18 May, 2024
HomePosts Tagged "Marco Uras"

[bing_translator]

Il futuro dietro l’angolo. Con gli ingegneri dell’Università di Cagliari in prima fila. Innovazione, ricerca avanzata e talento, un mix vincente quello degli specialisti del laboratorio di Telecomunicazioni coordinato da Daniele Giusto. Eccellenze all’opera nell’eccellenza del Diee (dipartimento ingegneria elettrica ed elettronica) dell’ateneo. La storia si apre a Ginevra. La città svizzera ha ospitato nei giorni scorsi la settimana internazionale su Internet delle Cose (IoT – Internet of things – week 2017, http://iot-week.eu). Senza dubbio e per distacco, l’evento più importante nello scenario mondiale del settore. Peraltro, ai lavori ha preso parte anche la Ieee (principale organizzazione mondiale di ingegneria elettronica che associa 420mila specialisti in 160 Paesi) con il primo Global IoT summit.

Il brand dell’ateneo mostrato con orgoglio. La competenza maturata in un contesto ideale per l’innovazione scientifica e il trasferimento tecnologico. In più ai ragazzi sardi piacciono le sfide. Universitarie e lavorative. Da qui il premio: durante la settimana su Internet delle cose, si è svolta la competizione Hackathon. Al via, quotati gruppi internazionali con progetti di sviluppo legati a un nuovo sistema IoT. Il primo premio è stato assegnato al team del laboratorio di Telecomunicazioni del Diee. Un risultato che premia le attività e le filiere di ricerca coordinate dal professor Daniele Giusto. Sul palco, Roberto Girau (assegnista di ricerca e capogruppo), Maura Pintor, Enrico Ferrara e Marco Uras (studenti del corso di laurea in Ingegneria delle telecomunicazioni). Il sistema sviluppato – identificato con l’acronimo Brb, Be right beach – fornisce informazioni agli interessati sullo stato delle spiagge, consentendo di pianificare gli spostamenti e ottimizzare la propria giornata al mare. Composto da due moduli per ogni spiaggia, uno a terra e uno in acqua, Brb fornisce news in tempo reale sullo stato dell’arenile, incluso il grado di affollamento e dell’acqua (torbidità, moto ondoso, eccetera). I dati sono raccolti dalla piattaforma cloud di Social IoT “Lysis”: la prima piattaforma del genere sviluppata al mondo, nata grazie alle competenze del gruppo di ricercatori coordinato dal Luigi Atzori, docente al Diee. Il premio ginevrino – assegno da cinquemila euro offerto da Siemens – è stato consegnato venerdì scorso durante la cerimonia di chiusura dell’evento.

La settimana Iot, Internet delle cose – impreziosita dal premio Hackathon 2017 – si è tradotta in un’altra prestigiosa vetrina per gli studenti di Ingegneria delle telecomunicazioni dell’ateneo di Cagliari. Una performance di successo che fa seguito ad iniziati ve di pregio quali il recente viaggio-studio in California con la visita alle aziende più note della Silicon Valley (Cisco, Facebook eccetera).

[bing_translator]

Sant'Antioco.

Ritorna a Sant’Antioco, dopo un anno di assenza e tantissime polemiche, “La laguna espone”, manifestazione fieristica nautica ed espositiva di prodotti e sapori isolani. L’edizione 2017, in programma da venerdì 2 a domenica 4 giugno, riproporrà, come nelle prime due edizioni, un’esposizione nautica, mercatini, degustazioni di prodotti locali, competizioni regionali, convegni ed eventi serali. In programma, in una veste rinnovata per questa edizione 2017, tante novità, a partire dagli appuntamenti Live della sera che animeranno il Lungomare cittadino.

«In questi ultimi anni, “La laguna espone” è diventata vetrina di spicco non solo per la nautica, settore rilevante per la nostra tradizione isolana e contesto in cui scoprire il patrimonio nautico che ha assicurato sostentamento alle popolazioni della laguna sulcitana – spiegano gli organizzatori – ma anche incontro di sapori, tradizione e cultura che con la nascita del Comitato Promotore  e la conseguente realizzazione della fiera, hanno segnato una tappa importante per il rilancio del Territorio. Anche quest’anno l’evento, riconosciuto dalle realtà economiche locali, sarà sicuramente l’occasione per far decollare un turismo sostenibile, legato alla nautica e alle produzioni e tradizioni tipiche.»

«Quest’anno, oltre a mantenere lo spirito iniziale della manifestazione – aggiunge Marco Uras, uno dei promotori – avrà una marcia in più ma sempre con l’obiettivo di promuovere il turismo e le attività economiche cittadine.»

A queste consolidate attività si affiancherà, inoltre, un’area interamente dedicata agli eventi live, arricchiti da musica e spettacolo. La conoscenza del patrimonio di tradizioni che hanno assicurato il presidio e la tutela del territorio, resta l’obiettivo prioritario del comitato. Inoltre, presso tutti i ristoranti convenzionati, si potrà gustare la buona cucina e i prodotti tipici, grazie ad un menù concordato ma anche ristorarsi presso tutti i locali del centro storico, senza contare che si potrà soggiornare presso le strutture ricettive cittadine, per permettere a visitatori e turisti di vivere qualche giorno all’insegna del divertimento e, soprattutto, alla scoperta dell’isola sulcitana.

«Sarà una manifestazione pensata a beneficio del paese», affermano gli amministratori comunali cittadini che quest’anno hanno sponsorizzato la fiera per promuovere la città e i suoi tesori.

La manifestazione fieristica è organizzata dal “Comitato Promotore La Laguna Espone”, in collaborazione con l’Associazione Culturale Gruppo Folk Isola di Sant’Antioco, consorzio Tanit Marina di Sant’Antioco e la società 3PTour che l’ha inserita nel circuito “Sapori di primavera 2017”.

Tito Siddi