5 July, 2022
HomePosts Tagged "Youssou Pape Diop"

[bing_translator]

La capolista San Marco Assemini ’80 si è aggiudicata il big match interno con il Carloforte con un goal realizzato da Davide Farci al 30′ del primo tempo e continua a comandare la classifica del girone A del campionato di Promozione regionale, con 3 lunghezze di vantaggio sull’Arbus, impostosi sul difficile campo dell’Arborea, con identico punteggio. La squadra di Paolo Ledda ha resistito nel finale al forcing del Carloforte del neo tecnico Pasquale Lazzaro ed è riuscita a portare a casa un fondamentale successo, nonostante la prematura uscita dal campo di Davide Meloni, infortunatosi nelle battute iniziali dell’incontro. Per il Carloforte si tratta della terza sconfitta consecutiva che fa precipitare la squadra rossoblu a ben 7 punti dalla vetta.

La San Marco ha iniziato con piglio aggressivo: dopo 60 secondi Serra ha proposto un cross interessante, ma leggermente troppo lungo per Fanni. Poco dopo Matteo Tosi ha cercato la conclusione dai venti metri, con la palla alta di poco. Al 7’ la San Marco ha perso una delle pedine più importanti, Davide Meloni, a seguito di uno scontro con Youssou Pape Diop. Al suo posto è entrato Davide Farci. All’11’ la San Marco è andata ad un passo dal vantaggio: Fanni ha ricevuto da Mura, si è lanciato in fuga sulla sinistra ed ha calciato da posizione defilata: solo il palo ha salvato il Carloforte dalla capitolazione. Dieci minuti più tardi un nuovo tentativo del numero 10 asseminese è termina di poco alto sopra la traversa. La supremazia dei padroni di casa è stata coronata dal gol al 30′: Pilleri ha messo in mezzo su calcio di punizione, Farci è svettato ed ha battuto Grosso, siglando il goal dell’1 a 0.

Il Carloforte ha provato a reagire e Daddi è stato impegnato per la prima volta al 39’, disinnescando una conclusione pericolosa di Sanna. Sul finire del primo tempo Pilleri ha messo un altro bel pallone all’interno dei 16 metri, ma Porcu e Farci non sono riusciti a trovare la deviazione vincente.

Nella ripresa, al 18’, Farci è stato provvidenziale nel negare la gioia del gol a Bodano. Botta e risposta al 30’: prima una percussione di Lazzaro è stata bloccata da Sirigu, poi Farci, ben imbeccato da Fanni, ha calciato altissimo da posizione vantaggiosa. I tabarchini hanno provato il tutto per tutto nel finale, ma Daddi è stato ancora una volta attento sul tiro Achenza. Nel corso del lunghissimo recupero concesso dal signor Casula di Ozieri, la San Marco è andata vicina al raddoppio prima con Fanni, poi con Mastromarino. A un minuto dal termine sospiro di sollievo per mister Ledda, con Dinaro che ha salvato miracolosamente il risultato al termine di un’azione d’attacco del Carloforte. Pilleri e compagni hanno stretto i denti durante il forcing finale dei tabarchini e al triplice fischio hanno esultato per una vittoria di cruciale importanza per il prosieguo della stagione.

San Marco Assemini 80 – Carloforte 1-0

San Marco: Daddi, S. Tosi, D. Corda, Pilleri, Porcu, Sirigu, Meloni (dal 7’ pt Farci, dal 36’ Mastromarino), Serra (dal 43’ st Dinaro), Mura, Fanni, M. Tosi (dal 40’ st Cao). A disposizione: Muccione, Cordeddu, Barry Alseni. Allenatore: Paolo Ledda.

Carloforte: Grosso, Granara (dal 17’ st Uccheddu), Diop, Donnola, Recano, Pancotto, Lazzaro, Achenza, Pilosu (dall’11’st Iesu), Bodano (dal 38’ st Pintus), Sanna. A disposizione: Milia, Napoli, Leone, Garau. Allenatore: Pasquale Lazzaro.

Arbitro: Casula di Ozieri (assistenti di linea Siddi di Cagliari e Deriu di Oristano)

Marcatore: 30’ pt Farci (SM).

Ammoniti: 37’ pt Bodano (C), 41’ pt Mura (SM), 2’ st Pilleri (SM), 3’ st Sanna (C), 17’ st Sirigu (SM), 21’ st Muccione (SM), 50’ st Mastromarino (SM).

Il match winner Davide Farci.

Il match winner Davide Farci.

[bing_translator]

Le due sconfitte consecutive subite sul campo del fanalino di coda della classifica Quartu 2000 (0 a 1) e in casa con l’Arborea (0 a 3), sono costate al Carloforte il primato in classifica appena conquistato con la vittoria nel recupero infrasettimanale con il Vecchio Borgo Sant’Elia (con uno scivolamento al quarto posto, a 4 punti dalla capolista San Marco Assemini ’80 e a 1 dalla coppia Arbus-La Palma Monte Urpinu) e la panchina al tecnico Massimo Comparetti. Il presidente Giuseppe Buzzo, dopo aver sostituito Tony Poma dopo la terza giornata del girone d’andata (pari esterno, 2 a 2, ad Arborea) con Massimo Comparetti, esattamente 15 giornate più tardi, ancora dopo la partita con l’Arborea, questa volta persa 3 a 0 al Nuovo Comunale Puggioni, ha cambiato ancora, affidando la guida tecnica della squadra al 26enne Pasquale Lazzaro (nato il 7 giugno 1991). Il nuovo tecnico era stato tesserato a inizio stagione come calciatore ma è già stato sulla panchina rossoblu due stagioni fa (anche allora come terzo allenatore, dopo Massimo Comparetti e Roberto Santamaria), quando fu protagonista di una grande rimonta che culminò con la salvezza nel playout con il Girasole.

Ieri, dopo l’esonero di Massimo Comparetti, il presidente Giuseppe Buzzo ha pensato di affidare la squadra a Graziano Mannu, ex tecnico di Carbonia, Sanluri, Ghilarza e Castiadas, ma la trattativa non è decollata perché il tecnico di Carbonia (48 anni il prossimo 11 marzo) in questo momento ha grossi impegni di lavoro che gli impediscono di tornare su una panchina quando è già trascorsa oltre metà stagione.

La società tabarchina ha così virato rapidamente su Pasquale Lazzaro che ha accettato l’incarico con grande entusiasmo, assume la guida della squadra alla vigilia del sosta del campionato ed avrà quindi dieci giorni di tempo per preparare al meglio la prossima partita che vedrà i tabarchini impegnati nientemeno che sul campo della capolista San Marco Assemini ’80, in una sfida che, in caso di vittoria della squadra di Paolo Ledda renderebbe il ritardo del Carloforte ancora più pesante e quasi incolmabile, almeno nella corsa verso la prima posizione ma, al tempo stesso, in caso di vittoria di Antonio Grosso e compagni, riaprirebbe completamente i giochi. Il 18 febbraio Pasquale Lazzaro potrà disporre dell’organico quasi al completo, considerato che Giacomo Sanna e Gabriele Pancotto hanno finito di scontare le loro squalifiche, mentre osserverà ancora un turno di stop forzato Youssou Pape Diop.

 

[bing_translator]

Dieci giorni fa la vittoria nel recupero con il Vecchio Borgo Sant’Elia e l’aggancio alla San Marco Assemini ’80 in vetta alla classifica; poi, con Youssou Pape Diop e Giacomo Sanna fuori casa per squalifica, due sconfitte consecutive inattese con Quartu 2000 ed Arborea, un netto passo indietro in classifica fino al 4° posto, a 4 punti dalla vetta. Il Carloforte di Massimo Comparetti in dieci giorni ha vissuto alterne emozioni, con risultati che lasciano tanto amaro in bocca in tutto l’ambiente, galvanizzato dai precedenti risultati e dalle continue operazioni di mercato concluse dalla società guidata dal presidente Giuseppe Buzzo.

Il ko interno odierno è di quelli che fanno rumore, 0 a 3. Che l’Arborea, quinto in classifica, non fosse l’avversario più comodo in questo momento della stagione lo si sapeva, ma che sarebbe arrivato a violare il Nuovo Comunale Puggioni con un rotondo 3 a 0, nessuno lo avrebbe potuto prevedere. E la svolta assunta da questo scorcio di stagione, assume un’importanza ancora maggiore, se si pensa che domenica prossima il calendario propone la grande sfida sul campo della capolista San Marco Assemini ’80. Con una vittoria il Carloforte cancellerebbe le due sconfitte subite riportandosi ad un solo punto dalla vetta, nella quale potrebbero ritrovarsi anche Arbus e La Palma che oggi hanno vinto, rispettivamente sul Quartu 2000 (2 a 1) e sul Selargius (2 a 0), e sono appaiate dal secondo posto a tre punti dalla squadra di Paolo Ledda che oggi è stata fermata sullo 0 a 0 sul campo del Seulo 2010. Viceversa, in caso di sconfitta, il Carloforte scivolerebbe a 7 punti dalla vetta e la corsa per il primo posto che vale la promozione diretta, sarebbe ancora più in salita di quanto lo sia oggi con le due sconfitte subite.

La giornata ha confermato la ripresa del Carbonia, uscito imbattuto dal campo dell’Andromeda, a Siurgus Donigala (dove due settimane fa era caduta la capolista San Marco Assemini ’80), al terzo risultato utile consecutivo. L’unico neo della giornata biancoblu è la mancanza di goal che conferma le difficoltà realizzative della squadra di Andrea Marongiu che crea sempre tanto e spreca quasi sempre altrettanto…

Sugli altri campi, il Vecchio Borgo Sant’Elia ha espugnato il campo del Bari Sardo (1 a 0), mentre hanno vinto in casa Sant’Elena Quartu e Siliqua, rispettivamente per 1 a 0 sul Gonnosfanadiga e 2 a 1 sull’Idolo di Arzana.

La terza giornata di ritorno del girone B del campionato di Prima categoria ha visto interrompersi la lunga serie positiva della capolista Monteponi, battuta 3 a 2 sul campo dell’Atletico Villaperuccio, trascinato dalla tripletta dell’ex Federico Trogu, già in goal nella vittoriosa partita del girone d’andata al Monteponi. La battuta d’arresto frena la marcia della squadra di Walter Poncellini che mantiene comunque la vetta della classifica con ampio margine, 4 punti, sulla più immediata inseguitrice, che ora è il Villamassargia dell’ex Giampaolo Murru, impostosi per 2 a 0 nel derby di Narcao e balzata davanti alla Gioventù Sportiva Samassi che non ha smaltito lo 0 a 5 subito dalla Monteponi 7 giorni fa a Iglesias ed oggi è stata bloccata sul 2 a 2 interno dalla Virtus Villamar. Ha fatto un passo indietro anche la Libertas Barumini, battuta 1 a 0 a Villacidro ed ora quarta ma potenzialmente ancora seconda, dovendo recuperare una partita.

Sugli altri campi, vittoria di misura interna per il Cortoghiana, 1 a 0 sul Villanovafranca; pari interno, 1 a 1, per l’Atletico Masainas con il Pula e sconfitta di misura per la Fermassenti sul campo della Gioventù Sarroch, 0 a 1. Dopo un breve risveglio, purtroppo, ha ripreso a perdere con passivi pesanti il Domusnovas Junior Santos, travolto sul campo del Senorbì, formazione in lotta per la salvezza, con un tennistico 6 a 0.

[bing_translator]

Superato il contraccolpo per l’inattesa sconfitta maturata sul campo del fanalino di coda della classifica Quartu 2000, il Carloforte ha messo a segno una nuova operazione sul mercato, tesserando l’attaccante Daniele Pilosu, 22 anni, reduce dalla promozione conquistata con il Samassi al termine dello scorso campionato e pronto al debutto con la nuova maglia nella partita casalinga in programma questo pomeriggio al Nuovo Comunale Puggioni, contro l’Arborea (dirige Marco Ambu di Cagliari, assistenti di linea Daniele Lai e Diego Massa di Carbonia), una delle formazioni più in forma del girone, quinta in classifica. Massimo Comparetti dovrà fare ancora a meno degli squalificati Youssou Pape Diop e Giacomo Sanna (il primo salterà anche la prossima trasferta sul campo della capolista San Marco Assemini ’80).

La capolista San Marco Assemini ’80 gioca sul campo del Seulo 2010, mentre l’Arbus ed il La Palma Monte Urpinu, appaiate al terzo posto, giocano entrambe in casa, rispettivamente con il Quartu 2000 ed il Selargius.

Il Carbonia, reduce dalla vittoria sul Sant’Elena e dal pareggio sul campo del La Palma Monte Urpinu nel recupero di giovedì, gioca sul difficile campo dell’Andromeda (dirige Alberto Enrico Argiolas di Cagliari, assistenti di linea Alessio Evangelisti di Oristano e Giacomo Sanna di Cagliari), sul quale due settimane fa è caduta la capolista San Marco Assemini ’80.

Sugli altri campi, si giocano Bari Sardo – Vecchio Borgo Sant’Elia, Sant’Elena Quartu – Gonnosfanadiga e Siliqua – Idolo.
Nel girone B del campionato di Prima categoria, la capolista Monteponi gioca sul campo dell’Atletico Villaperuccio, formazione con la quale ha perso nel girone d’andata sul proprio campo, allora al vertice della classifica con 5 punti di vantaggio sulla Monteponi (sesta), ma ora al quinto posto, distanziata di ben 11 lunghezze (in 14 giornate la squadra di Walter Poncellini ha conquistato ben 15 punti in più dell’Atletico Villaperuccio).
La prima inseguitrice, la Gioventù Samassi, travolta 5 a 0 sette giorni fa dalla Monteponi, ospita la Virtus Villamar, mentre la Libertas Barumini, terza con una partita da recuperare, gioca sul campo della Villacidrese.
Il Villamassargia gioca il derby sul campo dell’Atletico Narcao, la Fermassenti rende visita alla Gioventù Sarroch, il Cortoghiana ospita il Villanovafranca. Completano il programma della terza giornata del girone di ritorno le partite Atletico Masainas – Pula e Senorbì – Domusnovas Junior Santos.
 

[bing_translator]

Il Carloforte affronta questo pomeriggio, da neo-capolista, la trasferta sul campo del Quartu 2000 (dirige Luca Casula di Carbonia, assistenti di linea Fabrizio Murru e Valeria Spizuoco di Cagliari), fresco di cambio tecnico in panchina, con il ritorno di Nicola Puddu. Massimo Comparetti non potrà disporre degli squalificati Youssou Pape Diop e Giacomo Sanna, espulsi mercoledì nel recupero vinto con il Vecchio Borgo Sant’Elia e squalificati rispettivamente per 3 e 2 giornate.

L’altra capolista, la San Marco Assemini ’80 di Paolo Ledda, ospita il Siliqua, altra formazione con un nuovo tecnico in panchina, Vittorio Corsini, chiamato al posto di Marco Farci dopo gli ultimi risultati negativi. Per il tecnico iglesiente si tratta di un ritorno sulla panchina del Siliqua, dopo l’ottima stagione scorsa, quando chiamato dopo le prime quattro sconfitte consecutive con la squadra all’ultimo posto in classifica, riuscì a rigenerarla, fino al settimo posto finale.

Il Carbonia gioca sul campo di Villaperuccio, esilio forzato determinato dalle pessime condizioni in cui si trova il manto erboso del “Carlo Zoboli”, contro il Sant’Elena Quartu, prossimo avversario anche nella semifinale di Coppa Italia (dirige Claudio Pili di Cagliari, assistenti di linea Stefano Siddi e Paolo Manca di Cagliari). La squadra di Andrea Marongiu vuole i 3 punti, per rafforzare il settimo posto in classifica e magari riavvicinarsi al sesto, attualmente occupato dal Seulo 2010 (con 5 punti di vantaggio), oggi impegnato nella difficile trasferta di Arborea (5°), considerato che deve recuperare una partita giovedì 1° febbraio sul campo del La Palma Monte Urpinu.

Sugli altri campi, si giocano le partite Bari Sardo-Selargius, Gonnosfanadiga-La Palma Monte Urpinu, Idolo-Andromeda e Vecchio Borgo Sant’Elia-Arbus.

Nel girone B del campionato di 1ª Categoria, la capolista Monteponi ha l’opportunità di mettere una grossa ipoteca sulla promozione, nel match casalingo con la Gioventù Sportiva Samassi, prima inseguitrice a 3 punti di distanza. Con una vittoria, la squadra di Walter Poncellini si porterebbe a +6, un margine importante da gestire nelle restanti 13 giornate di campionato, anche se va considerato che la Libertas Barumini, oggi terza a 7 punti dalla Monteponi e impegnata nel match casalingo con l’Atletico Villaperuccio del capocannoniere Chicco Trogu, deve recuperare l’11 febbraio la partita di Senorbì rinviata domenica scorsa a causa del forte vento di maestrale.
Sugli altri campi, derby a San Giovanni Suergiu tra Fermassenti ed Atletico Masainas, e a Cortoghiana, dove la squadra di casa ospita l’Atletico Narcao; il Villamassargia ospita il Senorbì; la Virtus Villamar ospita il Pula, il Villanovafranca la Villacidrese. Il Domusnovas Junior Santos, infine, dopo i recenti segnagli di risveglio, ospita la Gioventù Sarroch, con l’obbligo di vincere se vuole alimentare il sogno di una clamorosa rimonta in prospettiva salvezza.