24 May, 2022
HomePosts Tagged "Francesco Melis"

Da domani, secondo il calendario predisposto dal Servizio Veterinario della ASL, presso l’Autoparco comunale di Corso Colombo 95, a Iglesias, per i proprietari dei cani sarà disponibile il servizio gratuito di microchippatura degli animali.

L’iniziativa, realizzata grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione comunale di Iglesias, il Servizio Veterinario della ASL e l’associazione di volontariato Impronte nell’Isola, si inserisce nell’ambito delle politiche attive per la promozione della salute degli animali e della lotta al randagismo.

Dalla giornata di domani e fino al mese di dicembre, per due giorni al mese i proprietari dei cani potranno prenotare la microchippatura gratuita al numero telefonico: 328 9863427 o recarsi direttamente presso l’Autoparco comunale secondo il seguente calendario:

• Mese di maggio:
– 10.05.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 24.05.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Mese di giugno:
– 07.06.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 21.06.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Mese di luglio:
– 05.07.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 19.07.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Mese di settembre:
– 06.09.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 20.09.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Mese di ottobre:
– 04.10.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 18.10.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Mese di novembre:
– 08.11.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 22.11.2022 – ore 10.30 – 12.00

• Nese di dicembre:
– 06.12.2022 – ore 10.30 – 12.00
– 20.12.2022 – ore 10.30 – 12.00

«Grazie alla collaborazione con la ASL e con i volontari ha messo in evidenza il sindaco Mauro Usaipossiamo offrire un servizio importante, consentendo ai proprietari dei cani di accedere alla microchippatura in maniera gratuita, in modo da salvaguardare i nostri amici a quattro zampe permettendone la registrazione, fondamentale in caso di smarrimento.»

«Questa rappresenta solamente la prima iniziativa di una serie di progetti realizzati in collaborazione con il Servizio Veterinario della ASL e con il mondo dell’associazionismo aggiunge l’assessore dell’Ambiente Francesco Melis -. Entro breve tempo vogliamo mettere in campo altri progetti analoghi dedicati anche ai gatti, salvaguardando le colonie feline presenti, garantendo l’assistenza e favorendo le campagne di sterilizzazione per tenerle sotto controllo.»

A Iglesias, a partire da venerdì 1° aprile, i servizi speciali di raccolta dei rifiuti indifferenziati per le persone positive al SARS-CoV-2 sono sospesi, e saranno ripristinate per tutti le abituali modalità di conferimento dei rifiuti differenziati, secondo le disposizioni ISS.

Dal 1° aprile, le persone positive al SARS-CoV-2 dovranno continuare la raccolta differenziata secondo le regole in vigore nel Comune, seguendo alcune raccomandazioni:
– Utilizzare due sacchetti (uno all’interno dell’altro) per tutte le frazioni di rifiuti.
– Inserire fazzoletti di carta, rotoli di carta asciugamano, mascherine, guanti, tamponi diagnostici e materiali che possono essere stati contaminati in una busta separata, che deve essere chiusa e conferita tra i rifiuti indifferenziati.
– chiudere con la massima attenzione i sacchetti.
– Evitare che i sacchetti siano conservati in ambienti con animali, al fine di evitare possibili danneggiamenti.
– Smaltire con cura possibili oggetti taglienti per evitare la rottura dei sacchetti.

Per le persone che non sono positive, si richiede di proseguire come di consueto con la raccolta differenziata, con la raccomandazione, a scopo precauzionale, di inserire fazzoletti di carta, rotoli di carta asciugamano, mascherine, guanti, tamponi diagnostici e materiali che possono essere stati contaminati, in una busta separata, da conferire una volta chiusa nel secco indifferenziato.

«Una notizia positiva che rappresenta un passo importante per il ritorno alla normalitàcommenta l’assessore dell’Ambiente Francesco Melis -. Raccomando ancora a tutti la massima prudenza e attenzione nell’effettuare la raccolta differenziata.»

A Iglesias nasce un corso di formazione digitale per gli anziani, organizzato dall’Amministrazione comunale e dalla Consulta Anziani.

«Nei giorni scorsi avevamo denunciato sui giornali le difficoltà ed i disagi che incontrano molti anziani per accedere ai servizi online delle Poste Italiane perché non conoscono tutte le potenzialità che oggi offrono gli strumenti digitali e si limitano solamente all’uso del cellulare per le telefonate con i familiari e amicispiega Antonio Achenza, presidente della ConsultAnzianIglesias -. Avevamo proposto a Poste Italiane di organizzare una formazione rivolta agli anziani per insegnare l’uso corretto del cellulare ed acquisire le competenze necessarie per utilizzare i servizi online ma, è rimasta lettera morta. Come sempre, alla Dirigenza di Poste, non interessa prestare attenzione e risolvere le difficoltà che incontrano i loro maggiori ed affezionati clienti. Al giorno d’oggi, in questa nuova società digitale, chi non sa utilizzare le nuove tecnologie subisce una forte frustrazione e confusione. Si tratta, soprattutto, della fascia sociale degli anziani che corre il rischio di restare emarginata ed esclusa dalla vita quotidiana che invece verrebbe semplificata e agevolata dagli strumenti digitali.»
«Questa situazione non è passata inosservata all’Amministrazione comunale che ha condiviso da subito il bisogno e la necessità manifestata dalla Consulta Anziani e ha preso seriamente in considerazione la richiesta di formazione digitale per gli anzianiaggiunge Antonio Achenza -. Ringraziamo, pertanto, il sindaco Mauro Usai e gli assessori Francesco Melis ed Angela Scarpa che hanno recepito tempestivamente e dimostrato grande sensibilità per organizzare, in collaborazione con la Consulta Anziani, un ciclo di corsi di formazione per insegnare agli anziani l’utilizzo degli strumenti digitali e le applicazioni maggiormente diffuse che servono per acquisire la capacità ad essere indipendenti e poter fare tante cose in maniera più rapida e efficiente.»
La formazione sarà incentrata, soprattutto, su come ottenere e utilizzare lo SPID – ID digitale e come accedere con le APP ai servizi della Pubblica Amministrazione, Comuni, ASL, INPS, Agenzia delle Entrate, Poste, Abbanoa, Banche, Assicurazioni, all’utilizzo della posta elettronica e alla risoluzione dei problemi tecnici più comuni.
I corsi avranno inizio a partire dal mese di aprile 2022 e le lezioni proseguiranno in base al programma e alle iscrizioni. Il docente del corso sarà lo stesso assessore Francesco Melis esperto di informatica coadiuvato dal servizio informatico del Comune.
Le modalità di iscrizione per la partecipazione al corso saranno comunicate successivamente.

 

Nell’ambito degli interventi per il potenziamento della sicurezza urbana e della tutela del patrimonio, nella giornata di oggi, sono iniziati i lavori per il posizionamento e l’installazione di 32 ulteriori telecamere in diverse zone della città.
L’investimento complessivo di 50.000,00 euro, ha riguardato il potenziamento della centrale operativa, presso il comando della Polizia locale e l’installazione di 32 nuovi dispositivi di videosorveglianza:
– Parco delle Rimembranze
– Plesso scolastico via Calabria
– Centro Culturale via Deledda (potenziamento dell’impianto esistente)
– Centro Direzionale via Isonzo (potenziamento dell’impianto esistente)
– Giardini Pubblici
– Castello Salvaterra
«Un investimento importante in zone strategiche della città ha spiegato il sindaco Mauro Usaigrazie all’installazione di nuove telecamere che potranno dare un contributo fondamentale alla sicurezza ed alla tutela del patrimonio.»
Per l’assessore dell’Informatizzazione e Polizia locale Francesco Melis: «Un intervento necessario a garantire la sicurezza dei cittadini, reimpiegando le risorse economiche derivanti dalle sanzioni previste dal codice della strada. Sono certo che Iglesias con questo ennesimo intervento sarà ancora più sicura ed i suoi luoghi verranno preservati da eventuali atti di vandalismo».

Il consigliere comunale di minoranza Simone Saiu ha presentato un’interpellanza al sindaco di Iglesias, Mauro Usai, e al presidente del Consiglio comunale, Daniele Reginali, sul laboratorio analisi e sui servizi sanitari del territorio. 

Simone Saiu chiede al sindaco Mauro Usai di chiarire quali iniziative formali abbia intrapreso verso la Asl del Sulcis, affinché ci sia un’immediata riapertura del laboratorio analisi dell’ospedale CTO, nonché un aumento del budget di spesa dei laboratori privati convenzionati; quali elementi di novità siano intervenuti dalla precedente protesta per giustificare il silenzio di queste ultime settimane; se intenda intraprendere iniziative congiunte con i Sindaci dei Comuni limitrofi; e, infine, se intenda coinvolgere il Consiglio comunale nelle future iniziative.

Il consigliere Simone Saiu ha presentato una seconda interpellanza, indirizzata all’assessore della Viabilità, Francesco Melis, ed al presidente del Consiglio comunale, Daniele Reginali, sulla viabilità cittadina, nel centro storico e sulla riapertura della via Genova al doppio senso di marcia.

Il consigliere comunale di minoranza chiede di conoscere se l’Amministrazione abbia rivalutato la possibilità di riportare il doppio senso di marcia nella via Genova, in maniera tale da decongestionare il traffico nella via Veneto e nelle zone limitrofe con direttrice di marcia via Argentaria e via Venezia, eventualmente installando dissuasori che rallentino la velocità dei veicoli ed evitino il rischio di incidenti; a quali risultati abbia portato lo studio C.A.R.S. per il centro storico e quali iniziative verranno poste in essere per ridurre i punti del rischio di incidenti nel centro abitato e migliorare la viabilità nel centro storico; quali tempistiche siano previste per la realizzazione della nuova area di parcheggio di Porta Sant’Antonio e se l’Amministrazione abbia pensato a nuovi punti parcheggi nei punti a maggiore densità abitativa della città; e, infine, se è intendimento dell’Amministrazione avviare aggiornamenti o eventuali modifiche relativamente alla viabilità cittadina e quali iniziative ed interventi si intendono predisporre sulla Mobilità Lenta.

Grazie alla convenzione stipulata tra il comune di Iglesias e la Federazione Italiana Tabaccai, da oggi, certificati anagrafici come il certificato di residenza o dello stato di famiglia, possono essere rilasciati anche in tabaccheria, nell’ottica di una semplificazione dei servizi per i cittadini, che non dovranno necessariamente recarsi in Comune per ottenere questi documenti.
Con la collaborazione di Novares, società del gruppo FIT, 11 tabaccherie di Iglesias, dislocate nelle varie aree del territorio, a copertura dell’intero Comune, partiranno in via sperimentale per il nuovo progetto.
A breve, in una seconda fase, l’adesione al progetto potrà essere estesa a tutte le tabaccherie del Comune associate alla FIT, e quindi il numero dei punti vendita convenzionato aumenterà, diventando una grande rete civica al servizio dei cittadini.
«In collaborazione con la Federazione Italiana Tabaccai, potrà essere incrementato il servizio di anagrafe sul territorioha spiegato il sindaco Mauro Usaiuna maniera per semplificare la procedura per i cittadini che richiedono un certificato anagrafico e per fornire un servizio ancora più efficiente.»
«Con questa innovativa operazioneha proseguito l’assessore al Decentramento Francesco Melis andiamo anche a valorizzare e a supportare le attività del nostro territorio che, integrando alcuni servizi comunali, hanno la possibilità di divenire sempre più punti di riferimento per le persone, creando una rete territoriale diffusa. Il nostro Comune sta puntando sempre di più sulla semplificazione, sulla digitalizzazione e sull’innovazione dei servizi al cittadino e questo nuovo progetto va in questa direzione.»
«Siamo davvero soddisfatti di poter collaborare con le Istituzioni affinché le nostre attività possano essere vicine ai cittadini, agevolandoli nelle loro incombenze quotidiane e svolgendo così anche una funzione di servizioha messo in evidenza Matteo Boi, presidente della Federazione Italiana Tabaccai della Provincia -. La nostra categoria ha subito ben risposto a questo nuovo progetto e presto altre tabaccherie vi aderiranno.»

Nelle tabaccherie aderenti potranno essere rilasciati i certificati:
• certificato anagrafico di nascita
• certificato anagrafico di morte
• certificato anagrafico di matrimonio
• certificato di cittadinanza
• certificato di esistenza in vita
• certificato di residenza
• certificato di stato civile
• certificato di stato di famiglia
• certificato di stato di famiglia e di stato civile
• certificato di residenza in convivenza
• certificato di stato di famiglia AIRE
• certificato di stato libero
• certificato anagrafico di unione civile
• certificato di convivenza

Le tabaccherie di Iglesias, attualmente aderenti, sono:
• Piazza La Marmora 7/8
• Via Cattaneo 76
• Corso Colombo 51
• Via Baudi di Vesme 1
• Via Nazionale 15 (Frazione di Nebida)
• Corso Colombo 75
• Via Vittorio Veneto 43
• Via Vittorio Veneto 70
• Via Battisti 22
• Corso Colombo 7
• Via Corsica 21

Per ogni operazione di rilascio dei certificati, il costo è di 2 euro IVA compresa (più eventuale bollo quando necessario).
Dal mese di novembre, potranno aderire al progetto tutte le tabaccherie associate alla FIT, diventando la rete di prossimità comunale più estesa.
E’ attivo anche il servizio di rilascio certificati della Camera di Commercio.

Anche quest’anno, ritorna l’appuntamento con “Puliamo il mondo”, la manifestazione per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente promossa da Legambiente, edizione italiana della maratona mondiale “Clean up the world”.
La manifestazione prenderà il via venerdì 15 ottobre, con una giornata dedicata agli studenti delle scuole, una maniera per unire tutela ed educazione ambientale.
Sabato 16 ottobre, i partecipanti, in collaborazione con gli operatori del comune di Iglesias e le associazioni della società civile, potranno dare il proprio contributo ripulendo dai rifiuti le vie, le piazze e gli altri spazi comuni.
«Un’occasione per unire l’educazione civica e la salvaguardia dell’ambiente ha messo in evidenza il sindaco Mauro Usai grazie ai partecipanti che anche quest’anno, come nelle edizioni precedenti, forniranno un importantissimo contributo.»
«Una giornata sarà dedicata appositamente agli studenti ed al personale delle scuolespiega l’assessore dell’Ambiente, Francesco Melis in questo modo l’educazione ambientale diventa qualcosa da vivere in maniera diretta, con impegno e partecipazione.»

Si è svolta ieri, in videoconferenza con l’Austria, una determinante videoconferenza alla quale hanno partecipato, oltre all’Amministrazione comunale di Iglesias rappresentata dall’assessore Francesco Melis, il prof. Aldo Accardo presidente del Comitato Sardo Grandi Eventi, il dott. Alberto Carta ideatore ed animatore della cooperazione italo – austriaca per l’Asinara, i rappresentanti della Croce Nera Austriaca nelle persone del Dott. Hermann Hotter presidente della Croce Nera del Tirolo, dott. Phd Franz Birkfellner, dott.ssa Karin Mascher ed il dottor Ernest Murrer tutti appartenenti al prestigioso Ente austriaco, alla videoconferenza ha partecipato inoltre una rappresentanza dell’Amministrazione comunale di Porto Torres.
La Croce Nera Austriaca (OSK) costituita sin dal 1919 è un’associazione che, per conto del Ministero della Difesa della Repubblica d’Austria, cura i luoghi di sepoltura e i sacrari militari dove sono sepolti soldati austriaci, al fine di preservarne la memoria.
Il Comune di Iglesias nell’imminente allestimento del Memoriale nel Parco della Rimembranza, oltre ai nomi dei caduti iglesienti, ha voluto ricordare i nominativi dei prigionieri di guerra austro ungarici nonché gli internati civili appartenenti all’Impero asburgico morti in Città durante la Grande Guerra.
La Croce Nera Austriaca ha espresso vivo apprezzamento per il gesto dell’Amministrazione Comunale di Iglesias, assicurando la partecipazione di una propria delegazione all’inaugurazione del percorso della memoria stabilita per la seconda decade del mese di novembre.
Un grande gesto di civiltà e amicizia tra i popoli che, ad oltre cento anni dalla conclusione del tragico conflitto, realizza ponti di pace e consentirà agli austriaci e agli altri paesi che costituirono l’ex Impero austro ungarico di rendere omaggio alla memoria dei loro connazionali caduti in Città.
Dall’incontro è inoltre emersa la volontà dei comuni di Iglesias e Porto Torres di farsi capofila e avviare delle relazioni finalizzate alla realizzazione in Sardegna di un percorso della memoria che coinvolga i paesi che hanno visto l’impiego nei diversi lavori dei prigionieri di guerra austro ungarici e, in numerosi casi, persino la loro prematura morte.

Al via i lavori nel cantiere comunale di forestazione nelle vie Vivaldi e Vergine Maria, che permetteranno una riqualificazione delle aree verdi in una superficie complessiva di 3.390 metri quadri.
Grazie agli interventi degli operai, si procederà alla ripulitura dell’area che separa la Via Vivaldi dalla Via Vergine Maria, alla potatura ed alla manutenzione del verde pubblico, alla creazione di barriere verdi di macchia mediterranea ed alla messa a dimora di piante arboree.
Oltre a questi interventi, verranno realizzati dei sentieri di collegamento ed una scalinata in legno che permetterà di mettere in comunicazione via Vivaldi e via Vergine Maria.
«Una nuova area della Città potrà essere riqualificata e messa a disposizione della collettività ha messo in evidenza il sindaco Mauro Usainon solamente con la manutenzione del verde pubblico, ma anche con la realizzazione di un collegamento tra le due vie.»
«A breveaggiunge l’assessore dell’Ambiente Francesco Melisinizieranno i lavori anche nell’altro cantiere di forestazione nella via Pacinotti. Entrambi gli interventi sono stati finanziati da fondi regionali per un importo di 90.000 euro. Una maniera per unire la riqualificazione delle aree cittadine, il miglioramento della viabilità per i pedoni, che non saranno più costretti a percorrere un tragitto più lungo tra Via Vivaldi e Via Vergine Maria, e la salvaguardia dell’ambiente. Grazie anche al lavoro dei tecnici e degli operai impegnati nei cantieri comunali di forestazione.»

E’ iniziato il percorso finalizzato alla costituzione del Distretto Rurale promosso dall’Unione dei Comuni Metalla e il Mare. L’idea di costituire il Distretto Rurale scaturisce dalla volontà dei soggetti promotori di individuare nuovi strumenti e nuove opportunità di sviluppo basate su approcci condivisi e partecipati. Secondo Laura Cappelli, presidente dell’Unione di comuni e sindaco di Buggerru «attraverso il nuovo modello di partenariato pubblico e privato si intende individuare soluzioni innovative finalizzate a migliorare la produttività e la redditività del comparto agricolo, ad accrescere la collaborazione fra gli attori territoriali, a tutelare e valorizzare il vasto patrimonio ambientale, storico e culturale, così da contribuire concretamente al superamento delle problematiche della disoccupazione e dello spopolamento dei nostri paesi».

Per Mauro Usai, sindaco di Iglesias «occorre definire nuove strategie di cooperazione e integrazione fra comunità della costa e delle zone interne, tra paesi della ruralità più autentica e la vicina città, Il Distretto Rurale rappresenta per tutti noi una concreta opportunità di sviluppo economico e sociale ed una importante occasione, in particolare per le giovani generazioni, per rivalutare l’agricoltura e le attività connesse secondo una logica di stabilità economica, benessere alimentare e cura del territorio».

Secondo l’assessore dell’Agricoltura del comune di Fluminimaggiore Gianni Gaviano, «rinnovare l’interesse verso l’agricoltura può rappresentare una importante occasione per rinvertire i fenomeni sociali dovuti all’abbandono delle aree rurali, superare la marginalità e lontananza dei nostri paesi ed accrescere la qualità della vita della nostra gente».

«Aderiremo con interesse e assicureremo il nostro sostegno all’iniziativaha sottolineato il sindaco di Domusnovas Massimiliano Ventura -. Per la nostra amministrazione creare opportunità di sviluppo e valorizzare le risorse endogene rappresenta una priorità insieme al sostegno al settore produttivo profondamente provato dal prolungarsi dell’emergenza sanitaria. Occorre infondere entusiasmo e sostenere in ogni forma la ripresa economica anche attraverso azioni innovative e di immediata efficacia.»

Nel suo contributo, il sindaco di Musei, Sasha Sais ha detto che il nucleo iniziale del Comitato Promotore svolgerà da subito una costante ed intensa attività di coinvolgimento delle associazioni di Categoria, datoriali, sindacali del mondo sociale e della cultura, delle imprese e dei giovani con il fine di arrivare alla definizione di un Comitato Promotore che si identifichi con il partenariato più ampio e per la presenza di tutti i portatori di interesse.

Ha concluso l’assessore dell’Agricoltura del comune di Iglesias Francesco Melis. «La vasta rete di soggetti pubblici e privati ha detto -, opererà in una logica di compartecipazione, apporterà esperienze, proposte, idee e progetti che saranno condivise ed andranno ad alimentare la definizione del programma e delle strategie che, riassunte nel Piano di Distretto orienteranno, in forma partecipata, le azioni del nuovo organismo».

Per conoscere il calendario degli incontri, ottenere maggiori informazioni ed aderire al progetto si può visitare il sito https://costituendodistrettometallaeilmare.weebly.com