1 March, 2024
HomeAgricolturaDomani, 30 gennaio, a Villamassargia il progetto Assiolo “spiegherà le ali”. A presentarlo il Comune in collaborazione con Agris

Domani, 30 gennaio, a Villamassargia il progetto Assiolo “spiegherà le ali”. A presentarlo il Comune in collaborazione con Agris

Agricoltori, allevatori, operatori della ricettività e della ristorazione, artigiani, commercianti, associazioni locali, pubblica amministrazione, privati cittadini e tutti coloro siano interessati alla promozione di una gestione sostenibile del territorio, tutelando tuttavia il proprio lavoro, sono invitati dal comune di Villamassargia e da Agris a partecipare all’incontro a casa Fenu domani, martedì 30 gennaio, a partire dalle ore 10.00 per la presentazione del progetto Assiolo, acronimo che richiama al “sistema dei servizi agroecologici nell’insieme delle organizzazioni locali”, ma che porta anche  il nome di un uccello notturno stanziale in Sardegna e in via di estinzione, a causa dei cambiamenti climatici. Proprio per far fronte a questi ultimi, che hanno messo in difficoltà le colture, è urgente avviare una riflessione sulla nuova politica agricola comunitaria Pac 2023-2027, entrata in vigore il primo gennaio 2023.
«Per Assioloha sottolineato la sindaca Debora Porràè stato individuato Villamassargia come primo Comune preposto ad avviare questo progetto unico in Sardegna e in collaborazione con Agris. L’Agenzia regionale per la ricerca in Agricoltura, dopo aver studiato attentamente la situazione dei vari territori, ha ritenuto che a Villamassargia ci fossero le condizioni ideali per poter aprire una nuova sfida e, orgogliosi di questa scelta, raccogliamo il guanto con l’impegno di dare il nostro contributo, considerando tutti i progetti sull’agricoltura che sono stati promossi, grazie alla vitale realtà agricola che ci caratterizza.»
La nuova Politica Agricola Comune, approvata dall’Unione europea l’anno scorso, ha l’ambizioso progetto di far transitare il mondo agricolo verso l’agroecologia, scienza che applica i principi dell’ecologia nella gestione di sistemi agroalimentari sostenibili dal punto di vista ambientale, economico e sociale. Da un’ottica, per esempio, ambientale, si intende incrementare la fertilità del suolo e la biodiversità funzionale, garantendo la produttività e riducendo la dipendenza dall’utilizzo di risorse esterne.
Tutto questo ha trai suoi obiettivi, oltre che quello di proteggere l’ambiente, di valorizzare i saperi di chi opera in ambito rurale e supportarlo.
 «Riteniamo che si possa lavorare in modo innovativo, solidale ed essere pionieri di nuove pratiche: anche da piccoli accorgimenti si può cambiare e rendere migliore il pianeta», ha concluso Debora Porrà che sarà presente domani, insieme ai funzionari di Agris per illustrare il progetto.
POST TAGS:
FOLLOW US ON:
Promozione: il Villa
Anche per i cittadin

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT