7 May, 2021
HomePosts Tagged "Antonio Caria"

«Occorre mobilitarsi perché la Regione raccolga l’appello del Parco Geominerario sul futuro dei lavoratori e su un progetto complessivo di valorizzazione culturale di quell’area, ancora di più mentre è in corso la mobilitazione per il riconoscimento dell’Unesco del patrimonio archeologico dell’Isola.»
A lanciare l’appello è stato il senatore Gianni Marilotti, presidente della Commissione per la Biblioteca e l’Archivio storico di Palazzo Madama, dopo la chiusura dei cantieri archeologici dei nuraghi Seruci e Sirai, contestata in maniera decisa dai comuni di Carbonia e Gonnesa. La società che si è aggiudicata il nuovo bando regionale, infatti, ha fatto sapere che non potrà riassorbire gran parte dei lavoratori, che in assenza di un nuovo progetto di valorizzazione – e senza una adeguata formazione – verrà inevitabilmente collocata in cassa integrazione.
«Sulla carta, ancora inespressi, ci sono 21 interventi previsti alla voce “Attività Museali e Archeologiche”, che potrebbero essere possibiliha aggiunto Gianni Marilotti da Pranu Marteddu a Goni, Su Nuraxi e Turriga ad Armungia, tomba dei giganti di San Cosimo a Gonnosfanadiga, Necropoli a Sant’Antioco, Funtana Coperta a Ballao, Pozzo Sacro a Silius, Neapolis a Guspini, Santu Jaccu a San Nicolò Gerrei, nuraghe Dom’é s’orku a Domusnovas. E non ultimo i due cantieri ripresi in questo ultimo anno, di Sirai a Carbonia e Seruci a Gonnesa. Se riattivati, sotto il profilo organizzativo, non comportano particolari oneri e sono assimilabili per operatività alla pulizia dei sentieri, ma certamente rivestono, all’interno del Progetto, una rilevanza molto più significativa, anche alla luce degli impegni che la regione Sardegna sta assumendo per l’inserimento della Civiltà Nuragica nella lista del Patrimonio Unesco.»
Antonio Caria

Anche quest’anno Masainas non potrà organizzare la tradizionale sagra del carciofo, ma lo farà in maniera virtuale. Grazie all’impegno del Comune e della Pro loco di Masainas hanno deciso di creare quest’iniziativa in questo periodo di zona ai tanti frequentatori della passate edizioni dell’evento! Inoltre come lo scorso anno la Sagra del carciofo sarà solidale.
Due le fasi dell’evento: la prima riguarda “La Sagra del carciofo a casa tua”. «L’ideaspiegano i promotoriè promuovere attraverso gli strumenti social il prodotto tipico del comune di Masainas con un momento di convivialità virtuale nell’attesa di poter nuovamente festeggiare il carciofo di Masainas. Cucinare è felicità, condivisione e creatività. Un racconto visivo dei piatti a base di carciofo da condividere e raccontare attraverso i social media.Gli utenti potranno condividere le loro ricette e l’immagine del loro piatto preferito con gli hashtag #sagradelcarciofomasainas e #masainasturismo e tutte le immagini verranno condivise per promuovere il carciofo di Masainas nella pagina turistica (facebook ed instragram) Masainas Turismo.»
La seconda fase si terrà l’8 maggio e avrà come titolo “Pasto solidale”. In segno di solidarietà verrà preparato e consegnato dalla Pro loco agli over70 del paese un menù a base di carciofo, per ricordare la Sagra e portare vicinanza ai nostri cari anziani. Il menù prevede lasagne e agnello al carciofo.
Antonio Caria

Anche il comune di Masainas ha celebrato la giornata della Terra 2021. La ricorrenza è stata celebrata nella Scuola Primaria di Masainas dell’Istituto Guglielmo Marconi dove le bambine e i bambini, insieme alle loro insegnanti Antonella Vadilonga, Cinzia D’Onofrio, Giorgia Rosas e Liliana Spada coadiuvate dal collaboratore scolastico Anselmo Cara hanno voluto ricordare l’importante ricorrenza, giunta alla sua 51ª edizione, con un gesto concreto.
Sono stati messi a dimora degli ulivi nel cortile della scuola. All’evento ha partecipato anche del sindaco Ivo Melis e delle assessore Lobina e Portas.
Antonio Caria

Iniziano le somministrazioni dei vaccini contro il Coronavirus anche a Pula. Lo ha comunicato la sindaca, Carla Medau. Sabato 24 e domenica 25 aprile, nel Teatro Maria Carta in viale Nora, saranno vaccinate le persone di età superiore agli 80 anni, Persone con elevata fragilità, i genitori/tutori/affidatari e chi presta assistenza agli stessi, persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni e a seguire quelle di età compresa tra 60 e 69 anni.
«I cittadini interessati ha dichiarato la prima cittadinasaranno contattati esclusivamente dal loro medico di medicina generale che fornirà tutti i dettagli.»
Antonio Caria

«Sono stati diversi gli operatori economici, i pescatori, i cittadini e alcuni amministratori di Buggerru che ci hanno contattato per illustrarci le problematiche relative alla stasi del progetto per le opere di dragaggio e ripristino dei moli. Tempestivamente, abbiamo dunque avviato le interlocuzioni tra il Ministero della Transizione Ecologica e il Comune di Buggerru per lavori di dragaggio per salvare il porto insabbiato di Buggerru.»
A darne notizia sono la deputata Paola Deiana e la consigliera regionale Desirè Manca, entrambe del Movimento Cinque Stelle.
«Si sta procedendo per step, secondo la normativa vigente prevista per le aree #Sin e le indicazioni e prescrizioni ISPRA/ARPAhanno aggiunto le due esponenti 5 Stelle -. Ricordiamo, infatti, che il porto del comune del Sud Sardegna è compreso nell’area marino costiera del Sito di interesse nazionale del Sulcis Iglesiente Guspinese, istituito nel 2001. Prossimamente, con l’obiettivo di avviare un confronto sulla possibilità di effettuare un intervento di ripristino dell’agibilità del porto e il suo mantenimento nel tempo, si terrà un tavolo tecnico con ISPRA/ARPA e MITE che coinvolgerà il comune di Buggerru.»
«I proclami, puntualmente demagogici e improduttivi, li lasciamo fare agli altrihanno concluso Paola Deiana e Desirè Manca -. Per noi l’imperativo è lavorare seriamente e trovare soluzioni. Per questo seguiremo passo per passo tutto l’iter fino alla sua conclusione.»
Antonio Caria

«È la tecnica del polverone, si attaccano gli altri e si nascondono i propri insuccessi. Come sta facendo il massimo responsabile della sanità in Sardegna, l’assessore Mario Nieddu che attacca il segretario nazionale del Pd. Enrico Letta non ha fatto altro che dire la verità, e cioè che la Sardegna è stata ed è un disastro per le scelte sbagliate della politica regionale.»
Lo sottolinea, in una nota, il segretario regionale del Partito Democratico, Emanuele Cani, che aggiunge: «Mario Nieddu dimentica un particolare tutt’altro che irrilevante: a gestire la sanità sarda c’è da due anni e mezzo la Giunta di centrodestra di cui lui fa parte. Quello che sta accadendo nell’isola è sotto gli occhi di tutti. Un sistema che viaggia a scartamento ultra ridotto. Tamponi e vaccini che arrivano in ritardo. Tracciamenti di cui si hanno pochi elementi, così come si hanno pochi elementi sui test che si stanno facendo agli arrivi in Sardegna. Sarebbe il caso che l’assessore Mario Nieddu si occupasse di questioni concrete e affrontasse davvero l’emergenza, invece di cercarsi alibi che poi non reggono.»
Antonio Caria

Manca ormai poco all’1 maggio ed il comune di Pula prosegue nell’organizzazione dei cerimoniale per accogliere il simulacro di Sant’Efisio.
Il simulacro arriverà in un mezzo militare aperto alla vista, mentre la celebrazione della Santa Messa a Nora potrà ospitare un numero più ampio di persone rispetto allo scorso anno. «Si svolgerà all’apertoha detto la sindaca, Carla Medaue questo ci permetterà di accogliere anche le principali figure che sono parte attiva del cerimoniale della Festa di Sant’Efisio nonché un maggior numero di fedeli. Nonostante le limitazioni prepariamoci ad accogliere Sant’Efisio con il consueto amore e la devozione che ci contraddistingue.»
Antonio Caria

I vigili del fuoco di Carbonia sono intervenuti per spegnere un incendio che ha interessato una centrale elettrica nella zona industriale di Portovesme, a Portoscuso.

Secondo una prima ricostruzione, l’incendio sarebbe partito da un complesso di quadri elettrici.

Gli operatori della squadra “6A” hanno spento il rogo evitando ulteriori danni alle apparecchiature e al complesso della struttura. Sono in corso le operazioni di bonifica e la messa in sicurezza dell’area.
Sul posto è arrivato anche il funzionario tecnico di guardia dei vigili del fuoco e gli ingegneri dell’Enel per i rilievi e ulteriori accertamenti tecnici.

Antonio Caria

L’Anas ha reso noto di aver avviato, sulla strada statale 130 “Iglesiente”, gli interventi di manutenzione di un cavalcavia e di una cavalcaferrovia situati all’altezza del chilometro 16 a Decimomannu, nell’Area metropolitana di Cagliari.

«Per consentire i lavori, in prossimità delle operefanno sapere dall’Anas -, è stato istituito un restringimento con deviazione del flusso veicolare lungo le corsie di sorpasso. La conclusione degli interventi, finalizzati al risanamento delle strutture e alla sostituzione dei guard-rail, è prevista entro il 14 maggio.»

Antonio Caria

«Siamo soddisfatti di questo lavoro straordinario e complesso, che ci ha portato a costruire, tra le altre, una nuova idea di Porto. A seguito di oltre 200 riunioni, interlocuzioni con la Regione ed un impegno costante ed un ottimo lavoro di squadra tra lo staff dei tecnici guidati dall’architetto Alan Batzella e quello del geometra Enrico Murru, abbiamo raggiunto questo importante risultato.»
È soddisfatta la sindaca di Pula, Carla Medau, dopo che il Consiglio comunale ha approvato il Puc.
«Le nostre scelte erano ben precise – ha aggiunto la prima cittadina -: equità ed equilibrio nella valorizzazione del territorio che significa mettere i privati cittadini, gli imprenditori, i portatori di interesse in condizioni di cogliere le opportunità di queste trasformazioni urbanistiche in modo diffuso e concreto.»
Sono state individuate nuove aree di espansione residenziale e si è puntato sull’edilizia sociale.
Saranno tre le direttrici di sviluppo turistico: “Marina Santa Vittoria”, dove sarà realizzato porto turistico che può contenere 600 posti barca; il centro turistico sportivo, che sorgerà nella zona di Santa Margherita; il centro termale idroterapeutico che sarà realizzato all’ingresso della prima porta di accesso di Pula.
Sono previsti anche dei piani di riqualificazione delle lottizzazioni della costa pulese, i piani di risanamento delle aree compromesse e un piano urbanistico moderno.
Antonio Caria