29 September, 2022
HomePosts Tagged "Manlio Castagna"

Ospite d’onore della terza edizione di How To Film The World, rassegna biennale del Carbonia Film Festival, è Alexander Nanau, che sarà il protagonista della giornata di domani.

Nella serata di venerdì 8 ottobre, dalle 21.00 al Cine-Teatro Centrale di via Roma, il regista rumeno presenterà al pubblico del festival il suo acclamato Collective, film che gli è valso una doppia candidatura agli Oscar 2021 come miglior film straniero e miglior documentario. Collective indaga sulla corruzione del sistema sanitario in Romania degli ultimi anni a partire da un fatto di cronaca, ovvero il terribile incendio alla discoteca Colectiv a Bucarest che causò la morte di 27 persone.

Presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2019Collective è un documentario d’inchiesta che è riuscito ad imporsi all’attenzione internazionale ottenendo consensi di pubblico e critica e riconoscimenti in diversi festival.

Al termine della proiezione Alexander Nanau incontrerà il pubblico del festival e nella mattinata di sabato 9 sarà protagonista di una masterclass con i ragazzi del Programma Carbonia Cinema Giovani.

Altri due appuntamenti della giornata di venerdì saranno dedicati ai giovani spettatori: al  mattino il regista Suranga D. Katugampala presenterà il suo Per un figlio agli studenti delle scuole del territorio, film che racconta i drammi del quotidiano e le difficoltà d’integrazione di un ragazzo cresciuto lontano dal suo Paese d’origine (dalle 9,30 alla Fabbrica del Cinema). Mentre alle 17.00, negli spazi della Biblioteca Comunale, Manlio Castagna, autore, sceneggiatore e regista, presenterà il suo libro 116 film da vedere prima dei 16 anni (Mondadori), un manuale di film imperdibili da vedere prima di diventare grandi.

In programma anche la presentazione del documentario VR Babel – Il giorno del giudizio di Manuel Coser, Gianluca De Serio, Andrea Grasselli, Guido Nicolás Zingari, documentario interattivo che costruisce un’esperienza immersiva in realtà virtuale, in cui si intrecciano le esperienze di tre Richiedenti Asilo in attesa di giudizio. La presentazione dell’installazione, che sarà fruibile sino al 17 ottobre, sarà venerdì, alle 19.00, alla Biblioteca Comunale alla presenza di Francesco Bachis, antropologo dell’Università di Cagliari.

Gli appuntamenti di Carbonia Film Festival – How to Film the World sono gratuiti fino ad esaurimento dei posti disponibili.

[bing_translator]

Da domani a lunedì 8 ottobre, la Biblioteca comunale di viale Arsia, a Carbonia, ospiterà il 13° Festival di Letteratura per ragazzi “Tuttestorie”, quest’anno intitolato “Voglio l’erba delle stelle. Racconti, visioni e libri dei Desideri”. La tappa cittadina del Festival è curata dallo SBIS (Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis), in collaborazione con il Comune di Carbonia.
«Siamo onorati di poter organizzare il Festival Tuttestorie, un evento di successo, che ha ricevuto lo scorso anno la EFFE Label, un marchio di qualità attribuito alle eccellenze fra i festival attivi in Europa in campo culturale. È un’iniziativa di promozione della lettura che da diversi anni sta registrando una crescita della domanda da parte delle scuole – ha detto il sindaco Paola Massidda -. Gli alunni partecipano con grande entusiasmo, incentivati dalla possibilità di incontrare e conoscere alcuni tra gli autori più prestigiosi nel panorama della Letteratura per ragazzi: Lara Albanese, Elisabetta Garilli, Alessandro Riccioni, Paolo Di Paolo, Guido Sgardoli, Manlio Castagna, Sara Marconi, GUD (Daniele Bonomo).»
«La collaborazione tra scuole e biblioteche del territorio è fondamentale per la buona riuscita di questo appuntamento», ha spiegato l’assessore alla Cultura Sabrina Sabiu, che ha ringraziato sentitamente anche il personale dello SBIS per il grande impegno profuso nell’iniziativa.
Presso la Biblioteca di Carbonia, polo di riferimento per tutto il bacino SBIS e oltre, si alterneranno circa 120 classi, per un totale di 2.000 alunni – accompagnati dai rispettivi docenti – provenienti da istituti di vario ordine e grado (dalla Scuola dell’Infanzia sino alle Superiori) di Carbonia, Cortoghiana, Is Gannaus, Is Meis, Serbariu, Carloforte, Giba, Masainas, Nuxis, Paringianu, Perdaxius, Portoscuso, San Giovanni Suergiu, Santadi, Sant’Anna Arresi, Sant’Antioco, Teulada, Terresoli, Tratalias, Villamassargia e Villaperuccio.
Nelle giornate dedicate alla manifestazione, negli spazi interni alla Biblioteca si svolgeranno 16 incontri con gli autori. Il Parco di Villa Sulcis diventerà per l’occasione “Il Parco dei desideri”, animato dalla presenza contemporanea dei tanti partecipanti, con accoglienza e allestimenti, a cura della Coop. Progetto SCILA e “Giocolierando con Riki”, e tante performance a sorpresa. Ci saranno stand espositivi delle librerie locali e si terranno i laboratori a cura di docenti e alunni del Liceo Gramsci-Amaldi di Carbonia, dell’Associazione GioCònDà, Sistema Museo Carbonia, Lughenè e Sezione di Storia Locale SBIS.
I ragazzi potranno apprezzare anche la mostra di illustrazione intitolata Carl Cneut. L’arte di raccontare con le immagini.

[bing_translator]

Rosalba Cossu.

Bruno Tognolini.

Approda a Sant’Antioco il Festival di letteratura per ragazzi “TutteStorie – Voglio l’erba delle stelle, Racconti, visioni e libri dei Desideri”, giunto alla tredicesima edizione. Ideato e organizzato dalla Libreria per Ragazzi Tuttestorie e progettato in collaborazione con lo scrittore Bruno Tognolini, ha come presidente onorario lo scrittore David Grossman. Il Festival sarà dedicato al tema dei Desideri, che verrà declinato fra incontri, laboratori, spettacoli, narrazioni, performance, installazioni ed eventi speciali, in un intreccio fra diverse forme d’arte e discipline.

La biblioteca comunale di Sant’Antioco sarà al centro di incontri con gli scrittori e dibattiti rivolti agli istituti scolastici cittadini, dalla scuola dell’infanzia a quelle primaria e secondaria di primo grado. «Con entusiasmo abbiamo aderito a questo prestigioso Festival di letteratura – commenta l’assessore alla Pubblica istruzione Rosalba Cossu – consapevoli dell’importanza che riveste la lettura fin dalla prima infanzia. Il libro è prezioso compagno di giochi, fonte di idee, di emozioni, di svago, importante contributo alla crescita e allo sviluppo del pensiero di ciascuno. Leggere è aprire la mente, trasformare le parole in immagini e concetti. Gli scrittori scrivono storie, i bambini le vivono. Se poi la lettura, promossa e guidata dagli stessi scrittori, è esperienza condivisa, rende più preziosa la sua forza educatrice. Il confronto delle proprie impressioni, scaturite dal mondo fantastico dei sogni infantili e dalla variegata fantasia, renderà i nostri bambini e i nostri ragazzi protagonisti di una magica festa, sostenuta dalla collaborazione  degli insegnanti. Con l’augurio che si liberino i sogni, volino i desideri».

Venerdì 5 ottobre, alle 9.00, la biblioteca di Piazza De Gasperi aprirà le porte alle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado, e ospiterà lo scrittore Manlio Castagna ed il suo libro “Petrademone”. Lunedì 8 ottobre sarà il turno delle quarte (ore 9.00) e delle quinte (ore 11.00) della scuola primaria. Ospite, Michele D’Ignazio, con “Storia di una matita”. Martedì 9 la pianista e compositrice Elisabetta Garilli illustrerà il suo testo “Tinotino Tinotina Tin Tin Tin” ai bambini della scuola dell’infanzia (ore 9.00) e alle prime della scuola primaria (ore 11.00). Per finire, mercoledì 10 ottobre, la scrittrice Sara Marconi presenterà il suo libro per ragazzi “Perceval, il ragazzo che voleva essere cavaliere”.