25 September, 2021
HomePosts Tagged "Maurizio Ollargiu"

Simone Marini 1 copia

Una doppietta di Simone Marini nel secondo tempo regala al Carbonia la vittoria sul campo del Girasole e la salvezza diretta, nell’ultima giornata della stagione regolare del girone A del campionato di Promozione regionale, mentre l’Atletico Narcao, pur vittorioso per 2 a 1 sul Sant’Elena e protagonista di un eccezionale girone di ritorno, va ai play out. E’ questo l’esito delle partite di ieri che hanno regalato mille emozioni, soprattutto sul campo di Girasole, dove le due squadre si sono confrontate a viso aperto, segnando goal a grappoli. Basti pensare che dopo i goal iniziali di Demontis e Foddi che hanno portato il Carbonia sul 2 a 0, il Girasole ha rimontato ed effettuato il sorpasso sul 3 a 2, è stato raggiunto sul 3 a 3 su un’autorete e poi ha chiuso il primo tempo in vantaggio sul 4 a 3, risultato assolutamente inusuale in tutti i campionati.

In avvio di ripresa il Carbonia è stato capace di riportarsi in parità con il secondo goal di Marco Foddi, realizzato su calcio di rigore, ma ha poi subito ancora un goal del Girasole, tornato avanti sul 5 a 4 al 13′. A quel punto è entrato in scena l’uomo più rappresentativo del Carbonia, Simone Marini, che ha pareggiato subito sul 5 a 5 e al 25′ ha siglato il goal che vale la vittoria per 6 a 5 e un’intera stagione con la salvezza diretta, grazie alla miglior differenza reti, -11, rispetto all’Atletico Narcao (da parte sua impostosi non senza sofferenze per 2 a 1 sul Sant’Elena) che ha chiuso a -22 (i confronti diretti sono terminati entrambi in parità, 3 a 3 a Narcao e 0 a 0 a Carbonia).

L’Atletico Narcao affronterà nel play out il Serramanna che ieri ha fermato la Monteponi sul 2 a 2 (la squadra rossoblù ha chiuso al 5° posto, prima tra le squadre sulcitane), in partita unica che si sul proprio campo, grazie alla migliore posizione di classifica.

La Ferrini ha pareggiato 1 a 1 il match casalingo con il Siliqua, guadagnando così la promozione diretta con un solo punto di vantaggio sulla Kosmoto Monastir che ha travolto il già retrocesso San Vito con il punteggio di 7 a 1. La stessa Kosmoto Monastir e il Siliqua si sono qualificate per la Coppa Promozione.

Pallone

Il Carbonia travolto a Siliqua (1 a 6, con cinquina di Cacciuto) è stato raggiunto dall’Atletico Narcao (2 a 2 con la Monteponi) a 29 punti ed ora la lotta per evitare i play out è incertissima, a 180 minuti dalla conclusione della stagione regolare del girone A del campionato0 di Promozione regionale, coinvolgendo anche il Guspini (ieri 0 a 5 sul campo della capolista Ferrini) e il Pula (1 a 1 a Orroli) che si trovano a quota 32 punti.

La squadra di Maurizio Ollargiu a Siliqua ha vissuto la giornata più nera del campionato ed ora deve cercare di dimenticare subito quanto è accaduto, per affrontare con la massima concentrazione gli ultimi due delicatissimi impegni che l’attendono, domenica prossima in casa contro la vicecapolista Kosmoto Monastir, la settimana successiva sul campo del Girasole, squadra ormai privi di stim0li, come conferma la sconfitta interna subita ieri con il Sant’Elena (2 a 3).

L’Atletico Narcao contro la Monteponi Iglesias s’è salvata nelle battute finali e sullo slancio degli ultimi risultati positivi, si presenta alle ultime due sfide stagionali con l’entusiasmo giusto: domenica giocherà uno scontro diretto a Guspini, poi chiuderà in casa con il Sant’Elena. Il Guspini, da parte sua, dopo il confronto diretto con l’Atletico Narcao, chiuderà sul campo dell’Orrolese; il Pula, infine, domenica ospiterà il Serramanna e poi giocherà ad Arbus.

In testa, la Ferrini di Franco Giordano conserva un punto di vantaggio sulla Kosmoto Monastir (vittoriosa per 3 a 2 a Elmas, contro la Frassinetti) e nella corsa per la promozione diretta sarà impegnata prima sul campo del Sant’Elena, poi in casa con il Siliqua; la Kosmoto Monastir, da parte sua, giocherà prima a Carbonia, poi in casa con il San Vito.

Ieri, sugli altri campi, l’Arbus ha battuto nettamente il San Vito, 4 a 1, mentre il Serramanna ha regolato il Progetto Sant’Elia con il punteggio di 2 a 0.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, continua il testa a testa tra Villacidrese (3 a 0 a Gonnesa) e Senorbì (2 a 0 in casa con il Gonnosfanadiga), appaiate a quota 61 punti a 180 minuti dalla fine della stagione regolare. Al terzo posto c’è sempre il Carloforte, nonostante l’inatteso ko interno (0 a 2) subito ad opera del Real Villanovatulo che si è avvicinato a un solo punto. L’Iglesias ha vinto il derby con la Fermassenti, 2 a 1, ed ora, a un solo punto dalla coppia formata da Tratalias e Seui Arcueri, può centrare la salvezza diretta, risultato insperato appena un mese fa.

Netta vittoria, come da pronostico, per il Sant’Antioco contro il già retrocesso Escalaplano, 4 a 1, mentre il Tratalias perdendo in casa con l’Halley Assemini, 3 a 2, e ha messo a rischio la sua posizione di classifica in prospettiva salvezza. Sugli altri campi, 1 a 1 sia tra Seui Arcueri e Andromeda sia tra Libertas Barumini e Sadali.

Pallone

Il Carbonia cede in casa alla Frassinetti (1 a 3) e l’Atletico Narcao, corsaro a Pula (2 a 1, con goal di Borelli e Frau), riapre i giochi per la salvezza diretta a tre giornate dalla fine del girone A del girone A del campionato di Promozione regionale. Un mese fa, il 15 marzo, dopo la larga vittoria di Guspini (4 a 1) e la concomitante netta sconfitta interna dell’Atletico Narcao (0 a 4 con la Kosmoto Monastir), il Carbonia 8 punti di vantaggio sulla quart’ultima posizione, occupata dalla squadra di Damiano Bartoli, e la partita per la salvezza diretta sembrava cosa fatta a vantaggio della squadra di Maurizio Ollargiu. Sono bastate tre giornate, invece, per rimettere tutto in discussione. Il Carbonia ha pareggiato 2 a 2 sia in casa con l’Arbus sia a Quartu con il Sant’Elena e ieri ha perso 3 a 1 con la Frassinetti, mentre l’Atletico Narcao ha fatto filotto con un triplice 2 a 1, prima a San Vito, poi in casa con il Progetto Sant’Elia e ieri a Pula. Ora le due squadre sulcitane si giocheranno tutto nelle ultime tre giornate, nelle quali il Carbonia dovrà cercare di difendere l’ultimo punticino si vantaggio che gli è rimasto. Sulla carta il calendario è dalla parte dell’Atletico Narcao che giocherà in casa con la Monteponi Iglesias, a Guspini e, infine, in casa con il Sant’Elena; il Carbonia, da parte sua, giocherà a Siliqua, in casa con la capolista Kosmoto Monastir che, superando di misura l’Arbus (1 a 0) ha riconquistato la vetta proprio ieri, agganciando la Ferrini fermata sul 2 a 2 a Iglesias, e, infine, sul campo del Girasole.

La rimonta dell’Atletico Narcao e, soprattutto, l’impresa di ieri a Pula, ha ricacciato in piena corsa play out anche lo stesso Pula (31 punti) e non esclude il Guspini (32), che pure ieri ha travolto il Girasole per 4 a 1. Il Pula è atteso da due trasferte, a Orroli e ad Arbus, tra le quali si inserisce la partita interna più abbordabile con il Serramanna. Il Guspini, da parte sua, giocherà sul campo della Ferrini, in casa con l’Atletico Narcao e a Orroli.

Ricordiamo che la formula dei playout prevede che la 13ª e 14ª classificata di ciascuno dei due gironi si affronteranno in un gara di playout per la permanenza nel campionato di Promozione. La gara di playout, per la permanenza nel campionato di Promozione, non verrà disputata se la differenza punti tra la 13ª e la 14ª classificata sarà uguale o superiore a 10 (dieci). In questo caso retrocederà direttamente nel campionato di Prima Categoria la 14ª classificata. Gara unica in casa della 13ª classificata 13ª girone A contro 14ª girone A 13ª girone B contro 14ª girone B. Le squadre perdenti retrocederanno nel campionato di Prima Categoria. Se i tempi regolamentari dovessero terminare in parità, verranno disputati due tempi supplementari da 15’ ciascuno. Persistendo parità retrocederà nel campionato di Prima Categoria la squadra peggio piazzata al termine del campionato.

La Monteponi, con Alessandro Cuccu in panchina al posto dell’esonerato Maurizio Erbì (è il terzo esonero dopo quelli di Vittorio Corsini e Graziano Milia) ha rimontato due goal in casa alla capolista Ferrini, con Ferraro e Piras, in goal al 36′ e al 48′ del secondo tempo.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, è testa a testa tra Serbì e Villacidrese, appaiate in testa con 58 punti, dopo il pari della prima a Siurgus Donigala con l’Andromeda (2 a 2), raggiunto al 90′ e la chiara vittoria della seconda sul Tratalias (2 a 0). La formula del campionato prevede una promozione diretta e un play off per la seconda classificata di ciascuno dei quattro gironi ammesse alla “Coppa Prima Categoria”. La graduatoria finale della “Coppa Prima Categoria” corrisponderà alla graduatoria ripescaggi per l’ammissione al campionato di Promozione. 1° turno (gara unica in campo neutro): gara-1) 2ª girone A contro 2ª girone B gara-2) 2ª girone C contro 2ª girone D Se i tempi regolamentari dovessero terminare in parità, verranno disputati due tempi supplementari da 15’ ciascuno. Persistendo parità si batteranno i calci di rigore secondo la normativa vigente. 2° turno (gara unica in campo neutro): gara-3) vincente gara-1 contro vincente gara-2 gara-4) perdente gara-1 contro perdente gara-2. Se i tempi regolamentari dovessero terminare in parità, verranno disputati due tempi supplementari da 15’ ciascuno. Persistendo parità si batteranno i calci di rigore secondo la normativa vigente. La gara-3 oltre a determinare la vincitrice della “Coppa Prima Categoria” stabilirà la prima e la seconda posizione nella graduatoria dei ripescaggi, per l’ammissione al campionato di Promozione; la gara-4 determinerà la terza e la quarta posizione nella stessa graduatoria.

Ieri il Carloforte ha violato il campo della Fermassenti con il punteggio di 3 a 1, rafforzando il suo terzo posto sulla Libertas Barumini, fermata sul 2 a 2 sul campo dell’Halley ad Assemini e sul Real Villanovatulo che ha battuto nettamente il Sant’Antioco per 4 a 1, distanziate di quattro punti. Vittoria esterna per l’Iglesias a Gonnosfanadiga (2 a 1) e nuove speranze di riaggancio al Seui Arcueri, battuto 5 a 1 a Sadali ed ora distante 3 punti al quart’ultimo posto, e al Tratalias, lontano 4 punti. Netta vittoria anche per il Gonnesa a Escalaplano, 4 a 2,

 

 

Il nuovo ko subito sul campo del Girasole, il terzo delle ultime quattro giornate (2 punti nelle ultime cinque), potrebbe aver spento anche le ultime speranze di rimonta della Monteponi verso il traguardo dei play off. La squadra rossoblù ieri pomeriggio ha sperato di riuscire ad invertire la tendenza negativa, quando è passata in vantaggio con un calcio di rigore trasformato da Ferraro, ma ha subito poi la rimonta dei padroni di casa, impostisi con due goal realizzati a cavallo tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa. La Monteponi è stata distanziata in classifica anche dalla Frassinetti Elmas ed agganciata al quinto posto dall’Orrolese.

Il Carbonia di Maurizio Ollargiu ha confermato ancora una volta i progressi palesati nel girone di ritorno e, contrariamente a quanto è accaduto la settimana prima, quando è stato rimontato dal 2 a 0 dall’Arbus, a Quartu, sul campo del Sant’Elena, è stato capace di rimontare due volte lo svantaggio, agganciando il 2 a 2 definitivo al quinto minuto di recupero, tra le proteste dei padroni di casa. Ancora Marini e Demontis a segno. I biancoblù hanno visto ridotto da 6 a 4 punti il margine sulla quart’ultima posizione, occupata dall’Atletico Narcao, impostosi a sua volta a una manciata di minuti dal termine con un goal di Frau, un minuto dopo essere stato raggiunto dal Progetto Sant’Elia, che con un rigore trasformato da Sanna aveva saputo rimontare il goal iniziale di Piras. La squadra di Damiano Bartoli ha allungato ancora sul Serramanna che ha pareggiato con la vicecapolista Kosmoto Monastir ed accusa 8 punti di ritardo.

Sugli altri campi, nuova vittoria della Ferrini sul Pula, 2 a 0, ora avanti di 3 punti sulla Kosmoto Monastir; vittoria dell’Orrolese sul San Vito, 3 a 1; impresa esterna della Frassinetti Elmas ad Arbus, 1 a 0 e vittoria casalinga per il Siliqua, sempre più sicuro al terzo posto, con il 2 a 1 sul Guspini.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, la capolista Senorbì ha travolto il Real Villanovatulo, con un punteggio tennistico, 6 a 2, e conserva un margine di due punti sulla Villacidrese, impostasi sull’Halley Assemini per 4 a 1. Non ha giocato il Carloforte per la rinuncia dell’Escalaplano e dovrebbe avere vittoria a tavolino per 3 a 0, e mantenere così due punti di vantaggio sulla Libertas Barumini, vittoriosa di misura sul Gonnosfanadiga per 2 a 1, e quattro sul Real Villanovatulo.

Giornata favorevole all’Iglesias che ha travolto il Sant’Antioco per 4 a 0, mentre la Fermassenti è stata battuta con un pesante 5 a 2 sul campo del pericolante Seui Arcueri. Pari, infine, sia tra Tratalias ed Andromeda, 1 a 1, sia tra Gonnesa e Sadali, 3 a 3.

Simone Marini 1 copia

Simone Marini 1 copia

Una doppietta messa a segno da Simone Marini nel primo tempo non è stata sufficiente al Carbonia per centrare con l’Arbus una nuova vittoria, nel campionato di Promozione regionale, giunto alla decima giornata del girone di ritorno. Subito un goal al quarto d’ora della ripresa, la squadra di Maurizio Ollargiu ha fallito il colpo del ko, soprattutto con Marco Foddi che ha colto una traversa con un delizioso pallonetto che ha scavalcato il portiere ospite e, sul capovolgimento di fronte,ha subito la beffa del goal che ha regalato all’Arbus un pari a quel punto insperato. Il pari consente al Carbonia di tenere un margine di vantaggio rassicurante sulla quota salvezza, che ora è di 6 punti in virtù dell’impresa compiuta dall’Atletico Narcao a San Vito, dove negli ultimi dieci minuti ha saputo rimontare un goal subito al 10′ del primo tempo. Con questi tre punti, l’Atletico Narcao mette praticamente al sicuro il quart’ultimo posto, grazie alla vittoria della Frassinetti Elmas sul Serramanna (3 a 0), ora distanziato di ben 6 punti dalla squadra di Damiano Bartoli.

La Monteponi non è riuscita ad andare al di là del pari, senza goal, con il Siliqua, salvato da un errore di Foti dal dischetto e da un palo colpito dallo stesso attaccante rossoblù, e si è vista raggiungere al quarto posto dalla Frassinetti, a quattro punti dalla quota play-off, occupata dal Siliqua. Nonostante il periodo decisamente negativo, la Monteponi non ha ancora perso le ultime speranze di accesso ai play-off, ma nelle ultime cinque giornate dovrà fare bottino pieno o quasi e sperare in qualche distrazione del Siliqua.

In testa alla classifica la Ferrini con la netta vittoria esterna sul Progetto Sant’Elia (5 a 1) ha scavalcato la Kosmoto Monastir, fermata sul pari interno dall’Orrolese (2 a 2). Parità, 1 a 1, infine, tra Guspini e Sant’Elena, e larga vittoria del Pula sul Girasole per 3 a 1.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, situazione immutata al vertice della classifica, dopo le vittorie del Senorbì sul campo della Fermassenti (2 a 1) e quella della Villacidrese a Escalaplano (4 a 0), con le due squadre divise da due punti. Si allontana ancora il Carloforte che resta terzo ma dopo la sconfitta di Sant’Antioco, decisa nel finale da un calcio di rigore trasformato da Lenzu, s’è vista avvicinare dal Real Villanovatuolo, impostosi sull’Iglesias per 3 a 1 ed ora a un solo punto dai tabarchini, e dalla Libertas Barumini, vittoriosa per 3 a 1 sul campo dell’Andromeda, a Siurgus Donigala, lontana solo due punti dalla terza posizione.

Sugli altri campi, impresa del Tratalias a Sadali, 1 a 0; secco ko per il Gonnesa sul campo dell’Halley, ad Assemimi, 3 a 0; vittoria all’inglese per il Gonnosfanadiga sul Seui Arcueri, 2 a 0.

Maurizio Ollargiu.

Maurizio Ollargiu.

Una formazione del Carbonia 2014-2015.

Una formazione del Carbonia 2014-2015.

Sorride solo il Carbonia, tra le squadre sulcitane, nella nona giornata di ritorno del girone A del campionato di Promozione regionale.

La squadra di Maurizio Ollargiu ha confermato la crescita degli ultimi mesi, andando a vincere alla grande sul campo del Guspini, con il largo punteggio di 4 a 1, contro la squadra che solo sette giorni fa aveva espugnato lo stadio Monteponi di Iglesias. L’impresa assume un significato ancora più marcato se si c0nsidera che è stata centrata in rimonta, con una quaterna realizzata nel secondo tempo, con reti di Foddi, Loddo, Demontis e Marini. Questi tre punti consentono ai minerari di portare a 8 punti il margine sulla quota salvezza e di avvicinare e quasi agganciare con 27 punti, lo stesso Guspini e il Pula, travolto con l’identico punteggio di 4 a 1 a Siliqua, appaiate a quota 28 punti.

La giornata è stata nerissima per la Monteponi, travolto a Quartu dal Sant’Elena, anche in questo caso con il punteggio di 4 a 1. Subito un goal dopo un quarto d’ora, la Monteponi è stata capace di pareggiare in avvio di ripresa con Puddu ma alla distanza è crollata, subendo altri tre goal. Per la squadra rossoblù, a questo punto, è crisi, con il rischio concreto di non riuscire ad agganciare, dopo la vetta, neanche la quota play-off, ora lontana ben 4 punti. L’involuzione subita dalla squadra nel girone di ritorno è stata davvero notevole, se solo si pensa che la squadra ha virato a metà stagione al terzo posto, con 29 punti, a voli 3 punti dalla testa della classifica (occupata dalla coppia Kosmoto Monastir-Ferrini Cagliari), ed ora è quarta a ben 11 punti dalla capolista Kosmoto Monastir e a 10 dalla Ferrini.

L’Atletico Narcao, com’era abbastanza prevedibile, è stato battuto nettamente in casa dalla capolista Kosmoto Monastir con il punteggio di 4 a 0, con due goal per tempo, ed ora, visto che il Carbonia se n’è ormai andato ed è distante 8 punti, ritardo difficilmente colmabile nelle ultime 6 giornate, deve pensare a difendere il quart’ultimo posto, con 3 punti di margine sul Serramanna e 5 sul San Vito, che consente di affrontare il play out salvezza sul proprio campo. La vincente si salverà, la perdente giocherà i triangolari contro le otto seconde classificate dei campionati di Seconda categoria. La 1ª e la 2ª classificata di ciascun triangolare giocheranno in Prima categoria nella stagione 2013-14, unitamente alla vincente dei due turni di spareggi, in campo neutro, tra la terze classificate dei due triangolari. La perdente del secondo turno di spareggi occuperà il primo posto nella graduatoria per eventuali ripescaggi.

La giornata è stata particolarmente ricca di goal (30 in 8 partite), grazie anche al tennistico 6 a 0 inflitto dalla vicecapolista Ferrini Cagliari al San Vito. L’Arbus ha vinto a Serramanna, 2 a 1; l’Orrolese ha battuto di misura la Frassinetti Elmas, 1 a 0, stesso punteggio con il quale il Girasole ha regolato il Progetto Sant’Elia.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, giornata favorevole alle due squadre di testa che hanno vinto ed allungato sulle inseguitrici. La capolista Senorbì ha superato per 2 a 1 il Carloforte, con un goal a 13′ dalla fine dopo il pari immediato di Lazzaro che al 18′ era stato capace di rimediare al goal subito all’11’, scivolato a 9 punti dalla vetta ma sempre con 3 punti di vantaggio sul Sadali, battuto sul campo dell’Halley Assemini per 2 a 1, ed ha mantenuto 2 punti di vantaggio sulla Villacidrese, impostasi pure con un solo goal di scarto, 3 a 2, sull’Andromeda, con il goal decisivo realizzato all’83’.

Giornata no per il Sant’Antioco, superato per 3 a 1 dal Seui Arcueri, e per il Gonnesa, battuto in casa per 2 a 1 dal Gonnosfanadiga e superato in classifica, al terz’ultimo posto, utile per la partecipazione ai play out salvezza, dall’Iglesias che ha travolto l’ormai rassegnato Escalaplano per 6 a 0. Vittoria della Libertas Barumini sul real Villanovatulo, 2 a 0, e pareggio con molti goal, 2 a 2, infine, tra Tratalias e Fermassenti, con una punta di rammarico per gli ospiti, raggiunti a 9′ dal termine.

L’ultimo turno di campionato è stato a tinte chiaro/scure per le squadre sulcitane. Il ko interno subito con il Guspini allontana la Monteponi dalla vetta, il Carbonia più vicino alla salvezza. Il Siliqua vince in trasferta e sorpassa la Monteponi al terzo posto, per l’Atletico Narcao un brusco risveglio sul campo della Frassinetti, a Elmas.

Per la Monteponi non è decisamente un periodo positivo. Un punto conquistato in due consecutive partite casalinghe (2 a 2 con il Carbonia e 0 a 1 con il Guspini, goal dell’ex Porcu) sono un bilancio troppo misero per non parlare di crisi, soprattutto dopo che la società le ha tentate veramente tutte, cambiando ben due volte allenatore in poche settimane, per scuotere la squadra e riportarla sulla strada che in avvio di stagione l’aveva portata in testa alla classifica, in piena corsa per la seconda promozione consecutiva. Ora, ormai irraggiungibile il primo posto che vale la promozione diretta (lontano 8 punti a sette giornate dalla conclusione della regular season), l’obiettivo sono i play-off e quindi il secondo posto (comunque lontano 7 punti) o il terzo, appena lasciato al Siliqua ma distante un solo punto. La prima verifica si avrà domenica a Quartu, sul campo del Sant’Elena.

Il Carbonia vive una fase decisamente positiva. Nelle ultime nove giornate la squadra di Maurizio Ollargiu ha perso una volta sola, in casa contro l’Orrolese, e dopo il bel pari del derby di Iglesias ha superato un ostacolo fondamentale in prospettiva salvezza, il Serramanna, con due goal di Demontis. I tre punti hanno consentito ai biancoblù di portare a 8 punti il margine di vantaggio sul Serramanna, terz’ultimo, e a 5 punti sull’Atletico Narcao. Il calendario dà ancora una grande chance al Carbonia, domenica prossima, sul campo del Guspini, reduce dall’impresa di Iglesias, distante in classifica solo 4 punti, al pari del Pula. Un’altra vittoria probabilmente varrebbe la salvezza certa a 6giornate dalla fine del torneo.

Il pesante ko di Elmas, 0 a 5, ha frenato la rimonta dell’Atletico Narcao che resta comunque in piena corsa per la salvezza, raggiungibile attraverso i play out (al momento l’avversario sarebbe il Serramanna che deve difendere due punti di vantaggio sul San Vito. Il calendario, nell’immediato, non è purtroppo alleato della squadra del presidente Tullio Argiolas, che domenica prossima ospiterà la capolista Kosmoto Monastir, fermata sull’1 a 1 interno domenica scorsa nel confronto diretto con la Ferrini, ma sempre in smaglianti condizioni di forma.

Il Siliqua di Marco Piras è in chiara ripresa dopo un periodo negativo. La vittoria di misura ottenuta sul campo del Progetto Sant’Elia ha consentito il sorpasso sulla Monteponi e il mantenimento di un margine di tre punti sulla Frassinetti Elmas, squadra che conserva ambizioni da terzo posto. La squadra è attesa ad una conferma domenica prossima nel confronto casalingo con il Pula.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, domenica c’è stato il sorpasso in testa alla classifica, con il Senorbì che si è ripreso la posizione a lungo tenuta all’inizio e popi ceduta alla Villacidrese, tre giorni fa caduta sorprendentemente a Sadali con un netto 2 a 0. La neo capolista ha attraversato un periodo di crisi tra fine novembre e metà gennaio, quando ha raccolto solo 3 punti in 7 partite (passando da +5 a -8 dalla Villacidrese), ed ha iniziato la risalita proprio nel vittorioso confronto diretto con la Villacidrese, passando in altre 7 giornate da – 8 a + 2.

Alle spalle delle due squadre che hanno fin qui caratterizzato la lotta al vertice, c’è il Carloforte che, dopo la bufera interna che ha portato alle dimissioni di Walter Poncellini con il nuovo tecnico Massimo Comparetti in panchina (ritornato dove era stato fino allo scorso anno) ha travolto l’Iglesias, 5 a 2, e si mantiene al terzo posto, utile per partecipare ai play off promozione, insidiato dal Sadali (a 3 punti) e dal Real Villanovatulo (a 4 punti).

L’ottava giornata del girone di ritorno ha registrato la brillante vittoria della Fermassenti sulla Libertas Barumini (3 a 0) e solo sconfitte per le altre squadre sulcitane: 2 a 1 interno per il Sant’Antioco con la neo capolista Senorbì, 3 a 2 in clamorosa rimonta dopo lo 0 a 2 iniziale segnato dalle reti di Pinna al 5′ e al 12′ e goal decisivo al 93′, 6 a 2 per il Gonnesa a Siurgus Donigala, contro l’Andromeda.

Demontis - Carbonia copia

 

Il Carbonia ferma la Monteponi sul pari (2 a 2), l’Atletico Narcao non va al di là del pari (1 a 1) nel confronto casalingo con l’Arbus ma compie ugualmente un altro passetto avanti verso la salvezza. La settima giornata di ritorno del girone A del campionato di Promozione regionale ha offerto tante emozioni alle squadre sulcitane e alla fine l’unica delusa è la Monteponi che vede allontanarsi nuovamente la Kosmoto Monastir e la Ferrini, impostesi senza problemi rispettivamente sul campo del Girasole ( 4 a 0) e in casa contro la temibile Frassinetti Elmas (2 a 0) ed ora lontane 7 e 6 punti.

Il derby del Monteponi ha proposto un confronto profondamente diverso rispetto a quello dell’andata, vinto a mani basse dalla squadra rossoblù, allora guidata da Vittorio Corsini, per 5 a 1. L’inizio, con l’immediato goal del vantaggio iglesiente di Sanna già al 1′, ha portato qualcuno a pensare ad una replica della sfida del 2 novembre, ma la squadra di Maurizio Ollargiu ci ha messo poco a convincere tutti che sarebbe stata tutta un’altra musica. I biancoblù hanno reagito con grande determinazione e poco prima della mezz’ora (29′) hanno riportato il risultato in parità, con un calcio di rigore trasformato da Marco Foddi. E dieci minuti più tardi, ancora Marco Foddi con un secondo calcio di rigore, li ha portati addirittura in vantaggio.

La reazione della squadra di Maurizio Erbì non s’è fatta attendere. Il secondo tempo è stato quasi interamente di marca rossoblù ma la Monteponi non è riuscita ad andare oltre il pari, raggiunto subito da Marci (3′). Il finale ha visto il Carbonia difendersi con orgoglio e grande attenzione difensiva ed il risultato non è più cambiato. I biancoblù salgono a quota 21 punti, al quint’ultimo posto e sono attesi ora da una sfida salvezza casalinga quasi decisiva, contro il Serramanna, ieri travolto sotto 7 goal dall’Orrolese e terz’ultimo con 16 punti. Una vittoria porterebbe il Carbonia a + 8 e resterebbe in piedi la sfida con l’Atletico Narcao ed eventualmente Guspini e Pula, oggi distanti 4 punti, per evitare la quart’ultima posizione che porta al play out salvezza con la terz’ultima (le ultime due retrocedono direttamente in Prima categoria).

L’Atletico Narcao, contro l’Arbus, non è riuscito a centrare un’altra vittoria casalinga, ma ha confermato di essere ritornata in piena salute. Una partita sostanzialmente equilibrata, è stata decisa nel finale, quando gli ospiti sono riusciti a portarsi in vantaggio al 35′ con Tronci e sono stati raggiunti nel breve volgere di 3 minuti da un goal di Ibba. Con il punto conquistato l’Atletico Narcao si conferma al quart’ultimo posto, a due punti dal Carbonia e a 6 dalla coppia Guspini-Pula.

Sugli altri campi, il Guspini ha battuto il Pula (2 a 1) raggiungendolo in classifica a quota 25 punti, il Siliqua ha battuto il San Vito, 3 a 1, e il Sant’Elena ha avuto la meglio di misura sul fanalino di coda della classifica Progetto Sant’Elia per 1 a 0.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, posizioni invariate al vertice tra Villacidrese e Senorbì, impostesi rispettivamente sulla Fermassenti (2 a 1) e sull’Escalaplano (3 a 1) e divise ancora da un solo punto, mentre il Carloforte ha perso terreno non riuscendo ad andare al di là di un comunque prezioso 0 a 0 sul difficile campo della Libertas Barumini. Ora la squadra di Walter Poncellini, sempre al terzo posto, è a -7 dalla Villacidrese e a -6 dal Senorbì.

Bella vittoria esterna per l’Iglesias a Seui, 1 a 0, mentre sono terminate in parità le partite tra Gonnesa e Real Villanovatulo, 2 a 2, e tra Tratalias e Sant’Antioco, 1 a 1. Vittorie di misura per l’Halley Assemini contro il Gonnosfanadiga, 2 a 1, e per il Sadali contro l’Andromeda, 1 a 0.

Marco Foddi, doppietta "di rigore" alla Monteponi.

Marco Foddi, doppietta “di rigore” alla Monteponi.

_FMF0246 il primo gol della monteponi con foti

In Promozione è il giorno del derby Monteponi – Carbonia. Le due squadre arrivano a questo appuntamento con stati d’animo differenti: la squadra di Maurizio Erbi’ è reduce dal successo di Pula, quella di Maurizio Ollargiu dal ko interno con l’Orrolese. La Monteponi deve assolutamente vincere per non perdere contatto con Kosmoto Monastir e Ferrini, il Carbonia non può perdere per non farsi risucchiare nella zona più calda della classifica. Un motivo in più scaturisce dal risultato del derby d’andata, stravinto dalla Monteponi a Carbonia con un perentorio 5 a 1. Il derby sarà diretto da Davide Nurchi di Alghero, assistito da Francesco Meloni e Monica Ortu di Cagliari.
L’Atletico Narcao, in grande ripresa, ospita l’Arbus (dirige Luigi Cannas di Cagliari, assistenti di linea Davide Longo Vaschetti e Filippo Olla di Cagliari). Una nuova vittoria potrebbe rappresentare una svolta per affrontare con grande carica il finale di stagione.
Le altre partite in programma oggi sono Ferrini Cagliari – Frassinetti Elmas, Girasole – Kosmoto Monastir, Guspini – Pula, Orrolese – Serramanna, Sant’Elena – Progetto Sant’Elia e Siliqua – San Vito.
Nel girone B del campionato di Prima categoria, la capolista Villacidrese ospita la Fermassenti con la necessità di vincere per respingere l’assalto e il tentativo di sorpasso del Senorbì, ritornato ad un solo punto e atteso da una partita interna dall’esito scontato con il già rassegnato Escalaplano. IL Carloforte rischia a Barumini mentre Tratalias e Sant’Antioco si affrontano nel derby. Il Gonnesa ospita il Real Villanovatulo, quarto in classifica; l’Iglesias rende visita al Seui Arcueri. Completano il programma della giornata le partite Halley Assemini – Gonnosfanadiga e Sadali – Andromeda.

Monteponi e Atletico Narcao vincono in casa, il Carbonia raggiunto al 94′ a Pula. La quinta giornata del girone di ritorno è stata ampiamente positiva per le tre squadre sulcitane protagoniste del girone A del campionato di Promozione regionale.

La squadra di Maurizio Erbì si è sbarazzata senza difficoltà del Progetto Sant’Elia, formazione ultima in classifica in grande difficoltà, con una quaterna firmata da una doppietta di Musiu, Loddo e Piras.

L’Atletico Narcao ha confermato i progressi evidenziati nel derby di Carbonia, concluso in parità, superando la temibile Orrolese con un rigore trasformato da Ibba che l’ha portata in vantaggio e con una rete di Frau che nel finale ha rimediato al temporaneo pareggio ospite.

Il Carbonia a Pula ha visto sfumare in pieno recupero un successo che avrebbe ampiamente meritato. In vantaggio dopo appena tre minuti con un goal del giovane attaccante Foddi, la squadra di Maurizio Ollargiu ha saputo difendere il risultato senza particolari affanni, sfiorando anche il raddoppio, fino al 94′, quando, in dieci da una decina di minuti per l’espulsione di Loddo, è stato beffato dal goal di Pili. Per i biancoblù quello di ieri è il sesto risultato utile consecutivo.

Sugli altri campi, vittorie agevoli per la capolista Ferrini sul Serramanna, 2 a 0, e per la sua prima inseguitrice Kosmoto Monastir a Quartu, sul Sant’Elena, per 3 a 0; belle vittorie del Siliqua sulla Frassinetti Elmas, con doppietta di Cacciuto, per 2 a 1; per il Guspini sul San Vito, 2 a 0, e per il Girasole sull’Arbus, 1 a 0.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, il Sant’Antioco è riuscito a fermare sul nulla di fatto la capolista Villacidrese, rilanciando così le ambizioni del Senorbì che superando in trasferta la Libertas Barumini per 4 a 3 s’è riportato a un solo punto dalla vetta della classifica, e del Carloforte, corsaro per 3 a 2 a Gonnesa e nuovamente a cinque punti dalla capolista Villacidrese.

Sugli altri campi, buon pari per la Fermassenti a Sadali, 0 a 0, e per il Gonnosfanadiga a Siurgus Donigala con l’Andromeda, 1 a 1. Vittoria all’inglese, 2 a 0, per il Real Villanovatulo ad Assemini con l’Halley e “vendemmiata” per il Seui Arcueri sull’ormai rassegnato Escalaplano, per 8 a 0. Nell’anticipo, l’Iglesias aveva espugnato a sorpresa il campo del Tratalias, per 2 a 1.

Simone Marini 666 copia