16 September, 2021
HomePosts Tagged "Andrea Porcu"

[bing_translator]

«In data 9 febbraio è stata premiata la determinazione e la tenacia dei lavoratori Sotacarbo che per mesi, supportati dalle OO.SS. Filctem-Cgil, Flaei-Cisl, UIltec-Uil, hanno portato avanti diverse iniziative tra sit-in, assemblee e in ultimo lo sciopero presso la sede di Rappresentanza della Regione Sardegna. Con mesi di ritardo finalmente la delibera n° 62/14 del 4 dicembre 2020 è stata resa nota, ed è stato espresso, dal presidente Christian Solinas, il nome del componente mancante all’interno del Consiglio di Amministrazione della società stessa.»

I segretari delle tre organizzazioni sindacali, Emanuele Madeddu, Gianrico Cuboni e Pierluigi Loi, e i tre della RSU Ivo Puddu, Andrea Porcu ed Alberto Plaisant, salutano così la notizia della nomina dell’ing. Mario Porcu quale rappresentante della Regione Sardegna nel Cda della Sotacarbo.

«L’auspicio è che non vi siano ulteriori ritardi che possano compromettere le ricerche, e dar seguito a progetti scientifici in ambito energetico peraltro strategici anche per la nostra Isola – aggiungono -. I prossimi importanti passi riguardano l’Assemblea ordinaria e straordinaria tra i soci (Regione Autonoma della Sardegna ed ENEA-Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) fissata per i giorni 11 e 15 febbraio finalizzata all’acquisizione delle quote di maggioranza da parte della Regione. Essenziale per il proseguo delle attività è il “fondo di dotazione” (da inserire in finanziaria regionale) che consenta a Sotacarbo di partecipare a bandi di ricerca nazionali ed europei.»
«Come OO.SS. vigileremo attentamente affinché la società possa esprimere quanto prima tutto il suo potenziale ed a tal fine verrà chiesto un incontro con l’assessore Giuseppe Fasolino ed al nuovo Presidente. È importante sottolineare – concludono che i ricercatori Sotacarbo lavorano da anni su temi in linea con le strategie europee di sviluppo del settore energetico a basse emissioni di anidride carbonica e con le loro competenze sono riusciti a ritagliarsi una altissima credibilità nel panorama scientifico internazionale.»

[bing_translator]

«Tutti gli impegni presi dall’assessore Fasolino e dal presidente Solinas sulla Sotacarbo sono stati disattesi.» E’ quanto emerso nel corso dell’assemblea generale tenutasi oggi per esaminare la grave situazione economica che sta attraversando il Centro Ricerche.
«Ad aggravare ulteriormente il quadro complessivo è il silenzio assordante da parte della RAS (socio al 50%) verso il Socio ENEA, i vertici Sotacarbo e le OO.SSsi legge in una nota firmata dai segretari Emanuele Madeddu, Gianrico Cuboni e Pierluigi Loi e dai rappresentanti della RSU Ivo Puddu, Alberto Plaisant ed Alberto Porcu -. Negli ultimi mesi TUTTI i tentativi formali ed informali fatti per affrontare i problemi strutturali della Sotacarbo con la RAS sono stati IGNORATI. Questo ha generato il quasi totale blocco delle attività di ricerca, METTENDO A RISCHIO GLI STIPENDI DEI LAVORATORI.»
«L’assemblea si interroga su come sia possibile che gli impegni assunti dalla massima carica del Governo regionale vengano disattesi nel silenzio generale, quando da parte di tutte le forze politiche (di maggioranza e opposizione) è sempre stata riconosciuta la qualità del lavoro svolto dai Ricercatori Sotacarbo e la valenza strategica che l’azienda riveste nel settore delle tecnologie a basse emissioni inquinanti a livello nazionale ed internazionaleaggiungono i rappresentanti dei lavoratori -. Un’ulteriore fonte di forte preoccupazione è la notizia che ad OGGI il socio RAS non ha confermato la presenza all’assemblea ordinaria e straordinaria convocata per l’11 febbraio (prima convocazione) e per il 15 febbraio (seconda convocazione) nella quale si deve formalizzare il passaggio al 51% delle quote da parte della RAS, come già ipotizzato nel mese di luglio.»
«L’Assemblea prende atto dell’immobilismo della RAS e concorda la necessità di intraprendere una iniziativa forte e duratura, volta a sensibilizzare le parti in causa a rispettare gli impegni presi, ed evitare che la Sardegna lasci morire nel silenzio un’eccellenza della ricerca. Sulla base di quanto descritto l’Assemblea di concerto con le OO.SS territoriali e regionali, decide di proclamare uno sciopero permanente, nel rispetto delle normative Covid-19, a partire dal 9 febbraio presso la presidenza della Regione Sardegna (villa Devoto Cagliari) e mercoledì 10 presso il Consiglio regionale della Sardegna al fine di sensibilizzare anche i Capigruppo sul fatto che nelle ultime settimane nulla è cambiatoconcludono i rappresentanti dei lavoratori -. Lo stato di agitazione non terminerà sino a quando non verrà affrontata concretamente la vertenza Sotacarbo, oramai in una condizione di forte drammaticità, per questo motivo si proseguirà con un Sit-In permanente presso la sede della Presidenza della Regione.»

[bing_translator]

La RSU della Sotacarbo ha diffuso una nota nella quale dichiara di essere fortemente preoccupata per il perdurare di una situazione di incertezza legata alla mancata nomina del terzo membro del CdA da parte della Regione Sardegna e dell’espletamento di tutti i relativi atti amministrativi necessari al corretto funzionamento del Centro Ricerche. La Regione ha concordato, da circa un anno con il socio ENEA due azioni da intraprendere:

  • un aumento da parte della RAS delle sue quote societarie, passando dal 50% al 51%;
  • creazione di un fondo di dotazione indispensabile per il proseguo delle attività di ricerca. 

«Nulla di quanto concordato tra i soci è stato fatto», spiegano Ivo Puddu della Filctem-CGIL, Alberto Plaisant della Flaei-CISL ed Andrea Porcu della Uiltec UIL.

La RSU chiede una decisa presa di coscienza, per evitare l’irreparabile, da parte del Presidente Solinas, che non può consentire alla realtà isolana di perdere un Centro di Ricerca all’avanguardia, eccellenza nel settore energetico ed in generale dell’economia circolare, apprezzato a livello internazionale per i risultati ottenuti in campo scientifico, ma che non trova pari valorizzazione in ambito regionale.

A tal proposito i ricercatori Sotacarbo lanciano un appello al presidente Christian Solinas, affinché la RAS risponda alla convocazione dell’assemblea straordinaria dei soci convocata per la seconda settimana di febbraio e dia seguito agli impegni presi con l’RSU e le OO.SS al fine di garantire la continuità delle attività di ricerca e scongiurare il mancato pagamento degli stipendi a partire già dal prossimo mese di febbraio.

[bing_translator]

E’ in programma questa sera, a Cagliari, la presentazione del nuovo libro in sardo di Giuseppe Corongiu, già direttore delle politiche linguistiche regionali fino al 2014, saggista ed attivista del Coordinamentu pro su Sardu Ufitziale.

Nel cortile del Marina Hostel, Scalette San Sepolcro, a partire dalle ore 18.30 fino alle 21.00 circa, si parlerà dell’opera narrativa “Metropolitània e àteros contos tòpicos, distòpicos e utòpicos” pubblicato da Palabanda Edizioni di Maria Gabriella Ranno. A parlare dell’esordio narrativo di Corongiu, che già aveva pubblicato diversi saggi sulla questione linguistica tra cui “Il sardo una lingua normale” nel 2013, ci saranno Maria Antonietta Mongiu e Francesco Casula.

Si tratta di una raccolta di racconti in lingua sarda che cerca apertamente il rinnovamento, se non la rottura, con temi e argomenti di una tradizione ormai asfittica. L’autore, con una personalissima macchina del tempo, viaggia in varie epoche, da un futuro distopico agli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso, per raccontare una Sardegna allo stremo, in via di dissoluzione. Battaglie, fughe, amori disperati, eros, vita quotidiana, paradossi narrativi, cinismo e inchieste giudiziarie fanno da sfondo alle vicende sempre originali, mai banali. La lingua sfida la contemporaneità con leggerezza e profondità. A una ricerca filologica ossessiva, quasi maniacale, fa riscontro una scorrevolezza e una piacevolezza della scrittura e della lettura. Per questo il libro si propone anche a chi non conosce bene la lingua sarda letteraria.  

L’ingresso è libero. La serata, che si svolgerà in un cortile all’aperto, sarà allietata dalle musiche con chitarra di Andrea Porcu ed Enrico Putzolu. La Cantina dei Fratelli Fulghesu “Le Vigne” di Meana (NU) proporrà una degustazione dei suoi vini. Sarà possibile acquistare il libro e ottenere una copia firmata dall’autore.  

[bing_translator]

Volata decisiva nei campionati di Promozione e Prima categoria di calcio, giunti alla penultima giornata della stagione regolare.  Nel girone A del campionato di Promozione, il programma della giornata propone gli scontri diretti tra le prime quattro della classifica, Carloforte-Arbus, terza contro prima (dirige Eleonora Pili di Cagliari, assistenti di linea Andrea Porcu di Oristano e Francesco Meloni di Cagliari), e La Palma Monte Urpinu-San Marco Assemini ’80, quarta contro seconda (dirige Francesco Mulargia di Cagliari, assistenti di linea Alessandro Anedda e Valeria Spizuoco di Cagliari). L’Arbus rischia di perdere punti al Comunale Nuovo Puggioni di Carloforte, contro una squadra di crescita, decisa a giocarsi le proprie chances di accesso alla “Coppa Promozione”, utile per stabilire la graduatoria degli eventuali ripescaggi. Per mantenere il terzo posto, la squadra tabarchina deve assolutamente vincere, così come l’Arbus non può perdere se non vuole rischiare di farsi riagganciare al primo posto dalla San Marco Assemini ’80, in grande condizione di forma.

Il Carbonia affronta l’ultima trasferta sul campo del Selargius (dirige Mattia Farci di Cagliari, assistenti di linea Giacomo Sanna e Mauro Ignazio Cordeddu di Cagliari), senza particolari stimoli se non quello di chiudere bene una stagione complessivamente positiva, per il raggiungimento della finale di Coppa Italia,persa ai calci di rigore con la Dorgalese, e il settimo posto in campionato con la valorizzazione dei tanti giovani del vivaio.

Completano il programma della giornata, le partite Andromeda-Quartu 2000, Gonnosfanadiga.-Idolo, Sant’Elena Quartu-Arborea, Seulo 2010-Bari Sardo e, infine, Siliqua-Vecchio Borgo Sant’Elia.

Nel girone B del campionato di Prima Categoria, il Villamassargia vede il traguardo della Promozione che potrebbe centrare anche oggi, in caso di vittoria sul campo dell’Atletico Villaperuccio e di una non vittoria della Monteponi sul campo della pericolante Atletico Masainas.

[bing_translator]

Sono in programma questo pomeriggio le partite di ritorno delle semifinali della Coppa Italia di Promozione di calcio. Alle 16.00 si gioca Carbonia-Sant’Elena, sul campo Comunale di Villaperuccio (dirige il Francesco Mulargia di Cagliari, assistenti di linea Andrea Porcu e Riccardo Loi di Oristano); alle 17.00 Dorgalese-Porto Rotondo (dirige Marco Casula di Ozieri, assistenti di linea Flavio Pisu e Marco Fara di Oristano).

Il Carbonia parte dal vantaggio di 3 goal, scaturito dalla sentenza del giudice sportivo che ha punito la formazione quartese per l’impiego nella partita di andata disputata il 7 marzo, vinta dal Carbonia con il punteggio di 2 a 1, del calciatore Danilo Lepori, che avrebbe dovuto scontare una giornata di squalifica rimediata nel turno precedente contro la San Marco Assemini ’80; nell’altra semifinale, la Dorgalese parte dal vantaggio di un goal, per la vittoria ottenuta sul campo del Porto Rotondo (vicecapolista del girone B), a Olbia, nella partita di andata disputata due settimane fa.

Il Carbonia è a un passo da una nuova finale, dopo quella disputata e persa ai rigori con il Bosa, due anni fa, sul campo del Centro Federale di Sa Rodia, a Oristano.

[bing_translator]

E’ una giornata ricca di motivi di interesse per il calcio sulcitano, l’ottava di ritorno, sia nel girone A del campionato di Promozione sia nel girone B di quello di Prima categoria.

In Promozione, il Carloforte si gioca probabilmente le ultime chances di riagganciare il treno della promozione, sul campo di una delle due capolista, il La Palma Monte Urpinu (dirigerà Matteo Manis di Oristano, assistenti di linea Annamaria Sabiu di Carbonia ed Alessandra Murru di Cagliari), dalla quale lo divide un margine di 7 punti. Una vittoria potrebbe rilanciare le ambizioni di Lazzaro e compagni, soprattutto se il Gonnosfanadiga dopo aver espugnato il Comunale Nuovo Puggioni domenica scorsa,dovesse riuscire a fermare anche la marcia dell’altra capolista Arbus; è evidente che, viceversa, una sconfitta farebbe precipitare i tabarchnini a 10 punti dalla vetta , margine pressoché incolmabile nelle ultime sette giornate.

L’ex capolista San Marco Assemini ’80 cercherà il rilancio nel match casalingo con il Quartu 2000 che vedrà l’esordio del nuovo tecnico Massimiliano Pani (un ex del Quartu 2000), chiamato in settimana al posto dell’esonerato Paolo Ledda.

Il Carbonia ospita il Bari Sardo (dirigerà Antonio Pergola di Cagliari, assistenti di linea Daniele Lai di Carbonia ed Andrea Porcu di Oristano) per riscattare l’immeritata sconfitta di Arbus e migliorare la sua classifica ma anche per preparare al meglio il retour match della semifinale di Coppa Italia con il Sant’Elena, in programma mercoledì 21 marzo, che affronterà forte del vantaggio di 3 a 0 maturato a seguito della decisione del giudice sportivo che ha sanzionato la squadra quartese per l’impiego di un calciatore, Danilo Lepori, che avrebbe dovuto scontare una giornata di squalifica, ricevuta dopo il ritorno dei quarti di finale con la San Marco Assemini ’80, ed ha acuito il margine della vittoria del Carbonia maturata sul campo per 2 a 1. E’ singolare che si sia di fronte al secondo caso di un risultato modificato dal giudice sportivo a favore del Carbonia, dopo quello verificatosi con il Carloforte al primo turno eliminatorio (anche allora, sul campo, a Villamassargia, il Carbonia si impose per 3 a 2, ed il calciatore in posizione irregolare era Gianluca Recano).

Sugli altri campi, si giocano Andromeda-Siliqua, Idolo-Vecchio Borgo Sant’Elia, Sant’Elena Quartu-Seulo 2010 e Selargius-Arborea.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, allo stadio Monteponi di Iglesias va in scena il big match tra Monteponi e Villamassargia, le dominatrici del campionato, divise da 2 punti. Nel confronto diretto del girone d’andata, a Villamassargia, si impose la squadra di casa per 2 a 0.

Derby tra Atletico Masainas ed Atletico Narcao, il Cortoghiana gioca a Villamar, l’Atletico Villaperuccio a Pula; giocano in casa la Fermassenti con il Villanovafranca e il Domusnovas Junior Santos contro la Libertas Barumini.

Completano il programma dell’ottava giornata del girone di ritorno le partite Gioventù Sarroch-Senorbì e Gioventù Sportiva Samassi-Villacidrese.

[bing_translator]

Impazza il calcio mercato, a due settimane dal Natale, nel campionato di Promozione regionale. Alcune squadre si presentano già oggi con un volto profondamente diverso rispetto a quello che avevano ad inizio ottobre, al via del campionato. Tra le squadra più attive in ingresso, ci sono il Carloforte e l’Arbus, partite con l’ambizione del salto di categoria e più che mai decise a portare avanti il progetto.

Il Carloforte, dopo la partenza di Samuele Curreli (passato alla Monteponi in Prima categoria), e gli arrivi di Mattia Bodano e Pape Youssou Diop, ha svincolato anche il centrocampista Michele Medda e l’attaccante Giuseppe Corona ed ha tesserato il giovane attaccante Pierlugi Achenza, 20 anni, ex Monteponi.

Domani la squadra di Massimo Comparetti (15 punti nelle ultime 5 giornate) ospita l’ex capolista Seulo 2010, reduce da 3 sconfitte consecutive (dirige Francesco Cozzolino di Oristano, assistenti di linea Fabrizio Murru e Andrea Podda di Cagliari), con un orecchio alle radioline in attesa del risultato della sfida tra la capolista San Marco Assemini ’80 ed il Carbonia (a San Sperate dirige Samuele Giudice di Sassari, assistenti di linea Andrea Porcu di Oristano e Annamaria Sabiu di Carbonia), che potrebbe favorire il sorpasso tabarchino in testa alla classifica. La capolista è l’unica squadra ancora imbattuta mala squadra di Andrea Marongiu l’affronterà senza paura, deciso a tentare una nuova impresa dopo le vittorie su altre due squadre di vertice, Carloforte ed Arbus, e sei risultati utili consecutivi (14 punti, frutto di 4 vittorie e 2 pareggi).

Sugli altri campi, l’Arbus ospita il Siliqua, fortemente ridimensionato nell’organico e nelle ambizioni dopo la partenza di alcuni dei migliori elementi; il Selargius gioca sul campo dell’Idolo, il La Palma Monte Urpinu su quello del Quartu 2000; completano il programma Arborea-Gonnosfanadiga, Bari Sardo-Andromeda e Vecchio Borgo Sant’Elia-Sant’Elena Quartu.

Nel girone B del campionato di Prima categoria, la neocapolista Monteponi ospita la Fermassenti, formazione galvanizzata dalla vittoria sul Villamassargia; le altre due capolista Gioventù Sportiva Samassi e Libertas Barumini, giocano rispettivamente sul campo del Villamassargia e in casa contro l’Atletico Masainas. Derby tra Cortoghiana e Atletico Villaperuccio e impegno casalingo per l’Atletico Narcao contro il Senorbì.

Completano il programma della 12ª giornata, le partite Domusnovas Junior Santos-Virtus Villamar, Villacidrese-Pula e Villanovafranca-Gioventù Sarroch.

[bing_translator]

Il mercato autunnale accende ancora di più un campionato di Promozione già molto equilibrato e ricco di spunti di interesse al giro di la boa del primo terzo del cammino. Questo pomeriggio, alle 15.00, nella vicecapolista Carloforte di Massimo Comparetti, per l’11ª giornata del girone d’andata, sul campo del Siliqua (dirige Francesco Succu di Nuoro, assistenti di linea Andrea Porcu di Oristano e William Sunda di Cagliari), rilanciato dalla grande impresa di Seulo, fanno il loro esordio i nuovi acquisti Mattia Bodano (27 anni, figlio di Sergio Bodano, ex centrocampista del Carbonia promosso in C2 35 anni fa), una già lunga esperienza nelle categorie superiori alle spalle, e l’esterno sinistro senegalese Pape Youssou Diop, 21 anni, nell’isola in maglia rossoblu già un anno fa, mentre non ci sarà l’attaccante Samuele Curreli, passato alla Monteponi, in 1ª categoria (ha lasciato per impegni di lavoro inconciliabili con i continui viaggi a Carloforte per allenamenti e partite).

L’attivismo sul mercato conferma lo slancio e l’entusiasmo del presidente del Carloforte Giuseppe Buzzo che punta dichiaratamente alla promozione in Eccellenza regionale.

Altrettanto entusiasmo c’è a Carbonia, dove la società guidata da Antonio Desogus non punta alla promozione ma si sta togliendo grandi soddisfazioni. Reduce dalla splendida qualificazione alle semifinali di Coppa Italia, nelle quali affronterà il Sant’Elena Quartu, la squadra di Andrea Marongiu cercherà oggi di allungare la serie positiva anche in campionato (è reduce da quattro vittorie – tra le quali quelle su Carloforte ed Arbus – ed un pareggio nelle ultime cinque giornate), ospitando l’Arborea (dirige Federico Isu di Cagliari, assistenti di linea Giovanni Meloni di Carbonia e Monica Ortu di Cagliari). La partita sarà preceduta, alle 13.00, dal pranzo organizzato allo stadio Comunale “Carlo Zoboli”, con i tifosi, dal gruppo de “I Briganti”.

Sugli altri campi, la capolista San Marco Assemini, dopo la delusione dell’inattesa eliminazione dalla Coppa Italia ad opera del Sant’Elena Quartu, cerca una vittoria per confermare il primo posto solitario, sul campo dell’Idolo, mentre l’Arbus di Nicola Agus, rinforzatosi in settimana con l’arrivo di Daniele Porcu, 35enne centrale ex Samassi, gioca con l’Andromeda a Siurgus Donigala.

Completano il programma dell’11ª giornata, le partite Gonnosfanadiga-Quartu 2000, La Palma Monte Urpinu-Vecchio Borgo Sant’Elia, Sant’Elena Quartu-Bari Sardo e Selargius-Seulo 2010.

Nel campionato di 1ª categoria, la Monteponi di Walter Poncellini tenta l’aggancio alla vetta della classifica, ospitando la capolista Libertas Barumini, dalla quale la separano proprio tre punti. Cercheranno di approfittare di un eventuale passo falso della squadra di Barumini anche il Villamassargia di Giampaolo Murru e la Gioventù Sportiva Samassi che condividono il secondo posto con la Monteponi e giocano rispettivamente sul campo della Fermassenti ed in casa con l’Atletico Narcao di Tiziano Serpi.

Cerca tre punti pesanti per la classifica l’Atletico Villaperuccio, nel match casalingo con il Senorbì e sono in palio punti importanti, al momento in chiave salvezza, anche nel derby tra Atletico Masainas e Cortoghiana.

Completano il programma dell’11ª giornata del girone d’andata, le partite Gioventù Sarroch-Villacidrese, Pula-Domusnovas Junior Santos e Virtus Villamar-Villanovafranca.

Giuseppe Buzzo, presidente del Carloforte.