26 September, 2022
HomeCulturaE’ morto ieri, all’età di 83 anni, Nanni Balestrini, scrittore, animatore culturale, curatore di antologie e portavoce della contestazione giovanile.

E’ morto ieri, all’età di 83 anni, Nanni Balestrini, scrittore, animatore culturale, curatore di antologie e portavoce della contestazione giovanile.

[bing_translator]

E’ morto ieri, all’età di 83 anni, Nanni Balestrini, scrittore, animatore culturale, curatore di antologie e portavoce della contestazione giovanile. Era nato il 2 luglio 1935 a Milano, da padre lombardo e madre tedesca. Vveva a Roma.

Agli inizi degli anni ’60 fece parte dei poeti “Novissimi” e del “Gruppo 63”, che riuniva gli scrittori della neoavanguardia.
Nel 1963 compose la prima poesia realizzata con un computer.
E’ autore, tra l’altro, del ciclo di poesie della “signorina Richmond” e di romanzi sulle lotte politiche degli anni Settanta come “Vogliamo tutto” e “Gli invisibili”.
Ha svolto un ruolo determinante nella nascita delle riviste di cultura «Il Verri», «Quindici», «Alfabeta», «Zoooom». Nel campo delle arti visive, ha esposto in numerose gallerie in Italia e all’estero. Nel 1993 è stato presente alla Biennale di Venezia e nel 2012 a Documenta di Kassel.

Nel suo sito ufficiale si è occupato di Carbonia, con un breve articolo che riportiamo integralmente.

Carbonia: eravamo tutti comunisti

Quarta di copertina

Carbonia è una storia di lotte alla luce delle lampade e all’ombra del carbone, è la storia di un minatore e della rabbia che lo unisce ai suoi compagni. Un racconto che inizia sulle navi bombardate nella seconda guerra mondiale e prosegue nei campi di lavoro della Germania nazista, dove a scandire il giorno e la notte ci sono la voglia di sopravvivere, la vergogna del male, la scelta di resistere. Gli anni del ritorno sono il tempo della ricostruzione, dei viaggi fatti e sognati nel miraggio di condizioni di lavoro migliori, della Sardegna e dell’Australia, isole dell’ingiustizia. Nelle miniere di Carbonia la guerra si combatte nei tunnel, nei pozzi, sui nastri che trasportano carbone e vite umane, e gli operai in trincea difendono il lavoro, la casa, persino se stessi.

Nanni Balestrini. Foto tratta dal suo sito ufficiale http://www.nannibalestrini.info/ .

 

POST TAGS:
FOLLOW US ON:
Al Quartè Sayal di
In Sardegna una pat

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT