7 July, 2022
HomePosts Tagged "Silvestro Biggio"

Si è svolta ieri, nella sala consiliare del comune di Portoscuso, la cerimonia di premiazione del Premio Letterario Città di Portoscuso “Su Marchesu”. Sono stati premiati i primi tre classificati e sono stati consegnati gli attestati di partecipazione ai presenti fra coloro che hanno aderito al concorso. La vincitrice è risultata Margherita Pellegrini, autrice di “Coraggio”, alla quale è andato un premio di 500 euro lordi; il secondo premio è andato ad un’autrice di Roma, Maria Cannavacciuolo, che riceverà 300 euro lordi; al terzo posto Cristina Contini, che ha ricevuto un premio di 200 euro lordi.
L’amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Giorgio Alimonda e dalla delegata alla Cultura Orietta Mura, ha ringraziato tutti coloro che hanno permesso la buona riuscita dell’evento culturale e in particolar modo i componenti della commissione valutatrice delle opere poetiche, composta dal dottor Silvestro Biggio; il maestro Renzo Sanna; la professoressa Valentini Zini; l’editore Giampaolo Cirronis; il dottor Daniele Pinna e la dottoressa Maria Luisa Lai.
Un ringraziamento, inoltre, è stato rivolto al presidente dell’Associazione II e III Età di Portoscuso, Nino Lugas, ex sindaco del paese, per la preziosa collaborazione ed il supporto offerto.

IMG_7728_MG_7684IMG_7705_MG_7687   IMG_7715 IMG_7718  IMG_7733 IMG_7736

Portoscuso 6

La buona idea di aver costituito, il 30 luglio 2014, a Portoscuso, l’associazione degli anziani offrirà almeno due vantaggi: il primo, quello di riunire le persone che hanno smesso di lavorare; il secondo, quello di vitalizzare Su Marchesu, l’immobile in cui ha sede l’associazione.

L’incontro fra pensionati della più varia estrazione, dagli artigiani ai tecnici, dagli insegnanti ai lavoratori di terra e mare, migliorerà non solo la qualità di vita degli iscritti, ma anche quella degli abitanti del paese.

Impegnarsi nel sociale, evitare l’isolamento degli anziani, partecipare ad iniziative pubbliche e private attraverso un sito web, far cultura in nome della storia del paese, ognuna di queste cose favorirà la nascita di proposte progettuali per Portoscuso ed il perseguimento di obiettivi di interesse comune.

Nello statuto dell’associazione la presenza degli iscritti è il punto fondamentale per l’avvio di ogni attività: collaborare col Comune ad un bando di poesie, approntare all’interno de Su Marchesu un albero di Natale, supportare i Vigili Urbani nell’attività di controllo all’ingresso ed all’uscita dei bambini dalla scuola, organizzare la festa del fritto misto, costituiscono alcune delle iniziative, fra le tante possibili …

Lo studio delle tradizioni storiche e culturali, la promozione del turismo, la salvaguardia delle bellezze del territorio e dell’abitato saranno il banco di prova dell’associazione, che si pone l’obiettivo di privilegiare la risorsa umana e organizzativa, rispetto alla difficoltà del reperimento delle sempre più scarse risorse finanziarie pubbliche. Sotto quest’ultimo profilo, sarà interessante vedere come l’associazione perseguirà gli obiettivi di bellezza del paese, non con l’analisi dei problemi, ma con la sintesi delle “soluzioni” proposte per la cura del verde, la pulizia ed il decoro di strade, piazze e costruzioni…

Silvestro Biggio