24 September, 2021
HomeIstruzioneIgeaRSU IGEA: «Il prossimo affidamento del bando di gara dei lavoratori ex Ifras genera nuovo precariato e determina lo stop delle attività di Igea S.p.A.»

RSU IGEA: «Il prossimo affidamento del bando di gara dei lavoratori ex Ifras genera nuovo precariato e determina lo stop delle attività di Igea S.p.A.»

«Il prossimo affidamento del bando di gara dei lavoratori ex Ifras genera nuovo precariato e determina lo stop delle attività di Igea S.p.A. Un film che non vogliamo rivedere!!!»

In una nota diffusa stamane, la RSU IGEA esprime «una forte preoccupazione sul futuro operativo della Società Igea».

«Forti criticità emerse si erano già riscontrate dopo la presentazione delle linee guida del piano industriale, a nostro avviso, trasformava la società in stazione appaltantesi legge nella nota -. Purtroppo, con gli ultimi eventi, questi timori sembrerebbero sempre più fondati determinando una situazione addirittura più seria e preoccupante.

In particolare: il prossimo affidamento del bando di gara dei lavoratori ex Ifras alla terza società partecipante determina la fuoriuscita dei lavoratori attualmente impegnati in pieno nei ruoli di Igea. Questo nonostante la scrivente Rsu e le OO.SS. Territoriali e Regionali, in diversi incontri, abbiano ribadito all’Azionista l’impossibilità, sia amministrativa sia operativa, in cui si sarebbe trovata Igea, con la conseguente chiusura di diversi cantieri operativi, Masua, Funtana Raminosa per citarne alcuni. Ma di fatto si comprometterebbero interi reparti anche nella sede di Campo Pisano.»

«Se prima la preoccupazione era solo quella di vedere la trasformazione di Igea in stazione appaltante oggi il rischio più che concreto è la totale inoperatività della Società che di fatto rischia di collassare riportandoci al 2014. Purtroppo rispetto a questi temi abbiamo ricevuto solo silenzio e rinvii!rimarca la RSU IGEA -. Questa fuoriuscita inoltre, non garantirebbe neanche la stabilizzazione dei colleghi, in quanto il contratto che verrà proposto sarà per due anni; da tempo chiediamo di avviare una discussione per un percorso di stabilizzazione nel pieno rispetto delle norme vigenti.»

«Non meno importante, la comunicazione di qualche giorno fa, da parte di RAS alla società Igea del mancato rinnovo della convenzione per le spese di manutenzione dei siti minerari. Questa decisione, oltre a ridurre il numero dei lavori in carico ad Igea, crea un problema non di poco conto sulla sicurezza dei siti, con il rischio di una nuova chiusura al pubblicoconclude la RSU IGEA. Nei prossimi giorni sarà convocata un’assemblea delle lavoratrici e lavoratori per decidere quali iniziative mettere in campo, contestualmente verrà formalizzata una richiesta di incontro all’Amministratore e all’Assessorato. Siamo stanchi delle riunioni convocate, disertate o rinviate, questo orami è diventata la regola da giugno 2020 a oggi; non permetteremo a nessuno che si distrugga quanto ricostruito con fatica in questi anni.»

FOLLOW US ON:
Emiliano Deiana (Anc
Da lunedì la Sardeg

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT