9 August, 2022
HomePosts Tagged "Francesco Demontis"

[bing_translator]

Tre serate che hanno confermato il ruolo importante di Stintino nella promozione turistica, sia delle produzioni tipiche dell’Isola sia delle località dell’entroterra. L’edizione 2019 de L’Isola in Vetrina va, così, in archivio con un bilancio positivo, la partecipazione di tanti espositori e un pubblico numeroso che ha gradito la proposta slow food, la gastronomia e gli stand dell’artigianato e delle produzioni isolane.

«Abbiamo puntato tantissimo sullo spettacolo – ha detto l’assessore del Turismo del comune di Stintino Francesca Demontis – con tre serate e tre ospiti importanti e bravi. Si è rivelato vincente, anche quest’anno, lo slow food. Siamo molto contenti e ci metteremo subito al lavoro per la prossima edizione

Tante le produzioni che i visitatori hanno potuto scoprire, a partire da gioielli abilmente lavorati dagli artigiani isolani quindi ceramiche, coltelli, oggetti in sughero e oggetti d’arredo per la casa in pietra e bambole in pannolenci e feltro. Affollatissimi, come sempre, gli stand dedicati alla gastronomia dove i tanti turisti hanno potuto gustare i piatti dello street food dagli arrosticini alla pizza fritta, dalle frittelle alle fritture di pesce e ostriche quindi ancora prodotti tipici sardi, panadas e sospiri ma anche Andarinos, pasta e seadas. E ancora, torrone, dolci sardi, miele, liquori sardi, cocktail e birra artigianale.

Le tre serate di spettacoli, poi, hanno accontentato il pubblico variegato, composto da giovani, famiglie e tanti appassionati della musica swing, R’n’R, disco. A dare il via agli appuntamenti è stato Antonio Sorgentone, pianista e cantante, vincitore della edizione 2019 di Italia’s go talent che, accompagnato dalla sua band, ha coinvolto il pubblico con un repertorio mix di musica Anni 50, R’n’R, boogie woogie, brani originali e classici swing italiani di grandi del passato come Renato Carosone o Fred Buscaglione.

È stata poi la volta di Marco Bazzoni, in arte “Baz” che con il suo show di oltre un’ora ha fatto divertire, con gag esilaranti e canzoni, il pubblico presente assiepato sulla scalinata della nuova piazza Cala d’Oliva.

Domenica 25, a chiudere l’edizione 2019 della kermesse turistica è stata la cantante americana Noreda Graves, strepitosa voce solista di uno dei più prestigiosi cori gospel al mondo. L’artista è scesa dal palco e ha coinvolto il pubblico che ha risposto battendo le mani a ritmo e sottolineando gli incantevoli passaggi vocali.

A chiudere le serate ci ha pensato Fabrizio Solinas con sessioni di djset.

L’Isola in Vetrina è stata promossa dal comune di Stintino e dall’assessorato del Turismo, con la collaborazione dell’agenzia La Mirò.

[bing_translator]

Stintino è pronto a diventare, ancora una volta, luogo di incontro tra le tradizioni del mare e quelle dell’entroterra della Sardegna. Dal 23 al 25 agosto ritorna infatti “L’isola in Vetrina”, l’appuntamento immancabile che porterà per le vie del paese l’artigianato isolano, i suoni, le musiche, i concerti e gli spettacoli di Antonio Sorgentone, di Marco “Baz” Bazzoni e Noreda Graves, la gastronomia e la cultura sarda dello “street food”.

Una grande area espositiva che si svilupperà tra piazza Cala d’Oliva, via Asinara, lungomare Cristoforo Colombo e la zona del “fortino”, così gli stintinesi chiamano l’area che sovrasta il piazzale Guardia Costiera ed il porto nuovo.

L’Isola in Vetrina è promossa dal comune di Stintino con l’assessorato del Turismo e la collaborazione dell’agenzia La Mirò. Saranno quindi tre giorni speciali tra artigianato, spettacoli e concerti. «Riportiamo a Stintino il fenomeno dello street food – afferma l’assessore comunale del Turismo Francesca Demontis – tanto apprezzato nell’edizione dello scorso anno. Puntiamo a dare un’offerta ampia ai turisti che già sono presenti nel nostro territorio, ma non solo. Stintino si propone come punto di congiunzione tra l’entroterra e il mare, per far conoscere i prodotti della Sardegna, della gastronomia e dell’artigianato. Un’occasione di grande richiamo».

Questa edizione, inoltre, sarà anche occasione di cultura. Quest’anno, infatti, la vetrina verrà arricchita dalla partecipazione dell’Università di Sassari che, con stand presenti solo venerdì, porterà a Stintino giochi, animazione e divulgazione scientifica con “Scienza in Piazza”, un assaggio dell’evento che ogni anno l’Ateneo turritano organizza a Sassari.

Negli stand che si apriranno venerdì, alle 18,30, saranno presenti espositori e produttori provenienti da tutta la Sardegna. Tante le produzioni che i visitatori potranno scoprire a partire da gioielli abilmente lavorati dagli artigiani isolani quindi ceramiche, coltelli, oggetti in sughero e oggetti d’arredo per la casa in pietra e bambole in pannolenci e feltro. Da gustare ecco arrosticini e pizza fritta, Andarinos, pasta, seadas, frittelle, fritture di pesce e ostriche quindi ancora prodotti tipici sardi, panadas e sospiri. E ancora, torrone, dolci sardi, miele, liquori sardi, cocktail e birra artigianale.

Il 23 agosto, giorno di inaugurazione sarà il momento di Antonio Sorgentone, eccentrico pianista e cantante rock, vincitore del programma televisivo “Italia’s Got Talent”, che con la sua band animerà la serata. A seguire si esibirà il duo, con djset, Fabrizio Solinas e Roberta Usai.

Il 24 agosto sarà la volta del comico televisivo Marco Bazzoni, in arte Baz, che intratterrà il pubblico presente con gag e canzoni e sarà accompagnato da una band che lo supporterà durante l’intero spettacolo. A seguire djset con Fabrizio Solinas e Max Bove.

Il 25 agosto a chiudere la rassegna sarà la cantante americana Noreda Graves, voce solista di uno dei più prestigiosi cori gospel al mondo, The Anthony Morgan Inspirational Choir of Harlem, e di altre realtà internazionali. A conclusione della serata ancora djset con Fabrizio Solinas e Gabriella Pistidda.

[bing_translator]

I vent’anni del gruppo folk San Giorgio di Usini e del festival “A manu tenta” toccano quest’anno il comune di Stintino. Grazie alla disponibilità e all’intesa con l’amministrazione comunale stintinese, cittadini e turisti potranno trascorrere un ferragosto diverso, all’insegna della cultura e delle danze tradizionali provenienti da diverse parti del mondo. Oltre ai balli della Sardegna del gruppo folk San Giorgio, nella piazza dei 45, a partire dalle 21,30, saranno ospiti di Stintino i gruppi internazionali provenienti da Messico, Argentina, Ucraina, Perù e Cile.

«Si tratta di un’importante occasione per il nostro paese – afferma l’assessore al Turismo Francesca Demontis – da una parte festeggeremo la fondazione di Stintino e i suoi 133 anni di storia; dall’altra rinsaldiamo quel legame con i paesi dell’entroterra della nostra isola che portano la loro cultura e, come in questo caso, la cultura di popoli e nazioni lontane. Un’opportunità di fare rete e promuovere i territori della nostra Sardegna, e non solo.»

Il festival A manu tenta, dopo la tappa di apertura di Usini del 4 e 5 agosto ha toccato nel suo tour le piazze di Perfugas, Sanluri, Ploaghe, Arzachena, Tissi, Orgosolo e Villanova Tulo prima di approdare a Stintino nel giorno di Ferragosto.

«L’esperienza stintinese ci arricchisce notevolmente – sostiene Gavino Piras, presidente del gruppo e di recente premiato con Oscar dell’integrazione – e per questo diciamo grazie all’amministrazione comunale per averci accolto. Stintino ci darà la possibilità di far godere a tanti turisti uno spettacolo che fa capire quanto siano importanti i confronti culturali e la combinazione di tradizioni diverse.»