18 May, 2024
HomeCronaca«Anche la comunità di Teulada ha diritto al riconoscimento della fiscalità di vantaggio»

«Anche la comunità di Teulada ha diritto al riconoscimento della fiscalità di vantaggio»

Lait 2

 

Mentre i 23 comuni della Provincia di Carbonia Iglesias salutano il riconoscimento della “fiscalità di vantaggio” come un primo risultato, ancorché parziale, sulla strada dell’attuazione dei provvedimenti contenuti nel Piano Sulcis per il rilancio di un territorio messo in ginocchio dalla crisi dell’apparato industriale di Portovesme e dal conseguente tracollo dell’intero sistema economico, c’è un altro comune del Sulcis, Teulada che, già pe-nalizzato dalla presenza del poligono militare, ora teme di venire letteralmente travolto proprio dagli effetti della “fiscalità di vantaggio” sui comuni vicini. Probabilmente quando una decina d’anni fa Teulada decise di non aderire alla nuova Provincia di Carbonia Iglesias e di restare legata a Cagliari, i promotori di quella scelta non avrebbero pensato che oggi, no-nostante l’ormai prossima cancellazione della nuova Provincia, si sarebbero trovati a rimpiangere la mancata adesione al nuovo Ente, nel quale avrebbero recitato sicuramente un ruolo più significativo rispetto a quello avuto in questi anni nella Provincia di Cagliari, anche perché la naturale collocazione, non solo geografica, di Teulada, era e resta nel Sulcis. Per sfuggire a quella che rischia di diventare una penalizzazione gravissima e, dal punto di vista economico letale, almeno a breve e medio termine, gli imprenditori di Teulada si sono mobilitati ed hanno dato vita alla LAIT, Libera Associazione Imprenditori Teulada, a sostegno dell’inserimento di Teulada tra i comuni beneficiari della “fiscalità di vantaggio”. Nel giro di poche settimane sono state raccolte oltre cento adesioni ed organizzate numerose iniziative, la principale delle quali, il 18 maggio, ha portato alla serrata completa di tutte le attività produttive del paese ed all’assemblea pubblica da-vanti alla base militare, con la partecipazione di un migliaio di persone. Nell’occasione, presenti gli amministratori del Comune di Teulada ed il sindaco di Villaputzu, altro Comune gravato dal peso delle servitù militari, il discorso è stato allargato alla necessità di vedersi riconosciuti dallo Stato più equi indennizzi rispetto a quelli oggi previsti, ma il problema più impellente resta l’applicazione del decreto sulla “fiscalità di vantaggio”, un treno già in corsa che Teulada deve cercare di prendere al volo, prima che sia troppo tardi. è evidente che il raggiungimento dell’obiettivo non sia facile, ma le condizioni perché Teulada si veda riconosciuto questo diritto, in virtù della sua specificità, ci sono tutte e vanno perseguite in ogni modo anche dalla nuova amministrazione guidata da Daniela Serra, per evitare che una comunità già economicamente depressa, venga condannata a morte senza possibilità di appello.

Giampaolo Cirronis

FOLLOW US ON:
Uniti per sconfigger

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT