6 December, 2022
HomePosts Tagged "Alessandro Piu"

[bing_translator]

Si è concluso ieri pomeriggio, in Sardegna, il Campionato Italiano Assoluto FISW Surf Games 2017. Dopo due giorni di gare appassionanti durante i quali K38 Italia ha organizzato la sicurezza in acqua degli atleti con quattro Aquabike e otto operatori, sono stati decretati i vincitori per le categorie di Sup, Shortboard, Bodyboard e Longboard. Perfette le condizioni meteo-marine al Mini Capo situato nel territorio di San Vero Milis e meta favorita di surfisti provenienti da tutto il mondo grazie alla posizione geografica che rende uniche le onde di questa zona.

Angelo Bonomelli e Emily Gussoni sono i campioni italiani di surf. Mattia Maiorca e Francesca Rubegni trionfano nel Longboard. Nel SUP Wave vittoria di Alessandro Onofri e Margherita Boschetti. Nel Bodyboard portano a casa l’oro Genesio Ludovisi e Valentina Corbelli.

Il Campionato 2017 ha visto oltre 130 atleti sfidare muri naturali alti tre metri sotto gli occhi attenti della giuria e al termine delle prove ecco la classifica finale:

Open Short maschile: 1°Angelo Bonomelli, 2° Alessandro Piu, 3° Roberto D’Amico

Open Short Femminile: 1ª Emily Gussoni, 2ª Giada Legati, 3ª Valentina Vitale

Longboard maschile: 1° Mattia Maiorca, 2° Matteo Fabbri, 3° Alessandro Demartini

Longboard femminile: 1- Francesca Rubegni, 2ª Valentina Marconi, 3ª Cristina Dotti

Bodyboard maschile: 1° Genesio Ludovisi, 2° Edoardo Bracaloni

Bodyboard femminile: 1ª Valentina Corbelli, 2ª Laura Sarnicola

SUP Wave maschile: 1° Alessandro Onofri, 2° Leonard Nika

SUP Wave femminile: 1ª Margherita Boschetti, 2ª Alessia Fulceri

Gli operatori di K38 Italia hanno vigilato con le loro Aquabike da soccorso sulla sicurezza in acqua degli atleti.

«E’ stato un evento davvero unico – ha commentato Luciano Serafica, presidente della FISW – Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard, presente qui a Capo Mannu – tantissimi partecipanti, un’organizzazione ineccepibile da parte delle associazioni Sportive FISW Italian Surfing e IS BENAS Surf Club ed una location più che all’altezza dell’occasione. Sono davvero felice di quello che ho visto e del livello tecnico dei vincitori! I FISW Surf Games sono il risultato del lavoro che abbiamo svolto in questi sette mesi, preceduto solo pochi giorni fa dall’argento europeo vinto in Norvegia. Questo appuntamento ci proietta già verso la prossima stagione di competizioni sia sul territorio nazionale che in ambito internazionale. Abbiamo un potenziale davvero grande e sono certo che riusciremo a portare a casa nuovi prestigiosi risultati.»

[bing_translator]

Si è svolta sabato, nel pattinodromo di Via Rockfeller, a Cagliari, una manifestazione organizzata da Raffaele Onnis consigliere comunale, Alberto Del Piano appassionato, Gianluca Lai presidente Wipeout Board Club A.S.D., alla quale hanno partecipato tanti appassionati, tra i quali Francisco Porcella “Big Wave Raider” di fama Mondiale e Alessandro Piu, campione Italiano di surf.

Sono migliaia gli appassionati in città che da più di vent’anni sognano di avere una struttura a norma, fruibile e dignitosa, per praticare la loro disciplina che è stata recentemente inserita alle prossime Olimpiadi di Tokyo nel 2020. Cagliari non ha uno “skate park” a norma, di conseguenza quotidianamente gli appassionati si riversano nelle strade e nelle piazze, comportando un disagio di ordine pubblico già noto a questa amministrazione, o in alternativa, parte di loro migra verso altre strutture al di fuori del territorio comunale, come ad esempio gli skate park di Uta, San Sperate, Sinnai, Dolianova;

In occasione della manifestazione, Raffaele Onnis ha illustrato la mozione, sottoscritta anche dal collega Giorgio Angius, che verrà discussa in Consiglio comunale e con la quale si chiede  di:

 interrompere e  ritirare l’incarico già affidato per la realizzazione di un’opera, appaltata per più di 100.000 euro, definita da tutti gli skaters inutile

 realizzare uno skate park con la stessa spesa:

· avvalendosi di un progettista con conoscenza specialistica nella

progettazione in materia

· tenendo conto del parere dei praticanti in fase progettuale

· affidando i lavori di realizzazione dell’opera ad un’impresa con esperienza nel settore.