30 January, 2023
HomePosts Tagged "Federico Matta"

[bing_translator]

Marina Manconi è la nuova presidente dell’EBAS, Ente Bilaterale dell’Artigianato della Sardegna. Panificatrice gallurese di Tempio Pausania, e dirigente di Confartigianato Gallura, la Manconi guiderà l’Ente per i prossimi 3 anni.

Nel suo incarico verrà affiancata dal VicePresidente Federico Matta (UIL), e dai Componenti il Comitato di Presidenza Marianna Orru (CNA) e Samuele Piddiu (CGIL).

L’Ente Bilaterale per l’Artigianato della Sardegna, costituito nel 1993 su iniziativa delle quattro associazioni regionali dell’artigianato (Confartigianato, CNA, Casartigiani e Claai), e dai tre sindacati confederali (CGIL, CISL e UIL) ha il compito di raccogliere, da imprese e lavoratori, i Fondi previsti dalla contrattazione collettiva per ridistribuirli, sotto forma di prestazioni e servizi, a favore delle stesse aziende e dei loro dipendenti.

Nel rispetto del CCNL del settore artigiano e della normativa in materia di ammortizzatori sociali, aderiscono all’Ente 3.550 imprese, con i loro 10.668 addetti. La provincia più rappresentata è Sassari con 1.256 aziende e 3.916 addetti, seguita da Cagliari con 911 e 3.013 dipendenti.

Tra le attività dell’Ente c’è il sostegno al reddito con l’FSBA, il Fondo di Solidarietà Bilaterale alternativo, la sicurezza e la prevenzione degli infortuni nei luoghi di lavoro attraverso l’Opra Sardegna, che ha compiti in materia di tutela della salute, la sanità integrativa con San.Arti., il Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per i lavoratori dell’artigianato, e la formazione, che con Fondartigianato promuove, realizza e diffonde le attività formative e di valorizzazione delle risorse umane nelle piccole e medie imprese. Inoltre, l’EBAS, eroga direttamente contributi a fondo perduto per l’occupazione, l’ambiente e la sicurezza, gli incentivi alla formazione e l’aggiornamento, gli eventi ordinari e gli eventi eccezionali.

Nel quadriennio 2015-2018, l’EBAS nell’Isola ha erogato 723mila euro di servizi. Di questi, 135mila sono stati destinati alle aziende, 125mila ai dipendenti e 462mila per gli ammortizzatori sociali. Nell’ultimo anno, nel 2018, è stato erogato un totale di 146mila euro, di cui 43mila alle aziende, 41mila ai dipendenti e 62mila come ammortizzatori sociali.

Per la presidente Manconi, «nonostante i timidi segnali di ripresa registrati dal settore, il settore artigiano soffre ancora il perdurare dell’incertezza economica e le imprese continuano ad accusare il colpo di oltre 10 anni di crisi e dell’allargarsi del cuneo fiscaleA pagare le spese della crisi, in questi anni, sono stati anche i dipendenti che nelle piccole imprese artigiane diventano spesso persone di famiglia, anche loro vittime innocenti di un’economia stagnante, talvolta recessiva».

«L’azione dell’EBAS – conclude Marina Manconi – quindi, ha il compito di stare vicino alle imprese e ai lavoratori che ne fanno parte. Nel prossimo periodo, imprese e addetti potranno godere di prestazioni, anche innovative, che siano vicine alle esigenze concrete, specifiche del sistema produttivo sardo, alle dimensioni medie che la caratterizzano, riducendo al minimo le difficoltà di accesso legate alla burocrazia interna

[bing_translator]

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10215955217381221/

Strepitosa impresa della Vba/Olimpia Sant’Antioco sabato sera al PalaGiacomoCabras, nel derby della 4ª giornata del girone di ritorno con la capolista Pol. Sarroch, travolta per 3 set a 1! I parziali dei set sono chiarissimi: 25 a 17, 25 a 20, 22 a 25 e 25 a 20.
La squadra di Tony Bove ha disputato la partita perfetta. Trascinata da un PalaGiacomoCabras infuocato, ha aggredito la partita e la capolista con una carica straordinaria: grande difesa, attacco efficace e muro spesso invalicabile! Dopo i primi due set vinti senza storia (25 a 17 e 25 a 20), una sola leggera flessione in avvio di terzo set, poi ripreso e, infine, perso 25 a 22.
Ma la serata magica non poteva finire che con una netta e convincente vittoria biancoblu, maturata nel quarto set con un netto 25 a 20, tra il tripudio del PalaGiacomoCabras!

In evidenza l’opposto Matteo Rossetti e lo schiacciatore Edgardo Ceccoli, trascinatori della squadra e migliori realizzatori dell’incontro, ma ieri sera hanno brillato tutti pressoché indistintamente, andando probabilmente anche al di là delle stesse aspettative del coach Tony Bove e dell’appassionata tifoseria.

Con questi 3 punti la salvezza della Vba/Olimpia ora è molto più vicina, mentre il vantaggio della Pol. Sarroch sulle più immediate inseguitrici si è ridotto, con la Roma Volley seconda a 2 punti e la Fenice Pallavolo Roma terza a 4 punti di distanza, rendendo la lotta per la prima posizione assai incerta

VBA/Olimpia Sant’Antioco: Puggioni Luca, Pugliatti Marco 1, Meleddu Valentino 8, Hueller Andrea 5, Mocci Simone, Ceccoli Edgardo 18, Aversano Claudio, Di Franco Max, Rossetti Matteo 26, Pugliatti Francesco 12, Matta Federico 1, Cussotto Stefano 3. Coach: Tony Bove.

Polisportiva Sarroch: Grugnetti Fabrizio 4, Bizzotto Claudio 3, Genna Luca 11, Stara Simone, Romoli Marco 7, Grandi Amedeo, Skuodis Ridas 2, Lai Gabriele, Pentassuglia Pasquale, Pau Riccardo, Romoli Riccardo 21, Pintus Enrico, Donzella Salvatore 1, Pisu Gabriele 8. Coach: Enrico Balletto.

                   

 

https://www.facebook.com/giampaolo.cirronis/videos/10215955217381221/

[bing_translator]

La Vba/Olimpia Sant’Antioco nel campionato di serie B di volley che inizierà il 14 ottobre, ripartirà dai giovani. La compagine lagunare, inserita nella girone F del Centro Italia (con formazioni arde, laziali e campane), è stata presentata domenica sera all’Hotel Maladroxia.

Il “progetto giovani” voluto dalla dirigenza, in parte rinnovata, ha portato in laguna l’allenatore campano Tony Bove che ha allenato anche squadre di A2 e che sarà affiancato da Angelo Mocci, già alla guida della squadra per diverse stagioni. Agli atleti si aggiunge lo staff tecnico,è composto dallo scoutman & videoman Stefano “Caf” Cafini, il direttore sportivo Pierpaolo Lai e la fisioterapista Valentina Bachis.

«Ogni nuova avventura comporta sacrifici che ogni anno superiamo con nuovi stimoli – dice il presidente Rolando Serra -. Quest’anno abbiamo voluto dare la possibilità a dei giovani atleti di crescere con la pallavolo di Sant’Antioco.»

Dei 14 componenti del roster, la metà sono giocatori locali, per lo più giovanissimi: Luca Puggioni, schiacciatore; Riccardo Sabeddu, centrale; Federico Matta, libero; Simone Mocci, libero; Davide Puddu, palleggiatore; Stefano Cussotto e Francesco Granara, entrambi centrali, sono i due veterani, rispettivamente 39 e 36 anni.

I nuovi acquisti sono sette: Fabrizio Andreatta, schiacciatore; Marco Pugliatti, palleggiatore; Valentino Meleddu, centrale; Andrea Hueller, palleggiatore; Edgardo Ceccoli, schiacciatore; Matteo Rossetti e Francesco Pugliatti ambedue opposti. I senior della rosa Cussotto e Granara ed i nuovi arrivi Rossetti e Andretta faranno da chioccia al folto gruppo di giovani: dal libero Federico Matta, 15 anni, allo schiacciatore Francesco Pugliatti, 22 anni, che compongono la squadra.

«A Sant’Antioco è la mia prima volta ma non sono nuovo ad esperienze in Sardegna – dice il nuovo allenatore Tony Bove -. Sarà una bellissima avventura che mi darà la possibilità di alvoarre a tempo pieno. L’obiettivo è la salvezza ma giacché sono per natura un “vinciriccio” posso dire che oseremo.» E’ quello che chiedono tifosi e Lyons che non si tireranno indietro neppure quast’anno di incitare la squadra al palasport Giacomo Cabras. La prima giornata del nuovo campionato, il 14 ottobre, vedrà la Vba/Olimpia impegnata in trasferta, a Marcianise, in Campania.

Tito Siddi

VBA Olimpia - Cagliari Volley

La Vba Olimpia Sant’Antioco si aggiudica un match fondamentale contro la Pallavolo Saronno che vale il terzo posto in classifica.

Quella che la Vba Olimpia Sant’Antioco ha ottenuto ieri sera al Pala Giacomo Cabras è stata una grande vittoria. I ragazzi di Adrian Pablo Pasquali hanno dominato l’incontro e in circa un’ora e mezza si sono imposti contro la compagine lombarda per tre set a zero.

Inizia bene il primo set per la squadra sulcitana che macina subito qualche punto di vantaggio grazie alle giocate di Pasciuta e agli spunti di Sarpong e Thiaw. Nella seconda parte del set i ragazzi di coach Pasquali vanno al time out tecnico sul punteggio di 19-18, segnale questo che gli avversari ci sono e non demordono. Nel proseguo del set le due squadre si contendono il set a suon di belle giocate. Ma “l’uomo in più” lo ha la squadra locale: sia il pubblico che lo speaker danno un sostegno immenso ai propri beniamini. Sostegno che dall’esterno giunge sul campo di gioco, trascinando la squadra alla conquista del set con il punteggio di 25-22. È di Tataru la schiacciata decisiva, valevole per il venticinquesimo punto. Questi i parziali del primo set: 8-6; 11-6; 16-12;19-18; 23-21; 25-22.

Parte bene anche il secondo set per i ragazzi di casa. Giuliano Tataru pare davvero in gran spolvero, autore di schiacciate decisive), così come il resto della formazione lagunare. Ottimo Gabbanelli nella retroguardia, Piazza la solita certezza. Dal palazzetto emerge comunque una realtà non indifferente. È la voce al microfono dello speaker la marcia in più. Pronta ad accompagnare i ragazzi alle battute e ad incitarli dopo un punto conquistato, è stato un elemento vincente. Il secondo set vede sempre in vantaggio i biancoblù, come confermano dai parziali: 8-7; 16-13; 23-19; 25-20. La squadra locale ha cinismo da vendere, mostrando a tutto il pubblico che, nonostante le situazioni di difficoltà, è viva e crede nei sogni. Nel secondo set fa ingresso in campo anche Mocci, giovane promessa antiochense, autore di un punto dalla battuta che fa riscaldare la gente sugli spalti. A chiudere il set è una brillante invenzione di Lorenzo Piazza, abile nell’appoggiare la palla sul campo avversario con un tocco delizioso.

Come nel secondo set, anche nel terzo il dominio è biancoblù (8-7; 10-7; 16-10; 22-17; 25-19). Tataru, che si conferma tra i migliori dei suoi, trascina la squadra alla conquista del set che vale una vittoria schiacciante con il punteggio di 3-0. Ma questa vittoria casalinga ha ancora più sapore in termini di classifica. Questo successo, infatti, vale la terza piazza della classifica, grazie alla clamorosa sconfitta odierna del Volley Parella Torino sul campo della Benassi Alba Cuneo (3 a 1), con 33 punti, alla pari con lo stesso Volley Parella Torino, i Lupi Santa Croce, travolti sul campo della capolista Emma Villas Chiusi per 3 a 0, la Caloni Agnelli Bergamo che oggi ha travolto come da pronostico il Volley Iglesias per 3 a 0 (25-11, 25-12, 25-7) e ancora tre giornate da disputare.

Il coach sulcitano ha regala qualche istante in campo al giovane Federico Matta, classe 2002, che può vantare l’esordio, a soli 13 anni, nel campionato di volley di B1.

Dopo prestazioni del genere, perdersi nei sogni è semplice. Ci si perde in un batter d’occhio. Ma la maturità della squadra va oltre queste particolarità. Negli sguardi dei giocatori, del coach, dello staff, del presidente e tutta la dirigenza, c’è un’immensa voglia di rivalsa. A dispetto delle avversità e dei tanti ostacoli che si sono palesati. Questa è anche la vittoria di una cittadina che crede nello sport e lo sa supportare. Il comando Lions è roba straordinaria. Come è straordinario l’attaccamento dei cittadini sulcitani alla squadra che rappresenta Sant’Antioco in lungo e in largo per lo stivale. In tanti hanno sposato l’iniziativa della società di volley in collaborazione con Bon’Ora-Prodotti di Sardegna, denominata “Adotta l’Olimpia”. Acquistando le confezioni con i prodotti  creati artigianalmente dall’azienda agroalimentare antiochense, il pubblico ha potuto dare un piccolo contributo per sostenere la propria squadra del cuore, che versa in un periodo di difficoltà finanziarie. Perciò a vincere, ieri sera, è stata una cittadina intera. Perché insieme si può vincere, questa è roba risaputa. E adesso occhi puntati sul prossimo match. La scalata richiede ancora tanto sudore e tanta, tantissima, determinazione.

Riccardo Sanna