7 July, 2022
HomePosts Tagged "Antonio Caria"

Oggi sono quattro gli incendi che hanno richiesto l’intervento di un mezzo aereo del Corpo forestale. Il primo a Galtellì (adiacente alla Trasversale sarda), dove ha mandato in fumo alcuni ettari di pascoli e campi incolti; il secondo in prossimità della stazione ferroviaria di Perfugas, dove sono stati bruciati circa 4 ettari di terreno. Fiamme anche a Dorgali (località Sos Puttos), dove le fiamme hanno mandato in fumo un ettaro di terreno. Un incendio, infine, ha interessato anche la località “Case Saradde”, ad Erula. In questo caso il bilancio è di 1,5 ettari bruciati. Per spegnere le fiamme sono intervenuti anche Forestas, vigili del fuoco e barracelli.

Antonio Caria

L’artista di Carbonia Rita Deidda, in arte DeRita, ha donato al presidente del Consiglio comunale di Cagliari, Edoardo Tocco, un’opera della sua collezione: un acrilico su tela 100×70 realizzato in occasione dell’evento Chentu Colores de Casteddu, Bistiri de Femina, ospitato proprio a Palazzo Bacaredda, l’8 maggio scorso.
“Un omaggio alla tradizione che continua a proiettarsi verso il futuro”, ha detto il presidente del Consiglio comunale di Cagliari, Edoardo Tocco.
Antonio Caria

Sono sarde di Gonnosfanadiga le migliori olive verdi al naturale italiane. A deciderlo è stato il Premio Nazionale per le migliori olive da tavola “Monna Oliva” che ha premiato Luigi Deias nella categoria “olive verdi al naturale” per le sue olive nera di Gonnos. La stessa azienda ha conquistato anche il secondo posto nella categoria “Olive condite” con le olive verdi a scabecciu.
Per Luigi Deias, 75 anni di Gonnosfanadiga, una grande soddisfazione anche perché non è la prima volta che sale nel gradino più alto d’Italia con le sue olive. Era successo anche nel 2016, secondo posto nella categoria “Olive verdi al naturale” e nel 2020 secondo posto con “Olive condite” e menzione speciale per “Olive verdi al naturale”.
Nel 2011, 2015 e 2016 l’azienda ha vinto anche il Concorso regionale “Olio Nuovo” con l’olio extravergine monocultivar Nera di Gonnos.
L’azienda di Luigi Deias, cavaliere della Repubblica, ricevuto per il lavoro esemplare svolto in anni di funzionario Inps, nasce insieme alla moglie Renata Casti, anche lei funzionaria pubblica, nel 1996.
«Per noi sempre stato il nostro sogno per la grande passione per la terra che abbiamo sempre avuto in famiglia essendo entrambi figli di contadinidice Luigi Deias -. Siamo partiti con 27 piante di olivo adesso ne abbiamo oltre 4mila in circa 13 ettari.»
Un’azienda modello divenuta negli anni multifunzionale con una estensione di poco meno di 30 ettari, di cui 14 ettari sono riservati alla produzione di biomassa da eucaliptus; inoltre produce autonomamente l’energia grazie ad un impianto fotovoltaico di 20 kw: «Una scelta lungimirante visti i costi altissimi raggiunti oggi dalla corrente elettrica».
Ma non solo. L’impianto olivicolo è completamente automatizzato, grazie ad un impianto di subirrigazione (uno dei primi in Sardegna) che può essere guidato anche a distanza consentendo un importante risparmio idrico e anche di concimi: «Da noi lo spreco è banditospiega orgoglioso Luigi Deias -, utilizziamo e diamo alle piante solo quella necessario sia acqua che concime, risparmiando da una parte e aumentando la resa perché le piante stanno bene.»
Le piante sono per quasi la metà ultracentenarie, quasi totalmente Nere di Gonnosfanadiga.

Antonio Caria

 

Sono 3 gli incendi, sui 18 segnalati oggi in Sardegna, che hanno richiesto l’intervento del mezzo aereo del Corpo forestale.
Le fiamme si sono sviluppate ad Ussana (in località Monte Assorgia), ad Illorai (in località Tottolocche) e Carbonia (in via Sicilia e in via del Minatore).
Alle operazioni di spegnimento hanno preso parte Forestas, barracelli, Corpo Forestale, volontari e vigili del fuoco.

Antonio Caria

Walter Cabasino è il nuovo sindaco di Pula. Il candidato della lista “Pula verso il futuro” s’è Imposto con 1.848 voti, il 48,15%, su Ilaria Collu della lista “Siamo Pula” con 1.816 voti, il 47,32%, e Francesca Taccori, della lista “Risvegliamo Pula”, 174 voti, il 4,53%. Il Consiglio comunale sarà formato da 11 consiglieri della lista di Walter Cabasino e 5 della lista di Ilaria Collu. 

Walter Cabasino era già stato sindaco di Pula per dieci anni, dal 2004 al 2014.

«È stata una competizione entusiasmante ed il risultato premia il lavoro di un gruppo straordinario. Grazie a tutti quelli che ci hanno sostenuto ai quali va il nostro immenso ringraziamento», ha commentato il neo sindaco Walter Cabasino.

Antonio Caria

«Il comparto agroalimentare sardo può vantare una produzione di assoluta eccellenza, con materie prime di elevata qualità, cibo genuino e una tradizione unica e ricchissima. Oggi che cresce la fiducia nella ripresa, per il settore e per l’intera economia, bisogna continuare a puntare su questa qualità, riconosciuta e apprezzata dai consumatori, migliorando l’organizzazione del sistema produttivo, favorendo la sostenibilità e la valorizzazione delle produzioni e l’adozione di innovazioni tecnologiche e commerciali per consentire alle nostre aziende di essere ancora più competitive sui mercati.»
Lo ha dichiarato l’assessora regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia, che ha partecipato alla presentazione della settima edizione di “Sardinia Food Awards 2022”, evento dedicato alle eccellenze agroalimentari dell’Isola.
«I prodotti sardi, a cominciare da quelli a marchio ha aggiunto Gabriella Murgiadevono utilizzare tutti i canali di distribuzione e comunicazione possibili per conquistare nuovi spazi nei circuiti commerciali. Su questo fronte la Regione sta investendo molto, anche attraverso campagne di comunicazione e garantendo sostegno diretto alle aziende per la partecipazione alle più importanti manifestazioni settoriali. Perché le nostre aziende siano in grado di reggere meglio le dinamiche di mercato c’è bisogno di uno sforzo comune per favorire un maggiore coordinamento produttivo e una stretta unione di tutti i soggetti coinvolti con un rafforzamento delle filiere.»
«Con l’Associazione dei Comuni sardiha concluso Gabriella Murgia abbiamo lanciato recentemente il progetto ‘MenSarda’ per promuovere un’alimentazione sana grazie all’utilizzo di prodotti tipici, tradizionali e a filiera corta nelle mense pubbliche, sensibilizzando le nostre comunità al consumo consapevole delle produzioni agricole e valorizzando il patrimonio agroalimentare locale. La nuova programmazione europea va proprio in questa direzione. Lo sviluppo sostenibile sta assumendo una sempre maggiore importanza negli obiettivi e negli strumenti della Pac, anche in termini di risorse finanziarie assegnate, rispondendo alla domanda crescente della collettività di maggiore salubrità e sostenibilità ambientale delle produzioni agroalimentari.»
Antonio Caria

Sono due le liste in campo per contendersi la carica di sindaco di Samassi, attualmente ricoperta da Enrico Pusceddu, che non sarà della partita: la lista civica “Samassi Riparte”, guidata da Giancarlo Melis, e “SiAmo Samassi”, guidata da Maria Beatrice Muscas.
La prima vede come candidati consiglieri Fabrizio Atzeni, Gianluigi Cabiddu, Paolo Cabriolu, Anna Cara, Jessica Casu, Anna Casula, Francesca Ortu, Maria Bonaria Porcedda, Manuela Sanna, Luca Setzu, Valerio Urraci e Narciso Vacca; nella seconda Giovanni Cocco, Enrico Concu, maria Daniela Concu, Manuela Liggi, Efisio Lisci, Fabrizio Murru, Giacomo Innis, Michela Onnis, Tania Onnis, Silvia Porta, Maurizio Sanna e Roberta Vacca.
Antonio Caria

Sono 12 i monumenti che Sanluri proporrà ai visitatori, nelle giornate di sabato 28 e domenica 29 maggio, in occasione di Monumenti Aperti.
Per il sindaco, Alberto Urpi, l’assessora alla Cultura, Antonella Pilloni e quello al Turismo, Fabrizio Collu: «Aderire alla manifestazione Monumenti aperti significa per noi raccontare con orgoglio l’eredità del nostro passato. Non esiste futuro senza il passato, conoscere la nostra storia, le proprie radici, i luoghi, i monumenti, le tradizioni significa avere la consapevolezza della propria identità. I volontari e gli studenti guideranno i visitatori, lungo il percorso, alla scoperta del nostro patrimonio artistico, il nostro Castello Giudicale, i nostri Musei, le nostre Chiese, documenti di pietra che non solo ci parlano del passato ma sono testimoni del tempo. Uno degli elementi identitari più forti della comunità di Sanluri è il pane Civraxu, con il Museo del Pane, si apre una finestra sulle tradizioni e la cultura del mondo contadino che profuma di terra e di antichi sapori. Aprire le porte dei nostri monumenti ai visitatori, significa far conoscere ciò che siamo e il senso di ciò che ci circonda, un luogo di incontro dove, attraverso un percorso di conoscenza, si può condividere la ricchezza che ogni persona porta con sé.»
Questi i 12 siti aperti: il Museo del Pane e della Panificazione del Civraxu che si trova a casa Villasanta, e la Chiesa di Sant’Antiogu becciu che si trova nell’Agro di Sanluri al confine con Villanovaforru, dove fu edificata nel 1610.
Sono visitabili poi altre 7 chiese: San Francesco, San Lorenzo, San Pietro, San Martino Vescovo, San Rocco, San Sebastiano, e la Chiesa Parrocchiale di Nostra Signora delle Grazie.
Vengono poi confermate come nelle passate edizioni: il Castello, l’unico ancora abitabile dei tanti costruiti in Sardegna in età Giudicale, Sa porta de su Casteddu e l’Ex Montegranatico.
Antonio Caria

Sarà inaugurato domani, alle 17.30, nella sala espositiva G. Patroni a Pula, “Museo Etnografico degli Usi e Costumi delle Genti di Pula”. Il Museo si fonda su una ricerca del passato e delle sue tradizioni, per la quale ci stiamo avvalendo della prestigiosa collaborazione dell’Istituto Superiore Regionale Etnografico, Regione Autonoma della Sardegna, del Dipartimento di Scienze e Politiche sociali dell’Università degli Studi di Cagliari, del Gruppo Folk Nora e di numerose altre importanti collaborazioni.
Nel contesto espositivo, attraverso un percorso ben delineato, si potranno ammirare manufatti della vita contadina, abiti e monili preziosi, utensili e beni appartenuti a famiglie pulesi, espressione della civiltà rurale, della vita quotidiana e della vita sociale espressa ai vari livelli.
Antonio Caria

Una squadra di pronto intervento della sede centrale dei vigili del fuoco di Cagliari è intervenuta per l’incendio di una struttura in disuso in via Su Pardu nei pressi di un’area rurale ad Ussana.
Le fiamme all’interno hanno coinvolto alcuni materiali cartacei ed arredi. Gli operatori hanno spento le fiamme e messo in sicurezza la struttura e l’area. Al termine delle operazioni hanno avviato gli accertamenti per stabilire le cause. Nessuna persona risulta coinvolta. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri.
Antonio Caria