25 May, 2024
HomeSportIl Carbonia vince 5 a 4 sul campo della Villacidrese e si assicura l’accesso al playout salvezza (resta una debole possibilità di salvezza diretta)

Il Carbonia vince 5 a 4 sul campo della Villacidrese e si assicura l’accesso al playout salvezza (resta una debole possibilità di salvezza diretta)

Carbonia, missione compiuta. La squadra di Diego Mingioni ha vinto sul nuovissimo terreno di gioco di Segariu l’ultima partita in trasferta della stagione regolare, con la Villacidrese, con l’insolito punteggio di 5 a 4, e s’è assicurata la certezza di disputare il playout salvezza. La sconfitta subita dalla Tharros a Villasimius (3 a 2) e il pareggio interno del Calangianus con il Taloro Gavoi (1 a 1), tengono aperta anche la strada della salvezza diretta a 90′ dalla fine della stagione regolare (Calangianus 38 punti, Tharros 36, Carbonia 35), ma l’ipotesi più probabile è che la salvezza debba essere conquistata attraverso la coda dei playout, con una tra Calangianus e Tharros.
La partita di Segariu, nonostante la Villacidrese fosse già matematicamente retrocessa, è stata ricchissima di goal ed emozioni. Il Carbonia è sceso in campo privo di Gabriele Dore, Ezequiel Cordoba ed Edoardo Adamo, ancora più rimaneggiata la formazione mandata in campo dalla Villacidrese, con ben 6 fuoriquota.
L’avvio di partita è stato equilibrato, con il Carbonia impegnato a prendere le misure alla Villacidrese, prima di affondare i colpi. Un quarto d’ora di studio, poi in 9′, tra il 17′ ed il 26′, il Carbonia è andato in rete tre volte. Prima la doppietta di Lorenzo Basciu, poi Tennyson Omoregie, con Andrea Porcheddu protagonista negli assist, hanno portato il Carbonia sul 3 a 0. Partita chiusa? Per niente. E’ bastato un calo di concentrazione degli uomini di Diego Mingioni, per consentire alla Villacidrese di riaprire la partita con due goal in tre minuti messi a segno da Matteo Cirronis, al 42′ e al 45′. Squadre al riposo sul 3 a 2.
In avvio di ripresa il Carbonia è sembrato nuovamente concentrato, evidentemente scosso da Diego Mingioni negli spogliatoi, e in 11 minuti ha rimesso tre goal tra sé e la Villacidrese, prima con Tennyson Omoregie al 49′ che ha battuto il giovane portiere della Villacidrese Marco Sitzia da pochi passi (doppietta per lui), poi con Lorenzo Basciu, autore del goal della prima tripletta in carriera, decimo goal stagionale, su assist di Andrea Porcheddu. 5 a 2.
Partita chiusa? Per niente. Il Carbonia ha mollato nuovamente la concentrazione e la Villacidrese, ferita dalla retrocessione e dalle tante assenze ma molto orgogliosa, ha creato problemi al Carbonia sulla fascia sinistra soprattutto con Fantasia e al 63′ è andata ancora in goal con Luca Muscas. Andrea Porcheddu ha cercato un paio di volte la via del goal con conclusioni dalla media distanza, sfiorando il palo alla sinistra di Marco Sitzia (17 anni).
Con il passare dei minuti il Carbonia ha badato a gestire il doppio vantaggio, dimezzato ancora da Luca Muscas, con la trasformazione di un calcio di rigore concesso dal direttore di gara al 94′. Alla ripresa del gioco il triplice fischio del direttore di gara con i calciatori del Carbonia che sono andati a festeggiare con gli Ultras giunti da Carbonia.
Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Mattia Giani, il calciatore 26enne di Ponte a Egola, morto dopo aver accusato un malore durante la partita del campionato di Eccellenza della Toscana tra il Lanciotto Campi e il Castelfiorentino.
Carbonia: Caroli, Wojcik (68′ Cocco), Broglia, Chidichimo, De Vivo, Mancini, Prieto (85′ Carboni Giovanni), Giganti (80′ Abbruzzi), Porcheddu, Omoregie (69′ Lambroni), Basciu (80′ Lecca). A disposizione: Bigotti, Frau, Salimbene, Lodde. All. Diego Mingioni.
Villacidrese: Sitzia, Pinna Matteo, Pittau, Carbonia Luca, Medda, Pinna Mattia, Muscas, Cirronis, Suella, Fantasia (86′ Vargiu), Zedda (60′ Pilleri). A disposizione: Cocozza, Follesa, Figus, Lilliu, Lamacchia, Pilloni, Podda. All. Renato Incani.
Arbitro: Marco Piras di Alghero.
Assistenti di linea: Alessandro Ventuleddu di Sassari e Antonio Carbini di Olbia.
Marcatori: 17′, 23′ e 56′ Basciu (C), 43′ e 45′ Cirronis (V), 26′ e 49′ Omoregie (C), 63′ e 94′ Muscas (V).
Giampaolo Cirronis
Il Carbonia domenica
Ignazio Locci: «Dop

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT