18 May, 2022
HomePosts Tagged "Antonio Prastaro" (Page 2)

[bing_translator]

Seconda trasferta consecutiva, per il Carbonia di Andrea Marongiu, alle 16.00, sul campo dell’Ossese, nella terza giornata di andata del campionato di Eccellenza regionale (dirige Daniele Marcello Bognolo di Olbia, assistenti di linea Francesco Meloni di Cagliari e Sandro Lisi di Olbia). La matricola del Logudoro ha iniziato bene il campionato ed affianca il Carbonia, la San Marco Assemini ’80, il Bosa, l’Arbus ed il Castiadas, al secondo posto, con 4 punti,  alle spalle della capolista solitaria Ferrini (a punteggio pieno).

Al termine della partita di Ghilarza, pareggiata 1 a 1, Andrea Marongiu ha messo in guardia tutto l’ambiente sulla pericolosità dell’avversario odierno che, soprattutto in casa, sa farsi rispettare da tutti. Fare risultato, soprattutto in caso di vittoria, sarebbe importantissimo, perché il calendario propone impegni ardui anche per le dirette concorrenti, ad iniziare dalla Ferrini, che ospita il Castiadas. C’è da attendersi un’impennata d’orgoglio da parte della Nuorese, nella zona bassa della classifica, con 1 solo punto, frutto del pari interno senza goal con l’Atletico Uri dopo la sconfitta all’esordio a Carbonia. La squadra di Antonio Prastaro ospita il Taloro Gavoi.

Sugli altri campi, il Bosa ospita la Kosmoto Monastir, il Guspini di Giampaolo Murru gioca in casa con il Ghilarza, il Li Punti con il Porto Rotondo e, infine, la San Marco Assemini ’80, rinforzatasi in settimana con il tesseramento del l’esterno d’attacco camerumense Marcelin Zeutsa, 23 anni, lo scorso anno al Tonara, con il La Palma Monte Urpinu.

                

[bing_translator]

Il Carbonia c’è! La squadra di Andrea Marongiu ha battuto la Nuorese nel big match della prima giornata del campionato di Eccellenza con una doppietta di Samuele Curreli, già capocannoniere, autore di ben 7 goal nelle prime tre partite ufficiali tra Coppa Italia e campionato.

Sceso in campo privo di Marcello Angheleddu, squalificato dalla passata stagione, sostituito da Nicola Serra, il Carbonia ha impiegato una manciata di minuti a sbloccare il risultato con il suo bomber Samuele Curreli che si è procurato ed ha trasformato un calcio di rigore. E ancora nella prima parte di gara, ha raddoppiato lo stesso numero 10, pronto ad approfittare di un errore di un calciatore avversario, ad involarsi verso il portiere barbaricino Vincenzo Monni e ad infilarlo imparabilmente. 2 a 0, per la gioia del folto pubblico presente (valutabile intorno alle 650 unità).

Il doppio svantaggio è stato un duro colpo per la squadra di Antonio Prastaro che ha avuto il merito di reagire e di tentare la rimonta. Il Carbonia ha sofferto in alcune occasioni e nel finale del tempo ha subito il goal della Nuorese, sugli sviluppi di un’azione confusa, finalizzata dal centravanti Mauro Ragatzu da pochi passi.

Nella ripresa la Nuorese inizialmente ha diminuito la pressione, Samuele Curreli ha avuto sui piedi la palla per il terzo goal personale che avrebbe chiuso la partita ma ha trovato sulla sua strada l’ottima risposta del portiere. La Nuorese ha ripreso a spingere, Antonio Fortuna in più di un’occasione si è esaltato e nel finale la Nuorese ha protestato a lungo per un fallo di mano in area che l’arbitro Andrea Senes non ha ritenuto di dover sanzionare anche dopo aver consultato il guardalinee, tra le vibranti proteste di tutta la Nuorese.

Il Carbonia alla fine ha incamerato i 3 punti, utili per la classifica e, soprattutto, per il morale. La Nuorese torna a casa a bocca asciutta ma con la consapevolezza di aver un potenziale importante che sicuramente le consentirà di essere protagonista ai vertici, tra le squadre che si giocheranno il salto di categoria.

Sugli altri campi, il Guspini di Giampaolo Murru ha esordito con una vittoria casalinga, 1 a 0 sul La Palma Monte Urpinu; vittorie di misura, con identico punteggio di 1 a 0, per il Li Punti sulla Kosmoto Monastir e per la Ferrini sul Porto Rotondo; vittoria più netta per l’Ossese sul Ghilarza. Tre partite sono terminate in parità, con lo stesso punteggio di 1 a 1: Atletico Uri-Taloro Gavoi, San Marco Assemini ’80 – Castiadas e, infine, Bosa-Arbus.