24 September, 2021
HomePosts Tagged "Antonio Caria"

Si è chiusa con successo la terza edizione del festival del Monreale. Un’edizione 2021 caratterizzata da trentuno eventi, due mostre, sessantasei ospiti fra autori e relatori, trentadue volontari, diverse centinaia le persone che hanno fatto tappa lo scorso fine settimana a San Gavino Monreale.
«Sono molto soddisfattaha dichiarato la direttrice artistica, Francesca Spanu. Questo è stato un festival difficile, anche se è andato molto bene. Ora ho bisogno di tirare il fiato e pensare alla mia salute, per questo ho deciso di abdicare al mio ruolo di direttrice artistica.»
Tanti gli ospiti che hanno trasmesso la loro passione per la cultura, l’arte, i libri, i fumetti, il giornalismo, con diversi nomi di spicco, tra cui il Premio Campiello 2020 Remo Rapino.
Antonio Caria
 

Poste Italiane comunica che a partire da oggi, lunedì 6 settembre, gli uffici postali di via Provinciale a Domus De Maria, di via Fara a Serrenti e di via Azuni a Villamar saranno interessati da lavori di manutenzione straordinaria.
L’Azienda ha provveduto ad informare preventivamente la clientela attraverso l’affissione di appositi cartelli all’esterno delle sedi.
Fino al termine e per tutta la durata degli interventi, i cittadini di Domus De Maria, Serrenti e Villamar potranno rivolgersi rispettivamente alle sedi di via Torino a Teulada, via Risorgimento a Samassi e via Roma a Furtei, aperte al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 13.35 ed il sabato fino alle 12.35, dove saranno predisposti sportelli dedicati ai clienti degli uffici interessati da lavori e dove saranno disponibili le operazioni postali e finanziarie.
Il ritiro della corrispondenza non consegnata per assenza del destinatario sarà comunque garantito anche durante lo svolgimento dei lavori presso tutti i tre gli uffici postali di Domus De Maria, Serrenti e Villamar.
Si ricorda che, nelle tre sedi oggetto di interventi, è disponibile l’ATM Postamat, sette giorni su sette e in funzione 24 ore su 24, che oltre a consentire il prelievo di denaro contante (fino ad un massimo di 600 euro al giorno e 2.500 euro al mese), può essere utilizzato per numerose operazioni in automatico come il pagamento delle principali utenze e dei bollettini di conto corrente postale, le interrogazioni su saldo e lista dei movimenti, le ricariche telefoniche e delle carte Postepay.
La riapertura degli uffici postali di Domus De Maria, Serrenti e Villamar è prevista per venerdì 10 settembre.

Andrà in scena oggi alle 20.30, presso il Museo del Costume di Nuoro, della compagnia teatrale “García Lorca” per la regia della nuorese Patrizia Viglino, con Patrizia Viglino e Antonella Chironi al pianoforte.«È un adattamento del celebre romanzo ha dichiarato l’autriceè un monologo teatrale e si avvale di due partiture narrative: una in musica e una in video. La storia diventa visiva e partecipata. Lo spettacolo è un progetto nato qualche anno fa e rivela la modernità di un testo straordinario: troveremo una Grazia Deledda universale, dal linguaggio molto teatrale, con un impianto tipico della tragedia greca: il destino incombe sui personaggi, che non possono sottrarsi, un finale aperto che lascia spazio alla scelta e alle conseguenze del libero arbitrio.»

Antonio Caria

«Il copione si ripete ad oltranza: la Regione Sardegna non riesce a presentare un bando di continuità territoriale aerea, la Compagnia di bandiera non può prevedere rotte da e per l’isola, e nel frattempo il Presidente Solinas e l’assessore regionale ai Trasporti Todde rincorrono l’ennesima proroga, in attesa di un bando che, a questo punto, chissà se mai arriverà. In queste condizioni, che persistono ormai da anni, ritengo sia corretto affermare che ad aver lasciato i sardi a terra, per l’ennesima volta, è la Regione Sardegna, e non la nuova compagnia di bandiera Ita, che, interessata alle rotte per l’isola, ha le mani legate e può soltanto stare a guardare gli sviluppi della vicenda: dal 15 ottobre infatti non è possibile acquistare voli da e per la Sardegna sul sito di Ita.»
A dirlo è il consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle, Roberto Li Gioi, che aggiunge: «È incredibile e vergognoso che la Sardegna sia continuamente costretta a servirsi di proroghe richieste in extremis. È altrettanto inaccettabile il fatto che i cittadini sardi non abbiano possibilità di replica di fronte alle tante sparate della Regione a riguardo».
«Vorrei ricordare alcuni passaggi di questa vicenda, che ha assunto i contorni di una soap opera di basso livello: il 12 febbraio del 2020sottolinea Roberto Li Gioiil  presidente Christian Solinas dichiarava che gli uffici regionali erano già a lavoro per commissionare in tempi brevi uno studio a un primario advisor indipendente che avrebbe avuto il compito di certificare il dimensionamento del modello e la politica tariffaria. Pochi giorni dopo, il 20 febbraio di un anno fa, la Regione presentava invece come cosa fatta il sistema di doppia tariffazione per l’estate e l’inverno per residenti e turisti, proposto a seguito della bocciatura della tariffa unica. I sardi, secondo la Regione, avrebbero dovuto pagare per tutto l’anno 20 euro più tasse aeroportuali per Roma e 30 più tasse per Milano. Tariffe scontatissime, slogan di grandissimo effetto, ma di fatto fantasiose e inapplicabili.»
«Dovremmo ricordare tutto questo oggi per comprendere appieno su chi ricadono le responsabilità di questo ennesimo caos dei voliconclude Roberto Li Gioi -. Mentre Christian Solinas promette di trattare con il Governo con l’intercessione di Matteo Salvini per la risoluzioni delle problematiche sarde contenute in un fantomatico Dossier Sardegna. Le ennesime dichiarazioni ad effetto prive di riscontri reali. Sulla questione voli, infine, è molto più facile inoltrare quasi fuori tempo massimo l’ennesima richiesta di proroga che assumersi la responsabilità di redigere un bando di continuità territoriale aerea che rispetti i parametri richiesti dall’Europa, ma che di sicuro non rispecchierebbe le fantasiose condizioni promesse ai sardi da Solinas.»
Antonio Caria

C’è preoccupazione a Pula dove continuano, purtroppo, a crescere i casi di Coronavirus. In base all’ultimo bollettino reso noto dalla sindaca Carla Medau, sono saliti a 50 i cittadini contagiati dal Covid-19.
Il dato che più crea una situazione di allarme è che si sono registrati 10 casi nel giro di appena due giorni. Non sono state segnalate guarigioni.
Antonio Caria

Coniugare spazi verdi presenti nel contesto urbano ed iniziative di carattere culturale che spaziano dalla letteratura, alla musica, all’arte è l’obiettivo della rassegna “Parchi Letterari” promossa dall’assessorato della Cultura del comune di Pula guidato da Massimiliano Zucca in collaborazione l’Accademia d’Arte di Cagliari.
In programma laboratori interattivi, tavole rotonde a tema, con la partecipazione di diversi autori, omaggi musicali ed eventi scenico letterari, anch’essi espressi in musica e parole.
Gli eventi in programma sono cinque e si svolgeranno presso il Parco Nostra Signora di Fatima, Su Rondó e nel Parco delle Storie e Guventu.
Antonio Caria

Vanno avanti i lavori di completamento del lotto 1 della nuova statale 195 “Sulcitana”, tra i territori di Capoterra e Sarroch.

Già riaperta al traffico la rampa di collegamento in località Su Loi, in direzione Cagliari tra il tratto a 4 corsie in gestione Cacip e il vecchio tracciato della statale 195. È quindi stato rimosso il doppio senso di marcia precedentemente istituito nella rampa in direzione Pula ed il traffico è stato ripristinato secondo la configurazione originale. 

Antonio Caria

Sono diventati 14 i casi di Coronavirus a Pula. Lo annuncia la sindaca Carla Medau che ha dato notizia di 3 nuove positività.

«I contagi stanno aumentando di giorno in giornoha specificato la prima cittadina. Esorto ad avere atteggiamenti responsabili, mantenere le distanze e utilizzare la mascherina in presenza di altre persone anche se all’aperto. Invito a prenotare il vaccino, ricordandovi che attualmente rappresenta l’unica arma contro il Covid-19. In assenza di questi atteggiamenti di autoresponsabilità comprendete bene che saremo chiamati tutti a sacrifici più importanti.»

Antonio Caria

Ci sono anche gli uffici postali di Arbus, Barumini, Burcei, Cortoghiana, Giba, Gonnosfanadiga, Iglesias Centro (Serra Perdosa), Iglesias 1 (via Emanuela Loi), Lunamatrona, Mandas, Maracalagonis, Samassi, San Vito, Sardara, Sarroch, Siliqua, Tratalias, Villaputzu e Villasor oltre alla sede direzionale di via Simeto a Cagliari e ai centri di distribuzione della corrispondenza e dei pacchi di Pula e Quartu Sant’Elena tra quelli interessati dai due progetti progetti, “Led” e “Serbatoi”, finalizzati ad accrescere la sostenibilità ambientale.
«A conferma della rilevanza dei temi ambientali per la nostra strategia, Poste Italiane diventerà un’azienda a zero emissioni nette entro il 2030aveva ricordato l’amministratore delegato Matteo Del Fante -. L’impegno che abbiamo assunto per la sostenibilità e l’innovazione è un supporto importante per raggiungere gli obiettivi del Paese e dell’Europa.»
Antonio Caria