5 December, 2022
HomeSpettacoloTeatro-Musica-DanzaDomani, a Cagliari, cala il sipario su “La città che viaggia”, festival delle creatività giovanili.

Domani, a Cagliari, cala il sipario su “La città che viaggia”, festival delle creatività giovanili.

[bing_translator]

Dalla performance del Cada die teatro che racconta le peripezie di un giovane richiedente asilo prima di giungere in Sardegna, all’incontro tra danze e musiche di diverse culture. Sino al dj set finale, in compagnia del dj siriano Zanko El Arabe Blanco.

E’ una giornata ricchissima quella che domani, sabato 30 dicembre, chiude “La città che viaggia”, il festival della creatività giovanile organizzato a Cagliari da Carovana SMI.

Alle 16.00, negli spazi dell’Exma l’appuntamento è con “InterNation Disco”, danze e musica partecipate, di diverse culture, guidate da artisti di differenti nazionalità.

Alle 19.00, la sala conferenze del centro culturale ospita “Agiuda, e as’essiri agiudau”, spettacolo che vedrà in scena il giovane richiedente asilo Inza Fonfana e Mauro Mou del Cada Die Teatro, in cui si racconta la storia (vera) del ragazzo immigrato.

Alle 19.30 si prosegue con la performance di musica elettronica “Years&Flowers”, mentre alle 20.00 arriva il rapper siriano (da tempo residente a Milano) Zanko El Arabe Blanco che insieme a diversi colleghi da tutta l’isola sarà il protagonista di “Lab e Jam”.

La giornata si apre, alle 9.00, con l’esposizione dei lavori realizzati per il festival dai ragazzi del liceo artistico Foiso Fois, all’interno di un progetto di alternanza scuola-lavoro.

Ci sarà spazio anche per “Sapori e Incontri. Cucinare insieme fa bene”, una installazione di cibi di varie culture, e per il “Caffè interlinguistico”, scambi di parole in lingue diverse, dove i partecipanti riceveranno una bevanda gratuita e la possibilità di conoscere “Ear2memory”, un metodo per imparare le lingue con il cellulare a cura di Bernd Kamps.

Dalle 11.00 alle 13.00 nei Campi dell’Ossigeno, in viale Cimitero 29, si disputerà invece “Calcio senza confini”, un’insolita partita di calcio con tanto di accompagnamento musicale, in cui le squadre sono miste per genere, provenienza ed età.

Dopo l’assunzione
I tecnici di Abbanoa

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT