4 July, 2022
HomeLavoroFIOM-FSM-UILM territoriali del Sulcis Iglesiente: «Quale futuro per i metalmeccanici della centrale Enel di Portovesme?»

FIOM-FSM-UILM territoriali del Sulcis Iglesiente: «Quale futuro per i metalmeccanici della centrale Enel di Portovesme?»

Venerdì 17 giugno, davanti ai cancelli della Centrale Enel Grazia Deledda di Portovesme, si è riunito il coordinamento appalti dei metalmeccanici, nel quale sono state espresse forti preoccupazioni sul futuro occupativo che coinvolge i metalmeccanici.

«La chiusura della centrale nel 2025, è stata praticamente certificata dalle istituzioni a tutti i livelli e dalla proprietà, ragione per cui, a fronte delle soluzioni di cui si discute per raggiungere la transizione energetica ed ecologica, adesso occorre assolutamente aggiungere la transizione sociale, che rischia di alimentare le forti tensioni di disagio già esistenti nell’intero territoriosi legge in una nota delle segreterie territoriali FIOM-FSM-UILM Sulcis Iglesiente -. Nella riunione non si sono trascurati gli ulteriori elementi che nella ricerca della produzione e del profitto a tutti i costi, stanno venendo trascurati e necessitano di essere assolutamente affrontati: 1) la sicurezza nei luoghi di lavoro; 2) le retribuzioni.»

«Sul primo punto, all’interno della Centrale si registra un pericoloso allentamento sulla sicurezzaaggiungono FIOM-FSM-UILM territoriali del Sulcis Iglesiente -. Forse l’avvicinarsi della chiusura sta rallentando quei controlli che devono mantenere un importante costanza a garanzia di tutti i lavoratori che quotidianamente varcano i cancelli della centrale. Sul secondo punto, il coordinamento, evidenzia che essendo in presenza di una fase del tutto straordinaria, questa va affrontata con la giusta straordinarietà. La committente che dichiara un’ipotetica chiusura, a causa di scelte politiche indirizzate al phase out sono in una fase economica fortemente favorevole, ma nonostante ciò, i metalmeccanici vantano redditi erosi in gran parte dall’inflazione esistente, che soprattutto a causa dell’aumento dei carburanti, dei prodotti energivori, incontrano difficoltà quotidiane mai conosciute prima.»

«Per tali ragioni, il coordinamento appalti dei metalmeccanici della Centrale Enel di Portovesme, convoca l’assemblea generale, per venerdì 24 giugno alle ore 7.30, non escludendo immediate azioni tendenti a discutere del problema risolutivo riguardante il futuro dei lavoratori degli appalti. La politica regionale deve dare risposte immediate su quale futuro coinvolge questo importante ramo dei lavoratori, fondamentali nel passato così come nel presente nella produzione di energia elettrica. In che modo il PNRR o il JTF, stanziato per il Sulcis Iglesiente, può coinvolgere i lavoratori in progetti mirati?», concludono le segreterie territoriali FIOM-FSM-UILM del Sulcis Iglesiente.

FOLLOW US ON:
Si è insediato il n
Daniela Garau (Patto

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT