23 October, 2021
HomePoliticaConsiglio regionale della SardegnaIl Consiglio regionale chiede lumi al Garante per la protezione dei dati personali, sulla vicenda degli assegni vitalizi.

Il Consiglio regionale chiede lumi al Garante per la protezione dei dati personali, sulla vicenda degli assegni vitalizi.

Consiglio regionale 35 copia

Il Consiglio regionale della Sardegna ha inoltrato richiesta all’ufficio del Garante per la protezione dei dati personali, perché confermi o eventualmente riformuli il parere espresso lo scorso 3 febbraio a proposito della pubblicazione dei vitalizi percepiti dai Consiglieri regionali cessati dal mandato.

Di recente, infatti, l’autorità garante, nel rispondere ad un quesito del Consiglio regionale della Lombardia, a proposito di una richiesta analoga a quella pervenuta nei giorni scorsi al Consiglio regionale della Sardegna, tesa ad ottenere l’elenco dei nominativi degli ex consiglieri che percepiscono l’assegno vitalizio, ha così affermato: «Qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione – da parte dei soggetti pubblici è ammessa unicamente quando è prevista da una norma di legge o di regolamento».

Nel medesimo documento l’ufficio del garante ha evidenziato inoltre come la normativa di settore – contenuta nel decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013 recante “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” – non prevede la pubblicazione dei dati e informazioni relative ai “percettori di assegno vitalizio”.

A ciò si aggiunge che il citato decreto sulla trasparenza prevede che le pubbliche amministrazioni possano divulgare sul sito istituzionale dati e informazioni che non hanno l’obbligo di pubblicare ai sensi di legge,  soltanto dopo aver proceduto con la anonimizzazione dei dati personali eventualmente presenti.

Nell’occasione si ribadisce che la condotta del Consiglio regionale, nel rispetto delle leggi e delle norme vigenti, è in coerenza con il comportamento già adottato dal Consiglio nella precedente legislatura, in riferimento ad una analoga richiesta, a suo tempo pervenuta, per ottenere l’elenco dei percettori degli assegni vitalizi.

FOLLOW US ON:
Elezioni europee, i
I Riformatori sardi

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT