6 October, 2022
HomePosts Tagged "Marco Di Blasio"

[bing_translator]

Sabato sera, alle 21.00, al teatro Civico di Sinnai, verrà rappresentato “Musineri”, MinieraMinatoriMarcinelle1956, di Claudio Di Scanno.

Liberamente ispirato a Disamori vecchi e nuovi di Bruno Brancher e da documenti sulla tragedia mineraria del Bois du Cazier di MarcinellePremio Nazionale “Franco Enriquez” 2006 per la migliore interpretazione femminile, Primo premio quale miglior spettacolo al Festival del Monodramma 2008 di Umag – Croazia, con Susanna Costaglione, Marco Di Blasio.

Immagini tratte dal film documento Dèjà senvole la fleur maigre di Paul Meyer.

In ricordo dell’incidente minerario avvenuto l’8 agosto 1956 nella miniera di carbone del Bois du Cazier di Marcinelle, nei pressi di Charleroy, in Belgio, e alla testimonianza di Bruno Brancher, picaro scrittore e autore di Disamori vecchi e nuovi da cui sono tratti alcuni passaggi e che ha molto ispirato la scrittura scenica. Distante dalla “retorica della memoria”, Musineri ha per protagonista un personaggio che sembra scaturire direttamente dalle atmosfere felliniane: Nenè, detta La Flamand, una specie di Giulietta degli spiriti dal sorriso tragicomico che da vita e corpo alla storia di alcuni emigranti e minatori. Nel semplice intreccio di storie si racconta e si svelano, anche con una sorta di sorridente leggerezza, i retroscena della tragedia de Bois du Cazier, dando così vita, nella crudezza della vicenda narrata a momenti lirici di grande impatto scenico. A Marcinelle persero la vita 262 minatori di diversa nazionalità europea, la metà di questi erano italiani e circa la metà degli italiani provenivano dall’Abruzzo, in particolare dalla provincia di Pescara. Anche per questo è una memoria che ci appartiene…

Lo spettacolo è affidato alla pregnante interpretazione di Susanna Costaglione e alle musiche dal vivo di Marco Di Blasio. I contrappunti delle immagini filmiche contribuiscono a determinare un contesto scenico dai diversi e simultanei piani di lettura sonoro-visuali e narrativi, che ne fanno uno spettacolo molto stimolante.