6 May, 2021
HomeCronacaGiustiziaDaniela Garau (gruppo Misto) ha presentato una mozione per sollecitare l’istituzione a Carbonia dell’ufficio di prossimità

Daniela Garau (gruppo Misto) ha presentato una mozione per sollecitare l’istituzione a Carbonia dell’ufficio di prossimità

La consigliera comunale del gruppo misto Daniela Garau ha presentato una mozione al presidente del Consiglio comunale, al sindaco di Carbonia ed al segretario comunale, per sollecitare l’istituzione a Carbonia dell’ufficio di prossimità.
«A Carbonia nel 2013, nel silenzio più assoluto della politica locale e non, venne soppressa la sezione distaccata del Tribunale di Cagliari (1 giudice civile, 1 giudice penale, 2 giudici di pace, 1 sezione di volontaria giurisdizione, 1.300 fascicoli civili/1000 fascicoli penali)sostiene Daniela Garau -. Ora c’è la possibilità di riattivare in città alcuni servizi. A tal fine, il comune di Carbonia dovrebbe partecipare ad una manifestazione d’interesse. Credo sia una grande opportunità per l’economia locale e di giustizia sociale. Per questo motivo, ho presentato una mozione urgente.»
«Oggi i cittadini di Carbonia e del Sulcis Iglesiente, talvolta, affetti da gravi disabilità, sia di carattere fisico che psichico, devono recarsi quotidianamente a Cagliari per il compimento delle attività connesse all’esercizio dei loro diritti, così come gli operatori del settore (dipendenti, avvocati, forze dell’ordine, professionisti); la soppressione delle sezioni distaccate ha eliminato completamente l’importante indotto economico connesso a detta attività giudiziaria aggravando contemporaneamente i costi conseguenti che i cittadini devono sopportaresottolinea Daniela Garau -. A tutto ciò, almeno in parte, oggi si potrebbe porre rimedio poiché la Regione Sardegna promuove gli “Uffici di prossimità” per rendere i servizi della Giustizia più vicini ai cittadini sardi che potranno compiere operazioni e avere informazioni direttamente nel proprio Comune, senza necessità di spostarsi, andando cosi incontro alle necessità delle fasce più deboli della popolazione come anziani e persone fragili.»
«L’iniziativa, alla quale la Regione Sardegna ha aderito con la delibera di Giunta n. 35/19 del 9 luglio 2020, è inserita in un Progetto nazionale realizzato dl ministero della Giustizia finanziato interamente con le risorse europee del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-20 rimarca Daniela Garau -. Considerato che gli Uffici di prossimità potranno essere attivati nei Comuni e permetteranno ai cittadini di ricevere informazioni e compiere operazioni nell’ambito della Volontaria Giurisdizione, per le quali normalmente sarebbe necessario recarsi presso gli uffici giudiziari.
Per esempio, il cittadino potrà:
1) avere consulenza e supporto sugli istituti di protezione giuridica (tutele e amministrazioni di sostegno)
2) Inoltrare le pratiche per l’amministrazione di sostegno;
3) Richiedere un’autorizzazione ad un giudice tutelare;
4) Richiedere la nomina di un curatore speciale;
5) Richiedere un’autorizzazione al rilascio di documenti validi per l’espatrio;
6) Ottenere assistenza per altri servizi della volontaria Giurisdizione che non richiedono l’ausilio di un legale.»
Considerata l’importanza di dover ripristinare l’apertura di un servizio di amministrazione della giustizia in una Città come Carbonia che merita di essere baricentrica nel garantire ai cittadini del territorio non solo il riconoscimento dei loro diritti, ma soprattutto, l’esercizio attuale, prossimale, degli stessi con il minor aggravio di dispendio di risorse economiche, oltreché costituire uno strumento di crescita economica e sociale, la mozione impegna il Sindaco e la Giunta comunale, affinché sia attivata qualsivoglia iniziativa ed azione, anche coinvolgendo i Comuni del territorio o altri enti e/o organismi interessati, volte a presentare la manifestazione d’interesse inerente il progetto sopra indicato e a porre in essere ogni opportuna e conseguente azione.
POST TAGS:
FOLLOW US ON:
Stasera un incendio
Sono ben 27 i nuovi

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT