21 May, 2024
HomePosts Tagged "Domenico Zipoli"

[bing_translator]

Con una serata dal titolo “Zipoli l’italiano”, venerdì 9 giugno, a Cagliari, si chiude il progetto “Jesuita non cantat (?)”, ideato dal Laboratorio organi storici e dal dipartimento di Musica antica del Conservatorio di Cagliari, insieme alla Comunità dei Gesuiti, per raccogliere i fondi necessari al recupero dell’organo storico della chiesa di San Michele.

Alle 21.00, proprio nella Chiesa di via Ospedale, si terrà il secondo appuntamento dedicato a Domenico Zipoli, il musicista missionario che aiutò il popolo Guaranì a rivelare il suo eccezionale talento musicale.

Per l’occasione si esibiranno Gian Walter Ledda, Fabrizio Lobina, Sara Pirroni e Simona Laterza (della classe d’organo di Angelo Castaldo), Federica Cubeddu (soprano), Attilio Motzo (violino), Fabrizio Meloni (violoncello), Fernando De Luca (clavicembalo) che riproporranno brani del repertorio vocale e musicale di Domenico Zipoli.

[bing_translator]

Due serate dense di musica per ripercorrere la figura di Domenico Zipoli, il gesuita missionario che aiutò il popolo Guaranì a sviluppare il suo eccezionale talento musicale.

Il progetto si chiama “Jesuita non cantat (?)”, e ad organizzarlo è il LabOs (“Laboratorio organi storici” del Conservatorio) con la collaborazione del dipartimento di Musica antica del Conservatorio di Cagliari, e la Comunità dei Gesuiti, che con l’iniziativa puntano a raccogliere fondi da destinare al recupero dell’organo storico della chiesa cagliaritana di San Michele.

Il primo appuntamento è in programma domani, venerdì 26 maggio, alle 21.00, proprio nella Chiesa di San Michele (via Azuni) dove si svolgerà una serata intitolata “O fillus cantai”.

Dopo l’introduzione del musicologo Roberto Milleddu, che parlerà dei padri gesuiti e dei canti devozionali e la Sardegna, la classe d’organo del Conservatorio del maestro Angelo Castaldo (composta da Gian Walter Ledda, Monika Ruth Vida, Fabrizia Lobina, Sara Pirroni e Simona Laterza), Luigi P. Delogu (canto fermo) e il coro “Stella Splendens” di Belvì, diretto da Gigi Oliva, proporranno un concerto capace di ricreare uno scenario musicale antico ed affascinante.

Il progetto si concluderà venerdì 9 giugno, sempre nella Chiesa di San Michele, con una serata dal titolo “Zipoli l’italiano”.

Sergio Chierici e Anna Caprioli

A distanza di oltre 20 anni (1992) dall’inaugurazione dei primi Organi Storici restaurati, con Conferenze-Concerto organizzate in collaborazione con l’allora Soprintendenza ai Beni A.A.A.S. delle Province di Cagliari e Oristano, con il contributo degli assessorati regionali allo Spettacolo ed al Turismo ed il patrocinio/Contributo dei Comuni coinvolti, l’Associazione Echi lontani, da sempre attenta al recupero e ripristino di questi antichi strumenti, testimoni ‘silenziosi’ di un pezzo della nostra storia, organizza una serie di concerti su alcuni di questi Organi restaurati e resi alle comunità nel corso di questi ultimi anni grazie al finanziamento e/o alla supervisione della citata Soprintendenza.

Dopo le Conferenze-Concerto del giugno scorso a Cagliari, Oristano ed Iglesias, in occasione della Festa Europea della Musica, adesso i Comuni coinvolti nell’edizione autunnale 2013 sono quelli di Ales, Barumini, Guspini, Mogoro, Suelli e Villacidro dove, tra il 13 ottobre ed il 9 novembre 2013 verranno eseguiti complessivamente sei concerti su questi preziosi strumenti.

In conclusione, sarà anche un’occasione per constatare, dopo i concerti di inaugurazione che organizzammo a partire dal 1992, lo stato di utilizzo e di conservazione di questi strumenti.

Il programma prevede, sabato 19 ottobre, alle ore 18.00, ad Ales, Cattedrale SS. Apostoli Pietro e Paolo e domenica 20 ottobre, alle ore 18.00, a Barumini, Parrocchia B.V. Immacolata, Antiche lodi Composizioni sacre per Organo e Voce Sergio Chierici organo – Anna Caprioli canto, musiche di Anonimo (Sec. XIV-XV), Girolamo Cavazzoni, Luzzasco Luzzaschi, Alessandro Grandi, Girolamo Frescobaldi, Domenico Zipoli e Giuseppe Garibaldi.

Sergio Chierici, musicista spezzino, è diplomato al Conservatorio in Organo e Composizione organistica, Musica e Liturgia e laureato in Lettere con tesi in Storia della musica, con il massimo dei voti e la lode. Si è perfezionato con docenti di fama internazionale in Musica Antica per Organo, Tastiere antiche (Clavicembalo, Clavicordo, Fortepiano), Teoria musicale rinascimentale e barocca, Vocalità antica, Organaria e numerose altre discipline. Compositore, concertista in Italia e all’estero, docente di Organo e Composizione organistica, è  Ispettore onorario per la Soprintendenza di Lucca in merito agli Organi storici di Lucca e Massa Carrara, coordinatore nazionale per la redazione della scheda descrittiva ministeriale SMO-Organi e componente del gruppo ristretto del comitato scientifico di redazione della scheda SM (Strumenti Musicali) presso l’ICCD (Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, Mibac, Roma). E’ autore di libri, saggi e articoli di argomento storico-musicale. Ha tenuto corsi sulla catalogazione degli Organi Storici. Ha svolto anche seminari sull’Organo portativo; su questo strumento svolge da anni studi specifici, in parte confluiti nel sito web www.portativo.it. E’ fondatore e Direttore del gruppo vocale di Musica medievale L’EsaEnsemble, E’ artista della EMA Records (Vinci, Firenze), presso la quale ha realizzato diversi album.

Uniti nella musica e nella vita, Anna Caprioli e Sergio Chierici collaborano da anni in progetti musicali e culturali dedicati prevalentemente alla Musica Antica, sia in duo che in formazioni cameristiche e corali, tra cui il sestetto vocale L’EsaEnsemble. Anna Caprioli, laureata in lettere e docente in storia dell’arte, educata ed avviata allo studio e all’ascolto della musica classica fin dall’infanzia, si dedica in particolare al canto da più di vent’anni. Tante e diverse le esperienze che ha maturato, iniziate con formazioni corali della sua città a cui è seguita la predilezione per consort vocali e di carattere musicale più specifico. Sulla via di questa scelta, nel 1996 partecipa con Sergio Chierici alla creazione del gruppo femminile L’EsaEnsemble, che si specializza nello studio e nella esecuzione di musica medievale, italiana e in generale europea; con il gruppo partecipa a numerosi concerti in molte città italiane, sia in formazione esclusivamente vocale che con accompagnamento di strumenti antichi. Dopo la registrazione di un cd di musica natalizia e dell’integrale live del Llibre Vermell con la casa discografica EMA Records, ha partecipato all’incisione degli Scherzi musicali di Claudio Monteverdi, con voci e strumenti antichi, per la casa discografica Tactus. Con L’EsaEnsemble sta studiando le composizioni musicali del compositore del ‘500 Cesare Borgo, per canto e accompagnamento strumentale, in vista dell’uscita del prossimo cd con Tactus nel 2014. Ha, infine, in preparazione con Sergio Chierici, un repertorio dedicato alla musica d’amore nel Rinascimento, che attinge alle composizioni del musicista inglese John Dowland.