15 April, 2024
HomePosts Tagged "Abìlio Valente"

[bing_translator]

Con l’assegnazione delle medaglie a coppie e a squadre è calato definitivamente il sipario sul BISFed 2019 Boccia Regional Open di Olbia. Un’edizione senz’altro da ricordare per la qualità organizzativa messa in piedi dalla Federazione Italiana Bocce e da Italyboccia di Dario Della Gatta. La manifestazione olbiese, infatti, è ormai autorevolmente candidata a diventare un appuntamento sempre più prestigioso sul calendario BISFed.

A fare la voce grossa, in ultima giornata, è stata soprattutto la Russia. La selezione est europea – al suo esordio nella competizione organizzata al PalAltoGusto del Geovillage – ha fatto incetta di medaglie, conquistandone una in ogni categoria prevista in quest’ultima fase del torneo (Team BC1/BC2, Coppie BC3, Coppie BC4).

Hanno resistito all’orgogliosa rimonta tedesca Sergey Safin e Ivan Frolov, che nella BC4 si sono imposti per 4-3 sui tedeschi Bastian Keller e Boris Nicolai dopo una gara ricca di giocate spettacolari. Bronzo al Portogallo, che ha avuto però bisogno del tie break per avere ragione della Spagna. Non meno intensa è stata la finale a coppie della BC3, che ha premiato i francesi Samir Van der Beken (forse la più bella sorpresa del torneo) e Sonia Heckel sulla favorita selezione portoghese (2-4 il finale). Sul gradino più basso del podio ancora i russi, ampiamente vittoriosi sulla Svezia (4-1).

Si è decisa solo nelle battute conclusive la finalissima del torneo a squadre BC1/BC2, con i russi abili a sconfiggere all’ultimo respiro (6-5 il finale) gli espertissimi lusitani capitanati da Abilio Valente, da oltre vent’anni sulla cresta dell’onda nel ranking mondiale. Medaglia di bronzo all’Olanda, che ha superato per 5-3 l’Ucraina.

In mattinata la sconfitta per 3-8 contro la Francia aveva invece definitivamente concluso l’esperienza azzurra nel torneo. Né con le coppie BC3, né con la squadra BC1/BC2, i nostri alfieri sono riusciti a portare a casa un successo. Per tutti gli atleti della CT Pucci Aranda si è comunque trattato di un’altra esperienza altamente formativa, che tornerà senz’altro utile in vista dei prossimi appuntamenti sul calendario internazionale.

A margine delle finali si è tenuta la suggestiva cerimonia di chiusura alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Olbia Silvana Pinducciu, del vice presidente del comitato olbiese della Croce Rossa Italiana Mirco Contu, e del referente della Cooperativa Villa Chiara Tore Acca. A fare gli onori di casa il presidente del comitato organizzatore Dario Della Gatta, che dopo aver ringraziato lo staff, i volontari e i vertici BISFed, ha rinnovato l’appuntamento al 2020: “Speriamo di accogliervi il prossimo anno con un torneo ancora più ricco”, ha chiosato della Gatta.

[bing_translator]

La quarta giornata di gare al BISFed Regional Open di Olbia è stata contrassegnata dall’avvio delle competizioni a coppie e a squadre. La domenica degli azzurri, purtroppo, è stata avara di soddisfazioni sotto il profilo dei risultati. La coppia BC3 composta da Carlotta Visconti e Mirco Garavaglia, inserita nella difficilissima Pool B, ha esordito con una sconfitta per 1-6 contro la Francia capitanata da Samir Van der Beken. Identico il passivo maturato nel secondo match, giocato contro la coppia portoghese composta da Andrade e Costa. Non è stata fortunata nemmeno la terza uscita dei BC3 italiani, superati per 2-4 dai tedeschi Icoz e Poser dopo un match comunque equilibrato.

Sconfitta, ma dopo due prestazioni di grande rilievo, la squadra italiana composta dai BC1 e dai BC2. Il capitano Ciro Montanino e i compagni Claudia Targa, Diego Gilli e Mauro Perrone, hanno prima messo alla frusta la Russia, vittoriosa dopo aver concesso ben 3 parziali (3-6 il finale), poi i favoritissimi portoghesi. Particolarmente emozionante quest’ultima sfida, che ha tenuto con il fiato sospeso fino all’ultimo tutti gli spettatori accorsi al PalAltoGusto. Gli azzurri sono stati capaci di giocare alla pari per oltre cinque end contro i più quotati rivali, salvo poi cedere nel finale alla loro maggiore esperienza. Il risultato finale di 5-10 in favore di Abilio Valente e soci, in ogni caso, non rende giustizia alla straordinaria prestazione degli azzurri. Domani alle 9.30 la squadra del Ct Liliana Pucci Aranda proverà a rifarsi nella sfida contro la Francia, il cui pronostico pare assolutamente incerto.

Nel frattempo è stato già composto il quadro delle semifinali del torneo a coppie BC4: la battaglia conclusiva verrà fuori dai match tra Spagna e Germania, e tra Russia e Portogallo.

Gli altri turni a eliminazione diretta verranno determinati dopo le sfide fissate per la mattinata di lunedì.

Da segnalare, infine, la bellissima sfida al vertice della Pool B del torneo a coppie BC3: dopo 4 end incertissimi (terminati sul risultato di 3-3), il Portogallo è riuscito ad avere la meglio grazie ad una serie di spettacolari giocate offerte nel tie break.

Andrè Ramos, Dmitry Kozmin, Christoffer Haghdal e Boris Nicolai. Sono queste le prime quattro medaglie d’oro assegnate al BISFed Boccia Regional Open di Olbia. La giornata interamente dedicata alle fasi a eliminazione diretta dell’Individual ha premiato, soprattutto, la selezione portoghese, capace di aggiungere ben quattro punti al proprio medagliere. Nel derby tutto di marca lusitana previsto per la finalissima della BC1, Andrè Ramos – numero 20 del ranking BISFed – è riuscito ad avere la meglio in maniera piuttosto netta sul compagno Antonio Marques, sconfitto con un perentorio 7-0. Il terzo gradino del podio è andato invece all’esperto olandese Daniel Perez (favorito della vigilia), capace di regolare al tie break il russo Mikhail Gutnik. La Russia è riuscita invece a centrare l’oro nella categoria BC2, che ha visto il trionfo di Dmitry Kozmin (testa di serie numero 10 al mondo). Nulla da fare per l’israeliano Nadav Levi, sconfitto per 3-1 e costretto ad accontentarsi della medaglia d’argento. La finale per il terzo e quarto posto ha invece sorriso all’olandese Bernd Meints, vittorioso di misura sul quotato portoghese Abilio Valente (8-7).

La finale più tirata è stata senza ombra di dubbio quella della categoria BC3, che ha visto confrontarsi due outsider come l’astro nascente Samir Van der Beken (Francia) e la sorpresa svedese Christoffer Haghdal. Quest’ultimo, numero 33 del ranking BISFed e lanciato verso la conquista di un posto alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, ha prevalso al tie break dopo il pari per 3 a 3 al termine dei quattro end regolamentari. La BC4, infine, ha registrato il dominio del tedesco Boris Nicolai, che ha rispettato in pieno i favori del pronostico regolando prima il forte ucraino Kolinko in semifinale, poi l’esperta portoghese Carla Oliveira nell’atto conclusivo. Kolinko si è consolato con la medaglia di bronzo, ottenuta dopo aver superato al tie break il coraggioso spagnolo Vasile Agache.

Oggi, al PalAltoGusto, si riaccendono i fari sulla selezione azzurra, che dopo aver salutato al primo turno le competizioni individuali, proverà a rifarsi nelle gare a coppie e a squadre. Particolari speranze sono riposte nella coppia BC3, composta da Mirco Garavaglia e Carlotta Visconti. Nonostante una sfortunata prima fase di torneo, entrambi sono parsi in buono stato di forma.

[bing_translator]

Mentre ancora risuona l’eco per il grande successo sportivo e organizzativo dell’edizione 2018, a Olbia già fervono i preparativi per l’edizione 2019 del BISFed Boccia Regional Open, che si terrà tra il 4 e l’11 giugno prossimi. Lo sport paralimpico, dunque, torna protagonista in Italia con un grande evento internazionale organizzato da ItalyBoccia per conto della Federazione Italiana Bocce nell’esclusiva location del Geovillage.

Quantità e, soprattutto, qualità in crescita esponenziale per l’edizione 2019: a darsi battaglia sui campi di gioco allestiti di tutto punto nell’impianto gallurese saranno circa 100 atleti provenienti da 16 nazioni diverse (tra queste Azerbaigian, Croazia, Germania, Finlandia, Svezia, Norvegia e Olanda). Per un evento che, assieme al Siviglia European Regional Championship, sarà propedeutico all’appuntamento olimpico di Tokyo 2020, saranno presenti alcuni tra i migliori interpreti mondiali della disciplina, come l’olandese Daniel Perez, il russo Mikhail Gutnik ed il portoghese Antònio Marques (rispettivamente numero 2, 6 e 11 nel ranking mondiale della BC1). Non solo: al PalAltoGusto promettono spettacolo gli atleti della BC2, a cominciare dal team lusitano capitanato da Abìlio Valente (numero 5 al mondo) e Cristina Goncalves(11esima nel ranking), che dovranno cercare di arginare la classe del russo Dmitry Kozmin (decimo nella graduatoria BisFed). Nella BC3 sono attesissime le prove di Josè Macedo, Aleksander Legostaev e Christoffer Haghdal, mentre nella BC4 proverà a migliorare il secondo posto ottenuto nella scorsa edizione l’ucraino Artem Kolinko, che però dovrà guardarsi dalla forza della testa di serie numero 9 Sergey Safin.

Le speranze di gloria del movimento italiano passano invece per le abilità dei portacolori azzurri: tra questi Diego Gilli e Mauro Perrone (BC1), Ciro Montanino e Claudia Targa (BC2), Carlotta Visconti e l’atleta di punta Fib Mirco Garavaglia (BC3), quantomai deciso a ripetere la strabiliante prova del 2018.

Il BisFed 2019 Boccia Regional Open fa perno, come detto, sull’organizzazione di ItalyBoccia, che ha ricevuto il timone del comando dalla Federazione Italiana Bocce presieduta da Marco Giunio De Sanctis. «L’Olbia Regional Open rappresenta ormai una delle più importanti manifestazioni internazionali nel mondo della boccia paralimpica – afferma – si tratta di un evento non solo prestigioso ma dall’alto portato valoriale, considerato il carattere inclusivo e sociale di questa disciplina, fortemente voluta e sostenuta da questo Consiglio Federale e che, più di ogni altra, incarna il vero spirito paralimpico. E non è un caso che proprio la Boccia sia una delle discipline protagoniste ai prossimi Giochi di Tokyo. E il nostro auspicio è che l’Italia sia presente e competitiva nella kermesse del Sol Levante».

Non mancano le parole d’elogio per chi si appresta, per il secondo anno consecutivo, a mettere in atto un importante sforzo organizzativo per portare in Italia un evento unico: «E’ un piacere per me riassegnare l’organizzazione all’amico Dario Della Gatta – prosegue il numero uno della Fib – cui desidero rivolgere un caloroso e sincero ringraziamento per l’impegno e la professionalità mostrati nell’edizione 2018”. Il BisFed 2019 Boccia Regional Open non sarebbe possibile senza l’adeguato supporto da parte delle istituzioni locali: “Va reso il giusto tributo alla sia alla Regione Sardegna che al Comune di Olbia, parte in causa fondamentale nell’evento, che sono certo vedranno il loro sforzo ripagato da un indotto turistico tutt’altro che trascurabile. E non dimentico il Geovillage, struttura ricettiva di prim’ordine e totalmente accessibile che rappresenta una assoluta eccellenza nel settore».

«Siamo molto felici di aver ricevuto, anche quest’anno, la fiducia da parte della BISFed – sottolinea invece il presidente di ItalyBoccia Dario Della Gatta – evidentemente l’esperienza dello scorso anno è stata valutata in maniera positiva, e questo non può che inorgoglirci. Per l’edizione 2019 abbiamo voluto fare le cose ancora più in grande aumentando sia il numero che la qualità degli iscritti. Il BisFed 2019 Regional Open di Olbia si farà ricordare per lungo tempo. Desidero ringraziare il presidente De Sanctis, che ha voluto affidarci ancora l’organizzazione di un evento che vorremmo diventasse appuntamento fisso sul calendario internazionale.»

        

 

[bing_translator]

Si è concluso con un bilancio ampiamente positivo, superiore alle attese, per i colori italiani, il BISFed 2018 Boccia Regional Open di Olbia, disputatosi da martedì 23 a venerdì 27 ottobre sui campi allestiti nel PalAltoGusto del GeoVillage di Olbia. In un campo di partecipanti molto qualificato, composto da 64 atleti in rappresentanza di ben 15 nazioni, sono state due le medaglie conquistate dagli atleti azzurri: una d’argento da Mirco Garavaglia nella categoria individuale BC3 ed una di bronzo a squadre da Diego Gilli (BC1), Ciro Montanino (BC2) e Claudia Targa (BC2).

Per la boccia paralimpica italiana si tratta di un risultato storico. Mai nessun italiano era riuscito a vincere una medaglia d’argento. Dopo aver fatto sua la semifinale contro lo svedese Christoffer Hagdahl (3 a 1), Mirco Garavaglia si è dovuto arrendere nell’atto finale alla classe e all’esperienza di Maria Bjurstrom, vittoriosa per 5 a 3. La sconfitta in finale non toglie comunque nulla allo strepitoso torneo di Mirco Garavaglia: «Siamo orgogliosi che proprio a Olbia si sia scritta una pagina importantissima della boccia paralimpica italiana – ha commentato il presidente del comitato organizzatore Dario Della Gatta – Mirco ci ha fatto sognare, dimostrando di essere all’altezza dei migliori in Europa nella sua categoria».

«Sono molto felice – ha detto Mirco Garavaglia – ringrazio chi mi ha sostenuto nell’allenamento e nella preparazione. La pratica della bocca paralimpica va promossa e sostenuta ad ogni livello, perché è capace di regalare grandi benefici a chi è affetto da disabilità.»

Nella finale per il 3° e 4° posto a squadre, Diego Gilli (BC1), Ciro Montanino (BC2) e Claudia Targa (BC2), hanno superato la squadra dell’Ucraina con il punteggio di 6 a 3, lasciandosi poi andare ad un entusiasmo incontenibile.

Alle due medaglie va aggiunto lo splendido 4° posto ottenuto da Diego Gilli nell’individuale BC1.

Sorprese e pronostici ribaltati nelle altre categorie individuali: nella BC1 il portoghese Joao Pinto, arrivato ad Olbia con la miglior posizione nel ranking mondiale tra i partecipanti, è stato superato in finale dalla ceca Katerina Curinova (3 a 1) che, a sua volta, aveva fermato in semifinale la corsa dell’italiano Diego Gilli, autentica rivelazione del torneo. L’azzurro si è successivamente dovuto accontentare del quarto posto, superato nella finale per il bronzo dall’ucraino Kukhta (3 a 2).

Il primo posto nella BC2 è andato al portoghese Abìlio Valente, bravo a far suo in maniera netta il derby lusitano contro Cristina Goncalves (6 a 3). Al terzo posto si è classificato invece l’olandese Nick Peeters (9 a 2 su sull’ucraino Andrii Moroz).

Altra grande sorpresa, nella categoria BC4, dove il grande favorito Artem Kolinko è stato sorpreso dall’azero Bahruz Mirzayev, impostosi con il punteggio di 4 a 1. Sul podio anche Matjaz Bartol (4 a 1 sulla tedesca Nicole Michael).

Spettacolare e suggestiva la cerimonia di premiazione, che ha visto anche l’esibizione del gruppo delle Majorettes Tonino Spano di Olbia.

L’intera manifestazione è stata coperta televisivamente in diretta streaming da Directa Sport, anche nel sito della federazione bocce.

Soddisfazione per il bilancio finale è stata espressa sia dai vertici della federazione (all’inaugurazione e alla prima giornata di gare ha presenziato il presidente FIB Marco Giunio De Sanctis, alle premiazioni Jon Morgan, dirigente della federazione internazionale della FISBed), sia dai funzionari della Regione Sardegna, presenti all’inaugurazione ed alla prima giornata di gare, e dai rappresentanti dall’Amministrazione comunale di Olbia, alla conferenza stampa di presentazione dal vicesindaco Angelo Cocciu e alle premiazioni l’assessore dello Sport Silvana Pinducciu, che hanno patrocinato e sostenuto l’organizzazione dell’evento.