28 October, 2021
HomePosts Tagged "Gerardo Pisà"

[bing_translator]

La replica del gruppo consiliare di maggioranza del comune di Tratalias, alle accuse dei quattro consiglieri di minoranza Claudia Cuccu, Iside Fonnesu, Massimiliano Loddo e Gerardo Pisà, di “svendere il Borgo antico”, non s’è fatta attendere. E’ arrivata con una lettera aperta ai cittadini.

«Cari cittadini, a seguito del recente Consiglio Comunale, che si è tenuto in data 12.09.2017, e delle voci che circolano in paese su una presunta “vendita” del nostro caro Borgo Medioevale, come gruppo di maggioranza ci sentiamo in dovere di recapitarvi questa lettera, una lettera in cui cerchiamo di darvi quelle risposte utili a capire come è facile insinuare dubbi e notizie tendenziose senza conoscere la realtà. La lettera è semplice: leggetela per intero e solo alla fine traete le dovute conclusioni. Ribadiamo per qualsiasi chiarimento restiamo sempre a disposizione: ci trovate sia in municipio che in paese, durante la vita quotidiana. Chiedere non costa niente e, soprattutto, non ci dà alcun disturbo.

1. Nel nostro programma elettorale non si è mai parlato di vendere il vecchio Borgo Medioevale. Al contrario, ci chiediamo allibiti: come potremmo noi, cittadini di Tratalias, vendere la nostra memoria, la nostra storia, i luoghi che ci hanno visto nascere e che viviamo quotidianamente, anche grazie alle tante iniziative promozionali e culturali che organizziamo nel borgo? Se lo “vendessimo”, come potremmo trasmettere ai nostri figli e alle generazioni future quei ricordi che ci emozionano ogni volta che percorriamo le vie e la piazza attorno alla nostra Cattedrale? Chi può essere tanto scellerato da pensare solo lontanamente a vendere la propria identità?

2. In tutti gli atti comunali, attuali e degli ultimi 12 anni di amministrazione, non abbiamo inserito alcun immobile del Borgo Medioevale nel piano di alienazione immobiliare. Mai. Questo, per chi non lo sapesse, è l’unico strumento pubblico che autorizzerebbe l’eventuale vendita del patrimonio immobiliare comunale. Quindi come si può arrivare a dire che “dobbiamo vendere il borgo”? Gli immobili presenti nel borgo sono concessi in gestione: tutte le attività, sia di imprenditori privati, come i due ristoranti, che di hobbisti o associazioni culturali (i laboratori), sono concessi in gestione. Qualche assegnatario ha un regolare contratto, qualcun altro è in fase di perfezionamento e altri sono in attesa perché vorrebbero avere le stesse opportunità di chi ha già un immobile concesso. Ma il termine gestione è ben differente dal termine “vendita”: di sicuro la maggior parte della popolazione conosce la differenza, altri ne ignorano il significato, magari volutamente. Se poi sentiamo associare il termine “vendita” al termine “debito”, quasi viene l’idea di costituirsi in giudizio per diffusione di informazioni tendenziose e palesemente false, volte a denigrare il nostro operato e il buon nome del comune di Tratalias.

3. Noi non siamo esperti del settore come altri si professano: per questo, riconoscendo un nostro limite, abbiamo ampliato le vedute chiedendo un supporto tecnico certificato per capire come si potrebbe gestire l’intero Borgo Medioevale. Ed è per questo che, in quest’ultimo anno, grazie al lavoro fatto direttamente dal nostro sindaco, siamo riusciti a far inserire nei progetti del Piano Sulcis uno studio di consulenza tecnico-amministrativo fatto da esperti del settore, con competenze qualificate e certificate sull’eventuale modalità di gestione dell’intero Borgo in termini produttivi e di valorizzazione ai fini turistici. Costo per la comunità? ZERO. Questo passaggio ha permesso una piena imparzialità nello studio: l’unico dato richiesto, oltre alle tavole tecniche, è stato la raccolta dei contratti di gestione attivi, in scadenza o da regolarizzare. Questo documento è stato pubblicato nel sito del Comune di Tratalias e lo scorso 12 settembre è stato presentato come “presa d’atto” in Consiglio comunale. Chiunque abbia detto diversamente, prima e dopo questa data, ha distorto la realtà e raccontato un’altra storia, forse per accaparrare qualche consenso in paese. I documenti, ribadiamo, sono a disposizione di tutti. In questi due anni si è detto di tutto: spesso ci siamo passati sopra serenamente perché siamo consapevoli che non tutti sono così ingenui da abboccare alle chiacchiere propagandistiche di pochi. Questa volta, però, si è superato il limite e abbiamo deciso di parlare a tutti cittadini, anche a chi non ci ha sostenuto: il nostro gruppo, per chi non se lo ricordasse, sta amministrando per conto di tutto il paese e il bene della comunità resta un obiettivo comune. Siamo giunti alla fine di questa breve lettera: vi ringraziamo per il tempo trascorso a leggerla. Conservatela e scoprirete in futuro dove sta la verità.

Il Gruppo Consiliare di Maggioranza Obiettivo Comune Tratalias

[bing_translator]

E’ durissima la presa di posizione di quattro consiglieri di minoranza del comune di Tratalias, Claudia Cuccu, Iside Fonnesu, Massimiliano Loddo e Gerardo Pisà, contro la maggioranza che sostiene la Giunta Piras, per l’approvazione della proposta di “Presa d’atto Piano Sulcis studio di fattibilità economico finanziaria e approfondimento delle idee progettuali, valorizzazione del borgo di Tratalias vecchia in ottica turistica ricettiva”.

«A Tratalias si “svende” il Borgo antico! Tale “Presa d’atto” – attaccano Claudia Cuccu, Iside Fonnesu, Massimiliano Loddo e Gerardo Pisà – è stata approvata con i soli voti del gruppo di maggioranza. Qualora lo studio venisse approvato, l’intero Borgo verrà “regalato” a chi si aggiudicherà il probabile appalto, perché il paese in cambio avrà solo una “fee annua di modeste dimensioni” (una tassa esigua), in barba al valore sociale e storico dell’intero sito e, soprattutto, per un numero considerevole di anni, gli abitanti di Tratalias dovranno pagare anche per festeggiare la Santa Patrona. La poca dimestichezza dell’attuale gruppo di  maggioranza in seno all’Amministrazione comunale, in materia di programmazione culturale e turistica emerge anche dalla relazione fornita da “Invitalia” in cui si specifica che le varianti di aggiornamento, fatte nel 2006 e nel 2007 (sempre con la Giunta Piras), non sono coerenti con il PPE attuale, in quanto mancanti di tutta la documentazione di approvazione da parte della Soprintendenza ai Beni ambientali, architettonici, artistici e storici e da parte della Regione Sardegna. Da ciò si evince che in 10 anni l’attuale gruppo di maggioranza dell’Amministrazione comunale non è stata capace di regolarizzare un atto del Consiglio comunale, e ai consiglieri dei due gruppi di opposizione   viene spontaneo dubitare della sua idoneità a gestire, guardando al bene del paese, questo progetto. Può un’esigua rappresentanza di cittadini da sola, decidere le sorti di un bene, quale il vecchio Borgo, determinante per il futuro di Tratalias e di tutti i Trataliesi? Cosa impedisce loro di interfacciarsi con tutti gli altri cittadini? La presentazione del progetto si è tenuta il 26 di maggio, alle ore 11.00, nel centro storico e vi ha partecipato un esiguo numero di persone a causa di una comunicazione imprecisa e scarna, in un periodo in cui a Tratalias si svolgevano i festeggiamenti per la Santa patrona: non vogliamo pensare sia stato fatto di proposito ma che sia dovuto a una condizione casuale.»

Perché il vecchio Borgo abbia un meritato futuro e, attraverso diverse forme associative, possa garantire ai giovani di Tratalias un’opportunità di lavoro, i consiglieri dei gruppi di opposizione Claudia Cuccu, Iside Fonnesu, Massimiliano Loddo e Gerardo Pisà chiedono che sia indetto «un Consiglio comunale straordinario con partecipazione pubblica, pubblicizzata in modo adeguato, affinché gli abitanti siano informati con chiarezza e trasparenza su quali siano i propositi che intende portare avanti il Sindaco e la sua Giunta su tale progetto, e che i partecipanti possano esprimere  le proprie opinioni. Inoltre, si chiede al primo cittadino un serio confronto con l’opposizione nelle sedi istituzionali perché si possa ridiscutere tutto il progetto, apportando e condividendo eventuali varianti all’indagine fatta da “Invitalia”».

Il concessionario, eventualmente a fronte di una fee annua di modeste dimensioni – sottolineano Claudia Cuccu, Iside Fonnesu, Massimiliano Loddo e Gerardo Pisà -, assumerebbe l’onere di:

• completare il recupero primario e la rifunzionalizzazione degli immobili concessi, nel rispetto delle prescrizioni del Piano particolareggiato e, in generale, del quadro vincolistico vigente, inclusa la realizzazione di impianti e sottoservizi e l’acquisto di immobili ed attrezzature;

• garantire la manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili concessi e di gestire, incamerandone i relativi profitti;

• la struttura ricettiva, l’attività ristorativa, la reception ed i servizi aggiuntivi connessi;

• la struttura museale, garantendo la fruibilità del museo e le visite guidate alla Cattedrale, e gli altri immobili destinati ad attività culturali;

• le unità immobiliari destinate ad ospitare i laboratori artigiani, il relativo show room e il punto vendita delle produzioni enogastronomiche;

• il suolo pubblico incluso nel centro storico per la realizzazione di manifestazioni culturali, musicali, enogastronomiche e religiose, inclusa la festa patronale di Tratalias in occasione dell’Ascensione.

«Appare chiaro che lo studio si basa su meri dati numerici senza tenere conto dell’aspetto umano, culturale e lavorativo di Tratalias, creando un immenso danno economico al paese – concludono Claudia Cuccu, Iside Fonnesu, Massimiliano Loddo e Gerardo Pisà – e i consiglieri dei gruppi di opposizione useranno tutti i mezzi legali a loro disposizione perché questo progetto, di dubbia efficacia, sia messo, comunque, a conoscenza di tutto il paese.»

Municipio Tratalias 2 copiaMarco Antonio Piras copia

A distanza di dodici giorni dalle elezioni, il confermato sindaco Marco Antonio Piras (al terzo mandato consecutivo) ha ufficializzato questo pomeriggio la composizione della nuova Giunta comunale di Tratalias. Emanuele Pes, 37 anni, ha ricevuto le deleghe di vicesindaco e di assessore dei Lavori pubblici, Urbanistica, Ambiente, Personale e Patrimonio; Daniela Uccheddu, 51 anni, ha ricevuto le deleghe di assessore dei Servizi sociali, Pubblica istruzione, Turismo e Attività del Centro storico, Politiche del lavoro; Giulio Renato Zara, 49 anni, il candidato consigliere più votato con 50 preferenze, infine, ha ricevuto le deleghe di assessore dello Sport, Spettacolo, Cultura, Caccia e Agricoltura. Marco Antonio Piras ha tenuto a sé la delega al Bilancio.

La nuova Giunta nasce all’insegna della continuità amministrativa. Due dei tre assessori, Emanuele Pes e Giulio Renato Zara, infatti, facevano parte con Marco Antonio Piras anche della Giunta della consiliatura appena conclusa. Gli altri due assessori uscenti, Gianluca Locci ed Elena Papi, questa volta non erano candidati.

Il numero degli assessori è sceso a 3, perché secondo le nuove disposizioni legislative, trasmesse ai sindaci neo eletti dall’assessore regionale degli Enti locali, Cristiano Erriu, con una circolare il 9 giugno, il numero degli assessori non deve essere superiore ad un quarto (arrotondato aritmeticamente) del numero dei consiglieri comunali, compreso il sindaco. Il numero deve essere arrotondato per eccesso se la frazione è superiore a 5, e per difetto se pari o inferiore a 5. A Tratalias, così come a Villamassargia, Santadi, Giba e Sant’Anna Arresi, i consiglieri eletti sono 12, 13 con il sindaco, quindi le Giunte devono essere composte dal sindaco e da 3 assessori.

Il nuovo Consiglio comunale di Tratalias si insedierà martedì 16 giugno, alle ore 18.00. Nell’occasione, il riconfermato sindaco Marco Antonio Piras presterà giuramento e presenterà la squadra dei tre nuovi assessori appena nominati. Dopo la prima riunione di Consiglio comunale, il sindaco ufficializzerà con un nuovo atto gli incarichi specifici per tutti i consiglieri delegati.

Ricordiamo che Marco Antonio Piras è stato confermato per la terza volta sindaco di Tratalias con 312 voti, il 39,29%. La sua lista civica, “Obiettivo comune”, ha eletto 8 consiglieri comunali, precedendo la lista civica“Tratalias di tutti” che candidava Iside Fonnesu che si è fermata a 278 voti, il 35,01% ed ha eletto 2 consiglieri ed alla lista civica “Progetto Tratalias” che candidava Gerardo Pisà che ha ottenuto 204, il 25,69% ed ha eletto i restanti 2 consiglieri.

Le elezioni hanno registrato 802 votanti su 1.051 aventi diritto al voto, per una percentuale del 76,30%.

Questa è la composizione dei nuovi gruppi consiliari.

“Obiettivo Comune:

Giulio Renato Zara

Daniela Uccheddu

Gianluca Lindiri

Emanuele Pes

Mauro Antonio Cuccu

Patrizia Cani

Alberto Cani

Stefania Piredda

“Tratalias per tutti ”:

Iside Fonnesu

Claudia Cuccu

“Progetto Tratalias”:

Gerardo Pisà

Massimiliano Loddo

 

Marco Antonio Piras copia

Il nuovo Consiglio comunale di Tratalias eletto il 31 maggio si insedierà martedì 16 giugno, alle ore 18.00. Nell’occasione, il riconfermato sindaco Marco Antonio Piras presterà giuramento e presenterà la squadra dei tre nuovi assessori.

Ricordiamo che Marco Antonio Piras è stato confermato per la terza volta sindaco di Tratalias con 312 voti, il 39,29%. La sua lista civica, “Obiettivo comune”, ha eletto 8 consiglieri comunali, precedendo la lista civica “Tratalias di tutti” che candidava Iside Fonnesu che si è fermata a 278 voti, il 35,01% ed ha eletto 2 consiglieri ed alla lista civica “Progetto Tratalias” che candidava Gerardo Pisà che ha ottenuto 204, il 25,69% ed ha eletto i restanti 2 consiglieri.

Le elezioni hanno registrato 802 votanti su 1.051 aventi diritto al voto, per una percentuale del 76,30%.

I consiglieri comunali eletti.

Lista civica “Obiettivo Comune lista civica per Tratalias”, 8 eletti:

Giulio Renato Zara 50 voti

Daniela Uccheddu 36

Gianluca Lindiri 36

Emanuele Pes 35

Mauro Antonio Cuccu 30

Patrizia Cani 25

Alberto Cani 18

Stefania Piredda 15

Candidati non eletti:

Carlo La Marca 13

Maria Raffaela Matta 13

Monica Pia 8

Marco Steri 3

Lista civica “Tratalias per tutti – Iside Fonnesu sindaco”, 2 eletti:

Candidato sindaco Iside Fonnesu eletta consigliere comunale

Claudia Cuccu 56 voti

Candidati non eletti:

Vincenzo Esposito 39

Fulvio Piras 30

Priska Steger 23

Roberta Piras 21

Franca Zara 13

Alessandro Piras 12

Pietro Antonio Matta 10

Maria Cristina Atzori 9

Nicola Cruccas 9

Cristiano Atzori 7

Mauro Usai 7

Lista civica “Progetto Tratalias – Gerardo Pisà sindaco”, 2 eletti:

Candidato sindaco Gerardo Pisà eletto consigliere comunale

Massimiliano Loddo 31 voti

Candidati non eletti:

Michelangelo Pirosu 30

Mario Pes 30

Bruno Cani 19

Federico Diana 16

Gabriele Melis 16

Marinella Ghiani 15

Irma Ciani 11

Giorgio Cera 10

Manuela Cadoni 9

Marco Fadda 6

Martino Ivanoe Senis 2

 

Municipio Tratalias 2 copia

Marco Antonio Piras è stato confermato per la terza volta sindaco di Tratalias con 312 voti, il 39,29%. La lista civica guidata da Piras, “Obiettivo comune”, ha eletto 8 consiglieri comunali, precedendo la lista civica “Tratalias di tutti” che candidava Iside Fonnesu che si è fermata a 278 voti, il 35,01% ed ha eletto 2 consiglieri ed alla lista civica “Progetto Tratalias” che candidava Gerardo Pisà che ha ottenuto 204, il 25,69% ed ha eletto i restanti 2 consiglieri.

Le elezioni hanno registrato 802 votanti su 1.051 aventi diritto al voto, per una percentuale del 76,30%.

I consiglieri comunali eletti.

Lista civica “Obiettivo Comune lista civica per Tratalias”, 8 eletti:

Giulio Renato Zara 50 voti

Daniela Uccheddu 36

Gianluca Lindiri 36

Emanuele Pes 35

Mauro Antonio Cuccu 30

Patrizia Cani 25

Alberto Cani 18

Stefania Piredda 15

Candidati non eletti:

Carlo La Marca 13

Maria Raffaela Matta 13

Monica Pia 8

Marco Steri 3

Lista civica “Tratalias per tutti – Iside Fonnesu sindaco”, 2 eletti:

Candidato sindaco Iside Fonnesu eletta consigliere comunale

Claudia Cuccu 56 voti

Candidati non eletti:

Vincenzo Esposito 39

Fulvio Piras 30

Priska Steger 23

Roberta Piras 21

Franca Zara 13

Alessandro Piras 12

Pietro Antonio Matta 10

Maria Cristina Atzori 9

Nicola Cruccas 9

Cristiano Atzori 7

Mauro Usai 7

Lista civica “Progetto Tratalias – Gerardo Pisà sindaco”, 2 eletti:

Candidato sindaco Gerardo Pisà eletto consigliere comunale

Massimiliano Loddo 31 voti

Candidati non eletti:

Michelangelo Pirosu 30

Mario Pes 30

Bruno Cani 19

Federico Diana 16

Gabriele Melis 16

Marinella Ghiani 15

Irma Ciani 11

Giorgio Cera 10

Manuela Cadoni 9

Marco Fadda 6

Martino Ivanoe Senis 2

Marco Antonio Piras è stato confermato per la terza volta sindaco di Tratalias con 312 voti, il 39,29%. La lista civica guidata da Piras, “Obiettivo comune”, ha eletto 8 consiglieri comunali, precedendo la lista civica “Tratalias di tutti” che candidava Iside Fonnesu che si è fermata a 278 voti, il 35,01% ed ha eletto 2 consiglieri ed alla lista civica “Progetto Tratalias” che candidava Gerardo Pisà che ha ottenuto 204, il 25,69% ed ha eletto i restanti 2 consiglieri.

Le elezioni hanno registrato 802 votanti su 1.051 aventi diritto al voto, per una percentuale del 76,30%.

Marco Antonio Piras copia

Municipio di Santadi 4Municipio Sant'Anna Arresi 8 copiaMunicipio Tratalias 2 copiaMunicipio Giba  Municipio Piscinas 4 copiaMunicipio Villamassargia 1 copia

Si è conclusa alla mezzanotte la campagna elettorale, domani si vota dalle 7.00 alle 22.00 per l’elezione dei nuovi Consigli comunali e dei sindaci. Nel Sulcis Iglesiente i comuni interessati al voto sono sei: Santadi, Sant’Anna Arresi, Tratalias, Giba, Piscinas e Villamassargia.

Riportiamo tutte le liste e tutti i candidati, comune per comune.

Santadi.

Lista civica “Impegno e azione quotidiana” 

Candidato a a sindaco: Marco Murgia.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Monica Ariu, Anna Claudia Arru, Erica Atzori, Andrea Caddeo, Bianca Cani, Luana Deias, Alberto Erriu, Daniela Garia, Federico Peddis, Luca Pia, Federico Pintus, Efisio Pioncu.

Lista “Servizio e Rispetto per Santadi”

Candidato a sindaco: Elio Sundas.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Giancarlo Acca, Simona Garau, Francesca Impera, Massimo Impera, Veronica Impera, Marco Loi, Giancarlo Mei, Paola Mei, Francesca Melis, Marco Pusceddu, Simone Secci, Federico Trogu.

Sant’Anna Arresi.

Lista “Giorno Nuovo – Sant’Anna Arresi: La nostra casa, la nostra gente”.

Candidato a sindaco: Teresa Pintus.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Gabriela Caschili, Patrizia Emanuela Costa, Roberto Dessì, Fabio Diana, Maddalena Garau, Valerio Lecca, Ambrosiano Pintus, Alfiero Pittoni, Daniela Farci, Roberto Virdis, Emanuela Pilloni, Massimiliano Selis.

Lista “Costa Arresi”.

Candidato a sindaco: Luigi Balloccu.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Loretta Atzori, Roberto Cappai, Elena Fadda, Ilaria Garia, Matteo Marongiu, Eleonora Murgia, Elvio Muscas, Aldo Porcu, Gino Potettu, Elisabetta Rossu, Martino Uccheddu, Veronica Viola.

Lista “Arresinus”.

Candidato a sindaco: Adriana Lobina.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Nicola Angius, Mojca Cancedda, Roberto Carrieri, Ponziana Ledda, Samuele Mei, Fernando Pistis, Maurizio Antonio Podda noto Titti, Giovanni Putzu, Laura Silanus, Daniela Soru, Andrea Virdis, Andrea Letizia Virdis.

Tratalias.

Lista “Obiettivo Comune lista civica per Tratalias”.

Candidato a sindaco: Marco Antonio Piras.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Emanuele Pes, Mauro Antonio Cuccu, Giulio Renato Zara, Patrizia Cani, Maria Raffaela Matta, Alberto Cani, Marco Steri, Monica Pia, Carlo La Marca, Daniela Uccheddu nota Denny, Gianluca Lindiri, Stefania Piredda.

Lista “Tratalias per tutti – Iside Fonnesu sindaco”.

Candidato a sindaco: Iside Fonnesu.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Cristiano Atzori, Maria Cristina Atzori, Nicola Cruccas, Claudia Cuccu, Vincenzo Esposito, Pietro Antonio Matta, Alessandro Piras, Fulvio Piras, Roberta Piras, Priska Steger, Mauro Usai, Franca Zara.

Lista “Progetto Tratalias – Gerardo Pisà sindaco”.

Candidato a sindaco: Gerardo Pisà.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Bruno Cani noto Brunello, Marinella Ghiani nota Marina, Manuela Cadoni, Irma Ciani nota Mimma, Giorgio Cera, Federico Diana, Marco Fadda, Massimiliano Loddo, Gabriele Melis, Mario Pes, Michelangelo Pirosu, Martino Senis.

Giba.

Lista “Continuità e Progresso – Giba e Villarios”.

Candidato a sindaco: Learco Fois.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Mario Camboni, Giorgio Cogotti, Nicola Demontis, Andrea Diana, Nicola Diana, Giovanni Falessi, Mitore Gambula, Giacinto Granella, Simone Manai, Brunello Orrù noto Nello, Michele Orrù, Roberto Zanda.

Lista “Amministrare il paese per costruire il futuro. Giba e Villarios uniti”.

Candidato a sindaco: Andrea Pisanu.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Nicola Atzori, Simone Atzori, Francesca Diana, Gilda Diana, Sara Lepuri, Francesca Murgia, Salvatore Orrù, Emanuele Pistis, Alberto Pittoni, Alessandro Porcina, Maria Cristina Serrenti, Francesco Uccheddu.

Piscinas.

Lista “Per Piscinas – Al servizio del cittadino”

Candidato a sindaco: Mariano Cogotti.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Eleonora Atzei nota Lilli, Federico Atzori noto Chicco, Mario Bachis, Gesualdo Concas, Giuseppe Fadda, Loredana Frau, Assunta Frezza, Giovanni Mancosu, Gianluca Trastus, Massimo Uccheddu.

Lista “Camminando verso il futuro di Piscinas”.

Candidato a sindaco: Fabrizio Pintus.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Michele Acca, Caterina Bisicchia, Anna Licia Curreli, Giuliano Fois, Silvia Lai, Valter Matta, Isabella Murtas, Gina Piotti, Adriano Taris, Maurizio Trastus.

Villamassargia.

Lista Civica.

Candidato a sindaco: Pierluigi Palmas.

Candidati alla carica di consigliere comunale: Salvatorangelo Cambula, Nicola Bianchini, Andrea Spada, Roberto Sais, Paola Serreli, Gianluca Cani, Andrea Canè, Silvia Mura, Luca Onnis, Maria Rosaria Portas, Cinzia Pilloni, Andrea Virdis.

Lista “Il paese che vorrei”.

Candidato a sindaco Debora Porrà:

Candidati alla carica di consigliere comunale: Francesco Mameli, Noemi Fadda, Fabio Bernardini, Silvia Vacca, Marco Mandis, Arianna Porcu in Tola, Marino Lai, Ylenia Sais, Samuele Tocco, Silvia Dessì, Massimiliano Perria, Federico Orrù.

A Tratalias, 1.108 abitanti, a sfidare il sindaco uscente Marco Antonio Piras, alla terza candidatura, sono Iside Fonnesu e Gerardo Pisà.

Marco Antonio Piras guida la lista “Obiettivo Comune lista civica per Tratalias” che propone i seguenti candidati alla carica di consigliere comunale:

Emanuele Pes, Mauro Antonio Cuccu, Giulio Renato Zara, Patrizia Cani, Maria Raffaela Matta, Alberto Cani, Marco Steri, Monica Pia, Carlo La Marca, Daniela Uccheddu nota Denny, Gianluca Lindiri, Stefania Piredda.

Iside Fonnesu guida la lista “Tratalias per tutti – Iside Fonnesu sindaco”, che propone i seguenti candidati alla carica di consigliere comunale:

Cristiano Atzori, Maria Cristina Atzori, Nicola Cruccas, Claudia Cuccu, Vincenzo Esposito, Pietro Antonio Matta, Alessandro Piras, Fulvio Piras, Roberta Piras, Priska Steger, Mauro Usai, Franca Zara.

Gerardo Pisà guida la lista “Progetto Tratalias – Gerardo Pisà sindaco”, che candida alla carica di consigliere comunale:

Bruno Cani noto Brunello, Marinella Ghiani nota Marina, Manuela Cadoni, Irma Ciani nota Mimma, Giorgio Cera, Federico Diana, Marco Fadda, Massimiliano Loddo, Gabriele Melis, Mario Pes, Michelangelo Pirosu, Martino Senis.

Municipio Tratalias 2 copia

A Tratalias Marco Antonio Piras si mette in corsa per il terzo mandato alle prossime elezioni amministrative del 31 maggio, nelle quali lo sfideranno Iside Fonnesu e Gerardo Pisà.

Il sindaco uscente guida la lista “Obiettivo Comune lista civica per Tratalias” che propone i seguenti candidati alla carica di consigliere comunale:

Emanuele Pes, Mauro Antonio Cuccu, Giulio Renato Zara, Patrizia Cani, Maria Raffaela Matta, Alberto Cani, Marco Steri, Monica Pia, Carlo La Marca, Daniela Uccheddu nota Denny, Gianluca Lindiri, Stefania Piredda.

Due gli sfidanti, tra i quali una donna, Iside Fonnesu, che guida la lista “Tratalias per tutti – Iside Fonnesu sindaco”, che propone i seguenti candidati alla carica di consigliere comunale:

Cristiano Atzori, Maria Cristina Atzori, Nicola Cruccas, Claudia Cuccu, Vincenzo Esposito, Pietro Antonio Matta, Alessandro Piras, Fulvio Piras, Roberta Piras, Priska Steger, Mauro Usai, Franca Zara.

Il secondo sfidante è Gerardo Pisà, con la lista “Progetto Tratalias – Gerardo Pisà sindaco”, che candida alla carica di consigliere comunale:

Bruno Cani noto Brunello, Marinella Ghiani nota Marina, Manuela Cadoni, Irma Ciani nota Mimma, Giorgio Cera, Federico Diana, Marco Fadda, Massimiliano Loddo, Gabriele Melis, Mario Pes, Michelangelo Pirosu, Martino Senis.

Cattedrale Tratalias 180 copia