29 January, 2023
Home2022Novembre (Page 19)

Sono 695 i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna su 3.132 tamponi eseguiti, 67 diagnosticati da molecolare, 628 da antigenico.

E’ rimasto invariato sia il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva, 6, sia quello dei pazienti ricoverati in area medica, 93.

Sono 7.921 le persone in isolamento domiciliare (+32).

Si registrano 6 decessi: una donna di 100 anni e un uomo di 61, residenti nella provincia del Sud Sardegna; due uomini di 80 e 91 anni, residenti nella provincia di Nuoro; una donna e un uomo di 88 anni, residenti rispettivamente nella Città Metropolitana di Cagliari e nella provincia di Sassari.

Sabato 5 novembre la poliedrica figura di un intellettuale di livello qual è stato Ignazio Delogu rivivrà nella sua “Storia di lotta, d’amore e di lavoro”, pellicola proiettata al Super Cinema a Carbonia alle ore 21.00.

Il film di Marco Antonio Pani che celebra Delogu a 11 anni dalla scomparsa, dà una testimonianza di spessore a colui che fu poeta, traduttore, storico e accademico, ma anche critico d’arte e cinematografico, curatore, scrittore, giornalista e corrispondente dall’estero, regista e sceneggiatore.

L’iniziativa, patrocinata dal comune di Carbonia, è a cura dell’associazione Amici della Miniera, in collaborazione con CSC Umanitaria Fabbrica del Cinema ed il supporto di altri enti e associazioni.

A Ignazio Delogu Carbonia deve approfondimenti storici condotti a partire dagli anni Sessanta: la città è stata infatti al centro di molte delle sue opere e delle sue fatiche con una vasta produzione di articoli, saggi, inchieste con un’attenzione qualitativamente significativa sulle vicende storiche che l’hanno attraversata.

L’evento è gratuito. Si richiede l’arrivo in anticipo per ritirare il tagliando del posto a sedere al botteghino d’ingresso del cinema in via Satta.

Sabato 5 novembre 2022 ritorna nel territorio di Iglesias “OPEN YOUR MINE – Miniere Aperte”, iniziativa ideata, promossa e coordinata dal Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna per promuovere l’identità delle aree ex minerarie, migliorarne la percezione ed evidenziarne le potenzialità in chiave innovativa e sostenibile.

L’evento è organizzato dal Parco Geominerario in collaborazione con il comune di Iglesias, l’Associazione Minatori Nebida onlus, il Consorzio Turistico per l’Iglesiente e IglesiaServizi srl, prevedendo una serie di appuntamenti ed attività gratuite, per cui sarà obbligatoria la prenotazione, con l’accompagnamento di guide ambientali escursionistiche, ciclo-escursionistiche e turistiche, geologi ed ex minatori.

In questa tappa iglesiente saranno protagoniste la zona costiera di Nebida, con le caratteristiche ex laverie “La Marmora” e “Carroccia” (edificate a fine 1.800 con tecnologie costruttive ed architetture di particolare interesse), la “Collezione Manunta” (considerata una delle più importanti e complete collezioni di minerali della Sardegna) e la sede dell’Associazione Minatori Nebida (dove sono presenti esposizioni fotografiche, di modellismo e testimonianze del passato minerario), oltre all’affascinante e peculiare Grotta di Santa Barbara, presso l’ex Miniera di San Giovanni.

Alle 9.00, dal piazzale della Grotta di Santa Barbara, prenderà avvio l’escursione in mountain bike e/o bike, percorrendo la salita di Monte Agruxiau e proseguendo sul Cammino Minerario di Santa Barbara fino a Nebida, seguendo un percorso ad anello lungo 20 km, con dislivello di 350 metri e difficoltà 3/5 (media).

Alle 10.00, da Nebida, partirà una “passeggiata divulgativa” alla scoperta delle ex laverie “La Marmora” e “Carroccia”, con percorso trekking ad anello lungo 3 km della durata di 3 ore, dislivello di circa 128 metri e grado di difficoltà escursionistico facile.

Ai partecipanti al trekking e all’escursione in mountain bike verrà offerto un assaggio di prodotti locali all’arrivo a Nebida e potranno fruire delle visite guidate alla Grotta di Santa Barbara ed alla “Collezione Manunta” in orari dedicati, senza necessità di ulteriori prenotazioni.

Poste Italiane ha installato un ATM Postamat nella sede di via Porto Paglia, a Carloforte, disponibile sette giorni su sette e in funzione 24 ore su 24 che, oltre a consentire il prelievo di denaro contante (fino ad un massimo di 600 euro al giorno e 2.500 euro al mese), può essere utilizzato per numerose operazioni in automatico come il pagamento delle principali utenze e dei bollettini di conto corrente postale, le interrogazioni su saldo e lista dei movimenti, le ricariche telefoniche e delle carte Postepay.
L’ATM Postamat è protetto da un moderno impianto di videosorveglianza e da dispositivi di sicurezza innovativi, tra i quali una soluzione anti-skimming capace di prevenire la clonazione di carte di credito e un sistema di macchiatura delle banconote.
Lo sportello automatico può essere utilizzato dai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat- Maestro e dai titolari di carte di credito dei maggiori circuiti internazionali, oltre che dai possessori di carte Postepay.
Poste Italiane ricorda che l’ufficio postale di Carloforte è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 8.20 alle 13.35, ed il sabato fino alle 12.35.

Nuova impennata di nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna, 1.056 su 4.519 tamponi eseguiti, 75 da molecolare, 981 da antigenico.

Diminuisce il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva, 6 (-4).

Aumentano i pazienti ricoverati in area medica, 93 (+9).

Diminuisce sensibilmente il numero delle persone in isolamento domiciliare, 7.889 (-600).

Si registrano 3 decessi: un uomo di 81 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari, un uomo di 83 anni, residente nella provincia di Oristano, e un residente nella ASL di Sassari.

Ha registrato una grande partecipazione ed interesse lo stand del Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna alla XXIV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, tenutasi a Paestum, in provincia di Salerno, da giovedì 27 a domenica 30 ottobre.

All’evento erano presenti 160 espositori, provenienti da 12 Regioni e da 20 Paesi esteri (per la prima volta Arabia Saudita, Libano, Palestina, la Macedonia greca e il ritorno di Cina, Cipro, Spagna), nonché 30 buyers, tra tour operator europei selezionati dall’ENIT – provenienti da Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Spagna – e nazionali.

Il Consorzio del Geoparco ha allestito uno stand tra gli espositori nello spazio fiera dell’ex Tabacchificio del Borgo Cafasso, in cui ha proposto ai partecipanti e ai visitatori le proprie attività ed iniziative con materiale promozionale, storico e divulgativo dei territori sardi ex minerari.

Insieme ad amministratori e gestori di ex siti minerari e strutture museali della Sardegna, presenti nello spazio riservato al Parco Geominerario, sono stati presentati contesti geo-minerari, naturali e socio-culturali rilevanti del territorio sardo, comprensivi di peculiari esempi di archeologia industriale legati all’epopea mineraria dei secoli scorsi meritevoli di adeguata valorizzazione.

Sono state quattro giornate con un ricco programma di iniziative (100 conferenze ed il workshop del 29 ottobre) nel quale, all’interno delle destinazioni turistico-archeologiche, il Consorzio del Parco ha inteso promuovere anche l’archeologia industriale dei siti minerari dismessi con “#sardegnadestinazioneminiere – OPEN YOUR MINE”, riscontrando un notevole interesse da parte dei buyers europei in occasione dei numerosi incontri avuti nel corso del workshop.

Sono stati circa 10.000 i visitatori.

Appuntamento alla XXV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, che avrà luogo – sempre nella splendida cornice di Paestum – dal 2 al 5 novembre 2023.

Supermercati ALDI effettuano 250 nuove assunzioni soprattutto di addetti vendita, impiegati, assistenti ed altre figure da inserire presso i 120 punti vendita presenti sul territorio nazionale. Gli Addetti alla Vendita dovranno gestire le attività d’inventario e magazzino, caricare e scaricare la merce per il rifornimento dei reparti, collaborare insieme al team del negozio per fornire ai clienti un servizio d’eccellenza e rispettare le norme vigenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro; gli Impiegati per il Servizio ai Clienti dovranno gestire le chiamate e le e-mail in entrata dal centralino, gestire le richieste di servizio, reclami e lamentele dei clienti, occuparsi delle problematiche relative alla garanzia dei prodotti ed elaborare documenti di SAP e Office; gli Assistenti Responsabili del Negozio dovranno coordinare il team di filiale, ottimizzare i processi di lavoro nel punto vendita e offrire al cliente una piacevole esperienza d’acquisto; gli Assistenti alla Gestione degli Ordini dovranno monitorare le consegne e la distribuzione alle filiali della merce, preparare analisi statistiche, gestire database e comunicazione e monitorare i livelli di stock nei magazzini e nei negozi per ottimizzare le vendite.

ALDI, che rappresenta una realtà di riferimento della Grande Distribuzione a livello internazionale, offre un ambiente di lavoro dinamico, sereno e stimolante, nel quale ciascun collaboratore può esprimere appieno le proprie potenzialità.

Per verificare tutte le figure…

L’articolo completo è consultabile nel sito: http://diariolavoro.com/aldi_3.html .

Il direttore generale Giuliana Campus ha nominato con delibera n° 298 del 2 novembre 2022, il dottor Giuseppe Piras nuovo direttore sanitario della Asl n. 7 Sulcis. L’incarico avrà durata quinquennale e decorrerà dalla data di sottoscrizione del relativo contratto di diritto privato stipulato secondo lo schema previsto dalla normativa vigente.

Il dottor Giuseppe Piras è attualmente dirigente medico, referente responsabile della Struttura complessa Direzione Medica Presidio Ospedaliero “A. Cao” – ASL n. 8 Cagliari. L’incarico di direttore sanitario della Asl n. 7 Sulcis, dopo le dimissioni del dottor Giuseppe Pes, è ricoperto dallo scorso 7 settembre, da facente funzioni, dal dottor Andrea Solinas, Direttore della Struttura complessa di Urologia del Presidio Ospedaliero Sirai.

Con delibera n° 299 del 2 novembre 2022, la dottoressa Giuliana Campus ha nominato la dott.ssa Maria Milena Pau, quale Direttore Amministrativo della ASL n° 7 Sulcis, incarico già ricoperto nella veste di facente funzioni dal 1° gennaio 2022. Il suddetto incarico avrà durata quinquennale e decorrerà dalla data di sottoscrizione del relativo contratto di diritto privato stipulato secondo lo schema previsto dalla normativa vigente.

Giampaolo Cirronis

Sulle note del Silenzio suonato dalla prima tromba della banda Bellini si è aperto stamane, mercoledì 2 novembre, il cerimoniale della commemorazione dei Defunti che ha fatto tappa come da tradizione nei cimiteri di Carbonia, Serbariu e Cortoghiana.

«Rendere omaggio a chi ci ha preceduto, ci permette di manifestare sentimenti di rispetto, ma soprattutto di sincero affetto e gratitudine verso i nostri cari e tutti coloro che non ci sono più, rendendoci consapevoli che facciamo tutti parte di una catena, come consequenziali gli uni con gli altri. Nessuno infatti è avulso da questa storia collettiva di cui siamo tutti partecipi», ha dichiarato l’assessora agli Affari istituzionali Katia Puddu, a nome dell’Amministrazione e portando i saluti del sindaco Pietro Morittu, impossibilitato a presenziare.

Davanti alle corone d’alloro posizionate nei cimiteri comunali nei quali si sono radunate le Autorità militari, religiose e civili, associazioni e cittadini per un momento di raccoglimento, i parroci don Giampaolo Cincotti, affiancato da don Antonio Carta, don Luigi Sulas e don Marco Farris, hanno impartito le benedizioni di rito.

«Con questa cerimonia odierna, il pensiero si volge inevitabilmente ai nostri cari il cui ricordo consolida il nostro passato e anima i sentimenti d’amore di ciascuna famiglia che vede in questi posti riposare le proprie radici. L’auspicio è continuare a tramandare il significato di queste celebrazioni che portano con sé simboli profondi e una solennità che non devono essere mai dispersi», ha concluso l’assessora Katia Puddu, affiancata dal vicesindaco Michele Stivaletta, gli assessori Antonietta Melas e Roberto Gibillini, il presidente del Consiglio Fantinel ed il comandante della Polizia locale Andrea Usai.

Oltre ad un ringraziamento sentito da parte dell’Amministrazione a tutti coloro che hanno partecipato alla cerimonia odierna, il prossimo appuntamento è fissato per venerdì 4 novembre, con la commemorazione dei Caduti di tutte le guerre, nel giorno in cui si celebra la festa dell’Unità nazionale e delle Forze armate.

 

L’assessore regionale dell’Industria, Anita Pili, ha chiesto un incontro urgente al neo ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili Matteo Salvini, un incontro urgente per fare il punto sullo stato dell’infrastruttura energetica e industriale regionale, e trovare le soluzioni più adatte a risolvere le criticità dell’area di crisi complessa di Portovesme.

“Nel congratularmi per il Suo nuovo incaricocomunica l’assessore in una letterale scrivo per richiamare la Sua attenzione nei confronti della questione infrastrutturale energetica e industriale della Sardegna. Nello specifico il riferimento è rivolto all’infrastruttura energetica che si sarebbe dovuta realizzare a seguito della sigla del patto per la Sardegna e che, invece, è stata bloccata dalla nuova configurazione energetica scelta unilateralmente dal precedente governo, motivazione per la quale la Regione Sardegna ha impugnato il Decreto Energia emanato da Mario Draghi. Tale ultimo decreto contiene al suo interno opere cantierabili e urgenti da realizzarsi nello spazio portuale di Portovesme, area del Sulcis fortemente compromessa dalle crisi industriali e che trova l’amministrazione locale contraria.”

L’assessore dell’industria sottolinea l’urgenza dell’incontro con il ministro Matteo Salvini al fine di poter garantire al territorio regionale e alla Comunità Sarda gli elementi infrastrutturali necessari allo sviluppo e alla ripartenza.

“La questione conclude Anita Piliè particolarmente urgente e coinvolge non solo lo sviluppo futuro, ma attualmente diverse migliaia di lavoratori.”