22 February, 2024
HomePosts Tagged "Mauro Mibelli"

Al via dal 20 luglio e fino al 1 agosto la XXVII edizione del festival “Domusdeteatro Ilos de Istiu”, ideata e organizzata dall’associazione Ilos Teatro con il patrocinio dell’assessorato regionale della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, e con il contributo e la collaborazione delle cinque amministrazioni comunali in cui si svolgeranno gli eventi: Lula, Pattada, Posada, Onanì e Bitti.

Pattada sarà il Comune in cui giovedì 20 luglio prenderà il via il festival; in Piazza San Giovanni, Ilos Teatro porterà in scena uno spettacolo comico adatto ad adulti e bambini, “Cabaret” di e con Mauro Salis ed Elena Musio. Sempre in Piazza San Giovanni andranno in scena altri due spettacoli: martedì 25 luglio “Divertenti equivoci”, della compagnia La Bottega Dei Teatranti, regia di Alfredo Ruscitto; domenica 30 luglio la compagnia TeatrodInverno con “Il gatto dagli stivali”, spettacolo per famiglie con la regia di Giuseppe Ligios.

Particolare importanza merita la parte del festival che si svolgerà a Lula che, sostenendo il Progetto Europeo “Einstein Telescope”, avrà come sottotitolo “L’Universo dentro la Terra”. A far da filo conduttore ai quattro spettacoli previsti a Lula, presso il Cortile Oratorio Ex Asilo, sarà proprio il rapporto tra l’uomo e la scienza, con particolare attenzione all’astronomia e all’evoluzione umana e spirituale legata alla scienza. Tra questi spettacoli risaltano la produzione presentata da Ilos, lo Spettacolo-storico-poetico in limba “Cherridoras” che sarà in scena sabato 22 luglio, e la nuova produzione dei Figli D’Arte Medas, “Einstein Telescope…una voce dal cosmo”, con l’attore e regista Gianluca Medas ed il musicista Mauro Mibelli, in scena giovedì 27 Luglio.
Gli altri due spettacoli presentati a Lula saranno lunedì 31 Luglio “Bianca come la neve”, uno spettacolo per famiglie della compagnia L’Effimero Meraviglioso per la regia di Antonello Santarelli, mentre martedì 1 agosto chiuderà  il Festival la compagnia Teatro S’Arza con “La voce del Sentiero”, spettacolo di Teatro-musica con la regia di Romano Foddai.

A Posada, in Piazza Belvedere, andrà in scena domenica 23 luglio la replica dello spettacolo “Cherridoras”, della compagnia Ilos Teatro.

Mercoledì 26 luglio, a Onanì, nel cortile Scuola Elementare, la compagnia Tragodia presenta “Baracca e Burattori con Pinocchio”, spettacolo comico per famiglie con la regia di Virginia Garau.

L’altro comune coinvolto nel Festival “Domusdeteatro” sarà Bitti, dove venerdì 28 luglio, presso il Museo delle Arti Contadine, la compagnia Ilos Teatro presenterà lo spettacolo comico in limba “Sas Comares Luvulesas e le onde gravitazionali” di Elena Musio.

[bing_translator]

Lunedì 5 agosto, alle ore 12,00, presso la Hall Centrale dell’aeroporto di Olbia sarà presentata la 25ª edizione della Sagra del Mirto, in programma a Telti, dal 9 all’11 agosto.

Saranno presenti il Sindaco di  Telti Gianfranco Pinducciu, l’assessore del Turismo Alberto Pizianti, il Presidente della Pro Loco Marilena  Suelzu ed il direttore artistico Mauro Mibelli, rappresentanti dell’Associazione Ascunas ed i produttori di Mirto Galù, Petra Manna e La Neula.

Durante la conferenza stampa saranno illustrati tutti i dettagli della 25ª Sagra del Mirto.

 

[bing_translator]

COMUNICATO STAMPA

La Sagra del Mirto festeggia i suoi primi 25 anni

Telti (SS)  09-11 agosto 2019

Compie 25 anni, rappresenta il punto d’incontro ideale per artigiani e produttori, consumatori e curiosi, offre tradizione, folklore, gastronomia, accoglie oltre 20.00 visitatori in tre giorni; è la Sagra del Mirto di Telti.

Organizzata dalla Pro Loco di Telti, comune della provincia di Sassari, La sagra del Mirto, racconta molto del territorio che da 25 anni si presenta al pubblico proponendo ogni volta un aspetto sconosciuto della vita di ieri.

La sagra del Mirto è nata nel 1994, grazie all’intuizione di un gruppo di volontari che desiderava far scoprire le bellezze della zona ai turisti, prevalentemente abbagliati dal mare limpido e dalle spiagge della costa.  Si cominciò così, con il piacere di far rivivere tradizioni lontane, ai più sconosciute. Il rito della raccolta del mirto, divenne l’impegno principale e trasformò il succo ottenuto dalle piccole bacche viola, in un prezioso liquore, apprezzato ovunque. Grazie all’intuizione di quel periodo nacquero i primi produttori di liquore di mirto, oggi affermati e noti su scala nazionale.

Per la 25° edizione la Pro Loco ha deciso di organizzare una tre giorni ricca non solo di mirto e prodotti connessi, ma di spettacolo, artigianato,  curiosità, folklore e tradizione.

La Sagra pensa agli adulti ma anche ai bambini, per i quali è stato ideato un vero percorso fra gli artigiani. Non giochi e gonfiabili, ma racconti e curiosità da ascoltare dalla viva voce degli artigiani che spiegheranno ai piccoli  le tappe della vita di ieri: la trebbiatura, la tosatura e quest’anno anche la filiera della lana. Un modo originale per coinvolgere i più piccoli lasciando loro il ricordo indelebile di cose mai viste.

Il centro storico di Telti sarà dedicato agli artigiani e rappresenterà il cuore della sagra, tutto intorno gli espositori che anche per questa storica edizione saranno protagonisti con prodotti diversi e spesso originali.

Dal 9 all’11 agosto ogni sera sarà possibile seguire ogni sera uno spettacolo diverso. Il 9 agosto  andrà in scena la musica raffinata di Mauro Mibelli che suonerà la chitarra ed i mandoloncello, con lui la talentuosa Chiara Pilosu, Paolo Brandano alla fisarmonica, Beppe Albanese alle percussioni ed il maestro Luigi Lai alle launeddas. Il 10 agosto sarà la volta di Marino Derosas alla chitarra, con lui Paolo Zuddas alle percussioni, Fabrizio Leoni al contrabbasso, Barbara Magnoni voce. L’ultimo giorno l’11 agosto, tanto folklore.

Come ogni sagra che si rispetti, anche a Telti il cibo avrà la sua importanza. Grazie al lavoro dei tanti volontari e delle associazioni del territorio sarà possibile far gustare alle migliaia di persone che giungeranno, alcune fra le pietanze tipiche del territorio.

Telti ha un ricco patrimonio ambientale da offrire che, insieme alla sua identità culturale, ricca di tradizioni, saperi e sapori, ha nell’ospitalità uno dei punti cardine delle proprie note distintive. Un luogo da visitare.

La Sagra del Mirto ha il patrocinio della Regione Sardegna Assessorato Turismo e del comune di Telti. Il sostegno di Petramanna, la Neula e Galù, la preziosa collaborazione dell’associazione Ascunas e l’organizzazione è della Pro Loco di Telti.