24 April, 2024
HomePosts Tagged "Silvia Fancello"

[bing_translator]

C’è un’immagine in Italia che circola ormai da giorni e che ha destato l’indignazione di associazioni femminili, ma anche di persone comuni che hanno ancora la capacità di protestare. Otto uomini, esponenti politici, seduti su un palco come ospiti di un convegno e cinque donne alle loro spalle che reggono ombrelli.

La grande platea sembra ancora disposta a sorbirsi le “ombrelline” nei box della formula uno o sui palchi del Giro d’Italia, perché in questa nazione c’è ancora il pregiudizio che se sei sportivo non puoi essere troppo istruito (vedi il caso Donnarumma) e di conseguenza ti viene perdonata ogni forma di sessismo. Nel mondo della politica invece, dove si suppone vi siano persone con una grande levatura morale e culturale, le “ombrellifere” non sono passate inosservate.

La commissione regionale Pari opportunità in Sardegna, proprio in questo momento sta cercando di lavorare non solo su problemi contingenti come la violenza di genere, ma mira soprattutto ad ottenere risultati a lunga scadenza con progetti di educazione nelle scuole e con un’attenzione particolare all’uso del corpo femminile nella comunicazione, pubblicitaria e non.

È pertanto nostro dovere non solo segnalare e stigmatizzare a prescindere dal compenso ricevuto dalle signore, l’immagine in questione come umiliante per le donne ed emblematica di una classe politica disattenta e maleducata, ma segnaliamo anche tutte quelle immagini e filmati dove le donne compaiono come “promessa di premio” al vincitore mentre il maschio è impegnato come sportivo o come politico a raggiungere traguardi importanti ai quali le donne possono al massimo contribuire reggendo il “manico”.

Sono forti queste parole, perché forte è l’offesa quotidiana che tali immagini ancora arrecano a ogni donna che cerca col proprio impegno di sfondare la cappa di maschilismo strisciante che ci delega a poco più che comparse.

Auspichiamo di non dovere più assistere a scene di questo genere in futuro e chiediamo agli esponenti maschili e femminili della politica, della cultura, dello sport e dello spettacolo a usare più attenzione. 

Silvia Fancello

CRPO Sardegna 

[bing_translator]

Si è insediata questa mattina a Villa Devoto, ala presenza del Capo di Gabinetto del presidente Filippo Spanu, la nuova Commissione regionale per la realizzazione della parità tra uomini e donne.
La Commissione, le cui componenti sono state nominate il 28 ottobre scorso dalla Presidenza del Consiglio regionale, resterà in carica per i prossimi tre anni svolgendo un ruolo divulgativo sulle questioni di genere e avrà una funzione di supporto e di consulenza nei confronti dell’azione politica della Giunta per garantire la parità di genere.
Fra i suoi compiti rientrano l’attività di studio sulle politiche di genere, l’elaborazione di proposte e la formulazione di pareri su iniziative legislative e amministrative, la valutazione in merito all’applicazione, nella Regione Sardegna, delle norme nazionali e regionali inerenti la condizione femminile, la promozione dell’accesso delle donne al lavoro.
Le nuove commissarie, che provengono da tutta la Sardegna e portano con sé una grande ricchezza di esperienze in vari campi legati al sociale e alle pari opportunità, sono Silvia Acunzo, Sabrina Carella, Irene Casalloni, Paola Casula, Barbara Congiu, Rosalba Crillissi, Silvia Fancello, Chiara Furlanetto, Alessandra Idili, Ombretta Ladu, Annalisa Lai, Rosa Maria Millelire, Gabriella Murgia, Enrica Olla, Pietrina Pileri, Loredana Sanna, Antonella Secchi, Elena Secci, Simona Spada, Alessandra Idili.
Nelle prossime settimane, la Commissione si riunirà per l’elezione della presidente e delle due vicepresidenti.