26 October, 2021
HomeSportSorride solo il Carbonia, tra le squadre sulcitane, nel girone A del campionato di Promozione regionale.

Sorride solo il Carbonia, tra le squadre sulcitane, nel girone A del campionato di Promozione regionale.

Maurizio Ollargiu.

Maurizio Ollargiu.

Una formazione del Carbonia 2014-2015.

Una formazione del Carbonia 2014-2015.

Sorride solo il Carbonia, tra le squadre sulcitane, nella nona giornata di ritorno del girone A del campionato di Promozione regionale.

La squadra di Maurizio Ollargiu ha confermato la crescita degli ultimi mesi, andando a vincere alla grande sul campo del Guspini, con il largo punteggio di 4 a 1, contro la squadra che solo sette giorni fa aveva espugnato lo stadio Monteponi di Iglesias. L’impresa assume un significato ancora più marcato se si c0nsidera che è stata centrata in rimonta, con una quaterna realizzata nel secondo tempo, con reti di Foddi, Loddo, Demontis e Marini. Questi tre punti consentono ai minerari di portare a 8 punti il margine sulla quota salvezza e di avvicinare e quasi agganciare con 27 punti, lo stesso Guspini e il Pula, travolto con l’identico punteggio di 4 a 1 a Siliqua, appaiate a quota 28 punti.

La giornata è stata nerissima per la Monteponi, travolto a Quartu dal Sant’Elena, anche in questo caso con il punteggio di 4 a 1. Subito un goal dopo un quarto d’ora, la Monteponi è stata capace di pareggiare in avvio di ripresa con Puddu ma alla distanza è crollata, subendo altri tre goal. Per la squadra rossoblù, a questo punto, è crisi, con il rischio concreto di non riuscire ad agganciare, dopo la vetta, neanche la quota play-off, ora lontana ben 4 punti. L’involuzione subita dalla squadra nel girone di ritorno è stata davvero notevole, se solo si pensa che la squadra ha virato a metà stagione al terzo posto, con 29 punti, a voli 3 punti dalla testa della classifica (occupata dalla coppia Kosmoto Monastir-Ferrini Cagliari), ed ora è quarta a ben 11 punti dalla capolista Kosmoto Monastir e a 10 dalla Ferrini.

L’Atletico Narcao, com’era abbastanza prevedibile, è stato battuto nettamente in casa dalla capolista Kosmoto Monastir con il punteggio di 4 a 0, con due goal per tempo, ed ora, visto che il Carbonia se n’è ormai andato ed è distante 8 punti, ritardo difficilmente colmabile nelle ultime 6 giornate, deve pensare a difendere il quart’ultimo posto, con 3 punti di margine sul Serramanna e 5 sul San Vito, che consente di affrontare il play out salvezza sul proprio campo. La vincente si salverà, la perdente giocherà i triangolari contro le otto seconde classificate dei campionati di Seconda categoria. La 1ª e la 2ª classificata di ciascun triangolare giocheranno in Prima categoria nella stagione 2013-14, unitamente alla vincente dei due turni di spareggi, in campo neutro, tra la terze classificate dei due triangolari. La perdente del secondo turno di spareggi occuperà il primo posto nella graduatoria per eventuali ripescaggi.

La giornata è stata particolarmente ricca di goal (30 in 8 partite), grazie anche al tennistico 6 a 0 inflitto dalla vicecapolista Ferrini Cagliari al San Vito. L’Arbus ha vinto a Serramanna, 2 a 1; l’Orrolese ha battuto di misura la Frassinetti Elmas, 1 a 0, stesso punteggio con il quale il Girasole ha regolato il Progetto Sant’Elia.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, giornata favorevole alle due squadre di testa che hanno vinto ed allungato sulle inseguitrici. La capolista Senorbì ha superato per 2 a 1 il Carloforte, con un goal a 13′ dalla fine dopo il pari immediato di Lazzaro che al 18′ era stato capace di rimediare al goal subito all’11’, scivolato a 9 punti dalla vetta ma sempre con 3 punti di vantaggio sul Sadali, battuto sul campo dell’Halley Assemini per 2 a 1, ed ha mantenuto 2 punti di vantaggio sulla Villacidrese, impostasi pure con un solo goal di scarto, 3 a 2, sull’Andromeda, con il goal decisivo realizzato all’83’.

Giornata no per il Sant’Antioco, superato per 3 a 1 dal Seui Arcueri, e per il Gonnesa, battuto in casa per 2 a 1 dal Gonnosfanadiga e superato in classifica, al terz’ultimo posto, utile per la partecipazione ai play out salvezza, dall’Iglesias che ha travolto l’ormai rassegnato Escalaplano per 6 a 0. Vittoria della Libertas Barumini sul real Villanovatulo, 2 a 0, e pareggio con molti goal, 2 a 2, infine, tra Tratalias e Fermassenti, con una punta di rammarico per gli ospiti, raggiunti a 9′ dal termine.

POST TAGS:
FOLLOW US ON:
Antonio La Rosa, bri
Domani, in Consiglio

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT