoltà e realizzando attività di sensibilizzazione, informazione e prevenzione sul tema», ha detto il sindaco Paola Massidda.

«Queste importanti attività informative e di sensibilizzazione sono tese ad affermare una nuova cultura in grado di prevenire e contrastare la violenza perpetrata sulle donne, promuovendo cambiamenti nei comportamenti socio-culturali ed eliminando gli annosi pregiudizi e qualsiasi altra pratica basata sull’idea dell’inferiorità della donna o su modelli stereotipati dei ruoli delle donne e degli uomini», ha concluso Loredana La Barbera, organizzatrice dell’evento.

[bing_translator]

Quali sono le prospettive future dell’educazione dei bambini? Come i genitori e gli educatori devono muoversi tra la tutela dei diritti e le opportunità di sviluppo dei piccini basate sul gioco e sugli aspetti ludici? Una serie di questioni che verranno dibattute sabato 30 novembre, dalle ore 9.00 alle ore 13.30, in via Manzoni, sede dell’Asilo Nido Comunale “I Colori dell’Arcobaleno”.

«Si tratta di un convegno che conferma la volontà del personale dell’Asilo Nido Comunale di offrire ai partecipanti nuovi spunti di riflessione e di approfondimento in merito a un tema delicato quale l’educazione dei nostri bambini, settore in cui la struttura comunale si conferma un punto d’eccellenza formato da personale altamente qualificato e costantemente aggiornato sull’evoluzione delle normative di settore e sulle best practices invalse a livello regionale e nazionale», ha affermato l’assessore dei Servizi sociali Loredana La Barbera.

L’evento è stato organizzato dall’Asilo Nido “I Colori dell’Arcobaleno”, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e con il patrocinio del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Sardegna, rappresentato dall’avvocato Grazia Maria De Matteis, che interverrà al dibattito insieme all’assessore ai Servizi sociali Loredana La Barbera e a un qualificato parterre di addetti ai lavori.

Nel programma dell’iniziativa spicca, alle ore 12.30, il reading “Lasciateci Giocare”, a cura dell’attore Emilio Puggioni, un omaggio alla figura del grande maestro Gianfranco Zavalloni. Si segnala, inoltre, la mostra “Lasciateci Giocare”, a cura del personale del Nido Comunale di Carbonia, ammirabile nella sala espositiva di via Manzoni.

 

[bing_translator]

Giovedì 28 novembre, alle ore 16.00, in via Costituente 87, a Carbonia, verrà inaugurato il primo Centro di Domotica in Sardegna, un centro ricreativo sociale, punto di riferimento per l’integrazione e l’aggregazione dei ragazzi. L’iniziativa è organizzata dal comune di Carbonia e dall’associazione di volontariato “Le Rondini”, che gestirà la struttura, denominata “Domo Noa”, uno spazio appositamente strutturato e idoneo a favorire il processo di crescita e di integrazione sociale di persone disabili con forti bisogni di accompagnamento, al recupero di una relazione sociale e di autonomie personali per la propria cura e gestione quotidiana. I principali fruitori saranno disabili fisici e motori; disabili intellettivi e relazionali; soggetti con disabilità sensoriali e disabili gravissimi tracheotomizzati.

Il sindaco Paola Massidda esprime la sua soddisfazione per il decollo di una struttura inaugurata nel 2010, ma fino ad ora inutilizzata per i fini preposti: «Un’opera incompiuta che finalmente potrà prendere corpo favorendo lo sviluppo di una città sempre più moderna e inclusiva. Un progetto innovativo, unico in Sardegna, in grado di favorire la socializzazione, l’emersione delle potenzialità personali per rafforzare il senso di autostima e creare, attraverso processi di compartecipazione, il coinvolgimento delle famiglie. Il tutto, attraverso il lavoro di figure specializzate che opereranno in stretta sinergia con i volontari dell’associazione “Le Rondini”, recentemente distintasi per il meraviglioso progetto “Isola del Cuore”, attuato a favore dei disabili nella spiaggia di Maladroxia.»

«Si tratta di una struttura d’eccellenza e siamo orgogliosi che la nostra città possa fregiarsene, garantendo un servizio fondamentale per i disabili con attività mirate al sostegno e alla consulenza psicologica, all’attività di integrazione sociale, alla terapia occupazionale, ai laboratori di gruppo, alle attività motorie e alla consulenza tecnica per il miglioramento dell’accessibilità», ha rimarcato l’assessore dei Servizi sociali, Loredana La Barbera.

L’inaugurazione del centro “Domo Noa” prevede una visita guidata all’interno della struttura e, a seguire, un piccolo rinfresco.

Interverranno all’iniziativa il sindaco Paola Massidda, l’assessore ai Servizi sociali Loredana La Barbara, il presidente dell’associazione di volontariato “Le Rondini” Franca Boi e il direttore scientifico dell’associazione Leonardo Tola.